AMD: l'industria prenda esempio da Linux

Il CEO del chipmaker vede nel modello di sviluppo aperto e collaborativo della comunità open source un plus a cui può puntare tutta l'industria. Linux come futura piattaforma chiave del mondo enterprise?


New York (USA) – Linux come metro di paragone nel suo modello di sviluppo per l’intera industria dell’hi-tech. Questa la sintesi dell’intervento del presidente e CEO di AMD, Hector Ruiz, tenuto al LinuxWorld Expo 2003, che si è chiuso venerdì scorso.

Secondo Ruiz i fattori chiave della vera innovazione industriale sono la collaborazione tempestiva e aperta con i partner e con i clienti, e va elogiato l?impegno della comunità Linux a favore della compatibilità e degli standard aperti, obiettivi di progetto capaci di porre le esigenze del cliente al primo posto.

?Per incentivare e prendere parte alla vera innovazione, noi dell?industria dei semiconduttori non possiamo continuare a operare su un normale modello di business? ha affermato Ruiz. ?Penso che dobbiamo prendere in considerazione un nuovo modello che sia più collaborativo e più coerente, più simile a quello di Linux e della comunità open source. La filosofia Linux ricorda all?industria dei semiconduttori che le necessità delle aziende non devono mai superare in importanza quelle dei clienti?.

Insieme ai propri partner e clienti, fra cui SuSE Linux, Metrowerks e Cray, AMD ha dimostrato quelli che a suo dire sono i grandi benefici che la collaborazione può portare agli sviluppatori, ai produttori OEM e, quel che più conta, agli utenti finali.

?Noi di AMD crediamo nella nozione di successo condiviso, crediamo che il nostro successo debba essere il successo dei nostri partner e viceversa?, ha aggiunto Ruiz. ?In AMD, quando abbiamo iniziato la pianificazione dei nostri processori di prossima generazione, non abbiamo iniziato dalla tecnologia. Siamo partiti ascoltando i nostri partner, i nostri clienti e i clienti dei nostri clienti?.

Con il supporto di partner e clienti, Ruiz ha illustrato diverse soluzioni basate su piattaforme AMD/Linux ed ha sottolineato come ?giocare bene con gli altri? nella comunità Linux abbia permesso ad AMD di fornire architetture che aiutano a massimizzare le opportunità di reddito delle aziende che si affidano a Linux e dei loro clienti.

Ruiz ha anche colto l’occasione per annunciare la disponibilità della versione beta a 64 bit del software IBM DB2 per sistemi basati sui prossimi processori Opteron.

Ruiz ha parlato di come, basandosi sul feedback proveniente dai clienti e dalla comunità open source, AMD stia collaborando con il NAG (Numerical Algorithms Group) e con SuSE Linux per dotare gli sviluppatori Linux delle risorse e delle infrastrutture di cui hanno bisogno per trarre il massimo vantaggio dalla piattaforma di elaborazione a 64 bit di AMD con Linux.

“Grazie a questo supporto – ha detto il boss di AMD – gli sviluppatori della comunità open source potranno produrre applicazioni pronte all?utilizzo in modo efficace ed efficiente”.

