Alla ricerca del Web invisibile

La Rete non è fatta solo da quello che già oggi Google e concorrenti sono in grado di offrire. Ci sono oceani di informazioni nascoste, che presto potrebbero essere svelate

Roma – C’è un mare di informazioni nascoste dentro il mare del Web. Si tratta di informazioni nascoste in profondità, là dove neppure i motori di ricerca possono trovarle, e che gli esperti chiamano Web invisibile (Deep Web). Adesso, Google e gli altri grandi player del settore stanno attrezzando progetti importanti per raggiungere tali abissi: alla ricerca della supremazia nel search che verrà.

Dietro l’espressione Web invisibile , spiega il New York Times , ci sono cose molto diverse tra loro come cataloghi commerciali, orari di mezzi pubblici, risultati di indagini scientifiche. I contenuti del web invisibile si trovano in spazi particolari della rete – pagine ad accesso ristretto, repository audiovideo, database strutturati – e per questo non sono raggiungibili dai normali spider dei motori di ricerca, che “navigano” soltanto tra gli hyperlink che collegano le singole pagine.

“La porzione di web esplorabile dagli spider è solo la punta dell’iceberg”, ha detto al NYT Anand Rajaraman, cofondatore di una delle aziende che per prime si sono lanciate nella caccia al web invisibile, Kosmix . “La maggior parte dei motori di ricerca ti consentono al massimo di trovare un attaccapanni in un armadio. Ma quello che vogliamo consentire ai nostri utenti è esplorare quell’armadio”.

Per raggiungere tale obiettivo, i motori di nuova generazione dovrebbero acquisire la capacità di comprendere i termini di ricerca degli utenti e svolgere per conto di questi ultimi delle query all’interno dei database. Se per esempio un navigatore digita la parola “Genova”, il motore di ricerca dovrebbe mostrarsi in grado di riconoscere tutti i database che (plausibilmente) contengono informazioni sulla città (ad esempio guide di viaggio, o atlanti storici) nonché sapere come formulare delle query automatiche al loro interno.

E se dal punto di vista concettuale il problema appare relativamente lineare, in termini pratici le cose sono molto complesse. Ci sono, spiegano gli esperti , i problemi legati alla disambiguazione delle keyword, quelli dovuti alla varietà di architetture impiegate nella strutturazione dei database, quelli collegati all’impossibilità di istituire corrispondenze certe e permanenti nel caso di database con dati debolmente accoppiati (in termini tecnici “loosely coupled”).

Le difficoltà tuttavia non sembrano scoraggiare i player del settore, ingolosite dalla prospettiva di poter offrire ai navigatori soluzioni di ricerca più esaustive, per certi versi simili a quelle promesse dal web semantico . La già citata Kosmix, ad esempio, ha sviluppato un software in grado di accoppiare ogni istanza di search con i contenuti dei database che più plausibilmente trattano l’argomento, per poi offrire una panoramica dei risultati insieme con l’indicazione delle fonti cui sono collegati.

Diversa la logica di DeepPeep , un progetto sperimentale sviluppato dal professor Juliana Freire presso l’ Università dello Utah . In questo caso, il tentativo è quello di indicizzare preventivamente tutti i database presenti nel web pubblico, in modo da indirizzare le successive attività di ricerca degli utenti. “Il modo naif per raggiungere il risultato sarebbe operare una query per ciascuna delle parole presenti sul dizionario”, spiega al NYT. Per converso, DeepPeep inizia sottoponendo al sistema un numero circoscritto di query -campione, “che vengono usate poi per ricostruire l’intera architettura dei database e orientare le ricerche”.

