Andreessen: che noia questi browser

Il papà di Mosaic e co-fondatore di Netscape critica l'assenza di innovazione nel campo dei browser Web e afferma che, dai tempi d'oro di Netscape a oggi, è cambiato pochissimo. Non tutti sono d'accordo


Londra – “Non c’è stata alcuna innovazione nei browser Web durante gli ultimi cinque anni”. È questa la critica, durissima, che il celebre co-fondatore di Netscape, Marc Andreessen, ha scagliato di recente contro il mondo dei browser Web, una categoria di software che, a suo dire, “da cinque anni a questa parte non ha mostrato cambiamenti”.

Probabilmente nessuno potrebbe muovere agli sviluppatori di browser un rimprovero più auterovole di quello di Andreessen, un geniaccio che, ancor prima di fondare una delle prime dotcom della storia, ideò l’interfaccia grafica utente del celebre Mosaic, il progenitore di tutti i navigatori per il World-Wide Web (WWW).

“La navigazione è imbarazzante. L’uso dei bookmark, dei pulsanti avanti e indietro… sono circa 18 quelle idee che avevamo avuto per il browser” (e che ancora sono lì, NdR), ha detto Andreessen in occasione di una sua visita a Londra, una città dove conta di aprire presto una filiale di Opsware , la società che ha co-fondato nel 1999 e che si occupa della gestione dei data-center di grosse aziende ed enti governativi.

È facile immaginare come Andreessen metta in cima alla lista degli imputati che hanno concorso a congelare l’innovazione nel settore dei browser proprio Microsoft, quel colosso che nella seconda metà degli anni ’90 vinse la storica “guerra dei browser” proprio con Netscape riuscendo a imporre sul mercato il suo Internet Explorer, oggi utilizzato da oltre il 90% degli utenti del Web.

Diversi sviluppatori ammettono che il modo di navigare sul Web non è cambiato molto in questi dieci anni, ma la colpa non è sempre di chi sviluppa i browser.

“Putroppo – ha dichiarato a Punto Informatico Marco Pesenti Gritti, ex maintainer del browser Galeon e attuale leader del progetto Epiphany – devo concordare con Andreessen. Qualcosa si muove ma troppo
lentamente. L’innovazione è bloccata dall’impossibilità di sbarazzarsi
dei detriti del passato (vedi configurazione della cache, selezione
degli encoding, ecc.), da specifice scritte senza preoccuparsi troppo
dell’utente, da tecnologie precedenti, come il file system, che sono
difficilmente “aggiornabili””.

In un’intervista rilasciata lo scorso marzo a PI, Gritti sostenne che “sono difficilmente prevedibili stravolgimenti fondamentali nelle caratteristiche base dell’interfaccia dei web browser (indirizzo, pagina, tasti di avanti e indietro…) o nelle modalità di creazione di pagine web. La sfida più importante sta nell’imparare a costruire pagine web veramente usabili con le tecnologie già disponibili”

Altri sviluppatori considerano le affermazioni di Andreessen troppo drastiche e approssimative.

“Il supporto alle mouse gestures, al tabbed browsing e ad ai CSS sono delle gran belle innovazioni”, ha scritto Ken Fisher su ArsTechnica.com. “Diamine, io penso che persino l’esistenza del progetto Mozilla sia una notevole innovazione. (…) Il progresso è stato fatto. Non sarà perfetto, ma è qui”.

Le dichiarazioni di Andreessen arrivano in coincidenza con il rilascio di due nuove versioni di Mozilla e Netscape e a poca distanza dal decimo anniversario della nascita di Mosaic, nato nel 1993. Questo browser, scaricato dai server dell’ NCSA oltre un milione di volte, diede un impulso straordinario alla Rete, tanto che negli anni seguenti il tasso di crescita annuo del traffico TCP/IP superò il 300%. Naturalmente il merito di questo non va solo ad Andreessen e al team di siluppo di Mosaic ma anche a Tim Berners-Lee, colui che nel 1992, alla guida di un’équipe del CERN di Ginevra, ideò il WWW.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ne venderanno un sacco
    Se faranno la stessa cosa con gli utenti consumer mi vedo già un boom di vendite di PC con linux a prezzi stracciati. Poi l'utente se lo porta a casa e ci installa una bella copia di Windows piratata.Meditate gente meditate
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne venderanno un sacco
      - Scritto da: Anonimo
      Se faranno la stessa cosa con gli utenti
      consumer mi vedo già un boom di vendite di
      PC con linux a prezzi stracciati. Poi
      l'utente se lo porta a casa e ci installa
      una bella copia di Windows piratata.

