AMD ritarda Hammer e il nuovo Athlon

Il chipmaker fa slittare in avanti le release della versione desktop dei suoi chip a 64 bit e della nuova evoluzione dell'Athlon. Il motore di AMD comincia a perdere colpi?


Sunnyvale (USA) – Il frenetico ritmo di sviluppo che negli ultimi anni ha permesso ad AMD di concorrere testa a testa con Intel, portando sul mercato dei processori per PC una sana e benefica concorrenza, sembra oggi dare qualche piccolo ma preoccupante segnale di cedimento. Il chipmaker di Sunnyvale ha infatti recentemente spostato in avanti la data di due importanti rilasci: quello di Clawhammer, la versione desktop dei suoi chip a 32/64 bit, e quello di Barton, un nuovo step tecnologico dell’Athlon XP.

Clawhammer, il cui nome commerciale manterrà il brand Athlon, slitterà al primo trimestre del 2003. Questo chip, inizialmente atteso per l’inizio del 2002, era già stato ritardato alla fine di questo anno. La strada di Hammer sembra ostacolata da difficoltà non troppo dissimili da quelle incontrate da Intel con la prima generazione di chip Itanium. Ma mentre Intel ha appena rilasciato la sua seconda generazione di CPU a 64 bit, AMD si trova ancora nella fase di messa a punto del suo Hammer.

Se Opteron, la versione server di Hammer, non riveste un ruolo particolarmente cruciale nelle strategie a breve termine di AMD, Clawhammer è invece una famiglia di chip che avrà presto il compito di fronteggiare la più elevata scalabilità in frequenza dei Pentium 4 rispetto all’attuale generazione di Athlon XP.

AMD ha poi rimandato il lancio di quella nuova evoluzione degli Athlon, nome in codice Barton, che dovrebbe fare da ponte fra l’attuale architettura a 32 bit e quella profondamente rinnovata di Clawhammer. Il piccolo scivolone di Barton, un chip che porterà con sé un nuovo FSB da 333 MHz e una cache L2 da 512 KB, potrebbe significare, secondo gli analisti, un grosso punto a favore di Intel che, per il prossimo mese, ha già pianificato il rilascio di un P4 a 3 GHz. Come conseguenza di questi ritardi, la risposta di AMD ai 3GHz di Intel, ossia l’Athlon XP 3000+, potrebbe arrivare sul mercato non prima di dicembre.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Certo, il rischio è limitato, ma.....
    ... a nessuno - mai - piace mettere a rischio la propria privacy, anche se nel pc teniamo solo la fotografia della fidanzata, del cane o di Rin Tin Tin. Certe cose non dovrebbero succedere, e non venitemi a dire che se la ditta di Redmond non trattasse i suoi CLIENTI come tester per i suoi programmi malfatti (l'espressione è un'altra, ma c'è il codice penale di mezzo), certe cose non succederebbero. Come sempre, il problema è "la maggioranza". Poiché tutti usano Word ecco che anche se è malfatto ce lo dobbiamo tenere com'è e gli eventuali Bug vengono, di solito, corretti a pagamento con uno dei tanti aggiornamenti. Hanno ragione Richard Stallman e Giancarlo Livraghi. Ad ogni costo bisogna opporsi allo strapotere ed al monopolio Microsoft. E' una questione di morale principio.
  • Anonimo scrive:
    I tre amici gay...
    Tre amici gay...- Quest'anno sono andato a Cuba, hoconosciuto certi maschioni, e tu?- Io sono andato a Rimini col mio amichetto,ci siamo divertiti da pazze, e tu?- Io ho installato Outlook, cosi' lo prendonel didietro ogni volta che scarico la posta...Pino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    Firewall bacati stavolta
    Quello di Outlook vi sembra colpa della Microsoft?Sta volta non hanno colpe sono i fireware che dovrebbero scansionare meglio!Ci mancherebbe... allora con il prossimo Outlook non posso inviare + di 1 Mega? Ma stiamo skerzando???
  • Anonimo scrive:
    Se sottoponi un programma di BILL ai raggi beta
    si produce una modifica codale che causa l'inferenza androggena dei dati, poi l'attaccher usando la proiezione astrale eun sarto (non e un errore) carpiato, ed imponendo i glutei riesce usando la disaffezione petoanale a rubare i dati all'utonto. SIAMO SERI OGNI PROGRAMMA HA I SUOI PROBLEMI ma far passare questa idiozia per un baco di sicurezza enorme e da mascalzoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se sottoponi un programma di BILL ai raggi beta
      - Scritto da: billtiodianoproprio
      si produce una modifica codale che causa
      l'inferenza androggena dei dati, poi
      l'attaccher usando la proiezione astrale eun
      sarto (non e un errore) carpiato, ed
      imponendo i glutei riesce usando la
      disaffezione petoanale a rubare i dati
      all'utonto.EHHHH??!!!??!!!?!! :-DDD

      SIAMO SERI OGNI PROGRAMMA HA I
      SUOI PROBLEMI ma far passare questa idiozia
      per un baco di sicurezza enorme e da
      mascalzoni.infatti. Leggi bene l'articolo e non fermarti al titolo...."Come si può dunque vedere, il fattore di rischio, seppur esistente, è molto basso, e circoscritto ad una limitata casistica di utenti:"anche se accodi il server di subseven ad un documento e chi lo apre non ha un antivirus, ci si può divertire...mah..DarkStaR
  • Anonimo scrive:
    Il test di GFI
    Il test è buono, in effetti riesce ad inviare il virus di verifica "eicar.com", malgradro il filtro smtp.Cazz..
  • Anonimo scrive:
    Miiiiiiiiiii....
    "... due problemi che, in entrambi i casi, potrebbero minacciare la sicurezza degli utenti..."Miiinchia, e che ci fanno, ci esplodono in faccia ha?
    • Anonimo scrive:
      Re: Miiiiiiiiiii....
      Guarda che sicurezza informatica non vuole dire sicurezza contro il terrorismo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Miiiiiiiiiii....
        - Scritto da: Michel
        Guarda che sicurezza informatica non vuole
        dire sicurezza contro il terrorismo. a Miche', ironia zero eh!talebbano fininfodto...
Chiudi i commenti