Ma anche i grandi attori del search, ovviamente, si stanno muovendo. Nello scorso dicembre, Yahoo ha lanciato lo sviluppo una versione sviluppata inhouse di SearchMonkey , il tool che consente di automatizzare l’estrazione di informazioni strutturate da archivi anche se di grandi dimensioni. Il progetto di Google per il web invisibile, coordinato dall’ex docente dell’ Università di Washington Alon Halevy, è concettualmente invece molto simile a quello di DeepPeep: ognuno dei database pubblici presenti in rete viene analizzato da uno spider, che ne ricostruisce il contenuto presunto. Ma (almeno per il momento) i risultati raggiunti non hanno soddisfatto i responsabili dell’azienda di Mountain View, che nel corso di una recente conferenza hanno detto esplicitamente “non stiamo facendo un buon lavoro nell’offrire i contenuti strutturati ai nostri utenti”.

Peraltro nel caso di Google le difficoltà intrinseche allo sviluppo di soluzioni per il deep web si accoppiano a quelle collegate alla presentazione degli stessi. Per rendere adeguatamente conto dei risultati derivanti dal browsing di database eterogenei, infatti, i responsabili della Grande G dovrebbero rinunciare (almeno in parte) alla leggendaria semplicità della loro interfaccia, restituendo pagine di record con diciture e icone più differenziate.

Ancora non è dato sapere chi, tra tutti gli attori in campo, sarà in grado di fornire una soluzione definitiva al problema del web invisibile. Su una cosa, però, gli addetti ai lavori concordano: i motori di nuova generazione hanno le potenzialità per modificare radicalmente le abitudini di ricerca, ed il modo stesso con il quale viviamo in rete. Ragion per cui, se vuole mantenere l’attuale strapotere in materia di search , Google avrà bisogno di attrezzarsi in fretta per la sfida.

