Ahia! Nuova bufala-Gates in agguato

Il patron Microsoft è tirato in ballo da un'email totalmente fasulla che incredibilmente continua a girare. Non è la prima volta che Gates viene nominato dalle bufale. Chi la ferma?
Il patron Microsoft è tirato in ballo da un'email totalmente fasulla che incredibilmente continua a girare. Non è la prima volta che Gates viene nominato dalle bufale. Chi la ferma?


Roma – C’è ancora una volta Bill Gates nell’email bufala che in queste ore viene segnalata come in rapida circolazione. Si tratta di una bufala semi-nuova il cui contenuto, fasullo, è palesemente fuori dalla realtà? Ciò nonostante la sua diffusione non sembra rallentare. Sono numerose le segnalazioni che in questi giorni sono arrivate alla redazione sulla diffusione del messaggio.

La bufala ha in sé tutte le caratteristiche di un’email che cerca di intasare la rete: far annusare un guadagno facile a chi la riceve e convincerlo a rispedirla a tutti quelli che conosce. Cosa che accade puntualmente a giudicare dai lunghissimi elenchi di indirizzi che gli utenti meno esperti tendono a diffondere in rete inserendo tutta la propria rubrica di indirizzi nel campo “To” del messaggio con cui diffondono l’email fasulla.

Va detto che non è la prima volta che Microsoft viene “tirata in ballo” da un messaggio fasullo. Anzi, spesso e volentieri le bufale più “riuscite”, quelle cioè che più danni hanno fatto alla rete e alle infrastrutture, fanno riferimento all’azienda o al suo chairman, probabilmente a causa della straordinaria notorietà di entrambi. In almeno una occasione Microsoft dovette smentire il contenuto di un messaggio fasullo circolante in Italia, secondo cui l’azienda sarebbe stata in grado di controllare i computer di tutti gli utenti dei propri sistemi per verificare la presenza sui PC di software illegali…

Con il titolo tutto in maiuscolo “COMUNICAZIONE DA BILL GATES” qui sotto presentiamo il testo che sta circolando in queste ore. Chi lo riceve può decidere di avvertire chi glielo ha mandato che si tratta di una bufala e di pensarci sempre due volte prima di rispedire in giro questi messaggi: questo può aiutare a ridurre nel tempo la circolazione di queste ed altre email fasulle.

“Cari Amici
Leggete questa lettera ed agite velocemente.
Io vi invio questa lettera, in quanto tale informazione mi è stata inviata da un professionista e caro amico.
La Microsoft e AOL al giorno d’oggi le piu grandi compagnie della rete, per assicurare ad Internet Explorer il posto di programma più usato, hanno testato la versione beta di questo programma.

Quando invierete questa lettera ai vostri amici, Microsoft la controllerà (sempre che essi usino Microsoft Windows) per 2 settimane. Microsoft vi pagherà $ 245 per ogni persona a cui manderete questa comunicazione. Microsoft pagherà $ 243 per ogni vostra lettera forwardata e per ogni terza persona che riceverà la vostra comunicazione, Microsoft pagherà $ 241.
Tra due settimane, Microsoft si metterà in contatto con voi via e-mail e vi spedirà l’assegno. Io all’inizio ho dubitato fino a quando, due settimane dopo che ho mandato tale comunicazione, non ho ricevuto per posta elettronica la comunicazione e alcuni giorni dopo l’assegno di $24800.00.
Dovete assolutamente mandare tale comunicazione prima che termini il test della versione beta di Internet Explorer. Colui che si può permettere tutto questo è il signor Bill Gates. Tutte le spese di marketing sono da lui sostenute.”

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 10 2001
Link copiato negli appunti