Anche in Italia il Sagem my511x

Dalla Francia arriva un telefono multimediale di taglio quasi economico che non rinuncia però ad essere uno smartphone

Roma – Nero, liscio, con un design lineare ma non anonimo, debutta sul mercato italiano il nuovo telefonino di Sagem , contraddistinto dalla sigla my511X.

Il nuovo dispositivo Il nuovo cellulare del produttore francese è dotato di un display TFT con risoluzione di 128×160 pixel a 65mila colori e un sensitive keypad , una tastiera sensibile al tatto dal design curvilineo.

Provvisto dell’immancabile fotocamera digitale, qui con risoluzione di 1,3 Megapixel, e di un lettore per formati audio MP3 e AAC, offre supporto SMS/MMS, WAP 2.0 e connettività Bluetooth. La memoria interna ammonta a 32 MB, ma è ampliabile grazie alla presenza di uno slot per schede microSD.

Le sue misure sono compatte: 106,9×46,3×10,9 millimetri e 81 grammi di peso. L’autonomia dichiarata è di oltre 210 ore in standby e di 3 ore in conversazione. Il Sagem my511x viene commercializzato con un prezzo al pubblico di 119 euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ddddddd scrive:
    ddddddddd
    ddddddddddd :-o
  • Deny scrive:
    Ma Autostrade sarà un Operatore Virtuale
    con la propria Rete ??? da questo articolo non è chiara la cosa...
    • Silvio B. scrive:
      Re: Ma Autostrade sarà un Operatore Virtuale
      se e' virtuale non ha la sua rete.... sara' virtuale appoggiandosi alle reti wind...
  • asunir scrive:
    Tutto torna da dove è venuto(più o meno)
    Una volta c'era Infostrada, costola della società autostrade che si occupava della rete di telecomunicazione interna.Poi Infostrada è stata acquisita dalla Omnitel di De Benedetti.Ma Omnitel poi è stata presa da Vodafone, mentre Infostrada è stata fusa insieme alla concorrente Wind (nel frattempo passata dall'Enel agli egiziani).Ed ecco che ora Wind ritorna alle Autostrade (nel frattempo anch'esse passate in mano ai Benetton & co.)Che bella la finanza internazionale: un gran vorticare di nomi, sigle, acquisizioni, cessioni, e sopratutto soldi. Ma alla fine... chi paga veramente?
    • YellowT scrive:
      Re: Tutto torna da dove è venuto(più o meno)
      errore-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 dicembre 2007 22.48-----------------------------------------------------------
    • electrical girll scrive:
      Re: Tutto torna da dove è venuto(più o meno)
      Tu! dovresti pagare tu!!!!!!!!!!
Chiudi i commenti