Alimentazione wireless per gadget e cellulari

E' ancora una teoria, ma secondo un team del MIT di Boston domani potrebbe trasformarsi in realtà: ricaricare finalmente i dispositivi mobili senza bisogno di cavi

Boston – Un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology ( MIT ) ha partorito una teoria che in futuro permetterà di realizzare sistemi di alimentazione – per gadget o cellulari – completamente wireless. In pratica, secondo questa “visione”, la ricarica dei dispositivi portatili potrebbe avvenire senza la presenza di cavi ma tramite una tecnologia di irradiazione .

All’ultimo Industrial Physics Forum , tenutosi martedì scorso a San Francisco, il professor Marin Soljacic è salito in cattedra per descrivere il progetto. “Saranno state le tre di notte e, come mi succede spesso, sono stato svegliato da quel fastidioso suono che emette il cellulare quando è scarico”, ha raccontato Soljacic, agli ospiti della sua conferenza. “Allora ho pensato a come sarebbe fantastico se i cellulari si ricaricassero da soli, e ho iniziato a meditare sui principi della Fisica che riguardano il trasferimento energetico”.

Ecco, la chiave di questa ricerca, che vede il coinvolgimento di alcune fra le più brillanti menti del Department of Physics e del Research Laboratory of Electronics del MIT, riguarda proprio i sistemi alternativi di trasferimento energetico. Ormai da 200 anni gli scienziati sanno bene che per trasferire energia elettrica non vi è bisogno di cavi in diretto contatto. I motori elettrici e i trasformatori, ad esempio, dispongono di bobine che si scambiano energia sfruttando l’induzione elettromagnetica. Molto più tardi è stato scoperto lo stesso fenomeno nelle onde radio e nella luce. Ma il trasferimento da un punto ad un altro, tramite la radiazione elettromagnetica, è estremamente inefficiente perché le onde tendono a diffondersi in ogni direzione facilitando la dispersione ambientale.

Soljacic, quindi, ha pensato che l’induzione a corto raggio all’interno di una trasformatore potrebbe essere migliorata e portata a coprire distanze più ampie. Invece di irradiare l’ambiente con onde elettromagnetiche, un trasmettitore potrebbe creare un campo “nonradiative”, ovvero di non irradiazione, che permetterebbe di mantenere l’energia vicina fino a quando un altro oggetto non entri in “risonanza” con il campo stesso. In pratica, un qualsiasi gadget dovrebbe solo sincronizzare la sua frequenza con quella delle sorgente per ricevere energia e ricaricarsi.

“Non sappiamo ancora come esattamente funzionerà, ma ci stiamo lavorando con calcoli teorici e simulazioni al computer che hanno già confermato le nostre teorie”, ha sottolineato Soljacic. Il team è convinto che un notebook potrà essere ricaricato a pochi metri dalla sorgente senza alcun filo, insomma. Al momento nessuno si azzarda a parlare di tempistiche per la realizzazione di un prototipo funzionante.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alfonso Maruccia scrive:
    I Piduisti alla conquista della rete...
    L'Italia? Un paese normale, assolutamente normale...
    • scribble scrive:
      Re: I Piduisti alla conquista della rete
      - Scritto da: AlfonsoMaruccia
      L'Italia? Un paese normale, assolutamente
      normale...Fuggi, sei ancora in tempo. Consiglio da amico. Credimi, prima o poi te li ritrovi dentro al frigo...
  • Anonimo scrive:
    Kossiga???
    Mettono a capo di una organizzazione che dovrebbe "innovare", uno (K. Boia) che ha attentato alla nostra democrazia e alla nostra Costituzione???Siamo messi male (anzi siete, perchè io sono emigrato all'estero):'(http://it.wikipedia.org/wiki/Cossigahttp://it.wikipedia.org/wiki/Operazione_Gladio
    • Anonimo scrive:
      Re: Kossiga???

