Anche Firenze nel Global Cities Dialogue

Un network internazionale di città fisiche apre le proprie porte per superare i propri confini a caccia di un neoglobalismo elettronico privo di mura digitali


Roma – Ora c’è anche una delle più note città italiane, Firenze, nel network internazionale noto come Global Cities Dialogue , una rete di città interessate alla creazione di una società dell’informazione che sappia superare il digital divide e ponga al centro della propria crescita lo sviluppo sostenibile.

Con una progressione di sviluppo decisamente interessante, il progetto GCD già oggi può contare su più di cento città in tutto il mondo, alcune delle quali appartengono a paesi in via di sviluppo, come Baya o Bacau. Ma “dentro” ci sono anche nomi come Seattle e Barcellona. E ora anche Firenze.

Per aderire, la città toscana ha dovuto sottoscrivere la Convenzione di Helsinki, già accettata e sottoscritta da altre metropoli italiane, come Roma, Catania, Bari e Bologna e dalla vicina Siena. La Convenzione, si legge in una nota, “intende ribadire il concetto che lo sviluppo della società dell’informazione deve garantire benefici a tutti i cittadini, senza nessun tipo di distinzione: in caso contrario, Internet, invece di essere una risorsa, rischia di creare un digital-divide, cioè un elemento di frattura all’interno delle comunità”.

Si può evitare? Secondo il GCD ci si può provare, “fornendo a tutti tecnologie adeguate per poter fruire di queste opportunità”. Le città in questo svolgono un ruolo aggregante per “migliorare la coesione sociale ed offrire pari possibilità di accesso alla rete ed ai servizi forniti da Internet e dall’informatizzazione”. “I comuni firmatari – cioè – s’impegnano a garantire la reale applicazione delle tecnologie nella società, così da migliorare la qualità della vita, grazie anche ad una interazione fra le stesse città e fra pubblico e privato”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il giochetto è palese....
    Prima c'era il 144 poi l'166 poi l'899 poi...la tecnica consiste nello spennare quante più persone possibili prima che si sollevi l'opinione pubblica (dopo qualche mese) poi Telecom si erge a paladina degli utenti permettendo la disabilitazione dei servizi dai quali incassa una lauta percentuale ben sapendo che solo una minima parte degli utenti spende 1 euro e passa al minuto deliberatamente ma il resto delle persone sono pesci che cadono nella rete.Poi lascia passare qualche mese e introduce quatta quatta una nuova numerazione ed il gioco ricomincia...Tamerlano
  • Anonimo scrive:
    Dice il 187 che questa notizia è falsa....
    Ho appena finito di parlare con un operatore del 187 che mi ha detto (dopo essersi due volte consultata con i suoi responsabili) che la notizia di questo articolo non è vera... Non mi meraviglierei comunque che i responsabili non siano aggiornati... Comunque, vi prego di verificare questa notizia, infatti io alla fine di una decina di minuti spesi a chiacchierare con l'operatrice, non sono riuscito a disabilitare l'899 perchè per farlo debbo pagare !!!!!!!!!!!Meditate gente, meditate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dice il 187 che questa notizia è falsa....
      La disabilitazione delle numerazioni 144 è gratuita, per disabilitare 166 e 899 occorre pagare.La comunicazione di telecom dice sì che la disabilitazione degli 899 è gratis, ma per chi ha già disattivato gli 166.La novità sta nel fatto che ora è possibile disattivare gli 899, prima non era nemmeno previsto.- Scritto da: dyd
      disabilitare l'899 perchè per farlo debbo
      pagare !!!!!!!!!!!
      Meditate gente, meditate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Dice il 187 che questa notizia è falsa....
        Mica vero...144 e 166 li ho disabilitati GRATIS semplicemente mandando 1 fax alla sede della mia città, mentre amici che hanno fatto lo stesso hanno fatto il tutto tramite operatore 187.ciaogiruz- Scritto da: Il Panca
        La disabilitazione delle numerazioni 144 è
        gratuita, per disabilitare 166 e 899 occorre
        pagare.
        La comunicazione di telecom dice sì che la
        disabilitazione degli 899 è gratis, ma per
        chi ha già disattivato gli 166.
        La novità sta nel fatto che ora è possibile
        disattivare gli 899, prima non era nemmeno
        previsto.

