Aiuto, Hotmail ha cambiato volto

Un lettore si lamenta del restyling del servizio di webemail gratuito. Graficamente più interessante, dice, ma meno efficiente. Ma sono novità ormai sempre più diffuse


Roma – Cari amici, vi scrivo per denunciare un fatto apparentemente innocuo e anzi apparentemente positivo: Hotmail ha cambiato la sua interfaccia rendendola più accattivante, moderna e – oserei dire – “applelike”.

Beh, che c’è di strano? facciamogli i complimenti direte voi…

Lo strano è che:
1) nessuno ha chiesto il mio parere di utente/cliente (e vabbè, non pretendo tanto)
2) nessuno mi ha tantomeno informato preventivamente del fatto (o almeno non me ne sono avveduto, sebbene visiti 50 volte al giorno il loro sito)
3) nessuno mi da la possibilità di vedere il sito con la vecchia interfaccia (ok, non è complicata, ma se fossi un disabile che per un motivo o per l’altro poteva usarla solo col vecchio sistema?)
4) la cosa che mi ha dato più fastidio: non posso più aprire i messaggi dalla lista di email con “apri in nuova finestra”. Ebbene, direte voi, ci sembra un dettaglio trascurabile. Ora questo dettaglio invece per me non è affatto trascurabile per una serie di motivi.

a) mi fa perdere tempo (devo ogni volta aprire e tornare indietro per leggere la lista)
b) tempo = denaro. E diciamoci la verità, il sito di Hotmail non è che sia una scheggia
c) questa operazione è stata biecamente e chiaramente fatta per costringere l’utente a ricaricare ogni volta la pagina con l’elenco delle mail: + visite = + impression = + clickthrough(?) = +soldi/immagine per Hotmail. Ora potrebbe starmi pure bene… ma perchè mi devo sentire raggirato e costretto a fare una cosa che non voglio? Perchè i soldi che guadagna (fosse anche solo come immagine) Hotmail da questa apparente e insignificante modifica li devo pagare io con il MIO tempo e con i MIEI soldi (connessione, tempo rubato al lavoro, etc.)?

Ho già scritto a Hotmail, un messaggio certo meno colorito anche perchè l’unico modo di contattarli in pratica è segnalare la presenza di un errore in un minuscolo form.

Ciao, grazie, Andrea

Caro Andrea
il servizio offerto da Hotmail è gratuito e ha dei costi solo per l’azienda che te lo offre. Costi che, naturalmente, Hotmail cerca di far rientrare, per esempio inserendo pubblicità nelle sue pagine e magari spingendoti a visualizzarla ogni volta che utilizzi il servizio. Ma è proprio per questo che il servizio è gratuito.

Credo dunque che le novità siano perfettamente comprensibili, oltreché previste dal regolamento di servizio che si accetta quando si apre un account gratuito su Hotmail. Regolamento che, com’è scontato, lascia a Hotmail la più ampia libertà di azione.

Nello specifico, comunque, quel tipo di navigazione tra le email è lo stesso scelto da molti altri fornitori di servizi analoghi, per esempio Libero. Uno scandalo? Non credo. Di certo Hotmail ha messo in conto che qualche utente avrebbe potuto non compiacersi delle novità ma, del resto, non è facile offrire servizi gratuiti in rete e, ciò nonostante, sono molte le opzioni offerte da servizi del tutto simili che puoi scegliere in rete.

