Andare sempre più su

Con un altimetro digitale multifunzione

A volte gli avventurieri dell’ultima ora o i professionisti dell’escursionismo, dello sci, dell’arrampicata e del paracadutismo possono sentire l’esigenza di dover conoscere l’altitudine raggiunta durante l’attività fisica. Per assolvere a questa necessità, giungono in aiuto agli sportivi gli altimetri, strumenti in grado di definire la quota alla quale ci si trova. Al di là degli altimetri analogici, quelli digitali sembrano aver avuto un discreto successo, a tal punto che accanto al prodotto professionale, di qualità e prezzo elevati, si affiancano tutta una serie di modelli molto più economici, come ad esempio il 6-in-1 Multifunction Mini Digital Altimeter, distribuito da Chinavasion .

Multifunction Mini Digital Altimeter

Per soli 10,33 euro si può portare a casa un altimetro digitale con schermo LCD da 1.1″ retroilluminato blu, in grado di informare l’utente sulla quota raggiunta, in un range che va da -700 metri di profondità a circa 8000 metri di altitudine rispetto al livello del mare, indifferentemente nel SI oppure nel sistema metrico inglese, con un’accuratezza di 1 metro/3 piedi. Il livello del mare può essere configurato e l’altimetro è anche in grado di memorizzare uno storico delle misure precedenti. L’altimetro indica anche la pressione barometrica da 300 a 1100 mbar (con un’accuratezza di 1mbar), la direzione, grazie ad una bussola digitale integrata calibrata con un campo magnetico esterno e dall’accuratezza di +/- 3 gradi, la temperatura da -10°C a 60°C, anche in gradi Fahrenheit, il meteo sulle 12/24 ore e garantisce la visualizzazione delle ore, dei minuti e dei secondi.

Attenzione però, perché non è tutto oro quel che luccica: Chinavasion dichiara che l’altimetro è costruito secondo criteri rugged , ma non viene indicata la classe di resistenza all’acqua, alle polveri ed alle cadute ed, inoltre, l’altimetro non riferisce la quota esatta alla quale l’utente si trova, quella che potrebbe essere rilevata con un segnale GPS, ma fornisce una stima basata sulla misurazione della pressione dell’aria.

L’altitudine di pressione è legata all’altitudine reale, ma subisce variazioni in funzione del meteo e delle variazioni barometriche. Il discostamento quindi dell’altitudine misurata dall’altimetro e quella reale potrebbe dunque essere significativo, a meno di un’apposita calibrazione ad una quota conosciuta, ogni volta che se ne rende necessario.

(via 7Gadgets )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • superbaby scrive:
    ma non è vero...
    ma non è vero che su redtube ci sono solo anteprime, ci sono pure filmati che durano anche 30/40 minuti, il giudice ha visto che non poteva più farsi le *** gratis e quindi si è inventato questa storiahttp://sesso-gratis.info
  • lellykelly scrive:
    è come se ms facesse
    causa ad un linux perchè è gratismagari eh...??
    • Franky scrive:
      Re: è come se ms facesse
      - Scritto da: lellykelly
      E' come se MS facesse causa ad un linux perchè è gratisMa infatti...e' semplicemente ridicolo...la libera concorrenza e' alla base della civilta' statunitense... la scusa della concorrenza sleale non regge... se la gente apprezza il tuo competitor piu' di te...non e' andando nei tribunali o chiedendo leggi speciali che te la caverai...ma solo applicando a tua volta un modello di business concorrenziale rispetto al tuo concorrente...poi mica siamo in Italia...dove si privilegia l'azienda ai danni del consumatore...li la tutela della libera concorrenza e del consumatore sono principi sacri...basti pensare alle class actions che vengono intentate alle multinazionali...e se un'azienda vende roba nociva alla salute avviene lo "sXXXXXXXmento" totale...qui da noi invece non si puo' dire nemmeno il nome dell'azienda...
  • Gino scrive:
    hqtube.com
    Che mi dite di hqtube.com? E' ancora peggio :D
    • Franky scrive:
      Re: hqtube.com
      - Scritto da: Gino
      Che mi dite di hqtube.com? Che e' pieno di virus...!!! stando ai rapporti su Mcfeesiteadvisor e Wot:http://www.siteadvisor.com/sites/hqtube.com?pip=true&premium=false&client_uid=2186118626&client_ver=3.3.0.176&client_type=IEPlugin&suite=false&aff_id=0&locale=it_it&os_ver=5.1.3.0&ref=safesearchhttp://www.mywot.com/it/scorecard/hqtube.com#page-1
  • uno qualsiasi scrive:
    Il modello di business è morto
    Il modello di business a pagamento è morto, e non solo per il XXXXX, ma per tutti i contenuti multimediali. Il XXXXX sarà semplicemente il primo a cadere (come, del resto, era stato tra i primi a svilupparsi), ma gli altri lo seguiranno presto.Chi si occupa di contenuti digitali deve cambiare drasticamente modello di business, e se non è abbastanza intelligente da rendersene conto verrà semplicemente spazzato via.
    • Regur Mortis scrive:
      Re: Il modello di business è morto
      spero di no senno siamo tutti nella XXXXX.Ti spiego una cosa semplice semplice, se non c'è nulla da vendere non c'è business anche la pubblicità che va tanto di moda ha come scopo ultimo vendere qualcosa.Quindi un economia senza nulla da vendere non ha futuro. penso più che altro che il business cambierà ci saranno ancora servizi a pagamento nn può essere altrimenti. Sopratutto nel XXXXX poi che si basa sulla vendita di film.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il modello di business è morto
        - Scritto da: Regur Mortis
        spero di no senno siamo tutti nella XXXXX.Perche'?
        Ti spiego una cosa semplice semplice, se non c'è
        nulla da vendere non c'è business anche la
        pubblicità che va tanto di moda ha come scopo
        ultimo vendere
        qualcosa.Ti spiego una cosa ancora piu' semplice: tutti i contenuti prodotti fino ad oggi sono talmente tanti che una vita non basta per fruirli tutti.Quindi non frega niente a nessuno se non ne verranno prodotti altri: uno ha sempre comunque qualcosa di nuovo.
        Quindi un economia senza nulla da vendere non ha
        futuro. Il futuro e' lo scambio, il riciclo e le fonti rinnovabili!
        penso più che altro che il business
        cambierà ci saranno ancora servizi a pagamento nn
        può essere altrimenti. Sopratutto nel XXXXX poi
        che si basa sulla vendita di
        film.Gia' oggi la quantita' del materiale amatoriale autoprodotto supera quella delle produzioni ufficiali.E' finita l'epoca dei contenuti a pagamento!
      • Anonymous scrive:
        Re: Il modello di business è morto

