Anche i docenti preferiscono Microsoft

Un'associazione telematica di docenti italiani realizzerà un manuale su Windows 2000 Server e spingerà per l'introduzione di tecnologie nelle scuole assieme all'azienda di Redmond


Roma – Continua senza sosta l’avanzata delle tecnologie Microsoft nelle istituzioni italiane e nella scuola. A conferma della forte ricettività di quest’ultima per i sistemi proprietari proposti dall’azienda di Redmond, l’associazione telematica dei docenti, docenti.org , ha ieri annunciato un accordo di collaborazione con Microsoft.

Stando alla nota, l’associazione e Microsoft “perseguono l’intento di sostenere l’integrazione, nella scuola italiana, delle tecnologie della informazione e della comunicazione e ritengono che questa partnership produrrà, al riguardo, risultati significativi”.

In questo senso Docenti.org si impegna a realizzare la localizzazione di due documenti internazionali che definiscono uno standard di interoperabilità tra i prodotti software sviluppati per le scuole e curerà la redazione di un manuale di riferimento su Windows 2000 Server destinato agli insegnanti responsabili delle infrastrutture informatiche di istituto.

L’associazione collaborerà con Microsoft Italia per il “consolidamento” di www.apprendereinrete.it, un progetto di formazione sulla didattica in rete distribuita che secondo Docenti.org “è destinato ad avere un grande rilievo nella crescita delle competenze degli insegnanti italiani in materia di tecnologie per la didattica”.

“In cambio” Microsoft fornirà all’Associazione software e documentazione tecnica nonché offrirà la partecipazione gratuita degli associati a due corsi di formazione “sulle tecnologie Microsoft di maggior interesse per la scuola”.

“Gli iscritti a docenti.org impegnati nella realizzazione degli obiettivi assegnati da questo accordo – si legge nella nota – riceveranno da Microsoft i prodotti software, i materiali di studio e la documentazione tecnica necessari”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma è vero che non possono vedere?
    "Una volta che ti colleghi attraverso i miei servizi per accedere ad internet - ha osservato Sue Ashdown dell'associazione dei provider americani - non ho modo di sapere dove vai e quello che vedi"ma è vero questo?non hanno i log completi? mi pare una cazzata.è vero???ditemelo
    • Anonimo scrive:
      Re: ma è vero che non possono vedere?

      "Una volta che ti colleghi attraverso i miei
      servizi per accedere ad internet - ha
      osservato Sue Ashdown dell'associazione dei
      provider americani - non ho modo di sapere
      dove vai e quello che vedi"

      ma è vero questo?

      non hanno i log completi? mi pare una
      cazzata.

      è vero???
      ditemelopaghi tu il personale a spulciare i log ???? tralasciando quanto sia facile technicamente eludere un controllo del genere...
  • Anonimo scrive:
    prossimo passo
    ...i concessionari responsabili di quelli che causano incidenti con l'auto.
  • Anonimo scrive:
    be, non esageriamo
    se come dice il testo i provider dovranno agire solo dopo segnalazione del procuratore dello stato non mi sembra che sia cosi grave.voglio dire, molto meglio di quando si dire che i provider dovrebbero intervenire direttamente.qui c'è un ordine della magistratura.Però il rischio di queste cose è l'estensione: benissimo i pedofili, però gia che ci siamo mettiamo nel calderone anche la pornografia (gli USA sono notoriamente dei bigotti), poi ci sarebbero quelli lì che vanno a vedere un sito abortista. Non va mica bene.E quello? Si è collegato ad un sito di Cuba, mah...
  • Anonimo scrive:
    i veri nemici degli usa sono interni non esterni
    come sopra...ah, se i padri fondatori potessero vedere come s'e ridotta quella nazione...dopo la seconda guerra mondiale, sta peggiorando ogni giorno di piu...
    • Anonimo scrive:
      Re: i veri nemici degli usa sono interni non esterni
      - Scritto da: blah
      come sopra...
      ah, se i padri fondatori potessero vedere
      come s'e ridotta quella nazione...
      dopo la seconda guerra mondiale, sta
      peggiorando ogni giorno di piu...
      E' vero. Aggiungo anche che se non ci fossero stati i russi e i cinesi a inventare internet, chissa' dove saremmo ora.
      • Anonimo scrive:
        Re: i veri nemici degli usa sono interni non esterni


        come sopra...

        ah, se i padri fondatori potessero vedere

        come s'e ridotta quella nazione...

        dopo la seconda guerra mondiale, sta

        peggiorando ogni giorno di piu...



        E' vero. Aggiungo anche che se non ci
        fossero stati i russi e i cinesi a inventare
        internet, chissa' dove saremmo ora.il discorso era generale non limitato a questa legge...solo che leggi come queste sono il simptomo di un malessere che si sta diffondendo...temo che continuando cosi, la societa americana suicidera se stessa...riflessioni condivisibili o meno...ma io la penso cosi...e sicuramente gli states sono ben lontani dal spirito con cui sono stati creati piu di 200 anni fa...
Chiudi i commenti