A presto, Adele Chiodi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    briciole per le nuove tecnologie
    Sono solamente briciole. Poi un'azienda deve investire in nuove tecnologie e tenersi aggiornata non perchè c'è il contentino del finanziamento, ma perchè ci crede ed investe nel suo futuro.Cari imprenditori ed imprenditorini, non prendetevela con i cinesi se un giorno non molto lontano avranno conquistato il 90% del vostro mercato, perchè voi non sapete fare impresa e lo dico i dati sugli investimenti in innovazione e sulle paghe da fame che date ai professionisti del settore.Perchè chiamate quella dei cinesi concorrenza sleale quando voi reclutate a quattro lire i migliori professionisti e laureati e diplomati e quando vi avvalete di circa 2.600.000 lavoratori a nero. Questa non è concorrenza sleale ??? Aver approfittato negli anni '90 della lira debole per esportare sui maggiori mercati europei non è per voi concorrenza sleale??????????La verità è che non sapete fare impresa (sapete solo sfruttare) e presto chiuderete purtroppo le vostre care azienducce.Non meravigliatevi se in cina ci sono 1.200.000.000 persone ed imprenditori che sanno sfruttare meglio di voi le persone.Il costo della vita è arrivato alle stelle. Il potere d'acquisto degli stipendi si è ridotto quasi a zero, serve solo per pagare l'affitto, ma nel frattempo i vostri conti in banca sono cresciuti a dismisura. Forse non vi rendete conto che è il vostro fare che sta bloccando l'economia italiana ed in parte quella mondiale (perchèi vostri colleghi stranieri del resto non sono tanto migliori). Forse vi sfugge che se la gente non ha i soldi non compra e comprerà sempre di meno. Magari compreremo solo roba cinese che costa meno, molto meno.
    • logitech scrive:
      Re: briciole per le nuove tecnologie
      - Scritto da: Anonimo
      Sono solamente briciole. Poi un'azienda deve
      investire in nuove tecnologie e tenersi
      aggiornata non perchè c'è il contentino del
      finanziamento, ma perchè ci crede ed investe
      nel suo futuro.
      Cari imprenditori ed imprenditorini, non
      prendetevela con i cinesi se un giorno non
      molto lontano avranno conquistato il 90% del
      vostro mercato, perchè voi non sapete fare
      impresa e lo dico i dati sugli investimenti
      in innovazione e sulle paghe da fame che
      date ai professionisti del settore.Concordo.
      Perchè chiamate quella dei cinesi
      concorrenza sleale quando voi reclutate a
      quattro lire i migliori professionisti e
      laureati e diplomati e quando vi avvalete di
      circa 2.600.000 lavoratori a nero. Questa
      non è concorrenza sleale ??? Aver
      approfittato negli anni '90 della lira
      debole per esportare sui maggiori mercati
      europei non è per voi concorrenza
      sleale??????????Qua, dissento. Una cosa è pagare poco i laureatio marciare sul nero, altro è dare 40 centesimi di euro all'ora alla manodopera, senza assicurargli un minimo di prestazioni sociali o senza dargli un amiente lavorativo sano e sicuro.Idem per la svalutazione. Una cosa è svalutare, altro è avere una moneta INCONVERTIBILE.
      La verità è che non sapete fare impresa
      (sapete solo sfruttare) e presto chiuderete
      purtroppo le vostre care azienducce.
      Non meravigliatevi se in cina ci sono
      1.200.000.000 persone ed imprenditori che
      sanno sfruttare meglio di voi le persone.Ingeneroso. Ci sono ottimi imprenditori anche in Italia (basta nomianre Rossi, quello della Diesel o Mister Luxottica).
      Il costo della vita è arrivato alle stelle.
      Il potere d'acquisto degli stipendi si è
      ridotto quasi a zero, serve solo per pagare
      l'affitto, ma nel frattempo i vostri conti
      in banca sono cresciuti a dismisura. Forse
      non vi rendete conto che è il vostro fare
      che sta bloccando l'economia italiana ed in
      parte quella mondiale (perchèi vostri
      colleghi stranieri del resto non sono tanto
      migliori). Forse vi sfugge che se la gente
      non ha i soldi non compra e comprerà sempre
      di meno. Magari compreremo solo roba cinese
      che costa meno, molto meno.Quest'ultimo pezzo è un misto tra qualunquismo e retorica pseudo-proletaria-populista.
      • Anonimo scrive:
        Re: briciole per le nuove tecnologie


        La verità è che non sapete fare impresa

        (sapete solo sfruttare) e presto
        chiuderete

        purtroppo le vostre care azienducce.

