Anche Londra archivia il Web

Si chiama National Digital Library ed è un progetto del governo britannico per l'archiviazione del web in lingua inglese: servirà per creare una memoria collettiva digitale. In Italia si è già partiti

Londra – La Biblioteca Nazionale di Londra si aggiorna e lancia la sua “versione digitale”. Si chiama National Digital Library: in maniera simile alla sua controparte italiana , sarà una gigantesca mediateca telematica dei siti web inglesi. Il progetto prevede l’archiviazione di oltre 150 milioni di siti , comprensivi d’immagini ed altri contenuti, per un peso totale di circa 300 Terabyte.

L’acquisizione delle pubblicazioni online è soltanto il primo obiettivo dell’iniziativa: il traguardo finale è la digitalizzazione totale dei tomi della biblioteca nazionale. “Vogliamo essere sicuri che tra 100 o 200 anni”, dice Roderic Parker, portavoce del progetto, “le persone potranno visitare questa biblioteca e trovare tutto quello che vogliono, senza il rischio che i volumi non siano consultabili perché danneggiati”.

Ciascun documento acquisito dalla National Digital Library verrà blindato con una firma digitale , utilizzando la tecnologia DSE200 di nCipher , così da preservarne l’integrità nel corso dei tempi. “Questo tipo di protezione applicata ai dati digitali è utilissima per rendere impossibile ogni tentativo di modifica:”, spiega Parker, “qualsiasi tipo d’informazione, dalla più triviale a quella più complessa, ha una rilevanza culturale e necessita di essere passata alle prossime generazioni in maniera integrale”.

Il governo britannico ha poi varato una proposta di legge per obbligare tutti gli editori di periodici e libri a depositare copie delle opere nel database della National Digital Library. “Quando questa disposizione sarà legge”, conclude Parker, “il nostro istituto avrà il diritto di ricevere qualsiasi tipo di pubblicazione, sia digitale, sia cartacea”. Attualmente, la partecipazione al programma di digitalizzazione è totalmente volontaria e gli autori possono decidere d’inviare individualmente i propri manoscritti.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • anna mallia scrive:
    wii
    costa 199$.
  • laura discoficen ti scrive:
    HYO56OGTU35W
    EWFI7WETQWERGYPURYGPGUEROHGEQ GTEGFIEARGEW NBSFRGHEWQGGEYIREWIFTWUYRFUQFEV YGWQRYWRR7TWBUYT3IRY53RNB3UY73J JY4IU3ò4
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli emulatori open sono meglio.
    non hanno valore di mercato?se fosse vero, allora non venderanno nulla.se vendono, allora probabilmente ti sbagli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Gli emulatori open sono meglio.
    Facci capire, perchè un emulatore open deve necessariamente "essere meglio" o emulare più console ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli emulatori open sono meglio.
      - Scritto da:
      Facci capire, perchè un emulatore open deve
      necessariamente "essere meglio" o emulare più
      console
      ?Beh, certamente non è meglio "necessariamente", dal punto di vista logico. Però, di fatto, esistono molti emulatori open che emulano tutto l'emulabile dal vic20 ai baracconi da sala giochi, funzionano bene e sono gratis.
  • Anonimo scrive:
    Per redazione : Notizia SBAGLIATA
    http://wii.ign.com/articles/711/711629p1.htmlDa questo articolo è chiaro che Iwata si riferiva ai giochi nuovi, non a quelli vecchi per Nes, SNes, etc.La frase "We'd like people to play new, low-scale games for ¥500 yen or ¥1000 yen" fa capire bene che il concetto dell'annuncio fatto dalla Nintendo è che vogliono proporre giochi più semplici a prezzi bassi sulla Virtual Console, in maniera simile a quanto fa Microsoft con Xbox Live.
  • Anonimo scrive:
    Non premiamo i nemici dell'emulazione
    Amo l'emulazione, amo i videogame del passato, scoprire quel qualcosa di immutabile che li rende travolgenti anche a distanza di un'eternità, esaminarli culturalmente e tecnicamente, però credo che commercialmente il valore di questi videogame sia nullo. Bisognerebbe liberare l'emulazione dal copyright, prevedendo per i programmi informatici un copyright limitato a 5 anni. I siti amatoriali in questi anni hanno preservato la memoria di tutti i software e i sistemi (computer e console) del passato con passione ed efficienza stupefacente. Nato spontaneamente e senza nessuna base retributiva il fenomeno dell'emulazione ha permesso di raccogliere, tramandare e consolidare una memoria storica che rischiava di scomparire per sempre se lasciata nelle mani dell'industria culturale, interessata al solo profitto.Nintendo è stata una dei peggiori avversari di questo mondo, facendo chiudere personalmente (o tramite il suo braccio armato, IDSA) centinaia di siti rei di distribuire ROM. Non si meritano di essere premiati per questo con l'acquisto delle loro ROM a pagamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
      - Scritto da:

      Amo l'emulazione, amo i videogame del passato,
      scoprire quel qualcosa di immutabile che li rende
      travolgenti anche a distanza di un'eternità,
      esaminarli culturalmente e tecnicamente, però
      credo che commercialmente il valore di questi
      videogame sia nullo.


      Bisognerebbe liberare l'emulazione dal copyright,
      prevedendo per i programmi informatici un
      copyright limitato a 5 anni.


      I siti amatoriali in questi anni hanno preservato
      la memoria di tutti i software e i sistemi
      (computer e console) del passato con passione ed
      efficienza stupefacente.


      Nato spontaneamente e senza nessuna base
      retributiva il fenomeno dell'emulazione ha
      permesso di raccogliere, tramandare e consolidare
      una memoria storica che rischiava di scomparire
      per sempre se lasciata nelle mani dell'industria
      culturale, interessata al solo
      profitto.

      Nintendo è stata una dei peggiori avversari di
      questo mondo, facendo chiudere personalmente (o
      tramite il suo braccio armato, IDSA) centinaia di
      siti rei di distribuire ROM. Non si meritano di
      essere premiati per questo con l'acquisto delle
      loro ROM a
      pagamento.Un NES ti costa 15 euro. I giochi li trovi su ebay a prezzi variabili ma comunque bassi.Perchè devi emularli?Se amassi davvero i VG del passato li giocheresti nella loro forma originale. Non nella forma di comodo. Perchè ti accorgeresti dello scempio che stai facendo.Te lo dice uno che ha emulato ma ha capito lo "stupro" (termine volutamente esagerato) che stava facendo alla sua passione.Condannare Nintendo perchè ha bloccato i siti?E' una stronzata.Era giusto all' epoca, in quanto si pensava che Nintendo non avesse più possibilità di far mercato e quindi non gli comportava perdita, ma con il senno attuale è giusto.Anzi, penso che proprio i siti di emulazione seri non avrebbero battuto ciglio alla richiesta di Nintendo di togliere le rom se avessero saputo il perchè.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
        Ehm ... c'è gente che per un motivo o per l'altro non può permettersi di giocare i titoli sul loro sistema nativo. Mancanza di spazio per la console, ad esempio; mancanza di danaro per acquistare le cartucce, problemi con il televisore. Io, per esempio, sono in possesso della console, ma non la utilizzo perchè preferisco gli 85 Hz del monitor alla visione traballante con scanlines che si ottiene con il televisore.Ciao,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
          - Scritto da:
          Ehm ... c'è gente che per un motivo o per l'altro
          non può permettersi di giocare i titoli sul loro
          sistema nativo. Mancanza di spazio per la
          console, ad esempio; mancanza di danaro per
          acquistare le cartucce, problemi con il
          televisore. Io, per esempio, sono in possesso
          della console, ma non la utilizzo perchè
          preferisco gli 85 Hz del monitor alla visione
          traballante con scanlines che si ottiene con il
          televisore.