Giovanni Arata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Er Puntaro scrive:
    Re: Bah! Gli "anche tu" hanno rotto.
    - Scritto da: David Coverdale
    Rock will never die
    ..certo che se stiamo dietro agli udue pero'
    viene da pensare il
    contrario..Gli udue sono alla frutta.
  • Nerium scrive:
    [OT] Ma quello della foto ?
    Ma il tizio pacciarotto che si vede nell'icona in alto a dx è vero ?Non è fatto al photoshop ?Sembra un'immagine rimaneggiata a 16:9... ma anche 25:9
  • Jena Plissken scrive:
    Che??
    Ma sei matto? "impegno sociale comprovato"? Ma se Bono in patria è palazinnaro alla Ricucci e investe in giornali reazionario-conservatori che difendevano la linea bush e la guerra in iraq.E' tutta una posa!
  • Salome scrive:
    ma dimentichiamo Achtung Baby?
    Ma se achtung baby era uscito in fase di lavorazione... su su ... cos'ì, il 91 è troppo lontano?e poi ormai è una faccenda promozionale dai, è chiaro come il sole...
  • Jena Plissken scrive:
    Su gli U2
    Gli U2 fanno schifo e Bono Vox è un totale ipocrita: fracassa le palle a tutti con il suo buonismo veltroniano di "salviamo l'africa!!oneoneone" per poi essere azionista di giornali che sponsorizzano la guerra in Iraq,palazzinaro selvaggio in Irlanda e sparare XXXXXXXte sulla pirateria (citato pure dalla Pausini).Per non parlare delle canzoni,che sono a essere molto generosi,stucchevoli e imbarazzanti.Verdetto? Al muro!
  • aldo scrive:
    recensione
    http://assante.blogautore.repubblica.it/2009/02/22/il-nuovo-disco-degli-u2-in-anteprima/
  • petrestov scrive:
    siamo sicuri che sia il secondo leak?!
    a mia memoria ATYCLB si poteva trovare su internet un mese prima del suo rilascio ufficiale.
    • Salome scrive:
      Re: siamo sicuri che sia il secondo leak?!
      - Scritto da: petrestov
      a mia memoria ATYCLB si poteva trovare su
      internet un mese prima del suo rilascio
      ufficiale.e fuori dai tempi di internet per tutti, Achtung Baby uscì, tanto quanto uscirono (sempre ai tempi di internet, ma con mezzi tradizionali) le sessions di Dave Matthews prima di "Busted Stuff" ...ormai è promo dai
  • Ricky scrive:
    Punti di vista...
    nonostante disapprovi le politiche in atto, non posso non spezzare una lancia per gli U2 e per tutti quelli che contano su un certo tipo di introito per "altre destinazioni" che non siano le ville e gli atolli.Il loro interessamento nel sociale e' comprovato e conosciuto, i soldi per fare quello che fanno li devono trovare in qualche modo.Se posso calarmi per un attimo nel loro pensiero, mi verrebbe da interpretarlo cosi:"maledetti ladri, scaricano il nostro lavoro, frutto di grande impegno e fatica, invece di pagarlo come meriterebbe.Nel fare questo penalizzano anche tutti quei bisognosi che non avranno l'aiuto previsto, gente che vive di sussidi e carita'.Infami,potrebbero evitarselo..."Con un simile pensiero in testa, faranno di tutto pur di preservare i loro introiti.Il problema e' che forse,agendo diversamente, li potrebbero pure aumentare.Comunque provate a mettervi nei loro panni prima di giudicarli.
    • malostato scrive:
      Re: Punti di vista...
      Poveracci! Stai parlando di persone che per pagare meno tasse sono andati in Olanda! E poi dicono W l'Irlanda!!!Quindi non facciamo del buonismo! Tutto questo è solo una trovata pubblicitaria! Un responsabile IT non lascia per una settimana una falla del genere!Una band dovrebbe guadagnare l'80% o 90% dai concerti! e non lucrare sui cd! Anche perchè diciamo la verità di un cd quante sono le canzoni veramente belle??
      • deactive scrive:
        Re: Punti di vista...
        - Scritto da: malostato
        Poveracci! Stai parlando di persone che per
        pagare meno tasse sono andati in Olanda! E poi
        dicono W
        l'Irlanda!!!
        Quindi non facciamo del buonismo! Tutto questo è
        solo una trovata pubblicitaria! Un responsabile
        IT non lascia per una settimana una falla del
        genere!
        Una band dovrebbe guadagnare l'80% o 90% dai
        concerti! e non lucrare sui cd! Anche perchè
        diciamo la verità di un cd quante sono le canzoni
        veramente