Ruiz ha poi sottolineato come, a suo avviso, la comunione fra l’elaborazione a 64 bit e Linux avrà un notevole impatto su tutto il mercato del computing. Il boss di AMD, che ha partecipato ad una tavola rotonda con i dirigenti di un certo numero di aziende che operano sul mercato dell’open source, ha convenuto sul fatto che Linux avrà un ruolo sempre più preponderante nel mercato enterprise, un settore dove il chipmaker di Sunnyvale proporrà molto presto la sua piattaforma a 64 bit Hammer.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma come?
    Una schifezza di protocollo (SMB) che vienedal mondo Microsoft/IBM viene glorificata comeil miglior sistema di sharing del mondo?Bah....
  • Anonimo scrive:
    li dono
    Ho installato almeno 10 server linux con samba al posto di nt4 gli ultimi 2 mesi, prestazioni doppie in rete e casini 0, complimenti dai clienti.Donero' domani per ringraziamento.Ciao a tutti
  • ND scrive:
    NON ci riesco
    non riesco a fare la donazione online.qualcun'altro ha avuto problemi?
  • Anonimo scrive:
    Fatto!
    ok.. 10 euro donati, speriamo portino frutto,ma penso che fra le tante cavolate in cui potevospenderli probabilmente questo e' il modo in cuirischio meno di sprecarli inutilmente.Dopotutto servono solo 15000 persone(massimo)...Macs
  • Anonimo scrive:
    x punto-informatico
    ma scusate, sono offeso dal tenore degli interventi ...
    • Anonimo scrive:
      Re: x punto-informatico
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate, sono offeso dal tenore degli
      interventi ...Ma falla breve !!! Addirittura ti offendi !!!Ed io quando guardo il tg delle 20 che dovrei fare, vomitare ?Abiti su questo pianeta o t'hanno impagliato ?Ma và là.............
  • Anonimo scrive:
    A ritmo di Samba...
    Salve gente,ma il Samba in questione è lo stesso che possiamo assaggiare nel MacOS X?Perchè in tal caso ve lo potete pure tenere!In ufficio è arrivato un iMac con l' OS X e il risultato è che in rete non lo vedono nè i vecchi MacOS tramite l'AppleTalk, nè i vari Windows tramite il TCP/IP.Bella furberia! :(Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: A ritmo di Samba...
      Se è stato configurato male non è colpa di MacOSX ne tantomeno di Samba.
      • Anonimo scrive:
        Re: A ritmo di Samba...
        - Scritto da: Anonimo
        Se è stato configurato male non è colpa di
        MacOSX ne tantomeno di Samba.ma il mac non e' quel famoso sistema operativo che voi macutenti dite essere facilisimo da configurare, e anzi, si configura da se'?
    • Anonimo scrive:
      Re: A ritmo di Samba...
      Non so che roba ci sia su MaxOS X, posso solo affermare che SAMBA e' un prodotto VALIDISSIMO.Io lo uso FELICEMENTE sulla mia rete e non ho mai avuto problemi !!certo, se non lo si configura non credo che potra' mai servire a qualche cosa ;)ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: A ritmo di Samba...
      Mac Os X supporta nativamente, ovviamente sia appletalk, che samba.Anche un bambino dell'asilo riesce agevolmente a condividere o collegarsi a una risorsa windows o appletalk.Forse per te è incomprensibile questa domanda, ma almeno lo avete messo in rete?
    • Anonimo scrive:
      Re: A ritmo di Samba...
      non so se su apple c'è lo stesso samba che uso sotto linux, ma posso dirti che sotto linux, samba è ottimo!!!Io ho 3 pc, connessi tramite switch 100mbps (e schede di rete a 100Mbps).Uno di questi è un Pentium/133, gli altri due sono due athlon (1000, 1600+) e girano con windows. Quando trasferisco un file tra i due windows, la velocità di download/upload è di 5 Mbyte/s. Quando li trasferisco con SAMBA (al pentium 133), il transfer rate è 3.5 Mbyte/s.Ora, facendo il rapporto freq. cpu / prestazioni, tirate voi le conclusioni(nota: mentre trasferisco i file non c'è altro traffico sulla rete, la RAM dei due Athlon è (almeno) 3 volte tanto la RAM del Pentium.)
      • Anonimo scrive:
        Re: A ritmo di Samba...
        - Scritto da: Anonimo
        non so se su apple c'è lo stesso samba che
        uso sotto linux, ma posso dirti che sotto
        linux, samba è ottimo!!!

        Io ho 3 pc, connessi tramite switch 100mbps
        (e schede di rete a 100Mbps).
        Uno di questi è un Pentium/133, gli altri
        due sono due athlon (1000, 1600+) e girano
        con windows. Quando trasferisco un file tra
        i due windows, la velocità di
        download/upload è di 5 Mbyte/s. Quando li5 MB/s su un file singolo?
        trasferisco con SAMBA (al pentium 133), il
        transfer rate è 3.5 Mbyte/s.

        Ora, facendo il rapporto freq. cpu /
        prestazioni, tirate voi le conclusioni

        (nota: mentre trasferisco i file non c'è
        altro traffico sulla rete, la RAM dei due
        Athlon è (almeno) 3 volte tanto la RAM del
        Pentium.)E quant'e' il transfer rate se utilizzi FTP invece di sambada tutti i PC? Se lo switch non e' un bidone, e leschede full-duplex, dovresti ottenere circa 10(max 11.2 MB/s) su FILE SINGOLI (es. un immagine ISO) tra idue PC nuovi e sempre 3.5 MB/s con il P133. Altrimenti ci sono problemi hardware.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: A ritmo di Samba...
      Samba non si installa con "setap" e sperare che a redmond abbiano fatto tutto bene.Pero' credimi, quando gli hai detto cosa fare lo fa sempre e sempre uguale e non hai mai problemi, io lo uso anche con i mac in rete windows e non ho problemi.Prova ad usare webmin sul mac e configura samba, almeno pero' cerca di capire come funziona lan manager e compagnia bella senno' e' meglio che usi "setap" (non prendertela, e' una battuta).ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: A ritmo di Samba...
      - Scritto da: Anonimo
      Salve gente,
      ma il Samba in questione è lo stesso che
      possiamo assaggiare nel MacOS X?
      Perchè in tal caso ve lo potete pure tenere!
      In ufficio è arrivato un iMac con l' OS X e
      il risultato è che in rete non lo vedono nè
      i vecchi MacOS tramite l'AppleTalk, nè i
      vari Windows tramite il TCP/IP.
      mi sa che il problema è windows... da linux samba funziona molto bene :)
  • Anonimo scrive:
    Tanto per cominciare...
    il prossimo meeting di samba di chiamerà Samba XP 2003... LOL
Chiudi i commenti