        Non meravigliatevi se in cina ci sono

        1.200.000.000 persone ed imprenditori che

        sanno sfruttare meglio di voi le persone.

        Ingeneroso. Ci sono ottimi imprenditori
        anche in Italia (basta nomianre Rossi,
        quello della Diesel o Mister Luxottica).


        Il costo della vita è arrivato alle
        stelle.

        Il potere d'acquisto degli stipendi si è

        ridotto quasi a zero, serve solo per
        pagare

        l'affitto, ma nel frattempo i vostri conti

        in banca sono cresciuti a dismisura. Forse

        non vi rendete conto che è il vostro fare

        che sta bloccando l'economia italiana ed
        in

        parte quella mondiale (perchèi vostri

        colleghi stranieri del resto non sono
        tanto

        migliori). Forse vi sfugge che se la
        gente

        non ha i soldi non compra e comprerà
        sempre

        di meno. Magari compreremo solo roba
        cinese

        che costa meno, molto meno.

        Quest'ultimo pezzo è un misto tra
        qualunquismo e retorica
        pseudo-proletaria-populista.No no è lo stipendio degli italiani altro che qualunquismo vatti a trovare il termine sul vocabolario così non usi improprietà di linguaggio. Sarai mica un imprenditore che ha paura dei cinesi????!!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: briciole per le nuove tecnologie
          Perche' non vi mettete insieme ed aprite un azienda?
          • Anonimo scrive:
            Re: briciole per le nuove tecnologie
            s/un azienda/un' azienda/
          • Anonimo scrive:
            Re: briciole per le nuove tecnologie
            - Scritto da: Anonimo

            Perche' non vi mettete insieme ed aprite un'
            azienda?
            Beh? Allora? Toh...nessuna risposta.. e io che pensavo volessero aprire un'azienda.. ma guarda. Forse non e' poi cosi' facile... forse non e' per tutti... allora, invece di lamentarvi, andate a lavorare! ;) E' facile lamentarsi degli imprenditori.. provate a fare quello che hanno fatto molti di loro e poi vediamo avete ancora abbastanza forze per raccontarlo.
      • Anonimo scrive:
        riflessione sui laureati

        Qua, dissento. Una cosa è pagare poco i
        laureatio marciare sul nero, altro è dare 40
        centesimi di euro all'ora alla manodopera,
        senza assicurargli un minimo di prestazioni
        sociali o senza dargli un amiente lavorativo
        sano e sicuro.piccola riflessione su una laurea: quanto costa?pensiamo ad una tipica vecchia laureadurata 5 anni (non consideriamo la durata media effettiva, che era stimata sui 7 anni, ma quella "ufficiale")le briciole sono i costi palesi: 5 annualità di iscrizione, alcuni testi universitari che si devono per forza comprare, eventualmente costi di spostamento... vogliamo stare veramente stretti? 5-10.000?e poi viene il grosso:quanto fanno 5 anni di stipendio per un lavoro con un impegno paragonabile ALMENO ad un part time (ma di solito chi era in corso studiava con un impegno da lavoro a tempo pieno, se non con orari da libero professionista come i migliori e chi voleva concludere in anticipo sui programmi ufficiali)? No, perchè per la stragrande maggioranza degli studenti il corso di studi equivale a mancati guadagni.E chi studia lavorando di solito ci mette di più a laurearsi, e comunque si tratta di impegno aggiuntivo e non retribuito (si impegna per un part time + lo studio e viene retribuito comunque solo per il part time).A quale paga oraria vogliamo equiparare lo studio a livello universitario? Vogliamo considerare che valutando anche pochissimo i mancati guadagni di questi giovani arriviamo ad una cifra superiore ai 50.000?? Più i contributi!Quanti anni ci mette un laureato a recuperare queste cifre in Italia?Specie considerando che rispetto ad altre figure arriva sul mercato del lavoro più vecchio e quindi più ricattabile perchè è già in età di farsi avere una famiglia e non ha potuto mettere da parte quei 5 anni di stipendi e contributi, e quindi deve arrabattarsi davanti ad offerte scandalose, con altri anni di gavetta sottopagata (se pagata!), che c'è anche per gli altri, daccordo, ma farla a 24 anni è più grave che farla a 19 e quindi si è più ricattabili dai datori di lavoro.Allora, o i laureti servono e vanno difesi contrattualmente, o non servono ed è ora di smetterla di dire che dobbiamo tutti laurearci, se la prospettiva è quella di avere la laurea come handicap oppure emigrare e rifarsi una vita con anni di ritardo rispetto ai non laureati, e anche questo è un handicap perchè la vita non torna in dietro.
        • Anonimo scrive:
          Re: riflessione sui laureati