        belle??beh io ne ho tanti di CD. La maggior parte di essi contiene un buon 90% di titoli eccellenti.E' chiaro che se ci si affida alle proposte commerciali recenti si prendono delle belle cantonate.
  • Joliet Jake scrive:
    Perchè fanno le anteprime allora?
    Cioè, fatemi capire.Questi fanno ascoltare delle versioni "non definitive" in giro: "listening party", promo per le radio, MySpace o cos'altro.Perchè? Non sono sicuri di quello che hanno fatto e non voglio correre NESSUN rischio?E poi si lamentano che da qualche parte qualcuno si è fatto sfuggire qualcosa.Mah...Una volta, un gruppo faceva un disco in studio. Il disco usciva. Le radio lo prendevano e iniziavano a trasmetterlo. Se funzionava, diventava famoso.L'unica "prova" che potevano fare, era al massimo far uscire un singolo un pò prima per trainare la vendita dell'album.
    • syntaris scrive:
      Re: Perchè fanno le anteprime allora?
      si ma una volta i promo che mandavano alle radio e/o alla stampa non si potevano mettere online... ci vuole mica tanto a capirlo?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 febbraio 2009 09.55-----------------------------------------------------------
      • Joliet Jake scrive:
        Re: Perchè fanno le anteprime allora?
        Mi sono espresso male.Il "promo" una volta non era una versione preliminare del pezzo. Era definitiva e la stessa che poi finiva sul disco (salvo eccezioni fatte apposta tipo "radio edit" etc)Questi qua hanno mandato in giro versioni non definitive per poi lamentarsi del fatto che la gente le ha ascoltate...
  • non bono scrive:
    album mediocre
    la cosa più divertente è andare nei siti dove si può scaricare l'album (io però non l'ho scaricato :) ) e leggere i commenti degli utenti: pare sia l'album più scadente e mediocre della carriera degli u2.E se la casa discografica lo avesse diffuso apposta per farsi un po' di pubblicità gratis ?
    • petrestov scrive:
      Re: album mediocre
      - Scritto da: non bono
      pare sia
      l'album più scadente e mediocre della carriera
      degli
      u2.lo si diceva anche di HTDAAB, di ATYCLB, di POP, di Zooropa, di AB, di R&H, di TJT, di UF, di War, di October, di Boy.
      • petrestov scrive:
        Re: album mediocre
        - Scritto da: petrestov
        lo si diceva anche di HTDAAB, di ATYCLB, di POP,
        di Zooropa, di AB, di R&H, di TJT, di UF, di War,
        di October, di
        Boy.ai tempi della sua uscita odiai Achtung Baby. Mi bastò ascoltare The Fly e Mysterious Ways. Oggi considero Achtung Baby il capolavoro della carriera degli U2; e the Fly un pezzo inarrivabile; non ho cambiato molta opinione su Mysterious Ways anche se la considero una canzone molto sensuale.
      • Giambo scrive:
        Re: album mediocre
        - Scritto da: petrestov
        lo si diceva anche di HTDAAB, di ATYCLB, di POP,
        di Zooropa, di AB, STOP!
        di R&H, di TJT, di UF, di War,
        di October, di
        Boy.Gli U2, per me, sono arrivati solo a R&H, gli albums dopo questi sono stati prodotti da dei cloni creati dagli alieni :)Infatti dopo AB non ho piu' comperato ne' ascoltato nulla :S[E la rottura con il passato di UF non e' netta come AB o Zooropa, quindi niente blah blah]Cosi' ho detto, e chi non e' d'accordo con me verra' bannato da PI :) !
        • syntaris scrive:
          Re: album mediocre
          E ANCHE R&H ERA UN PO' AL LIMITE..... ;-)
          • Giambo scrive:
            Re: album mediocre
            - Scritto da: syntaris
            E ANCHE R&H ERA UN PO' AL LIMITE..... ;-)Hai perfettamente ragione, sono stato di manica larga e l'ho incluso :)Ma molti lo lasciano fuori (Come certi lasciano fuori pure TJT)
        • petrestov scrive:
          Re: album mediocre
          - Scritto da: Giambo
          Gli U2, per me, sono arrivati solo a R&H, gli
          albums dopo questi sono stati prodotti da dei
          cloni creati dagli alieni
          :)infatti, solo quattro alieni avrebbero potuto realizzare una canzone del genere, sotto dettatura del diavolo in persona:[yt]eB5E1uCT1TA[/yt]
        • gerry scrive:
          Re: album mediocre
          - Scritto da: Giambo
          - Scritto da: petrestov


