Anche nella PA la banda larga Telecom

L'ex monopolista si propone con l'offerta Full Business Government, soluzione che comprende tutto quello che va dalla connettività nella Pubblica Amministrazione alla creazione di portali specializzati e alla fornitura di servizi. Uh!
L'ex monopolista si propone con l'offerta Full Business Government, soluzione che comprende tutto quello che va dalla connettività nella Pubblica Amministrazione alla creazione di portali specializzati e alla fornitura di servizi. Uh!


Roma – La banda larga di Telecom Italia protende i propri speranzosi tentacoli anche verso la Pubblica Amministrazione, con un’offerta di servizio che spazia dalla connettività alla creazione di portali informativi, allo sviluppo di servizi di supporto e via dicendo.

Telecom Italia Wireline ha lanciato Full Business Government, soluzione pensata per essere personalizzata dai diversi enti della PA che vogliono essere presenti online con servizi per “l’utente-cittadino”.

“Full Business Government – si legge in una nota di Telecom Italia Wireline – permetterà di realizzare un modello di E-Government nel quale la rete rappresenta la giusta infrastruttura per gestire in modo nuovo il territorio amministrato e costituisce un vero e proprio centro di relazioni con i cittadini”.

La formula utilizzata per l’acquisizione dei diversi servizi è quella del “pay per use”, un modello che dovrebbe consentire agli enti che aderiscono di gestire “in proprio” l’intero procedimento di installazione e mantenimento. Con in più la possibilità di interfacciare il tutto alla RUPA, la Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione.

Le diverse soluzioni previste da Telecom Italia per questa offerta possono essere personalizzate a seconda delle esigenze e, come si legge nella nota Telecom, “si avvalgono, nei processi di comunicazione tra P.A., cittadini e imprese, delle soluzioni di sicurezza di Telecom Italia Wireline, come ad esempio l’utilizzo di certificati digitali nelle attività di produzione e verifica dei documenti”.

Ma ecco il dettaglio delle offerte per la PA.


L’offerta Full Business Government prevede le seguenti soluzioni:

– “Portale Internet”. Si chiama proprio così l’apparato che secondo Telecom “consente all’ente di crearsi un proprio Portale di E-Government attraverso il quale vengono resi disponibili ai cittadini e alle imprese sia servizi di condivisione delle informazioni (e-mail, forum, chat, motore di ricerca, ecc..) sia di accesso a database informativi”.

– Servizi Interattivi. Aggiungono al “portale” funzionalità come: invio dei messaggi (via e-mail e Sms), accesso ai dati e ai procedimenti, consultazione e apertura delle pratiche.

– Servizi di sportello on line. Un ambiente che rende disponibili gli “strumenti” per realizzare i servizi di sportello in Internet (Ufficio Relazioni per il Pubblico on line e Sportello Unico per le attività produttive). “Con l’obiettivo – si legge nel comunicato Telecom – di ridurre tempi e costi per la fruizione e l’erogazione degli stessi (richiesta apertura/stato pratiche, autocertificazione, interazioni con altri Enti, informazioni di pubblica utilità ecc?).

– Servizi di Back Office. Offerta pensata per consentire all’ente di crearsi un “Portale Intranet” per l’automazione sia dei procedimenti interni (servizi per la comunicazione e la condivisione delle informazioni) sia della gestione documentale per le diverse aree di attività (anagrafe, stato civile, tributi, edilizia privata, personale, attività produttive, gare ed appalti, urbanistica).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 03 2001
Link copiato negli appunti