          Ciao,
          PiwiVedi? Diglielo ai moralisti del ca%%o che ci sono su sto thread.L'emulazione deve essere libera ed è ASSURDO dover pagare due volte per lo stesso prodotto.Esempio: io ho un NES con Super Mario Bros. Esce Wii. Compro Wii. Compro SMB per Wii, emulato. Spendo 10 dollari.E' giusto? A me pare che sia un esempio lampante di come "pagare due volte per la stessa cosa" ovvero prenderlo nel deretano.La politica di nintendo nei confronti degli appassionati e dei collezionisti è esosa ed inutile. Le rom e gli emulatori devono essere liberi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
            Quante ca§§te che stai sparando..Grazie a dio non sei tu che fai il mercato,e che fai mercato.Hai un Snes con la cartuccia di mario,innanzi tutto non hai bisogno di ''ricomprarlo'' per WII,giocaci con il tuo Snes.Quei giochi sono DI PROPRIETA della NINTENDO,e non TUOI o di chicchessia,ci vuoi giocare su WII,caccia i soldi o stai alla larga.Se non giochi a Dr.Mario non credo tu muoia,e sopratutto e' materiale che NON TI E' DOVUTO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
            - Scritto da:
            Quante ca§§te che stai sparando..
            Grazie a dio non sei tu che fai il mercato,e che
            fai
            mercato.Per questo bisogna vedere...
            Hai un Snes con la cartuccia di mario,innanzi
            tutto non hai bisogno di ''ricomprarlo'' per
            WII,giocaci con il tuo
            Snes.Scenario tipico: Snes distrutto (o anche venduto) ma cartuccia funzionante...che fare? Io il mio Atari Lynx l'ho sfasciato, ma ho ancora 2 giochi originali, cosa faccio, li butto o mi scarico l'emulatore e le roms e continuo a giocare quei giochi per cui ho pagato?
            Quei giochi sono DI PROPRIETA della NINTENDO,eMa va?
            non TUOI o di chicchessia,ci vuoi giocare su
            WII,caccia i soldi o stai alla
            larga.E se qualcuno vorrebbe giocarci ma non ha il WII, e non ha intenzione di comprarsi una console apposta o di prendersi NES/SNES/GAMEBOY...etc? Sarebbe un grosso danno commerciale per Nintendo se mi scarico le roms dei SUOI vecchi giochi (con cui ha già guadagnato in passato, e stiamo parlando di parecchi anni fa!) e ci gioco qualche minuto al giorno? O non è peggio se scarico le roms dei SUOI nuovi giochi, causando un certo danno commerciale?
            Se non giochi a Dr.Mario non credo tu muoia,e
            sopratutto e' materiale che NON TI E'
            DOVUTO.Lasciando perdere Dr. Mario che mi sembra una fetecchia sono certo che a nessuno è dovuto niente, ma vorrei ricordare anche che alcune software house come la Rockstar hanno da tempo reso disponibili per il download alcuni loro vecchi giochi (GTA e GTA2). Perchè? Evidentemente a loro non costava niente, in compenso ne hanno guadagnato in popolarità! Credo che se Nintendo facesse qualcosa del genere, almeno per i titoli NES e SNES, di sicuro non andrebbe in fallimento...Ma tant'è...Whitestrider
          • Anonimo scrive:
            Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
            Si cerca di raschiare il fondo del barile. Con scarso successo, mi auguro.Ciao,Piwi
          • Anonimo scrive:
            Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion

            Lasciando perdere Dr. Mario che mi sembra una
            fetecchia sono certo che a nessuno è dovuto
            niente, ma vorrei ricordare anche che alcune
            software house come la Rockstar hanno da tempo
            reso disponibili per il download alcuni loro
            vecchi giochi (GTA e GTA2).Mitico! Ora non dite che non vi diamo mai niente! Grande RockstarGames!!! Questo sì che è marketing!!http://www.rockstargames.com/classics/Puah, Nintendo! Vergogna!
          • Anonimo scrive:
            Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
            - Scritto da:
            Quante ca§§te che stai sparando..
            Grazie a dio non sei tu che fai il mercato,e che
            fai
            mercato.sei un frustrato, sparati.
            Hai un Snes con la cartuccia di mario,innanzi
            tutto non hai bisogno di ''ricomprarlo'' per
            WII,giocaci con il tuo
            Snes.
            Quei giochi sono DI PROPRIETA della NINTENDO,e
            non TUOI o di chicchessia,ci vuoi giocare su
            WII,caccia i soldi o stai alla
            larga.vedi sopra, sparati.
            Se non giochi a Dr.Mario non credo tu muoia,e
            sopratutto e' materiale che NON TI E'
            DOVUTO.no ma se non posso giocare ad un gioco che POSSIEDO, allora mi girano i coglioni (vedi: la cartuccia si rompe e non è più in garanzia).sei uno schiavetto del sistema.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion
            Grazie a Dio, nemmeno tu o Nintendo fate il mercato delle roms ! Non penso ci siano appassionati di emulazione che ad oggi non abbiano come minimo un romset anche non recente (quello del NES io l'ho completato con molta fatica nel 2001 ... erano 8000 e passa titoli).Ciao,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: Non premiamo i nemici dell'emulazion

