ADSL, sei mesi di singhiozzo

Ne parla un lettore alle prese con il suo abbonamento Tiscali, la connessione ballerina e le fatture che continuano ad arrivare. In attesa di una risposta dall'azienda
Ne parla un lettore alle prese con il suo abbonamento Tiscali, la connessione ballerina e le fatture che continuano ad arrivare. In attesa di una risposta dall'azienda


Roma – Salve gentile redazione di Punto Informatico, sono un cliente Tiscali ADSL insoddisfatto.
Ho richiesto l’attivazione del servizio verso la fine di Maggio 2003, agli inizi di Giugno è venuta una ditta inviata da Telecom per installare il famoso doppino aggiuntivo (ho l’ISDN).

Qui cominciano i problemi: il giorno dopo non mi funzionava più il telefono, era fine settimana, ho fatto segnalazione a Telecom, mi è stato riparato dopo tre giorni (lo uso soprattutto per lavoro), il guasto era stato causato dai primi tecnici intervenuti che per passare un cavo nuovo per l’ADSL, mi hanno rovinato quello che trasportava la linea telefonica principale. Per poter riparare il danno ho dovuto rinunciare ad un derivato del centralino che ho, poichè nelle tubazioni non poteva passarci nient’altro perché erano piene.

La linea ADSL ha presentato fin dall’attivazione (e-mail del servizio 10-06-2003) notevoli anomalie di funzionamento, discontinuità e/o totale mancanza di allineamento per lunghi periodi nella giornata, e frequenti disconnessioni in corso di funzionamento.

Dopo innumerevoli solleciti intercorsi via telefono (circa 40 in totale) col customer care all’invio di una apposita form trovata sul sito Web Tiscali, due Raccomandate A.R.,una spedita in data 27-06-2003 l’altra in data 17-07-2003, dopo aver effettuato tutte le prove suggerite dal personale del servizio tecnico di assistenza di Tiscali, ripetutamente interpellato, non ho riscontrato alcun esito positivo, o di miglioramento della situazione di base.

Verso la fine di Luglio 2003 in seguito alla seconda Racc. A.R. sono stato invitato via e-mail a contattare i tecnici del customer care, e dopo ennesima conversazione con il loro tecnico ho provato la linea con altri due modem ADSL per circa una giornata l’uno prestatimi (Alcatel speedtouch, Ericsson hm 220), che a onor del vero, hanno funzionato bene; riferito ciò con nuova telefonata al tecnico del customer care, mi dicono che mi verrà sostituito il modem inviatomi al momento dell’attivazione, Zyxel Prestige 630, con un Sagem F@st 800, che avremmo avuto un altro mese di prova gratis senza canone pagando soltanto i consumi effettivi, e che ci saremmo risentiti a Settembre per confermare l’abbonamento.

In seguito a questo, abbiamo riscontrato un buon funzionamento per circa 10 giorni dopo di che siamo tornati allo stesso punto di prima, anzi peggio. Nel mese di Agosto la linea è stata completamente assente tranne sporadici casi, e poiché veniva usata soprattutto di sera tardi dopo aver trascorso fuori l’intera giornata, sono riuscito a chiamare il customer care solo verso il 13 agosto che mi invitava a richiamare dopo ferragosto poiché non si poteva aprire segnalazione di guasto perché i tecnici Telecom erano in ferie.

Ho richiamato dopo Ferragosto per segnalare ancora il malfunzionamento ma dopo dieci giorni la situazione non è per nulla cambiata, faccio l’ennesima rimostranza all’assistenza e mi dicono che apriranno una nuova segnalazione di guasto a Telecom. Finito il mese di Agosto la linea è sempre assente, io mi sono ormai stancato di fare telefonate inutili che non portano a nessun risultato concreto, aspetto la telefonata di Tiscali, che arriva agli inizi di Settembre, in cui mi si chiede se sono stati risolti i problemi e se voglio confermare l’abbonamento: io dico di no perché sono stufo di questa situazione che continua ad andare di male in peggio. E chiedo che venga annullato il contratto e mi venga liberata la linea per passare ad altro fornitore.

Ad oggi continuano ad arrivare fatture e richieste di denaro da parte di Tiscali tra cui l’ultima fattura del 4-12-2003 in cui mi si chiede la pazzesca cifra di 185,10 ?uro senza aver mai usufruito del servizio in modo regolare, inoltre ad oggi la linea è completamente assente e io non la uso più da Settembre.

Poichè il sopracitato funzionamento della linea non può in alcun modo essere considerato regolare ed a norma di contratto, ho chiesto pertanto che lo stesso sia da considerarsi nullo ed annullato per inadempienze contrattuali da parte di Tiscali come già preannunciato nelle precedenti Raccomandate A.R., e la sospensione dell’invio di fatture da parte loro per un servizio non prestato e comunque non attivo. Ma ad ogni contatto loro mi rispondono che il contratto non si può disdettare prima di un anno.

A questo punto mi vengono spontanee le seguenti domande: perché hanno agito e continuano ad agire nei confronti di un cliente che ha creduto nell’azienda, omettendo di risolvere il problema manifestato fin dall’inizio? Che senso ha investire in pubblicità per acquisire nuovi clienti quando trascurano quelli già acquisiti perdendoli?

Distinti saluti da un ennesimo cliente deluso da Tiscali.

Gaetano P.
(Salerno)

Caro Gaetano
segnaliamo la tua email, la più dettagliata di quelle che ci sono giunte in questo periodo su Tiscali ADSL, nella speranza di poter raccontare su queste pagine, a breve, di buone novità per chi si trova nella situazione da te descritta.
Un saluto, la Redazione

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 12 2003
Link copiato negli appunti