        Quindi un economia senza nulla da vendere non ha
        futuro. Anche un economia basata sul consumismo sfrenato, non ha alcun futuro. Ma è meglio non pensarci se non quando sarà troppo tardi.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Il modello di business è morto

        spero di no senno siamo tutti nella XXXXX.Non tutti... solo chi vende contenuti digitali.
        Ti spiego una cosa semplice semplice, se non c'è
        nulla da vendere non c'è business anche la
        pubblicità che va tanto di moda ha come scopo
        ultimo vendere
        qualcosa.Vendere cosa?
        Quindi un economia senza nulla da vendere non ha
        futuro.Ovvio; quindi, devi avere qualcosa da vendere: qualcosa di vendibile . E un film (o meglio: una copia di un film) non lo è, perchè ne vendi una sola e poi tutti fanno altre copie, che a loro costano molto meno e possono venderle a meno (o addirittura regalarle).
        penso più che altro che il business
        cambierà ci saranno ancora servizi a pagamentoTipo? Che genere di servizi?Devi fare un servizio che non sia un file duplicabile, ma qualcosa di diverso.
        Sopratutto nel XXXXX poi
        che si basa sulla vendita di
        film.La XXXXXgrafia è vecchia quanto l'uomo, se l'è sempre cavata, ed ha dovuto vedersela con ostacoli ben più gravi di questo. Non sparirà, ma prenderà altre forme.La vendita di film, invece, è finita. L'industria del XXXXX è la prima ad accorgersene, ma poi toccherà anche agli altri.Non puoi vendere una merce, se nessuno la vuole. E a nessuno importerà che tu sopravviva per continuare a venderla.
  • Regur Mortis scrive:
    sarà ma..
    Il giro di affari intorno al XXXXX è calato molto, molte società stanno chiudendo e non credo che avrebbero fatto causa a un sito come redtube se fosse pubblicità per loro.Il vero problema è che non è come un film del cinema che c'è il trailer e poi ti guardi la storia completa.Una volta che trovi il materiale per farti una pippetta ti bastano pure 5 minuti di video non ti serve un film di 2 ore.Insomma il XXXXX sta in crisi davvero (non come il cinema che dicono che sta in crisi e poi incassano miliardi) le vendite sono calate tantissimo e siti come xhamster (che praticamente ha anche film interi) e redtube hanno ucciso il mercato.Se sia buono o no non lo so ma il XXXXX non è mai stato in crisi (ovviamente parlo di chi produce) fino ad ora, ma sono anche sicuro che ne usciranno, senza bisogno di avvocati.
    • pronn scrive:
      Re: sarà ma..
      Ci sarà qualcuno che li guarda per la trama.
    • Franky scrive:
      Re: sarà ma..
      - Scritto da: Regur Mortis
      Il giro di affari intorno al XXXXX è calato
      molto, molte società stanno chiudendo e non credo
      che avrebbero fatto causa a un sito come redtube
      se fosse pubblicità per
      loro.
      Il vero problema è che non è come un film del
      cinema che c'è il trailer e poi ti guardi la
      storia
      completa.
      Una volta che trovi il materiale per farti una
      pippetta ti bastano pure 5 minuti di video non ti
      serve un film di 2
      ore.
      Insomma il XXXXX sta in crisi davvero (non come
      il cinema che dicono che sta in crisi e poi
      incassano miliardi) le vendite sono calate
      tantissimo e siti come xhamster (che praticamente
      ha anche film interi) e redtube hanno ucciso il