        Un NES ti costa 15 euro. I giochi li trovi su
        ebay a prezzi variabili ma comunque
        bassi.
        Perchè devi emularli?
        Se amassi davvero i VG del passato li giocheresti
        nella loro forma originale. Non nella forma di
        comodo. Perchè ti accorgeresti dello scempio che
        stai
        facendo.
        Te lo dice uno che ha emulato ma ha capito lo
        "stupro" (termine volutamente esagerato) che
        stava facendo alla sua
        passione.
        Condannare Nintendo perchè ha bloccato i siti?
        E' una stronzata.
        Era giusto all' epoca, in quanto si pensava che
        Nintendo non avesse più possibilità di far
        mercato e quindi non gli comportava perdita, ma
        con il senno attuale è
        giusto.
        Anzi, penso che proprio i siti di emulazione seri
        non avrebbero battuto ciglio alla richiesta di
        Nintendo di togliere le rom se avessero saputo il
        perchè.Beh, io (e non sono quello di sopra) non critico Nintendo perchè ha intimato ai siti di roms di togliere le loro roms, quanto piuttisto perchè vuole lucrarci (ancora, perchè è bene ricordarlo, non è che Nintendo non ci abbia guadagnato da quei giochi...), quando dovrebbe (potrebbe) offrirle in scaricamento libero a chi comprerà la sua nuova console...oppure fare pagare un prezzo molto (ma molto) basso per lo scaricamento...anche perchè se Nintendo punta sui vecchi giochi per fare business vuol dire che non è l'azienda innovatrice che pensavo...whitestrider
    • Anonimo scrive:
      Re: Non premiamo i nemici dell'emulazione

      credo che commercialmente il valore di questi
      videogame sia nullo.Come vedi anche da questa notizia, credi male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non premiamo i nemici dell'emulazione
      Basta con il "voglio tutto e gratis"!Caccia li sordi!!!!
  • Anonimo scrive:
    FREE THE EMU
    l'emulazione permette di perpetrare la memoria storica dei videogiochi.videogiochi come opere d'arte!
    • Anonimo scrive:
      Re: FREE THE EMU
      - Scritto da:
      l'emulazione permette di perpetrare la memoria
      storica dei
      videogiochi.