          Allora, o i laureti servono e vanno difesi
          contrattualmente, o non servono ed è ora di
          smetterla di dire che dobbiamo tutti
          laurearci, se la prospettiva è quella di
          avere la laurea come handicap oppure
          emigrare e rifarsi una vita con anni di
          ritardo rispetto ai non laureati, e anche
          questo è un handicap perchè la vita non
          torna in dietro. Secondo me la "laurea a tutti i costi" e' una roba tutta italiana.. c'e' molto spazio an che per i non laureati.
    • Anonimo scrive:
      Re: briciole per le nuove tecnologie

      Perchè chiamate quella dei cinesi
      concorrenza sleale quando voi reclutate a
      quattro lire i migliori professionisti e
      laureati e diplomati e quando vi avvalete di
      circa 2.600.000 lavoratori a nero. Questa
      non è concorrenza sleale ??? Aver
      approfittato negli anni '90 della lira
      debole per esportare sui maggiori mercati
      europei non è per voi concorrenza
      sleale??????????professionisti nel settore informaticopagati in nero ? uhm....
  • logitech scrive:

    200.000? Solo in casi particolari!!!
    Allora, il burocratese non è il mio forte, ma la soglia dei 200.000 euro è solo per cas particolari:"1. Sono ammissibili programmi, di importo superiore a 200.000 Euro, relativi ad attivita' di sviluppo precompetitivo che possono comprendere anche attivita' connesse e comunque non preponderanti di ricerca industriale."Traducendo dal burocratese all'italiano: se il tuo pogetto è maggiore di 200.000 Euri, allora è amisibile solo se è relativo ad attività di ricerca industriale e di sviluppo competitivo. Non aspettarti di ricevere 200.000 E. per cambiare i PC.
    • Anonimo scrive:
      Re:
      200.000? Solo in casi particolari!!!

      Allora, il burocratese non è il mio forte,Giusto, il burocratese non è il tuo forte.Art. 5.Attivita' e spese ammissibili1. Sono ammissibili programmi, di importo superiore a 200.000 Euro,relativi ad attivita' di sviluppo precompetitivo ...etc...L'assunto è preciso, categorico ed esaustivo. Non vi sono altre tipologie di spese ammissibili tranne che quella indicata.Difatti si punta su Consorzi e c. , parlando di ERP, CRM & c.Sorry...... alla faccia delle PMI....molto M e poco P.
      • logitech scrive:
        Re:
        200.000? Solo in casi particolari!!!
        - Scritto da: Anonimo
        L'assunto è preciso, categorico ed
        esaustivo. Non vi sono altre tipologie di
        spese ammissibili tranne che quella
        indicata.
        Difatti si punta su Consorzi e c. , parlando
        di ERP, CRM & c.Non so se vuoi solo far polemica, ma leggendo tutto il decreto l'impressione è che le cose stiano come dico io.
        • Anonimo scrive:
          Re:
          200.000? Solo in casi particolari!!!
          no, non è così.hai giustamente premesso che il burocratese non è il tuo forte, perché insisti, allora?è un mestieraccio, perltro.andrea
          • logitech scrive:
            Re:
            200.000? Solo in casi particolari!!!
            - Scritto da: Anonimo
            hai giustamente premesso che il burocratese
            non è il tuo forte, perché insisti, allora?Hai ragione, il burocratese non è il mio forte.Però ho una cosa, nella scatola cranica, chiamata cervello.Cosa che a te evidentemente manca, sebbene in compenso tu possieda una spiccata vena polemica.*PLONK*==================================Modificato dall'autore il 04/12/2003 15.51.24
        • Anonimo scrive:
          Re:
          200.000? Solo in casi particolari!!!
          - Scritto da: logitech