      mercato.
      Se sia buono o no non lo so ma il XXXXX non è mai
      stato in crisi (ovviamente parlo di chi produce)
      fino ad ora, ma sono anche sicuro che ne
      usciranno, senza bisogno di
      avvocati.mamma mia che tragedia...per questi poveri produttori...non possono piu' contare su siti che distribuivano filmati in cambio di soldi prelevati dalla carta di credito...(e tra le altre cose molti di questi siti che distribuivano filmati hard spesso presentavano dialer,spyware e trojan...)ora grazie alla rivoluzione web 2.0 troviamo redtube,youporn,myfemdom,fetishtube,megaerotic, e quindi milioni di video gratuiti senza infettare il pc... e i poverini non potranno piu' comprarsi il colino del the' di platino...si dovranno accontentare di quello d'oro...l'avete mai visto "The Fabulous Life" su MTV ? E' una trasmissione che vi fa vedere tutte le stravaganze ed il tenore di vita di cantanti,vip del mondo dello spettacolo, produttori e non solo...sono capaci di spendere 10000 dollari solo per un portafiori...od una torta....http://en.wikipedia.org/wiki/The_Fabulous_Life_of...poi non riesco a capire cosa vogliono...youtube,youporn,megavideo riescono a vivere e guadagnare con il modello pubblicitario perche' non lo possono fare anche loro facendo siti analoghi e mettendo a disposizione i propri contenuti gratuitamente ?Devono rompere per forza le scatole a tutti ?
      • Regur Mortis scrive:
        Re: sarà ma..
        Che centra Fabulous Life li parliamo di vip che guadagnano milioni di euro e che hanno dietro multinazionali e la pirateria non abbassa la fluenza al cinema anzi (come ha ammesso anche Warner Bros)...Qui parliamo di chi produce film per adulti che comunque hanno dei costi e spesso è difficile recuperare quello che si spende.Inoltre chi è interessato a fare pubblicità su un sito XXXXX come youporn? altri siti XXXXX ovviamente o webcam, ma se gli utenti vengono soddisfatti dai contenuti free quelle visite non convertono nulla.Gestire un sito XXXXX gratuito ha dei costi altissimi e dei guadagni bassissimi.Ovviamente ci sono delle eccezioni, i sextape delle celebrità vendono ancora abbastanza.Il problema comunque è che chi gira i film con le attrici (e attori) deve avere dei vantaggi altrimenti tutti si mettono a fare come youporn (violando a sua volta i copyright altrimenti non avrai mai abbastanza materiale per far concorrenza a youporn) e quindi ci troveremo con 20k siti tutti uguali con nessuno che produce e 0 XXXXX :Dovviamente troveranno una soluzione perchè col tempo siti come youporn implodono youporn usava sistemi poco puliti per fare soldi usando informazioni privati degli uteni. E ovviamente sono stati beccati e hanno detto oops è stato un errore di un programmatore zelante :D
        • BFidus scrive:
          Re: sarà ma..
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Regur Mortis

          youporn usava

          sistemi poco puliti per fare soldi usando

          informazioni privati degli uteni.

          Ma non c'e' mica la modalita' "porn mode" del
          browser?
          Ce l'hanno tutti tranne safari (che non si puo'
          usare per vedere il XXXXX per
          EULA)- Scritto da: panda rossa

          youporn usava

          sistemi poco puliti per fare soldi usando

          informazioni privati degli uteni.