          lo si diceva anche di HTDAAB, di ATYCLB, di POP,

          di Zooropa, di AB,

          STOP!Tu sei il fan tipo A
          • Giambo scrive:
            Re: album mediocre
            - Scritto da: gerry

            STOP!

            Tu sei il fan tipo AChe significa :o ?Quelli di tipo C sono i FanC... :P ?
          • gerry scrive:
            Re: album mediocre
            - Scritto da: Giambo
            - Scritto da: gerry



            STOP!



            Tu sei il fan tipo A

            Che significa :o ?
            Quelli di tipo C sono i FanC... :P ?Sono stato (sono ancora?) un grandissimo fan degli U2, ho girato e discusso in diversi gruppi di discussione, a tema musicale e no, e i fan degli U2 si sono sempre divisi in due categorie:Tipo A: grandi fino a AB, dopo XXXXXpupùTipo B: bella la discografia, ma il grande salto lo hanno fatto da AB in poi.PS: ultimi 3 lavori esclusi.Non ne ho mai trovato uno che in qualche modo non si sia schierato in una delle due categorie. :DAnyway, io sono un fan del tipo B. Quello a cui piace Passengers e considera POP almeno al terzo posto degli album :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 febbraio 2009 20.35-----------------------------------------------------------
          • Giambo scrive:
            Re: album mediocre
            - Scritto da: gerry
            Tipo A: grandi fino a AB, dopo XXXXXpupùAB non compreso 8)
            Non ne ho mai trovato uno che in qualche modo non
            si sia schierato in una delle due categorie.
            :DQuesto vuol dire che effettivamente la lunga pausa tra R&H e AB ha cambiato la band
            Anyway, io sono un fan del tipo B. Quello a cui
            piace Passengers e considera POP almeno al terzo
            posto degli album
            :DBeh, mi dispiace per te, ma brucerai all'inferno :)
    • gerry scrive:
      Re: album mediocre
      - Scritto da: non bono
      la cosa più divertente è andare nei siti dove si
      può scaricare l'album (io però non l'ho scaricato
      :) ) e leggere i commenti degli utenti: pare sia
      l'album più scadente e mediocre della carriera
      degli
      u2.Ma in che cavolo di siti vai?Dove vado io sembra una timida ripresa dopo gli ultimi due album non molto apprezzati.
    • Interessant e scrive:
      Re: album mediocre
      - Scritto da: non bono
      la cosa più divertente è andare nei siti dove si
      può scaricare l'album (io però non l'ho scaricato
      :) ) e leggere i commenti degli utenti: pare sia
      l'album più scadente e mediocre della carriera
      degli
      u2.
      E se la casa discografica lo avesse diffuso
      apposta per farsi un po' di pubblicità gratis
      ?Ottima mossa.Rilasciano un album mediocre sul canale del p2p, molti lo scaricano perchè trattasi di una band di sucXXXXX e l'aspettativa è alta, POCHI LO COMPRANO visto che a quanto pare trattasi del peggior album della band.Risultato ?Colpevolizzano il p2p di essere da freno alle vendite(non la discutibile qualità del prodotto !)
      • aldo scrive:
        Re: album mediocre
        in realtà l'album è bellissimo
        • Wolf01 scrive:
          Re: album mediocre
          Bhe dipende, magari a te piacciono i *nuovi* U2, a lui piacciono i *vecchi* U2Come per gli Iron Maiden che con gli ultimi album sono diventati piagnucolosi, come per i Manowar che sono passati dall'heavy metal all'epic metal, c'è gente a cui può piacere il nuovo andazzo e c'è gente che sinceramente non comprerebbe più cd della band per sentire musica diversa da quella che la band faceva in passato
    • Daniele scrive:
      Re: album mediocre
      Più scadente dei 2 precedenti???Infatti stavolta non mi fregano... ascolterò prima le canzoni in un negozio e poi deciderò.- Scritto da: non bono
      la cosa più divertente è andare nei siti dove si
      può scaricare l'album (io però non l'ho scaricato
      :) ) e leggere i commenti degli utenti: pare sia
      l'album più scadente e mediocre della carriera
      degli
      u2.
      E se la casa discografica lo avesse diffuso
      apposta per farsi un po' di pubblicità gratis
      ?
  • M e G scrive:
    Scusate ma ...
    Sugli album degli U2 c'è scritto che si possono copiare? E allora dove sta il problema?Poi anche la canzone di Marco Carta per San Remo di quest'anno era già nei CD pirata mesi fa :-Dm.
  • LuNa scrive:
    e i miliardi che sganciano a RIAA ?
    se questa cosa è vera, perchè gli U2 (e tutti gli altri) pagano fior di soldi a RIAA per essere PROTETTI contro la diffusione non autorizzata dei loro prodotti, per veder poi il prodotto sul P2P due mesi prima dell'uscita prevista .... Due sono le cose:1) La RIAA piglia soldi e basta2) Gli U2 sono rinXXXXXXXXtiSe tu che mi devi proteggere non fai il tuo lavoro, non ti do una mazza, altro che tutti i soldi che mi chiedi. E ci starebbe bene pure una bella causa, visto che non ti do 100 lire ma somme mooooolto più grandi per tutelarmi, cosa che NON fai.
  • lellykelly scrive:
    meglio pupo
    e i righeira
  • 01234 scrive:
    Re: Bah! Gli "anche tu" hanno rotto.
    il video m'ha messo fame :-P la canzone è fichissima (e la bimba per essere così piccola intonatissima) - però senti....di morte del rock si parla da tanto tanto tanto...non sono sicurissimo...e infine, è vero che ci sono cose più importanti e a buon mercato, e per evitare censure non solo non posso mettere un video (un'immagine val 1000 parole) ma preferisco non nominarLA neppure...ma anche se s'è capito, citerò un passo della celeberrima canzone di Elioservi della gleba a testa altaverso il triangolino che ci esaltaaaaaaaaa :-Dps: 'mazza che scivolatona OT :-D
    • Er Puntaro scrive:
      Re: Bah! Gli "anche tu" hanno rotto.
      - Scritto da: 01234
      il video m'ha messo fame :-P la canzone è
      fichissima (e la bimba per essere così piccola
      intonatissima) - però senti....di morte del rock
      si parla da tanto tanto tanto...non sono
      sicurissimo...La cosa è soggettiva. :DPensa che per me non è solo il rock ad essere morto, ma tutta la musica. Son stufo di gente che strimpella le solite note trite e ritrite e si atteggia a dio della galassia. ;)
      • 01234 scrive:
        Re: Bah! Gli "anche tu" hanno rotto.
        - Scritto da: Er Puntaro
        - Scritto da: 01234

