Aggiornare i driver disattiva Windows Vista?

L'aggiornamento di un driver di periferica potrebbe essere interpretato da Windows Vista come la sostituzione fisica di un componente hardware, con la possibilità che il sistema chieda all'utente di riattivare l'OS. Ecco perché

Roma – L’aggiornamento di certi driver di periferica potrebbe costringere i regolari utenti di Windows Vista a ripetere l’attivazione del sistema operativo. A sperimentare questo bizzarro e inatteso comportamento di Vista è stato il giornalista James Bannan, che in questo articolo apparso su apcmag.com racconta la propria scoperta.

Come molti sanno, Windows Vista contiene una tecnologia antipirateria che, tra le altre cose, monitora costantemente la configurazione hardware del PC su cui si è attivato il sistema operativo: se dopo l’attivazione l’utente apporta sostanziali modifiche all’hardware del sistema – ad esempio, aggiorna hard disk, scheda grafica e processore – Vista dà all’utente 30 giorni per riattivare il software: dopo tale data, Vista si pone automaticamente nella modalità di funzionamento ridotto, che permette all’utente di accedere al Web e poco altro.

Bannan racconta che è stato costretto a riattivare Vista, per altro con soli tre giorni di preavviso, cambiando esclusivamente la scheda grafica . Un comportamento apparentemente inspiegabile, visto che la giovane versione di Windows dovrebbe chiedere la riattivazione del sistema operativo solo in seguito alla sostituzione di due o più componenti hardware importanti .

Interpellato il supporto tecnico di Microsoft Australia , Bannan ha ricevuto un tool che permette di tracciare tutte le modifiche hardware apportate al computer dal momento della prima attivazione. Ebbene, nell’elenco dei componenti hardware sostituiti figurava, oltre alla scheda video, anche il controller degli hard disk .

“Il solo problema? Io non ho mai cambiato il mio controller dei dischi”, ha spiegato il giornalista. “A quanto pare il fatto che abbia aggiornato il software Intel Matrix Storage Manager (che contiene il driver per il controller, NdR), è stato visto come un importante cambiamento alla configurazione hardware del sistema”.

Ma perché il semplice aggiornamento di un driver dovrebbe essere equiparato da Vista alla sostituzione fisica del componente hardware? La spiegazione, secondo quanto confermato da Microsoft, è che il sistema operativo non legge gli ID hardware direttamente dalle periferiche , ma “si fida”, per così dire, di quelli riportati dai relativi driver. Ciò significa che se per qualsiasi ragione un driver, dopo l’aggiornamento, riporta un ID della periferica diverso dal precedente, Vista interpreta questo evento come la sostituzione fisica del componente .

Al momento è difficile dire se vi siano altri driver capaci di “confondere” Vista, ma Bannan è convinto che il proprio caso non sia isolato . Quale che sia l’incidenza del problema, la tecnologia di protezione di Vista presta ancora una volta il fianco alle critiche degli utenti: critiche che in passato hanno riguardato soprattutto il non trascurabile numero di falsi positivi generati dai check antipirateria. I più maliziosi sostengono che tali lucchetti rendano la vita più difficile agli utenti regolari che ai pirati, e per suffragare questa tesi citano le innumerevoli tipologie di crack per Vista presenti su Internet.

“A quanto pare stanno per essere apportati dei cambiamenti che dovrebbero rendere l’intera esperienza più user-friendly. Noi certamente ce lo auguriamo”, ha commentato Bannan. “È senza dubbio nell’interesse di Microsoft portare a conoscenza di queste modifiche il maggior numero di persone possibile”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sparrow scrive:
    a sentire loro
    sembrerebbe proprio una bella associazione di furbetti, mi sa che hanno ragione le major stavolta.Credo sia giusto che le opere artistiche nuove siano immesse sul mercato secondo i riteri di chi le ha prodotte. In fondo, quelle sono pensate per generare un ritorno a chi ha investito.Quello che dobbiamo difendere è:- la libera circolazione della cultura, nel rispetto dei diritti equi degli autori- il libero uso del materiale regolarmente acquistato, a fini non di lucroPoi scusate, ma sono istintivamente allergico ai 'circoli' chiusi, alle sette, alle massonerie, alle associazioni a numero chiuso, alle corporazioni e conseguenti privilegi ...
  • Taddeo scrive:
    Novità
    Conosco personalmente uno dei gestori di OiNK.Stanno mettendo in piedi un altro server (Il backup era terminato 40 minuti prima del raid :D !).Ovviamente il raid in questione non ha nessun valore legale, esattamente come è capitato a Pirates Bay qualche mese fa.Purtroppo pare essere la nuova tecnica delle Majors: Forzare azioni del genere sapendo bene di non trovare nulla di illegale. Alla fine (Come per Pirates Bay) il risarcimento è versato dalle forze dell'ordine, e quindi dal cittadino.
    • Taddeo scrive:
      Re: Novità
      Dimenticavo: Quello di rintracciare chi usufruiva del servizio è FUD. Gli IP vengono tenuti in files temporanei per un periodo massimo di 30 minuti (Per calcolare upload/download ratio).Insomma: Tanto rumore per nulla :) !
      • nec scrive:
        Re: Novità
        - Scritto da: Taddeo
        Dimenticavo: Quello di rintracciare chi usufruiva
        del servizio è FUD. Gli IP vengono tenuti in
        files temporanei per un periodo massimo di 30
        minuti (Per calcolare upload/download
        ratio).

