Anche in Norvegia spam vietato

Come già in alcuni paesi europei, la Norvegia approva una legge che prevede multe e persino carcere per le imprese che non si adeguano. Sulla traccia di una normativa comunitaria ancora in divenire
Come già in alcuni paesi europei, la Norvegia approva una legge che prevede multe e persino carcere per le imprese che non si adeguano. Sulla traccia di una normativa comunitaria ancora in divenire


Oslo – Anche la Norvegia ha deciso di abbracciare una seria politica anti-spam, come già la Danimarca e la Finlandia. Dopo l’entrata in vigore di una nuova legge ad hoc, le imprese norvegesi che dovessero inviare ad un utente Internet della posta elettronica non espressamente richiesta rischiano sanzioni economiche e nei casi più gravi persino fino a sei mesi di carcere.

La nuova normativa, che rientra nell’alveo tracciato dalle proposte all’esame della Commissione europea, vieta anche l’invio di SMS pubblicitari sul telefonino senza una esplicita richiesta in tal senso da parte dell’utente.

Le violazioni saranno discusse dall’autorità garante dei consumatori che potrà decidere l’ammontare delle sanzioni e/o eventualmente infliggere un massimo di sei mesi di carcere. La legge riguarda però, ovviamente, le sole aziende norvegesi e dunque, come tutte le norme nazionali in materia, non potrà offrire una importante protezione agli utenti fino a quando le norme anti-spam non saranno adottate con serietà in tutti i paesi della UE ed oltre.

“Il consumatore – ha affermato Anne Nyeggen, funzionario dell’autorità garante dei dati personali – acquisisce più potere con questa legge. Si tratta di una norma che supera la legge sulla privacy per quanto riguarda i diritti del consumatore, e fornisce una protezione molto maggiore contro pubblicità indiscriminata via email o SMS”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 01 2001
Link copiato negli appunti