      videogiochi come opere d'arte!Giusto, se l'opera non è più reperibile con altri canali. MA visto che Nintendo ha riattivato il mercato dei suoi titoli a 8,16,64 bit...
    • Anonimo scrive:
      Re: FREE THE EMU
      - Scritto da:
      l'emulazione permette di perpetrare la memoria
      storica dei
      videogiochi.E di giocarli senza pagarli.
      videogiochi come opere d'arte!Appunto, ma... anche le opere d'arte, prima di diventare tali, sono stati beni commerciali, e i proprietari dei diritti vogliono far durare a lungo questa prima fase di vita dei loro capolavori.L'arte per l'arte puo' venire in seguito...
    • Anonimo scrive:
      Re: FREE THE EMU
      Ecco, il solito straccione. Tutto deve essere gratis, eh? Vai a lavorare e non farti pagare. Sii coerente ciccio!
      • Anonimo scrive:
        Re: FREE THE EMU
        - Scritto da:
        Ecco, il solito straccione. Tutto deve essere
        gratis, eh? Vai a lavorare e non farti pagare.
        Sii coerente
        ciccio!Ahem, non sono quello che ha aperto il post, tuttavia credo di poter interpretare anche il suo pensiero (e nel caso contrario aspetto smentita) affermando che non è che si vuole tutto gratis, altrimenti a quest'ora allora il mondo sarebbe collassato su se stesso creando un buco nero (vabbè, ho un pò esagerato...:), tuttavia pare un pò esagerato (ed anche un pò pretestuoso) che Nintendo voglia vendere aria fritta, ovvero dei bei pezzi di software vecchi di vent'anni o anche meno, vabbè...Il motivo è semplice: Nintendo ha già goduto dei proventi provenienti dalla commercializzazione di quei giochi, pretendere ancora soldi mi sembra quantomeno inopportuno...poi ovviamente che Nintendo faccia quello che vuole, però secondo me farebbe meglio a "regalarli" quei giochi a chi compra la nuova console, e non (solo) per la mentalità del tutto gratis, ma anche perchè così ci farebbe una bella figura...Ma poi scusate, se Microsoft rimettesse in commercio Windows 95, voi paghereste qualche euro?whitestrider
      • Anonimo scrive:
        Re: FREE THE EMU
        - Scritto da:
        Ecco, il solito straccione. Tutto deve essere
        gratis, eh? Vai a lavorare e non farti pagare.
        Sii coerente
        ciccio!Ma che diamine dici.Secondo la legge attuale, se io ho un videogioco originale (sono un collezionista), ed ho la console originale (ma per esempio non funziona), io non posso utilizzare un emulatore con una rom scaricata da internet.La chiami coerenza?Risponditi da solo(sono quello che ha iniziato il thread)
    • Anonimo scrive:
      Re: FREE THE EMU
      anche se fosse opera d'arte?Un artista in vita stai tranquillo che non ti regala una sua opera per divulgare il verbo dell'arte.Se vuoi un opera PAGHI,se vuoi vederla..vai ad una mostra e PAGHI.L'arte non e' gratis.Nulla e' gratis.
  • Anonimo scrive:
    Re: Wii, ecco i costi dei giochi emulati
    Veramente la notizia riportata non è corretta: il prezzo riguarda lo scaricamento di giochi nuovi, non di quelli vecchi sui quali ancora non si sa nulla.fonte: http://wii.ign.com/articles/711/711629p1.html
  • Anonimo scrive:
    L'idea era buona...
    ...ma spendere fino a 9 $$ per di giochi certo validi, ma vecchi come il cucco mi sembra esagerato...se non altro percè Nintendo ci ha già lucrato in passato, ed ora ripropone gli stessi titoli senza neanche un cambiamento (altro che innovazione!), non che la cosa in sè sia male, però il costo mi sembra oggettivamente troppo elevato...1 euro per ogni gioco mi sembrava già più ragionevole!whitestrider
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea era buona...
      Oltretutto quanto ci vorrà a montare un modchip che permetterà di far andare versioni appositamente adattare del snes9x e del nesticle (anche se penso che nel frattempo hanno fatto roba più moderna) ?
    • Anonimo scrive:
      ...ma per fortuna queste non sono le ROM
      - Scritto da:
      ...ma spendere fino a 9 $$ per di giochi certo
      validi, ma vecchi come il cucco mi sembra
      esagerato...se non altro percè Nintendo ci ha già
      lucrato in passato, ed ora ripropone gli stessi
      titoli senza neanche un cambiamento (altro che
      innovazione!), non che la cosa in sè sia male,
      però il costo mi sembra oggettivamente troppo
      elevato...1 euro per ogni gioco mi sembrava già
      più
      ragionevole!Quoto in pieno la valutazione dei prezzi, è assurdo pagare più di 1$ per quelle ROM.Ma...PI ha topato alla grande :D Questi sono i prezzi dei giochi NUOVI scritti per girare sulla virtual console ;) Le ROM rimangono avvolte dal mistero per ora.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...ma per fortuna queste non sono le

        Le ROM rimangono avvolte dal mistero per ora.l'intervista di iwata non dice così....
Chiudi i commenti