      Siamo messi male (anzi siete, perchè io sono
      emigrato
      all'estero)
      :'(Ecco, allora restaci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Kossiga???
        Grazie a Cossiga ( togli la k cosa sei un nostalgico del pci bandiera rossa,amico del Soviet e affini,quando i quotidiani di sinistra davano addosso all'allora ministro degli interni solo perche' cercava di evitare una guerra civile ( tanto desiderata dalla vecchia Nomenklatura dell'unione sovietica)tanto tempo fa le radio libere hanno iniziato a esistere..perche' lo stato italiano aveva legge BLINDATE sulla radiocomunicazione.Inizio' questo personaggio,a trasmettere con ricetrasmittenti in banda 27 mhz,autodenunciandosi( si rischiava la galera solo per avere un apparecchio ricetrasmittente)e di fatto iniziando a liberalizzare questo settore.Poi le radio libere,hanno seguito questo impulso... Per questo motivo quando vedo scritto Cossiga con la K mi ribolle ancora il sangue pensando all'insensato odio politico di allora..( per fortuna almeno questo e' finito..)
        • Anonimo scrive:
          Re: Kossiga???
          So per certo che Cossiga è radioamatore, per cui che abbia una minima conoscenza di base di telecomunicazioni ed elettronica per me è cosa certa. Se poi è diventato anche un esperto di computer questo è da vedersi...
  • scribble scrive:
    Democrazia diretta!
    passiamo ad un sistema parlamentare di democrazia diretta, signori Amici delle Nuove Tecnologie, con le leggi votate direttamente dai cittadini per via telematica. Così voi ve ne state a casina vostra a far danni e il Belpaese prova a legiferare senza la vostra illuminata presenza. Questa sì che sarebbe rivoluzione.Forza, sen. Cossiga, spenda così i suoi "ultimi anni"!
  • Anonimo scrive:
    Svecchiamento?
    L'articolo dice "Forse servirà a svecchiare l'immagine-luogo comune di un serioso Parlamento".E Cossiga sarebbe uno svecchiamento?????
  • Anonimo scrive:
    Davvero? Lo raccontino a questi...
    Che vadano a raccontarlo ai ricercatori italiani che per questa ricerca http://www.hwupgrade.it/news/web/alimentazione-wireless-non-proprio-fantascienza_19254.html sono dovuti andare a trovare finanziamenti all'estero.Ipocriti!
    • Anonimo scrive:
      Re: Davvero? Lo raccontino a questi...
      hai perfettamente ragione. Del resto dai parlamentari che sono delinquenti tutelati da se stessi o amici o "compagni di banco" di delinquenti... non c'e' da aspettarsi alcuna innovazione, semmai si staranno preparando il terreno per qualcuna delle solite mega truffe impunite all'italiana per spillare soldi ai contribuenti... durera' finche' avremo tutti pazienza... ma non durera' in eterno...
    • Irto scrive:
      Re: Davvero? Lo raccontino a questi...
      - Scritto da:
      Che vadano a raccontarlo ai ricercatori italiani
      che per questa ricerca
      http://www.hwupgrade.it/news/web/alimentazione-wir

      Ipocriti!Tizio, aspetta a fare processi alle intenzioni.Si sta parlando di un'associazione appena nata e, di conseguenza, è necessario valutarne l'operato quando ci sarà.Spargere giudizi in questo momento è decisamente superfluo e fuori luogo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Davvero? Lo raccontino a questi...
        - Scritto da: Irto
        - Scritto da:

        Che vadano a raccontarlo ai ricercatori italiani

        che per questa ricerca


        http://www.hwupgrade.it/news/web/alimentazione-wir



        Ipocriti!

        Tizio, aspetta a fare processi alle intenzioni.
        Si sta parlando di un'associazione appena nata e,
        di conseguenza, è necessario valutarne l'operato
        quando ci
        sarà.
        Spargere giudizi in questo momento è decisamente
        superfluo e fuori
        luogo.Superfluo e fuori luogo? Ma se è un'eternità che fanno scappare le migliori menti (con le migliori ricerche) per mancanza di fondi e/o per il nepotismo asfissiante che regna in ogni dove.Mi devo mica mettere a fare l'elenco degli scienziati andati a lavorare altrove, dagli inizi del '900 ad oggi, perché qui li mettevano a pulire i cessi, mentre all'estero venivano riconosciuti per ciò che erano?Ora inizio a capire perché dopo Berlusconi, Prodi, poi di nuovo Berlusconi, poi di nuovo Prodi e poi ci sarà di nuovo Berlusconi, e se campano abbastanza continueranno ancora a lungo. Perché tanto, hanno appena iniziato, fare critiche adesso è superfluo e fuori luogo.SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!! :@ :@ :@
Chiudi i commenti