AMD lancia due Athlon per tutte le tasche

AMD lancia due Athlon per tutte le tasche

Due nuovi esemplari dual-core con prezzo inferiore ai 70 dollari. All'orizzonte anche Sempron AM3 e Phenom quad-core a consumo ridotto
Due nuovi esemplari dual-core con prezzo inferiore ai 70 dollari. All'orizzonte anche Sempron AM3 e Phenom quad-core a consumo ridotto

Prezzo aggressivo, discrete performance e consumo nella media. È questo l’identikit dei nuovi processori Athlon II X2 240 e 245 appena lanciati sul mercato desktop da AMD. Indirizzati ai PC mainstream, i due chip rappresentano, insieme al preesistente modello 250, un’alternativa economica all’unico Phenom II dual-core ancora in commercio, il 550 Black Edition, e alle versioni entry-level dei Phenom II X3.

Basati entrambi su una tecnologia di processo a 45 nanometri e integranti 2 MB di cache L2, i nuovi Athlon II X2 hanno un thermal design power di 65 watt, un bus HyperTransport a 4 GHz, sono compatibili col socket AM3 e sfoggiano una frequenza di clock pari a 2,9 GHz per il modello 245 e a 2,8 GHz per il 240 (il modello 250 gira a 3 GHz). Il loro prezzo all’ingrosso è rispettivamente di 67 e 60 dollari.

A differenza degli ormai quasi estinti Phenom II X2, le due nuove CPU mainstream di AMD mancano della cache L3: in compenso sono dotate di 1 MB in più di cache L2, caratteristica che contribuisce ad elevare il loro rapporto prezzo/prestazioni.

“I processori AMD Athlon II X2 245 e 240 sono stati pensati per un’utenza PC mainstream attenta al valore, che esige prodotti completi dal punto di vista delle funzionalità e in grado di offrire performance best-in-class per ottimizzare le attività al computer a casa e nel tempo libero”, recita un comunicato di AMD.

Stando ad alcune indiscrezioni AMD sarebbe in procinto di lanciare anche un Sempron a 45 nm e 2,7 GHz di clock compatibile con il socket AM3 e le memorie DDR3. Negli scorsi giorni alcuni store hanno poi riportati a listino una nuova versione del Phenom II X4 945 che riduce il TDP portandolo da 125 a 95 watt.

È stato infine annunciato che la presentazione della nuova piattaforma desktop di AMD, nota con il nome in codice Leo , slitterà all’inizio del prossimo anno a causa di alcuni contrattempi legati alla produzione del chipset RD890, cuore della piattaforma.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 23 lug 2009
Link copiato negli appunti