          - Scritto da: Anonimo

          L'assunto è preciso, categorico ed

          esaustivo. Non vi sono altre tipologie di

          spese ammissibili tranne che quella

          indicata.

          Difatti si punta su Consorzi e c. ,
          parlando

          di ERP, CRM & c.

          Non so se vuoi solo far polemica, ma
          leggendo tutto il decreto l'impressione è
          che le cose stiano come dico io.Va bene... allora presenta domanda e facci sapere.Auguri!(P.S.: con i finanziamenti ci lavoro)
  • Zane scrive:
    200.000 ?....minimo?!?!?
    Gestisco una piccola azienda di servizi ITC (siamo in 3): ho capito male o il progetto minimo da presentare è da 200.000e ?? ma scusate, io avrei presentato una domanda da max 10.000e per il rinnovo del parco machine, allargamento della banda, servizi di fonia e via dicendo....quindi non posso neanche partecipare? ma che discorso è allora?==================================Modificato dall'autore il 04/12/2003 11.03.33
    • Anonimo scrive:
      Re: 200.000 ?....minimo?!?!?
      - Scritto da: Zane
      Gestisco una piccola azienda di servizi ITC
      (siamo in 3): ho capito male o il progetto
      minimo da presentare è da 200.000e ?? ma
      scusate, io avrei presentato una domanda da
      max 10.000e per il rinnovo del parco
      machine, allargamento della banda, servizi
      di fonia e via dicendo....quindi non posso
      neanche partecipare? ma che discorso è
      allora?
      e dove sta l'innovazione?cambiare il cellulare non e' innovazione ....
  • Anonimo scrive:
    Meno male
    così tra qualche anno le imprese Italiane saranno tutte più moderne. :'(
  • Anonimo scrive:
    Facendo due calcoli
    Se in Italia le PMI sono circa 800000 e i soldi sono 68 000 000 ma sono finanziati solo progetti sopra i 200 000, allora saranno finanziati, SE VA BENE, 340 progetti. Su 800 000 PMI mi sembra un ottimo risultato. COMPLIMENTI!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Facendo due calcoli
      - Scritto da: Anonimo
      Se in Italia le PMI sono circa 800000 e i
      soldi sono 68 000 000 ma sono finanziati
      solo progetti sopra i 200 000, allora
      saranno finanziati, SE VA BENE, 340
      progetti. Su 800 000 PMI mi sembra un ottimo
      risultato. COMPLIMENTI!!!!Sono amministratore di una piccola impresa, e con i precedenti quattro governi non ho ricevuto alcun tipo di agevolazione.Ovviamente non sono certo di essere uno di quelli che beneficeranno di questo bando, ma almeno posso provarci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Facendo due calcoli
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Se in Italia le PMI sono circa 800000 e i

        soldi sono 68 000 000 ma sono finanziati

        solo progetti sopra i 200 000, allora

        saranno finanziati, SE VA BENE, 340

        progetti. Su 800 000 PMI mi sembra un
        ottimo

        risultato. COMPLIMENTI!!!!