        Insomma: Tanto rumore per nulla :) !gli ip possono anche essere intercettati dalla pula,registrati dal provider, etc etc
        • tex scrive:
          Re: Novità
          io leggevo che erano infiltrati da diversi mesi dentro OiNK.a parte l'ironia (il tempo di scaricarsi qualche terabyte di album :) )dato che il protocollo bittorrent è abbastanza trasparente, possono aver registrato gli ip degli utenti.Dato che mi pare impossibile che avviino 180.000 azioni legali, probabilmente si concentreranno su quelle poche migliaia maggiormante attivi, o gli uploader più sfegatati.
          • uguccione500 scrive:
            Re: Novità
            ...più che infiltrati, probabilmente erano anche loro a distribuire film e cd piritati, come capita un po' dovunque qui in italia...
  • MisterEmme scrive:
    Perche' sono stato lucchettato?
    Perche' il mio post e' lucchettato? La mia era -ed e'- una domanda seria-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 ottobre 2007 11.29-----------------------------------------------------------
  • Jantir scrive:
    Tutta questa fretta di avere l'ultima...
    Tutta questa fretta di avere l'ultima novità,sinceramente, cordialmente, pacatamente, cordialmente...non la capisco.Nel 99% dei casi queste pre-release, specie quelle di film di ultima uscita, hanno una qualità ignobile, specie l'audio, specie la traduzione in Italiano, perchè sono presi al cinema col registratorino da 10Spesso si sente il mormorio della gente di fondoPoi sono tagliati etc...Vi rovinate il film, il cd o altroBasta aspettare pochi mesi, 1 anno max, e hai la qualità dvd, che è tutta un'altra cosaBho, poi fate come cacchio voletecontenti voi
    • IvanPro scrive:
      Re: Tutta questa fretta di avere l'ultima...
      pre-release è materiale direttamente proveniente dalla casa madre, destinato alla produzione e circolazione interna del lavoro (ad uso pre-produzione). potrebbe mancare qualche dettaglio nell'esecuzione del brano/opera, ma non credo che la qualità ne risenta più di tanto, almeno non perché la fonte è scadente di per sé: semmai ad esempio la musica perde in qualità nel momento in cui dal cd master viene trasferita in un formato tipo .mp3 per poter essere condivisa.
  • MisterEmme scrive:
    la Repubblica
    Sono un po' di giorni che sul sito de "la Repubblica" pubblicano una notizia che compare anche su PI.Persino ieri con la notizia dell'elicottero fatto di rottami...Qualcuno copia l'altro senza citare le fonti ? O entrambi attingono agli stessi informatori?
  • bubba scrive:
    non ricordavo che
    un insieme di stati avesse eletto come forza di polizia internazionale IFPI e BPI ... invece sempre piu agiscono come se lo fossero. sta merda quando finira'? (mai immagino:P))
    • Roberto Di scrive:
      Re: non ricordavo che
      correggetemi se sbaglio ma a me sembra che a Bruxell, non molto tempo fa, sia invece passato un qualcosa del genere.Una "collaborazione, tra "Polizia e Major" mi sa proprio che é prevista anche qui in Europa
  • Dioniso scrive:
    24 anni?
    da quanto tempo esisteva oink? il tizio è veramente giovane
  • Sgabbio scrive:
    Cos'è OiNK?
    Scusate la mia ignoranza, ma non l'avevo mai sentito fino ad oggi.
  • jackoverfull scrive:
    Inutile
    È stato bello finch'è durato, ma non passerà certo molto tempo prima che venga degnamente sostituito.
  • Uollas Yomas scrive:
    Finchè non capiranno...
    Un link che vale più di mille parole: http://osiris.kodeware.net/
    • baluba scrive:
      Re: Finchè non capiranno...
      veramente utilegrazie
    • fred scrive:
      Re: Finchè non capiranno...
      Sono due settimane che l'ho installato; l'utenza e' ridotta ma sta aumentando a vista d'occhio; il client e' crashato almeno una volta sinora.Dato che non vi sono alternative e' probabile che prenda piede, ricordo che qualche anno fa un ulteriorie esperimento del genere fu fatto ma si vede che i tempi non erano ancora maturi (ed era anche meno efficente).
Chiudi i commenti