AMD punta tutto su x86-64

Nei piani del chipmaker c'è lo sviluppo di CPU basate sulla sua architettura x86-64 dedicate ad una gamma sempre più ampia di mercati, compresi quello dei notebook ultraleggeri e dei dispositivi mobili. Ecco i dettagli
Nei piani del chipmaker c'è lo sviluppo di CPU basate sulla sua architettura x86-64 dedicate ad una gamma sempre più ampia di mercati, compresi quello dei notebook ultraleggeri e dei dispositivi mobili. Ecco i dettagli


Sunnyvale (USA) – Fare della propria architettura x86-64 il denominatore comune di una vasta gamma di CPU che vanno dai server alle più piccole appliance. Questo il piano discusso da AMD durante l’annuale incontro con gli analisti, un evento in cui ha anche fornito alcuni dettagli sulle CPU di prossimo rilascio.

Sul fronte dei processori dual-core AMD ha confermato la decisione di lanciare i suoi primi modelli durante la metà del 2005, a cui faranno seguito, nel 2006, chip basati su di un nuovo core denominato “Pacifica”.

L’azienda non ha fornito dettagli tecnici su Pacifica, tuttavia ha anticipato che questo conterrà una tecnologia di virtualizzazione ed una per la sicurezza: la prima, come noto, consente di far girare simultaneamente più sistemi operativi sulla stessa macchina, mentre la seconda viene in genere implementata dai produttori di chip per consentire alle applicazioni di girare in un ambiente protetto e rendere il PC più resistente a virus e altri codici malevoli.

Il chipmaker di Sunnyvale ha poi espresso l’intenzione di lanciare, il prossimo anno, una nuova generazione di Athlon 64 a basso consumo da 25 watt: una caratteristica che consentirà a queste CPU di rivolgersi al settore dei notebook thin and light. Ma questo sarà solo il primo passo: i piani di AMD prevedono infatti lo sviluppo di processori basati sull’architettura AMD64 capaci di consumare fra i 7 e i 25 watt e di rivolgersi al mercato dei subnotebook, dei Tablet PC e delle appliance domestiche. Più in là nel tempo, forse con l’obiettivo di mandare in pensione i suoi chip Geode a 32 bit, AMD lancerà chip x86-64 con consumi inferiori ai 5 watt: questi verranno indirizzati ad una certa gamma di dispositivi embedded, tra cui smartphone, PDA e TV appliance.

Uno dei primi dispositivi a beneficiare di queste nuove generazioni di Athlon 64 a basso consumo sarà il Personal Internet Communicator (PIC), un personal computer trasportabile lanciato di recente sul mercato indiano e attualmente basato su di un chip Geode a 366 MHz.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 11 2004
Link copiato negli appunti