AMD attacca con nuovi Opteron

AMD lancia due nuove linee di Opteron che vanno a completare la sua attuale offerta di chip a 64 bit. Ora l'attesa è tutta per Sua Maestà Athlon 64
AMD lancia due nuove linee di Opteron che vanno a completare la sua attuale offerta di chip a 64 bit. Ora l'attesa è tutta per Sua Maestà Athlon 64


Sunnyvale (USA) – Non sembra un caso che lo stesso giorno in cui Intel ha lanciato sul mercato la nuova generazione di processori Itanium, AMD abbia annunciato con alcune ore di anticipo due nuove linee di processori Opteron . Questa è la dimostrazione, secondo alcuni analisti, che la marcatura a uomo che i due chipmaker si stanno facendo sul mercato dei chip desktop è destinata ad estendersi anche su quello dei processori hi-end, un segmento dove AMD può ora contare su una famiglia di chip a 64 bit che, al pari di Itanium, è stata specificamente progettata per equipaggiare le workstation e i server.

Com’era stato annunciato lo scorso aprile, mese in cui hanno debuttato sul mercato i primi chip Opteron, AMD ha introdotto due nuove linee di Opteron, la 100 e la 800, che si affiancano all’attuale 200 e completano, per quest’anno, l’offerta di chip a 64 bit del chipmaker di Sunnyvale. Mentre i modelli della serie 200 supportano configurazioni a doppio processore, i chip della serie 100 si rivolgono ai sistemi a singola CPU e quelli della serie 800 a sistemi da 4 a 8 vie.

Se gli Opteron 800 sono indirizzati alle infrastrutture e alle applicazioni di classe enterprise, i modelli entry-level della linea 100 si rivolgono in particolar modo alle workstation e ai server low-end, quali ad esempio quelli utilizzati per far girare server Web, e-mail, ecc.

I nuovi modelli di Opteron rilasciati da AMD sono l’840 (749$), l’842 (1.299$), l’844 (2.149$), il 140 (229$), il 142 (229$) e il 144 (669$). Tutti i prezzi fra parentesi si riferiscono a quantitativi di 1.000 unità. Sebbene tutte e sei le CPU siano disponibili da subito, i primi sistemi basati sugli Opteron 100 saranno disponibili a partire dal terzo trimestre dell’anno: la prima scheda madre ad arrivare sul mercato sarà un modello di Asus basato sul chipset nForce3 di Nvidia.

Come si è riportato qui , il modello di identificazione degli Opteron si basa su un numero composto da tre cifre: la prima esprime il numero di vie supportate mentre la seconda e la terza forniscono un indice delle performance del chip. A differenza di quello utilizzato per gli Athlon, quest’ultimo indice non mette in relazione la velocità della CPU con un ipotetico valore in megahertz.

Ad affiancare Opteron sul mercato arriverà, il prossimo settembre, l’ Athlon 64 , un processore che rimpiazzerà progressivamente l’Athlon XP sul mercato desktop e introdurrà, anche in questo segmento, la prima implementazione a 64 bit della tecnologia x86: si tratta, come noto, dell’architettura AMD64, capace di eseguire con velocità comparabili codice sia a 32 che a 64 bit.

Secondo alcune indiscrezioni, a settembre AMD dovrebbe lanciare i modelli 3400+ e 3100+ dell’Athlon 64, mentre verso la fine dell’anno dovrebbe essere il turno del 3700+. Questo conferma la volontà del chipmaker di continuare ad utilizzare lo stesso schema di identificazione delle CPU adottato con le precedenti generazioni di Athlon.

Fonti vicine all’azienda sostengono che AMD non rilascerà modelli più veloci di Athlon XP, tuttavia introdurrà alcune modifiche all’architettura di questi chip che dovrebbero consentirgli di ridurne ulteriormente il costo e proporli così sulla stessa fascia di mercato dei Celeron di Intel. Questo nuovo step evolutivo degli Athlon XP viene chiamato con il nome in codice di Thorton e dovrebbe garantire a questa famiglia di processori almeno altri due anni di vita.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 06 2003
Link copiato negli appunti