AltaVista, censurata, non ci sta

Anche due dei più importanti siti del portalone americano sono bloccati dal regime cinese, come già Google.com. L'azienda esprime preoccupazione


Roma – Non si parla d’altro. Le autorità cinesi hanno bloccato Google.com e poi hanno proceduto con AltaVista.com e AltaVista.co.uk: tutti siti che gli utenti internet in Cina non possono più raggiungere. “Una escalation”, l’ha definita qualcuno, che preoccupa molti sul futuro della rete libera in un paese che si avvicina rapidamente alla soglia di 50 milioni di utenti.

In una nota, AltaVista ha spiegato che “l’elemento chiave della nostra missione aziendale consiste nel rendere disponibili le informazioni a l’intera comunità globale. Per questa ragione ci siamo preoccupati quando abbiamo saputo che i siti AltaVista.com e AltaVista.co.uk non risultavano accessibili dalla Cina. Abbiamo quindi contattato subito il governo cinese per cercare di capire per quale ragione gli utenti cinesi non potevano accedere ai nostri servizi”.

A quanto pare anche Google sta dialogando con il regime pechinese per trovare una soluzione a quella che appare come una insopportabile censura agli occhi occidentali.

AltaVista, intanto, ha confermato l’elaborazione di “soluzioni alternative per offrire i nostri servizi agli utenti cinesi, rendendo disponibili nuove URL non legate al dominio AltaVista.com, tra cui ad esempio http://www.raging.com/”. “In questo momento – continua l’azienda – risulta che altri siti locali come altavista.ca (Canada), altavista.ie (Irlanda) e altavista.de (Germania) sono rimasti sempre attivi in Cina, e che attraverso Babel Fish, il nostro strumento di traduzione online, gli internauti cinesi riescono non solo ad entrare nei siti in cinese, ma possono anche tradurre le informazioni dall’inglese al cinese virtualmente da qualsiasi sito visitato”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti