AMD svela un PC da 249 dollari

Un chippetto a bassissimo consumo e clock d'altri tempi, un sistema operativo ai minimi termini e un monitor VGA: questi gli ingredienti di un PC a basso costo che AMD intende proporre nei paesi in via di sviluppo


Sunnyvale (USA) – Con i mercati più ricchi ormai saturi di PC, le aziende dell’hi-tech stanno guardando con sempre maggior interesse ai paesi ad economia emergente. Fra queste anche AMD che nel corso della settimana toglierà i veli ad un computer all-in-one sotto i 250 dollari.

Chiamato Personal Internet Communicator (PIC), l’info appliance di AMD si rivolgerà in modo particolare a quelle famiglie che, nei paesi in via di sviluppo, hanno un reddito compreso fra i 1.000 e i 6.000 dollari l’anno.

Per tagliare il costo del suo computer, dalla dimensione e dalla forma di una piccola valigia trolley, il chipmaker lo ha basato su di un processore Geode GX 500 a 366 MHz e su di una speciale versione di Windows CE capace, grazie ad alcune estensioni, di far girare certe applicazioni scritte per Windows XP. Il sistema operativo integra un’interfaccia grafica, un client di posta elettronica, un browser Web, un client di instant messaging, un word processor e il supporto ai file PDF e PowerPoint e ai principali formati multimediali. Il sistema adotta poi 128 MB di RAM, un floppy drive, un hard disk da 10 GB, quattro porte USB, un monitor VGA da 15 pollici (opzionale) e una tastiera.

“Le performance di una macchina PIC sono davvero consistenti”, ha detto Steve Howard, un portavoce di AMD. “Il sistema si avvia in 25 secondi e, una volta caricato, consente di utilizzare il browser e le applicazioni per la creazione di documenti con prestazioni simili a quelle di un tradizionale PC”.

AMD non produrrà i PIC ma si limiterà a venderne lo schema di progetto. Le aziende che assembleranno tali sistemi dovranno fornire agli utenti finali anche servizi di accesso ad Internet localizzati e a basso costo.

Il progetto PIC fa parte dell’iniziativa “50×15” con cui AMD intende contribuire ad estendere, per il 2015, l’accesso ad Internet al 50% della popolazione mondiale. Il chipmaker ha affermato che oggi possono beneficiare della Rete non più del 10% degli abitanti del pianeta, stima forse troppo conservativa ma che disegna il digital divide tra il mondo ricco e quello povero.

PIC, che farà il suo ingresso in India e America Latina, verrà inizialmente prodotto da tre società, tra cui la statunitense Solectron . AMD conta di dare PIC in licenza ad aziende di telecomunicazioni e ISP di varie nazioni, tra cui Brasile, Cina, Messico e Russia: queste società potranno rivendere i sistemi PIC con il proprio marchio e controllarne processi di produzione, distribuzione e marketing, incluso il prezzo finale.

I chip Geode sono processori embedded a basso consumo capaci di far girare il codice x86 a 32 bit. Il modello utilizzato da AMD per PIC integra una cache L1 da 32 KB, un controller video e il supporto alle istruzioni multimediali MMX e 3DNow!, e consuma solo 1 watt. Di conseguenza, non richiede un dissipatore attivo.

Per spingere la diffusione dei computer nei paesi meno ricchi sono molti i produttori e le organizzazioni internazionali che, in questi anni, hanno proposto sistemi a basso costo, tra cui il famoso Simputer , il notebook Linux-based di HP
e un PC ad energia solare .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Utente scrive:
    Bup java
    XXXXX
  • Anonimo scrive:
    E SymbianOS ?!
    La JVM degli smarphone Nokia è basata sulle API del sistema operativo SymbianOS, ma lo sapevate che per mandare in assistenza un Nokia nuovo bastano poche righe di codice?! Non si può parlare propriamente di falle, perchè se non adeguatamente documentate come per i buffer overflow, se di questo si tratta, potrebbero essere comportamenti ottenuti dallo sfruttamento di alcune particolari funzionalità dello strato J2ME atte a rendere più flessibile la programmazione del device, e questo è particolarmente difficile da stabilire con precisione se non si conosce la documentazione interna dei vari strati che compongono J2ME.
  • Anonimo scrive:
    Tutti allarmati...
    quando poi basta scaricare applicazioni fidate..Un po' come succede da anni con i sistemi operativi per computer... Che cambia?I cellulari si specializzano le tecnologie cambiano i problemi aumentano e anche i bug...Basta che non scaricate applicazioni dai P2P e li installate come dei forsennati sul cellulare non vi potra' succedere niente..Ciauz
  • Anonimo scrive:
    .NET è piu sicuro
    java con la sua VM smatrata ha oramai dimostratoche razza di merda sia.passate a .NET e scoprite anche voi i favolosi prodigidi questa tecnologia.P/InvokeStructunsafe pointersmacroAttributimono/Linux gnomeCilVM performante che lavora su stack il 90% in piu di java(quella java traduce il bytecode in heap e la jit è una merda )
    • TPK scrive:
      Re: .NET è piu sicuro
      Dipendente Microsoft?
      • Anonimo scrive:
        Re: .NET è piu sicuro
        - Scritto da: TPK
        Dipendente Microsoft?no utilizzatore linux 100%conosco sia java che .NET e il motivo per la quale java è ancora sul mercatoè soltanto grazie agli ammanicamenti politici e grosseditte outsourcing (Accenture ) il momento che verranno a mancare le condizioni sopravedrai come java casca per terra.
    • Anonimo scrive:
      Re: .NET è piu sicuro

      passate a .NET e scoprite anche voi i
      favolosi prodigi
      di questa tecnologia.Maronna.... tenetevi forte
      P/InvokeAll'insegna della portabilità! Yeah!
      StructNon saprei a farne a meno (this.IronicMode = true;)
      unsafe pointersHahaha (rientra sempre tra i favolosi prodigi?)
      mono/Linux gnomeHahahahahaha (prova a usarlo poi mi dici....)
      CilHahahahahahahahahaha (sei forte... si dice CLI)
      VM performante che lavora su stack il 90% in
      piu di java
      (quella java traduce il bytecode in heap e
      la jit è una merda )finchè usi la VM di Sun che vuoi pretendere...
      • Anonimo scrive:
        Re: .NET è piu sicuro
        ehhhhhhh E' PIU' SICURO :Dma e' assurdo attaccare java e dire che e' insicuro :De' solo questione di diffusione di un prodotto non inventiamoci cavolate che software sicuri al 100% sono impossibili e chi programma lo sa..ciauz
        • Anonimo scrive:
          Re: .NET è piu sicuro
          intendevo dire che .Net non e' ne + ne meno sicuro di altri linguaggi non inventiamoci ora che .NET e' all'insegna della sicurezza :D
          • Anonimo scrive:
            Re: .NET è piu sicuro
            infatti e' dell'altro giorno un baco su di sicurezza su ASP.NET ma il ragazzo ha memoria breve e conoscenza limitatahttp://punto-informatico.it/p.asp?i=49952studia ignorante !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: .NET è piu sicuro
        - Scritto da: Anonimo

        P/Invoke
        All'insegna della portabilità! Yeah!Io lavoro solo su linux e non me ne fotte un cazzodella portabilità....il mio punto di vista puo essere sbagliatonon lo metto in dubbio ma lavorando esclusivamentesu un determinato OS il sistema P/Invoke è parecchioutile e ti permette di inglobare pezzi di librerie c con unosputo.se vuoi è possibile fare anche il contrario ossia portareun progetto c su managed senza perdere la mole di codicegia scritto.

        Struct
        Non saprei a farne a meno (this.IronicMode =
        true;) le struct sono utilissime a livello di prestazionicome pure le union che sono value type

        unsafe pointers
        Hahaha (rientra sempre tra i favolosi
        prodigi?)attenzione unsafe non significa inaffidabile,hai la possibilita di allocare memoria unmanaged per eseguire lavori low level (che so driver )

        mono/Linux gnome
        Hahahahahaha (prova a usarlo poi mi dici....)lo uso tutti i giorni e lo trovo stupendo....l'ottimizzazione non è un granche e il garbace collector è un po svaccheggiantetuttavia ci sono in ballo moltissime miglioriea partire dalla versione 1.2.

        Cil
        Hahahahahahahahahaha (sei forte... si dice
        CLI)Common Intermediate Language
        finchè usi la VM di Sun che vuoi
        pretendere...l'unica Vm decente era quella IBM e BEA con il jittersu sparc,peccato che sono a pagamento.....
      • Anonimo scrive:
        Re: .NET è piu sicuro
        - Scritto da: Anonimo

        P/Invoke

        All'insegna della portabilità! Yeah!


        StructI puntatori unsafe vengono esclusi attraverso un meccanismo spiaccicato alla sandbox per i contenuti scaricati da rete, quindi se il concetto (attento: diverso da implementazione che può o meno essere bacata in entrambi i casi) è sicuro su java per altre cose come accesso ai files su disco o alla rete, lo è anche l'uso dell'unsafe- Sui puntatori unsafe viene fatta una operazione chiamata pinning che dura l'arco di un blocco di (cioè tra { .. }) durante il quale non viene toccata dal garbage collector.- P/Invoke si fa molto spesso anche in java attraverso i metodi nativi (così è implementato il Java Media Framework, wrappando in pratica DirectX) e tale meccanismo è insicuro come l'unsafe o la P/Invoke, e anche qui interviene la sandbox a impedire l'accesso a queste features per il contenuto proveniente da rete.In effetti, tutte queste features "pericolose" esistono in entrambi, solo che .NET è + democratico permettendone l'uso da parte di tutti i programmatori (mentre java in qualche modo le relega ai + esperti, essendo necessario il ricorso ad altri linguaggi per l'implementazione finale).ora torna pure a giocare con la zava....
    • Anonimo scrive:
      Re: .NET è piu sicuro
      - Scritto da: Anonimo
      java con la sua VM smatrata ha oramai
      dimostrato
      che razza di merda sia.gia' dalla tua affermazione si capisce il tuo livello culturale
      passate a .NET e scoprite anche voi i
      favolosi prodigi
      di questa tecnologia.la uso e la valuto per quello che al contrario di te che parli senza sapere
      P/Invoke
      Struct
      unsafe pointers
      macro
      Attributitu del mondo Java conosci solo il nome te lo dico io
      mono/Linux gnomeper giocare
      Cil
      VM performante che lavora su stack il 90% in
      piu di java
      (quella java traduce il bytecode in heap e
      la jit è una merda )e tu sapresti sicuramente fare di meglio, ma torna a giocare con le web forms ignorante come una capra
  • Anonimo scrive:
    Microsoft del cazzo...
  • Anonimo scrive:
    write once exploit everywhere
    ricordate il grande motto java: write once run everywheredopo la riscrittura inwrite once debug everywherewrite once slow everywherewrite once bugs everywhereecc...ora ci possiamo aggiungere anchewrite once exploit everywherehahahha vai java continua cosi e anche bello pensare che molte interfacce web ad i nostri conti correnti sono scritte con questo colabrodo di linguaggio.
    • Alessandrox scrive:
      Re: write once exploit everywhere
      Invece ActiveX e' sicuro?- Scritto da: Anonimo
      ricordate il grande motto java: write once
      run everywhere

      dopo la riscrittura in

      write once debug everywhere
      write once slow everywhere
      write once bugs everywhere
      ecc...

      ora ci possiamo aggiungere anche

      write once exploit everywhere

      hahahha vai java continua cosi e anche bello
      pensare che molte interfacce web ad i nostri
      conti correnti sono scritte con questo
      colabrodo di linguaggio.
      • Anonimo scrive:
        Re: write once exploit everywhere
        - Scritto da: Alessandrox
        Invece ActiveX e' sicuro?
        e che centra mica ci girano sotto il mio cellulare gli activex, mentre quella sbucarola della vm java si, se riesco a trovare come la elimino.
        • Anonimo scrive:
          Re: write once exploit everywhere
          - Scritto da: Anonimo

          e che centra mica ci girano sotto il mio
          cellulare gli activex, mentre quella
          sbucarola della vm java si, se riesco a
          trovare come la elimino.Piu' un sistema informatico e' complesso, piu' e' probabile che ci siano dei bug. Se volete i videofonini o i cellulari con tutte le menatine che fanno tanto trendy allora dovete, a quanto pare, tenervi i bug. Personalmente preferisco il mio vecchio telefonino, display in bianco e nero, niente MMS. Per esempio ha anche il wap, ma non l'ho mai usato. Per me un telefono serve solo per telefonare, al massimo qualche SMS. I videofonini li lascio volentieri tutti a Megan Gale e ammiratori...Salutoni da GiGiO
          • Anonimo scrive:
            Re: write once exploit everywhere
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            e che centra mica ci girano sotto il mio

            cellulare gli activex, mentre quella

            sbucarola della vm java si, se riesco a

            trovare come la elimino.

            Piu' un sistema informatico e' complesso,
            piu' e' probabile che ci siano dei bug. Se
            volete i videofonini o i cellulari con tutte
            le menatine che fanno tanto trendy allora
            dovete, a quanto pare, tenervi i bug.
            Personalmente preferisco il mio vecchio
            telefonino, display in bianco e nero, niente
            MMS. Per esempio ha anche il wap, ma non
            l'ho mai usato. Per me un telefono serve
            solo per telefonare, al massimo qualche SMS.
            I videofonini li lascio volentieri tutti a
            Megan Gale e ammiratori...

            Salutoni da GiGiOscusa Gigio ma la VM java non e prerogativa dei vidieofonini, credo che da 2 o 3 anni a questa parte quasi tutti i modelli di cellulari includano questa fesseria quindi , io che ho affogato il mio nokione ed ho comprato un cellulare assolutamente per lavorare non per giocare mi son ritrovato la vm java in mezzo agli zebedei, senza averla richiesta, e li che mi consuma rom e spero niente altrociao
    • Anonimo scrive:
      Re: write once exploit everywhere
      - Scritto da: Anonimo
      ricordate il grande motto java: write once
      run everywhere

      dopo la riscrittura in

      write once debug everywhere
      write once slow everywhere
      write once bugs everywhere
      ecc...

      ora ci possiamo aggiungere anche

      write once exploit everywhere

      hahahha vai java continua cosi e anche bello
      pensare che molte interfacce web ad i nostri
      conti correnti sono scritte con questo
      colabrodo di linguaggio.Quale è il linguaggio che non ha bachi di sicurezza ?Quello che deve ancora venire...
      • Anonimo scrive:
        Re: write once exploit everywhere
        - Scritto da: Anonimo

        Quale è il linguaggio che non ha
        bachi di sicurezza ?Quello che non ti piazza in mezzo ai maroni codice suo. ASSEMBLY o C e tanta competenza, non ci vuole altro per scrivere codice robustissimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: write once exploit everywhere

      hahahha vai java continua cosi e anche bello
      pensare che molte interfacce web ad i nostri
      conti correnti sono scritte con questo
      colabrodo di linguaggio.tutte le volte che devo installare su qualche server una "web application" che usa java o, peggio, far funzionare sui client qualche applicazione sul web che e' stata sviluppata in java mi viene da piangere.Ma e' possibile che non ci sia praticamente *mai* la retrocompatibilita'? Tutte le volte che un applet java non funzionava m'e' toccato di scoprire che p.e. voleva la versione 1.1.2 e che con la 1.4 non c'era verso di farla andare.Addirittura l'ultima volta ho visto un collega bestemmiare 15 gg perche' quella certa applet voleva la versione java di microsoft, si' quella messa dentro a XP finche' l'antitrust non glie l'ha proibito, e non piu' scaricabile?? E i webmaster del sito che usa questa applet manco lo sapevano. L'avevano provata sui loro pc, andava, amen. E non era un sito "free" per cui puo' valere il concetto "ti do una cosa gratis, se non ti funziona mi spiace ma pazienza" ma un sito di un fornitore che dava ai suoi clienti un servizio importante.E che cavolo, se una persona capita che debba interagire con 2 siti che usano applet che vogliono un javaRE diverso, devo dargli 2 computer??????E poi 'ste applicazioni sono lente, pesanti, fanno effetti speciali inutili e secondo me non danno praticamente mai niente che non possa dare un onesto PHP, che non carica i client non rompe le ** a nessuno, che ha avuto qualche baco di sicurezza (pochi) ma sempre prontamente aggiustato.tinto
      • Anonimo scrive:
        Re: write once exploit everywhere


        tutte le volte che devo installare su
        qualche server una "web application" che usa
        java o, peggio, far funzionare sui client
        qualche applicazione sul web che e' stata
        sviluppata in java mi viene da piangere.

        Ma e' possibile che non ci sia praticamente
        *mai* la retrocompatibilita'? Tutte le volte
        che un applet java non funzionava m'e'
        toccato di scoprire che p.e. voleva la
        versione 1.1.2 e che con la 1.4 non c'era
        verso di farla andare.Addirittura l'ultima
        volta ho visto un collega bestemmiare 15 gg
        perche' quella certa applet voleva la
        versione java di microsoft, si' quella messa
        dentro a XP finche' l'antitrust non glie
        l'ha proibito, e non piu' scaricabile?? E i
        webmaster del sito che usa questa applet
        manco lo sapevano. L'avevano provata sui
        loro pc, andava, amen. E non era un sito
        "free" per cui puo' valere il concetto "ti
        do una cosa gratis, se non ti funziona mi
        spiace ma pazienza" ma un sito di un
        fornitore che dava ai suoi clienti un
        servizio importante.
        Bwahahahahah, è successo anche a me!!!Parliamo forse degli stessi peracottari?
        E che cavolo, se una persona capita che
        debba interagire con 2 siti che usano applet
        che vogliono un javaRE diverso, devo dargli
        2 computer??????

        E poi 'ste applicazioni sono lente, pesanti,
        fanno effetti speciali inutili e secondo me
        non danno praticamente mai niente che non
        possa dare un onesto PHP, che non carica i
        client non rompe le ** a nessuno, che ha
        avuto qualche baco di sicurezza (pochi) ma
        sempre prontamente aggiustato.

        tintoQuoto e condivido ogni parola.:D
        • Anonimo scrive:
          Re: write once exploit everywhere

          Bwahahahahah, è successo anche a me!!!
          Parliamo forse degli stessi peracottari?temo di no, mi sa che praticamente tutti i siti con le applet java sono "difficili". cmq alla fine il collega ha risolto... trovando sul sito M$ qualcosa che poteva "surrogare" il necessario.in caso scrivi tinto AT tinto DOT org ;)
          • Alessandrox scrive:
            Re: write once exploit everywhere
            - Scritto da: Anonimo

            Bwahahahahah, è successo anche a
            me!!!

            Parliamo forse degli stessi peracottari?
            temo di no, mi sa che praticamente tutti i
            siti con le applet java sono "difficili".
            cmq alla fine il collega ha risolto...
            trovando sul sito M$ qualcosa che poteva
            "surrogare" il necessario.Che cosa ha trovato? Puoi mandare un link?
      • Anonimo scrive:
        Re: write once exploit everywhere

        E poi 'ste applicazioni sono lente, pesanti,
        fanno effetti speciali inutili e secondo me
        non danno praticamente mai niente che non
        possa dare un onesto PHP, che non carica i
        client non rompe le ** a nessuno, che ha
        avuto qualche baco di sicurezza (pochi) ma
        sempre prontamente aggiustato.Mmmmmhhh, qua mi sa che ci vuole un bel chiarimento:Non puoi paragonare le applet java con le pagine scritte in php. Sono due cose che non c'azzeccano niente !Un'applet java gira direttamente sul client dell'utente (come un'animazione flash), una pagina php invece e' compilata dal server in una pagina html che viene poi inviata al browser. Casomai, il php lo puoi paragonare a una jsp (una pagina con codice java compilata nel server) o a una servlet ( un programma java eseguito sempre nel server). In questo caso, entrambe le tecnologie hanno pro e contro da valutare con attenzione.Riguardo ai problemi di retrocompatibilita' delle applet, hai ragione, infatti credo che verranno abbandonate tra breve per il semplice fatto che il gioco non vale la candela. Pero' da questo a dire che java fa schifo, ce ne vuole: java sul web non e' solo applet, anzi ! tutta la tecnologia java che gira sui server (jsp, ejb, servlet, ecc..) e' all'avanguardia, costantemente aggiornata e in espansione.ciao Giggi
        • Anonimo scrive:
          Re: write once exploit everywhere

