Aliaa, le donne israeliane nude al suo fianco

La blogger egiziana nuda per protesta riceve critiche e sostegno. Tra i suoi difensori, alcune donne israeliane usano il suo stesso linguaggio: il nudo per vincere le differenze
La blogger egiziana nuda per protesta riceve critiche e sostegno. Tra i suoi difensori, alcune donne israeliane usano il suo stesso linguaggio: il nudo per vincere le differenze

Il gesto di Aliaa Magda Elmahdy continua a generare reazioni. Oltre a un’intervista alla CNN in cui la ragazza egiziana spiega in maniera più approfondita le ragioni della sua iniziativa e racconta la sua storia personale, oggi arriva la notizia di un sostegno alla sua provocazione da Israele .

Si tratta di una foto che ritrae quaranta donne israeliane, completamente nude, dietro uno striscione che recita “Love without Limits” (amore senza limiti) e “Homage to Aliaa Elmahdy. Sisters in Israel” (omaggio ad Aliaa Elmahdy. Sorelle in Israele). L’ideatrice si chiama Or Tepler, israeliana di 28 anni, che racconta di aver sentito la necessità di agire in qualche modo quando ha visto le foto: “Credo che quando una donna liberale e di mente aperta non può esprimere se stessa al Cairo e riceve minacce dal proprio stato, io debba assicurarle la mia solidarietà”.

La foto è stata scattata grazie alle donne israeliane che hanno raccolto l’invito fatto dalla fotografa su Facebook, attraverso la creazione di un evento: “Ragazze, diamo al mondo una buona ragione per vedere la bellezza unica delle donne israeliane. Senza badare al fatto che siano ebree, arabe, etero o omosessuali, perché qui, ora come ora, non conta. Mostriamo che il nostro discorso internazionale non dipende dai governi”. ( E.P. )

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 11 2011
Link copiato negli appunti