        Sono amministratore di una piccola impresa,
        e con i precedenti quattro governi non ho
        ricevuto alcun tipo di agevolazione.
        Ovviamente non sono certo di essere uno di
        quelli che beneficeranno di questo bando, ma
        almeno posso provarci.anch'io sono amministratore di una piccola impresa!!!!non era meglio dare sopra i 20.000 euro ad ogni azienda? sicuramente si svoltava di meno ma le piccole aziende potevano crederci un po' di più. io ho un progetto di circa 40.000 euro e sto cercando fondi, per partecipare a sto bando dovrei aumentare la cosa a 200.000 euro e mi sembrano eccessivi per quello che devo fare... perchè è così che si ragiona?ciao
  • Anonimo scrive:
    progetti di minimo 200.000 euro...
    hai voglia...una pmi (vera) che fa progetti di innovazione tecnologica per importi superiori a 200.000 euro non credo ci sianon serve reinventare il mondo per fare innovazione tecnologica, e le ns. pmi ne hanno bisogno e vanno incentivate, ma se questi vi sembrano interventi adeguati...nella ns. provincia, ad es., la camera di commercio ha concesso contributi a fondo perduto pari al 35% dell'importo ammesso al finanziamento (con un massimo di 5.000 euro) per "incentivare le imprese della provincia che realizzino e mettano in funzione sistemi di e?commerce (Business to Business e Business to Consumer) e adottino forme di sicurezza e garanzia on line", ovviamente con una procedura e documentazione "light".questo è andare incontro alle pmiandrea
    • Anonimo scrive:
      Re: progetti di minimo 200.000 euro...
      Premesso che di mestiere io mi occupo di far ottenere le agevolazioni alle aziende (ci campo, insomma, con le agevolazioni), trovo assolutamente ridicolo destinare fondi così esigui all'ICT, imponendo, come importo minimo di progetto, ? 200.000 (non tanto per le medie imprese, ma sicuramente per le piccole è assoolutamente irrealistico). Sarà una farsa come lo è stato il bando del 27/02 u.s. legato all'e-commerce: le domande sono state accolte ma le aziende non hanno ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale in quanto a Roma stanno cercando rdi recuperare altri fondi per portare la quota di riparto, rispetto a quanto richiesto, al 25 % di quanto teroricamente la Legge avrebbe concesso (per capirci ti spetta 100, se va bene ottieni 25 a parità di investimenti).E' l'ennesima pagliacciata: verrà stilata la graduatoria solo sulla carta. E come si farà a valutare la veridicità delle dichiarazioni???:o(
    • Anonimo scrive:
      Re: progetti di minimo 200.000 euro...
      - Scritto da: Anonimo
      hai voglia...
      una pmi (vera) che fa progetti di
      innovazione tecnologica per importi
      superiori a 200.000 euro non credo ci sianon sai cosa costa ad esempio una macchina a controllo numerico vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: progetti di minimo 200.000 euro...
        Non è vero: io posso citarti progetti svolti da medie imprese che superano tranquillamente i 500.000 ?.L'ICT non devi intenderla come mero acquisto di attrezzature dotate di cnc, ma come un progetto integrato: prova a pensare a CRM, ERP, SCM fatto bene e vedi un po' a che cifre arrivi (se poi ci aggiungi i costi di connettività a banda larga - es: hdsl-) .MkPS: sono quello che lo fa di mestiere. ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: progetti di minimo 200.000 euro...

          PS: sono quello che lo fa di mestiere. ;-)Era ironia ... io sono convinto ed ho visto che progetti del genere sono piu' che possibili nelle nostre PMI.....
  • Anonimo scrive:
    Si ma tanto
    Ci saranno 3000000 domande e ne accoglieranno una ventina se si vuole fare cosi' innovazione in Italia.... Io lascio perdere per principio, ho gia' chiuso la mia net company e faccio altro.
  • Anonimo scrive:
    Prendete e mangiatene tutti ...
    ... questi sono i nostri soldi dati in sacrificio per voi.Non posso competere con l'assistenzialismo statale.E' lo stesso problema dei contributi agricoli.Avete vinto.Io mi fermo qui.Addio e buona fortuna a tutti.Pippo
Chiudi i commenti