        il video m'ha messo fame :-P la canzone è

        fichissima (e la bimba per essere così piccola

        intonatissima) - però senti....di morte del rock

        si parla da tanto tanto tanto...non sono

        sicurissimo...

        La cosa è soggettiva. :D
        Pensa che per me non è solo il rock ad essere
        morto, ma tutta la musica. Son stufo di gente che
        strimpella le solite note trite e ritrite e si
        atteggia a dio della galassia.
        ;)ok però se permetti "Il rock è morto, gente!" non pareva tanto soggettivo :-P "per me" etc etc invece sì...che poi per alcuni TUTTO è soggettivo e si finisce per non poter dire più niente (tanto, per quello che vale...), ma vabbeh :-)viceversa storicamente è vero che da tanto si dice che il rock etc, e poi arriva qualcuno che cambia un po' il modo di fare (e quindi per il pubblico di sentire) la musicasi diceva a fine '50, si diceva a fine '60, si diceva a metà dei '70, e a fine '70 etc etc - e bada bene, sempre con buone ragioni Ammetto volentieri però che nel nuovo millennio la qualità intesa come coraggio, coerenza, passione E tecnica E creatività...è roba vicina all'estinzione...ma spero in quello che è sempre accaduto finora...quanto agli u2....grandi professionisti (a buon intenditor...)
  • leto scrive:
    Bel giornalismo!
    Complimenti! Come Techcrunch cadete nella trappola del "si dice che..". Mentre tutti i siti seri di informazione hanno indicato chiaro e tondo come tali rumori siano chiaramente infondati (Techcrunch non è nuova a queste operazioni da tabloid) voi ci sguazzate allegramente pronti a riaccendere polemiche infondate.Vi è pure sfuggita la smentita pubblicata sul blog ufficiale di last.fm!
    • emoticon e video scrive:
      Re: Bel giornalismo!
      Quale parte di La smentita di Last.fm, comunque non ha tardato ad arrivare non ti è chiara?Che palle 'sti trollllll...
      • David Coverdale scrive:
        Re: Bel giornalismo!
        - Scritto da: emoticon e video
        Quale parte di

        La smentita di Last.fm, comunque non ha
        tardato ad
        arrivare


        non ti è chiara?

