Airstream di Microsoft cattura Omnitel

La casa di Bill Gates deve rincorrere IBM e Oracle per arrivare a lanciare il suo MIS 2000 (Airstream), un prodottino che veicola le informazioni delle reti interne in qualsiasi formato mobile. Già firmato un accordo con Omnitel
La casa di Bill Gates deve rincorrere IBM e Oracle per arrivare a lanciare il suo MIS 2000 (Airstream), un prodottino che veicola le informazioni delle reti interne in qualsiasi formato mobile. Già firmato un accordo con Omnitel


Redmond (USA) – Gestire i dati aziendali e inviarli in qualsiasi formato wireless a chi ne ha bisogno: questo l’obiettivo del Mobility Information Server (MIS) 2000 di Microsoft, nome in codice “Airstream”, che nasce da un’idea già perseguita da Oracle e IBM e che spinge nella direzione dei servizi e prodotti .NET su cui l’azienda di Bill Gates sta investendo pesantemente.

MIS 2000 è uno strumento pensato per trasformare quanto elaborato nell’ambiente produttivo in dati di formati che possano essere ricevuti, visualizzati e gestiti da telefoni cellulari e info appliance di nuova generazione. Allo scopo di collegare anche via wireless gli operatori mobili di un’impresa. La console di gestione servirà a decidere quali strumenti potranno connettersi, con quali modalità e con quali procedure di sicurezza nonché per configurare la tipologia del formato e la personalizzazione dell’invio dei dati sui dispositivi prescelti.

Al momento, comunque, MIS è in versione alpha e non è dunque assolutamente in condizione di competere con i prodotti equivalenti già sul mercato lanciati da tempo: in primis, come detto, da Oracle e IBM. Quest’ultima ha anticipato Microsoft con il suo WebSphere Transcoding Publisher , tool annunciato già lo scorso marzo. E Oracle ha fatto sentire il suo peso con il Portal-to-Go , strumento basato su XML capace di tradurre i dati in qualsiasi formato wireless.

Proprio su Airstream, comunque, Microsoft ha annunciato ieri un accordo con Omnitel. In una nota si legge che l’obiettivo è “definire, sviluppare e commercializzare servizi destinati alle aziende il cui personale si trova a lavorare sempre più in mobilità. Obiettivo primario dell’accordo è lo sviluppo di un portafoglio di infrastrutture, soluzioni e servizi a valore aggiunto che siano fruibili, indipendentemente dalle applicazioni aziendali adottate, dal maggior numero possibile di clienti”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 09 2000
Link copiato negli appunti