        - Scritto da: dyd


        disabilitare l'899 perchè per farlo debbo

        pagare !!!!!!!!!!!

        Meditate gente, meditate...
      • Anonimo scrive:
        Re: Dice il 187 che questa notizia è falsa....
        per vostra conoscenza vi ricordo come viene indicato sul sito telecom italia che chi disabilita gratuitamente gli 166 disabilita gratuitamente anche gli 899
    • Anonimo scrive:
      Re: Dice il 187 che questa notizia è falsa....
      Ma glielhai detto alla tua signorina che costa sta scritto SUL SITO del 187???????????UAZ UAZ UAZChist so' matti
    • Anonimo scrive:
      Re: Dice il 187 che questa notizia è falsa....
      La notizia dovrebbe essere vera, dal momento che è Telecom stessa a diffonderla sul proprio sito.A chi vi dovesse dire al 187 che la notizia è inesatta, precisategli chiaramente che la notizia è riportata sul sito del 187.Il link alla pagina in questione lo trovate all'interno dell'articolo, ve lo riporto per pignoleria:http://wireline.telecomitalia.it/187/gen187/0,13147,17196,00.html?LANGCODE=I
  • Anonimo scrive:
    cybermarket.it
    Cara la mia assistenzawww.cybermarket.it
  • Anonimo scrive:
    Vergogna! Quanti numeri dovrò disabilitare?
    All'inizio fu il 144 e si cerco' di disabilitare (grazie Beppe Grillo).In seguito a cio' si inventarono il 166 che si cerco' di disabilitare...Poi venne l'899 che adesso si cerca di disabilitare.Quanti prefissi per fessi arriveranno ancora?Scarlight
  • Anonimo scrive:
    Non solo truffe
    Ci sono anche servizi a pagamento validi
  • Anonimo scrive:
    Ma chi gli da' i numeri?
    Perche' se io voglio truffare qualcuno con l'899 dovro' pure chiedere che mi siano assegnati gli 899. E chi li assegna? Eh? Eh?
  • Anonimo scrive:
    Ma non si risolvono completamente i problemi
    Peccato che molti siti, che in maniera ingannevole, attraverso e-mail spammatorie oppure attraverso siti creati ad hoc inducano utenti inesperti a scaricarsi programmi dialer a questi numeri. Se da un lato viene risolto il problema, ovvero che la chiamata non viene effettuata grazie alla possibilità di attivare il "blocco", dall'altro le configurazioni del computer vengono spesso irrimediabilmente danneggiate costringendo l'utente ad avvalersi di un tecnico per il ripristino parziale ed in qualche caso totale del sistema. Mi è capitato nel mese scorso di effettuare diverse decine di interventi presso parecchi computer di alcune aziende xchè seriamente danneggiati dalla incauta installazione del dialer di un sito: tuttogratis.it. In alcuni casi i danni causati dal dialer scaricato da questo sito hanno causato il rifacimento totale del sistema, e nei casi piu' gravi, anche perdita dei dati. Lodevole l'iniziativa di Telecom, ma è assolutamente assente una presa di posizione giuridica nei confronti di questi truffatori.
  • Anonimo scrive:
    trenitalia
    Peccato che trenitalia abbia scelto un numero 89x per i propri servizi telefonici!Chi richiedera' la disattivazione di questa numerazione sara' escluso da molti servizi di trenitalia.
    • Anonimo scrive:
      Re: trenitalia
      Se non ho capito male escludi solo 899, non tutti i numeri 89x.CIaoC
    • Anonimo scrive:
      Re: trenitalia
      - Scritto da: Mirko
      Peccato che trenitalia abbia scelto un
      numero 89x per i propri servizi telefonici!
      Chi richiedera' la disattivazione di questa
      numerazione sara' escluso da molti servizi
      di trenitalia.
      così finalmente smetterà di usare i treni italiani e arriverà puntuale!; )
Chiudi i commenti