        Che palle 'sti trollllll...Ma se alcuni hanno smentito, altre parti hanno negato, e se altri fatti non sono accaduti,non e' che la cosa sia un po' capziosa?no, eh?
      • leto scrive:
        Re: Bel giornalismo!
        Balle. Le due notizie vengono messe sullo stesso piano ed il dubbio rimane. Inoltre la smentita linkata è solo un post di un forum (senza il peso di una comunicazione ufficiale).
  • ilmassi scrive:
    tutta pubblicità...
    alla fine faranno i miliardi con i concerti come al solito..
    • 01234 scrive:
      Re: tutta pubblicità...
      pubblicità nelle conseguenze - ma secondo me anche studiata ben prima!e cmq straquoto per il resto
      • lol scrive:
        Re: tutta pubblicità...
        - Scritto da: 01234
        pubblicità nelle conseguenze - ma secondo me
        anche studiata ben
        prima!ci scommetterei l'importo richiesto da uno spazio pubblicitario su tutte le riviste online e non dove 'sta notizia e' uscita.
    • David Coverdale scrive:
      Re: tutta pubblicità...
      - Scritto da: ilmassi
      alla fine faranno i miliardi con i concerti come
      al
      solito..E' ovvio, sono una band costruita e nulla accade per caso
      • syntaris scrive:
        Re: tutta pubblicità...
        sono una band costruita????e quando? e da chi?
        • petrestov scrive:
          Re: tutta pubblicità...
          - Scritto da: syntaris
          sono una band costruita????

          e quando? e da chi?sta parlando di Brian Eno e Daniel Lanois: 1984 con l'album the Unforgettable Fire.naturalmente scherzo. paragonare gli U2 ad una band costruita come i bambocci di X-Factor, American Idol o amici... rotfl!che oggi usino più il "mestiere" e meno il "fuoco indimenticabile" è un fatto assodato. ma teniamo anche conto che sono tutti del 1960 e ormai si avvicinano ai fatidici cinquanta.
          • syntaris scrive:
            Re: tutta pubblicità...
            un corno, li ho visti all'olimpico due anni fa e sembrano ragazzini di 20 anni... una passione e una forza scenica impressionante.
          • petrestov scrive:
            Re: tutta pubblicità...
            - Scritto da: syntaris
            un corno, li ho visti all'olimpico due anni fa e
            sembrano ragazzini di 20 anni... una passione e
            una forza scenica
            impressionante.i concerti degli U2 sono più di semplici esibizioni musicali. Bono è un vero è proprio attore da palcoscenico. sono assolutamente d'accordo con te su questo versante. il "fuoco indimenticabile" a cui mi riferivo io è quella vampata che senti dentro quando si ascoltano canzoni come Pride (in the name of love). non c'è più nelle nuove canzoni, ma non per questo gli U2 sono da buttare. io non sono un fan che dimentica gli attimi in cui le loro canzoni hanno forgiato i miei ricordi e il mio modo di guardare alla realtà ma non voglio essere nemmeno uno che li celebra troppo per la loro fama.ecco un momento del "fuoco indimenticabile":[yt]88uVqHiAFD8[/yt]
          • petrestov scrive:
            Re: tutta pubblicità...
            - Scritto da: petrestov
            ecco un momento del "fuoco indimenticabile":ed è anche l'apogeo della voce di Bono. sigh, x colpa della vecchiaia non potremo più ascoltarla nel suo più assoluto splenodore.
          • vday scrive:
            Re: tutta pubblicità...
            - Scritto da: petrestov
            - Scritto da: syntaris

            un corno, li ho visti all'olimpico due anni fa e

            sembrano ragazzini di 20 anni... una passione e

            una forza scenica

            impressionante.

            i concerti degli U2 sono più di semplici
            esibizioni musicali. Bono è un vero è proprio
            attore da palcoscenico. sono assolutamente
            d'accordo con te su questo versante. il "fuoco
            indimenticabile" a cui mi riferivo io è quella
            vampata che senti dentro quando si ascoltano
            canzoni come Pride (in the name of love). non c'è
            più nelle nuove canzoni, ma non per questo gli U2
            sono da buttare. io non sono un fan che dimentica
            gli attimi in cui le loro canzoni hanno forgiato
            i miei ricordi e il mio modo di guardare alla
            realtà ma non voglio essere nemmeno uno che li
            celebra troppo per la loro
            fama.

            ecco un momento del "fuoco indimenticabile":

            [yt]88uVqHiAFD8[/yt]Anche se stanno invecchiando rimarranno SEMPRE e COMUNQUE un MITO! (love)
Chiudi i commenti