          Un'applet java gira direttamente sul client
          dell'utente (come un'animazione flash), una
          pagina php invece e' compilata dal server in
          una pagina html che viene poi inviata al
          browser. lo ben so.mi sono espresso un po' alla svelta, ma volevo dire che la combinazione "applet java che gira sul pc dell'utente+qualcosa che gira sul server del fornitore" puo' essere quasi (?) sempre sostituita con la combinazione "web browser sul pc client+qualcosa che gira sul server".Nel caso che ha incontrato il mio collega, un'applet java permette ai clienti di interagire con l'AS400 del fornitore.Ok, questo col PHP non si puo' fare, ma siamo sicuri che non fosse meglio che, in casa del fornitore, si provvedesse perche' il web server interagisse LUI con AS400 per rendere dispondibili le informazioni necessarie ai clienti, evitando cosi' una -credo- ben poco sana connessione diretta fra il loro AS e il mondo esterno?
          Pero' da questo a dire che java fa schifo,
          ce ne vuole: java sul web non e' solo
          applet, anzi ! tutta la tecnologia java che
          gira sui server (jsp, ejb, servlet, ecc..)
          e' all'avanguardia, costantemente aggiornata
          e in espansione.non ho detto che fa schifo, ma che e' complicata, specie dal punto di vista del sistemista. E lo dici tu stesso "constantemente aggiornata e in espansione": dal punto di vista del programmatore significa "che bello ho tante nuove funzioni disponibili", da quello del sistemista "ogni applicazione è un rompicapo diverso!!!"Se va sulla pagina di download di apache, php, mysql, postgres il sistemista trova da scegliere al massimo fra 2 cose da scaricare, se fa la stessa cosa sul sito sun/java si trova una pletora di decine di cose diverse con sigle incomprensibili alla prima lettura.tinto
  • Anonimo scrive:
    Re: avete presente Megaman battle network
    - Scritto da: Anonimo
    Sarà questo il nostro futuro?Si, proprio questo.Adesso pero' torna a dormire, da bravo...
  • Anonimo scrive:
    Altro che Java sicuro...
    Java sui cellulari e' lento, e ha ancora tanti di quei problemi che e' un rischio incredibile per la privacy. La gente non si rende conto di che tragedia e' diventato Java finche' non ci sbatte il muso. E' stato il primo linguaggio managed, ci abbiamo creduto tutti, ma ormai e' un carcassone morente e lentissimo. Il .NET Compact Framework sta prendendo sempre piu' piede sui cellulari a causa della lentezza ed immobilita' di Sun. Di questo passo ci ritroveremo tutti con Windows anche sui cellulari, e Bill Gates dettera' legge pure sulle tariffe telefoniche... La cosa grave e' che anche i migliori programmatoriJava se ne stanno accorgendo. Slava Pestov (si, quello che ha fatto il JEdit) ha gettato la spugna e ha scritto:"It is clear that Java was never practical for developing real applications, and never will be. Instead of asking how you can revive something that's obviously dead and gotten much more hype than it deserves, you should be asking if there's better technology out there."
    • Anonimo scrive:
      Re: Altro che Java sicuro...
      veramente dovresti informarti meglio che windows mobile gira su pochissimi cellulari... e ti ricordo che ha anche perso alcuni contratti microsoft con alcune case proprio con alcune case importanti...Il sistema operativo + quotato e' symbian per cellulari tanto e' vero che gira su tutti i nokia (ma guarda che strano sono i + venduti) e su alcuni sony ericsson e su alcuni siemens..MMMM che strano... dove e' microsoft in tutto questo?tra le grosse compagnie: Samsung Nokia Siemens Motorola SonyEricsson non mi pare di vedere nessun windows mobile..E si sta diffondendo? ma dove....Ti ricordo che j2me non e' manco il sistema operativo dei cellulari e volendo programmare un virus per il sistema operativo del cellulare potresti radere al suolo il telefono (parlo di farlo in symbian in windows mobile etc)..Nessuno per ora e' stato cosi' ... da farlo.Violare la sandbox non e' stato facile ci sono voluti 4 mesi di studi e ora mi vieni a dire che java e' insicuro... pensa al tuo windows mobile... E' solo questione di diffusione non ti sembra?Java e' su qualsiasi cellulare oramai... anche il + economico (o quasi).J2me gira circa da 2 anni io direi che una falla anche se grossa in 2 anni da quando esiste (per lo meno in Italia perche' in giappone ai voglia... ) non e' un bruttissimo risultato o sbaglio? anche perche' non pensi siano inevitabili le falle in un qualsiasi programma o windows mobile 'e perfetto?Prima di blaterare e attaccare dicendo cose insensate sarebbe meglio riflettere solo un attimo...saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Altro che Java sicuro...
        " Il .NET Compact Framework sta prendendosempre piu' piede sui cellulari a causa dellalentezza ed immobilita' di Sun. Di questopasso ci ritroveremo tutti con Windows anchesui cellulari, e Bill Gates dettera' legge pure sulletariffe telefoniche..."... .net compact framework gira su symbian epoc o altri sistemi operativi per cellulare? No girerebbe solo su windows mobile..per favore... shhhh
      • Anonimo scrive:
        Re: Altro che Java sicuro...
        In realtà tutti i produttori da te citati (tranne uno che non può a seguito di una diatriba legale) hanno pronti modelli SmartPhone con Windows Mobile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Altro che Java sicuro...
          vabbe' va sei un che parla parla e fatti 0..:Pciao ciao :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Altro che Java sicuro...
            Non sono quello di prima, però cercando molto velocemente con Google è uscito che il Motorola MPx200 usa Windows Mobile, quindi non è vero che Motorola usa solo Java (tanto per citare una marca di quelle da te segnalate)Ciao- Scritto da: Anonimo
            vabbe' va sei un che parla parla e fatti 0..
            :p
            ciao ciao :p
          • Anonimo scrive:
            Re: Altro che Java sicuro...
            equiparare java a un sistema operativo :PMamma mia :D !Ne ho citato 5 case e mi tiri fuori un telefono..Sai quanti telefoni ha ogni casa?:Pma per favore :D
  • Anonimo scrive:
    Che bello !!!
    Un paio di anni fa ho scoperto che al mio cellulare bastava mandare un SMS particolare per farlo crashare. Tra un pò circoleranno i virus per i telefonini e quando finalmente ci ritroveremo 500 megabytes e un sistema operativo completo sulla radiosveglia, ci saranno i virus per tutto, per gli orologi, le automobili e magari anche per i pacemaker !Wow !
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello !!!
      - Scritto da: Anonimo
      Un paio di anni fa ho scoperto che al mio
      cellulare bastava mandare un SMS particolare
      per farlo crashare.