          Ma non c'e' mica la modalita' "porn mode" del
          browser?
          Ce l'hanno tutti tranne safari (che non si puo'
          usare per vedere il XXXXX per
          EULA)La modalita' Porn mode, o "navigazione anonima" dovrebbe essere "anonima" solo in relazione al proprio PC, cioe' non lascia traccia dei siti visitati o delle password inserite, ad esempio nella cronologia del browser.Il nostro passaggio su un sito dovrebbe essere comunque tracciabile dal sito stesso.Quella di safari, invece e' solo una trollata gratuita, quindi non commento neanche....
          • panda rossa scrive:
            Re: sarà ma..
            - Scritto da: BFidus
            La modalita' Porn mode, o "navigazione anonima"
            dovrebbe essere "anonima" solo in relazione al
            proprio PC, cioe' non lascia traccia dei siti
            visitati o delle password inserite, ad esempio
            nella cronologia del
            browser.
            Il nostro passaggio su un sito dovrebbe essere
            comunque tracciabile dal sito
            stesso.Va bene, ma allora perche' si parla di sfruttamento dei dati privati?Il porn mode non salva in locale informazioni sulla navigazione di alcuni siti, ma mi aspetto che funzioni anche il viceversa, ovvero che alcuni siti non possano accedere ai cookies e ad altre info locali.
            Quella di safari, invece e' solo una trollata
            gratuita, quindi non commento
            neanche....Non commentare, ma non sono mica io quello che ha deciso che l'utente apple non possa avere acXXXXX al XXXXX.
          • Sgabbio scrive:
            Re: sarà ma..
            Ma solo nell'app store apple, anche se li hanno fatto un macello per risolvere poi un'altro problema che con il "XXXXX" centrava nulla.
        • Sgabbio scrive:
          Re: sarà ma..
          Su youporn ci sono i canali ufficiali di molte major del XXXXX.... Non so se l'hai notato.Comunque youporn aveva un sistema molto rudimentale per vedere se tu avevi navigato prima su un sito concorrente.
      • Sgabbio scrive:
        Re: sarà ma..
        youporn tra l'altro ha accordi con molto produttori, dove hanno i loro canali dove promuovono le loro attività
    • Sgabbio scrive:
      Re: sarà ma..
      A parte che siti che citi, rimuovono i film completi quando vengono segnalati (per questo che c'è un grande sucXXXXX di certe estensioni di firefox....), però le accuse fatte su siti come redtube e ridicola visto che ha praticamente solo i trailer dei loro film!Solo i portali XXXXX che sono ai primi passi mettono film interi :D
    • Anonymous scrive:
      Re: sarà ma..
      - Scritto da: Regur Mortis
      Il giro di affari intorno al XXXXX è calato
      molto, molte società stanno chiudendo e non credo
      che avrebbero fatto causa a un sito come redtube
      se fosse pubblicità per
      loro.Eh già. Colpa della pirateria e di portali come questi, indubbiamente. Del fatto che ci sia il culmine di una crisi finanziaria, causata dall'enorme quantitativo di paraculi, lecchini e vecchiacci dove non dovrebbero esserci (visto che ciò che stiamo vivendo non è dovuto da un cataclisma globale, ma semplicemente dalla massimalizzazione del vapore, creata anche al fine di creare una sorta di velo giustificazionalista, ogni qualvolta vi sia una qualche speculazione estrema, da parte dei soliti noti, cosa completamente assurda se si tiene i piedi per terra e si rimane nella propria semplicità), pertanto la gente sta economizzando sull'autoerotismo internettiano, quello no.E' come per la pirateria: film scaricato == mancato incasso. Eppur c'è gente che continua ad andare al cinema (il Cinecity da ste parti è SEMPRE pieno) e compra film e musiche. Ovviamente, scartando le XXXXXXcce (il che significa comprando solo un 5% di tutto quanto viene prodotto e spinto dalle Major del schiavismo culturale).Della serie: I bulletti picchiano il disabile? Colpa di Youtube e Google se l'opinione pubblica è venuto a saperlo. Tutto sto fatto doveva rimanere all'oscuro e la vittima essere umiliata al quadrato (in forma passiva) anche da questo.Complimenti per i '68ini ed il loro mondo naja-like. Io li brucerei vivi tutti.
      Il vero problema è che non è come un film del
      cinema che c'è il trailer e poi ti guardi la
      storia
      completa.
      Una volta che trovi il materiale per farti una
      pippetta ti bastano pure 5 minuti di video non ti
      serve un film di 2
      ore.
      Insomma il XXXXX sta in crisi davvero (non come
      il cinema che dicono che sta in crisi e poi
      incassano miliardi) le vendite sono calate
      tantissimo e siti come xhamster (che praticamente
      ha anche film interi) e redtube hanno ucciso il
      mercato.
      Se sia buono o no non lo so ma il XXXXX non è mai
      stato in crisi (ovviamente parlo di chi produce)
      fino ad ora, ma sono anche sicuro che ne
      usciranno, senza bisogno di
      avvocati.
  • The Dude scrive:
    Certo che...
    ...se ricevessi una lettera di diffida da una società che si chiama bangbros un pò mi preoccuperei....
Chiudi i commenti