AMD personalizza CPU per conto terzi

Nuova iniziativa commerciale di Sunnyvale, che ora diventa designer di processori personalizzati a partire dall'esteso parco di brevetti e tecnologie di sua proprietà. AMD personalizzerà i chip x86 ma anche ARM. Si comincia con Sony

Roma – AMD ha annunciato l’apertura di un nuovo business tramite la neo-formata Semi-Custom Business Unit , unità che si occuperà di realizzare processori personalizzati su ordinazione di aziende terze. Il primo cliente, neanche a dirlo, sarà Sony e la CPU/APU della già annunciata PlayStation 4 .

Sunnyvale va oltre il mercato PC, a partire dalla componente essenziale di ogni PC propriamente detto: la corporation realizzerà design di processore custom basati su CPU x86 ma anche ARM, focalizzandosi su “applicazioni in grandi volumi e ad alto valore” per i mercati del gaming, dei set-top box televisivi, delle Smart TV, dei PC, dei gadget mobile e delle infrastrutture HPC (High Performance Computing).

Per quanto riguarda i livelli di personalizzazione possibile, il management di AMD spiega che l’azienda è aperta a ogni genere di richiesta che vada dall’inclusione di una singola proprietà intellettuale aggiuntiva a una CPU x86 già presente nella sua roadmap alla creazione di un design di processore totalmente nuovo.

I lavori di customizzazione per ogni nuovo chip dovrebbero durare dai 6 ai 18 mesi a seconda della complessità della richiesta, dice ancora AMD. A fare da “sponsor” all’attrattiva della Semi-Custom Unit ci sarà ovviamente l’APU inclusa nella prossima console videoludica di Sony, mentre anche Microsoft dovrebbe presto essere della partita con l’annuncio della nuova Xbox e il previsto passaggio all’architettura x86.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zoldan scrive:
    Metro UI?
    Perfettamente integrata nel nuovo corso di Windows 8 e Metro UI Non si chiama cosi da un bel pezzo, dovreste saperlo bene ormai.
  • MiGgrato scrive:
    migrazione completata
    [img]http://s3-ec.buzzfed.com/static/imagebuzz/web05/2011/3/24/20/seagull-seegal-seestars-21543-1301013057-16.jpg[/img]
  • Leguleio scrive:
    Gli emigranti...
    " Stando ai numeri snocciolati dal gigante di Redmond, la preview di Outlook.com ha finora guadagnato circa 60 milioni di account attivi, tra cui numerosi emigranti di Gmail ."Outlook come la frontiera di uno Stato sovrano. All'ingresso compilare un modulo sotto l'attenta vigilanza di un agente in divisa:1) Da quale servizio di e-mail provieni?2) Perché vuoi un'e-mail Outlook?3) Quanto tempo intendi usare l'e-mail Outlook?4) Ha precedenti di espulsione da parte di servizi e-mail per spam, cattiva condotta, o altro?Triste la vita dell'emigrante... :-(
    • panda rossa scrive:
      Re: Gli emigranti...
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      Stando ai numeri snocciolati dal gigante di
      Redmond, la preview di Outlook.com ha finora
      guadagnato circa 60 milioni di account attivi,
      tra cui numerosi emigranti di
      Gmail </I
      ."Il 95% di quei 60 milioni sono bot di spam creati da macchine winzombie.I conti tornano.
      • tucumcari scrive:
        Re: Gli emigranti...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Leguleio

        " <I
        Stando ai numeri snocciolati dal
        gigante
        di

        Redmond, la preview di Outlook.com ha finora

        guadagnato circa 60 milioni di account
        attivi,

        tra cui numerosi emigranti di

        Gmail </I
        ."


        Il 95% di quei 60 milioni sono bot di spam creati
        da macchine
        winzombie.
        I conti tornano.Vero ma non saranno questi untorelli a spiantare la rete...
      • polipoli scrive:
        Re: Gli emigranti...
        Si, come no... e io sono Biancaneve...
Chiudi i commenti