      Tra un pò circoleranno i virus per i
      telefonini e quando finalmente ci
      ritroveremo 500 megabytes e un sistema
      operativo completo sulla radiosveglia, ci
      saranno i virus per tutto, per gli orologi,
      le automobili e magari anche per i pacemaker
      !Da quel giorno i Pacemaker si meriteranno veramente il loro nome, ma sarà pace eterna. :-)
      Wow !
  • Anonimo scrive:
    Diffusione=Vulnerabilità
    la realtà è questa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffusione=Vulnerabilità
      concordo, più un sistema è diffuso e più è sotto attacco. L'errore umano è inevitabile. Si pensa un sistema per fare qualcosa, si individuano 1000000 di debolezze e qualcuno trova la 1000001esima che non avevano considerato. Si vede infatti anche in ambito desktop, come Mozilla ha iniziato a diffondersi sono comparsi i primi bug.Abituiamoci, il futuro dell'informatica nel prossimo decennio sarà la sicurezza informatica
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffusione=Vulnerabilità
      - Scritto da: Anonimo
      la realtà è questa.Sara' per questo che 4 mesi fa e' uscito un virus nuvovo per Amiga !!!!Visto che gli antivirus per Amiga vengono aggiornati regolarmente e si scrivono virus nuovo devono essercene ancora un bel po' di macchine Amiga in giro ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Diffusione=Vulnerabilità
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        la realtà è questa.

        Sara' per questo che 4 mesi fa e' uscito un
        virus nuvovo per Amiga !!!!

        Visto che gli antivirus per Amiga vengono
        aggiornati regolarmente e si scrivono virus
        nuovo devono essercene ancora un bel po' di
        macchine Amiga in giro ;)un virus ogni 10 anni significherebbe che l'amiga è diffuso? :|
        • Anonimo scrive:
          Re: Diffusione=Vulnerabilità
          - Scritto da: Anonimo
          vulnerabilita', e se ipoteticamente (tanto
          per far contenti i tifosi che brulicano su
          questo forum) le parti fra linux e windows
          fossero invertite (come diffusione), si
          invertirebbe "miracolosamente" anche la
          situazione della (non)sicurezza... Bum!
          • Anonimo scrive:
            Re: Diffusione=Vulnerabilità
            quoto. Volutamente cerco antivirus e firewall poco conosciuti e miracolo, non mi bucano mai. Meglio realizzare un virus per qualcosa di noto. Il firewall del windows ad esempio è proprio un invito: c'è l'hanno tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffusione=Vulnerabilità
      Giustissimo! Solo non capisco perchè quando tempo fa tentavo di fare questo discorso in relazione a Microsoft tutti mi davano addosso... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffusione=Vulnerabilità
      - Scritto da: Anonimo
      la realtà è questa.Si certo come no. E magari allora scopriamo che anche OSX ha i buchi. E che basta usarlo Linux per vedere che ci sono mille modi per sfondarlo.Ti sbagli, di sicuro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Diffusione=Vulnerabilità
        ma le leggi le notizie?anche mac osx ha avuto le sue patch e linux le ha in continuazione non e' tutto oro quello che luccica....
        • Anonimo scrive:
          Re: Diffusione=Vulnerabilità
          - Scritto da: Anonimo
          ma le leggi le notizie?
          anche mac osx ha avuto le sue patch e linux
          le ha in continuazione non e' tutto oro
          quello che luccica...
          .Perché Linux luccica? :s
Chiudi i commenti