      Meditate gente meditatePrendere un PC senza sistema operativo risulta troppo difficile ?
  • mariotto scrive:
    una voce fuori dal coro
    salve, volevo innanzi tutto premettere che io non ho assolutamente nulla contro linux, e non sono assolutamente contento di sapere che c' è una azienda in difficolta. dico solo che se windows ha comquistato la stragrande maggioranza degli utenti il motivo non può essere solo la presunta concorrenza sleale di microsoft. l' unica cosa strana in windows e microsoft è l' enorme quantità di software pirata in circolazione; tutti i miei amici anno office pirata, photoshop pirata, cad pirata, ecc. effettivamente è difficile considerare microsoft e gli altri soltanto vittime di questa situazione ciao p. s. nel mio p c non c' è neanche l' ombra di un programma illegale
  • Anonimo scrive:
    Mandrake primo amore
    E' stata il mio primo amore. Pur avendo sul server, sul portatile e su un altro PC la Slack, Mandrake rimane sul mio desktop e sono contento così, mi ricorda il momento magico, quando grazie a lei ho mandato affan**** windows! :) sgang
  • Anonimo scrive:
    Si vede che hanno problemi
    Uso Mandrake da 3 anni ed ho notato che nell'ultimo anno sono stati parecchio in difficoltà. Prima erano sempre sveltissimi a rilasciare nuovi pacchetti, adesso a volte sono addirittura gli ultimi. Ad esempio per avere KDE 3.1 sono dovuto passare dalla 9.0 alla 9.1 perchè gli update non uscivano, mentre già al momento dell'annuncio di KDE 3.1 erano disponibili gli rpm per RedHat.Speriamo che risalgano la china perchè se vanno avanti così prima o poi cambio distro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si vede che hanno problemi
      - Scritto da: Anonimo
      Uso Mandrake da 3 anni ed ho notato che
      nell'ultimo anno sono stati parecchio in
      difficoltà. Prima erano sempre sveltissimi a
      rilasciare nuovi pacchetti, adesso a volte
      sono addirittura gli ultimi. Ad esempio per
      avere KDE 3.1 sono dovuto passare dalla 9.0
      alla 9.1 perchè gli update non uscivano,
      mentre già al momento dell'annuncio di KDE
      3.1 erano disponibili gli rpm per RedHat.
      Gli aggiornamenti per RedHat per release vecchienon erano certo ufficiali, bensi quellidel KDE group e quindi di qualità inferiore rispetto a quelliufficiali. E poi l'aggiornamento VERO e' proprioe' appunto in una versione piu' aggiornatadi una distribuzione. Te l'ha detto il medico chedevi stare tutta la vita sulla 9.0?
      Speriamo che risalgano la china perchè se
      vanno avanti così prima o poi cambio
      distro...Se ragioni da utente Windows, ovvero installitutti i cacchio di RPM che trovi in giro, ovunqueprovengano, solo perche' piu' nuovi...
  • MemoRemigi scrive:
    Grande Mandrake ! Anche Gentoo però...
    Intendiamoci, penso che Mandrake sia la distribuzione più facile da usare in assoluto e sono quindi contento che si sia ripresa.C'è da dire che non mi piace affatto il sistema di pacchetti RPM.Secondo me genera davvero troppe dipendenze, e se uno comincia a installare software non ufficiale (quindi non di mandrake, come non di redhat nel caso redhat) alla fine si ritrova con un sistema con librerie e pacchetti in conflitto fra loro.Ultimamente sono passato a Gentoo con enorme soddisfazione in quanto questi problemi non esistono e la distribuzione è costantemente aggiornata alle ultime versioni di OGNI programma e libreria.Certo, l'installazione è un po' lunga, in quanto non automatizzata, ma non per questo è difficile.Se uno sa leggere ed eseguire le istruzioni non è complessa, e anzi regala una certa libertà di configurazione agli utenti esperti.Addirittura si può installare un gentoo su un sistema in produzione, configurarla, e riavviare con gentoo.Certo anche il dover compilare i pacchetti no è da tutti, soprattutto se uno no ha una gran macchina.Penso quindi che ci vorrebbe una Mandrake con un altro meccanismo di packaging (si dice così?), in quanto tutto il resto in Mandrake è davvero eccezionale.Che ne pensate ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Mandrake ! Anche Gentoo però.
      - Scritto da: MemoRemigi

      Intendiamoci, penso che Mandrake sia la
      distribuzione più facile da usare in
      assoluto e sono quindi contento che si sia
      ripresa.Anch'io, distribuzione che ha davvero un grande merito:aiuta la gente comune a passare da windows a linux senza traumi. Ho tanti amici che si rifiutano e scappano alla sola vista della shell. Mandrake è una possibilità, almeno di far capire Linux a grandi linee. Gentoo è bellissima, l'ho provata, compilata (roonf...) ma prova a spiagare a un utonto windows come funziona, prova a spiegargli per es. solo il concetto di chroot.. :)Mandrake è veramente una grande opportunità per diffondere linux tra il popolo. sgang
  • SiN scrive:
    In bocca al lupo!
    cds
  • Skin Bracer scrive:
    W Mandrake!
    Proprio ieri sera ho installato la 9 su un P3 500 con 160 Mb di RAM ed una ATI Rage128 con 8Mb. Prima era mossa da Windows 2000, mossa si fa per dire perchè sembrava avesse un elefante morto sulla schiena, adesso è un missile! Sembra un'altra macchina!Sono felice per Mandrake, è forse l'unica distro che si avvicina di più a Windows e che potrà avvicinare così gli utenti di tale sistema a Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: W Mandrake!
      - Scritto da: Skin Bracer
      Proprio ieri sera ho installato la 9 su un
      P3 500 con 160 Mb di RAM ed una ATI Rage128
      con 8Mb. Prima era mossa da Windows 2000,
      mossa si fa per dire perchè sembrava avesse
      un elefante morto sulla schiena, adesso è un
      missile! Sembra un'altra macchina!Allora prova una Debian con un desktop leggero tipo Xfce... Il missile si trasforma nell'Enterprise...Comunque anche io sono contento per Mandrake, anche perchè anche io ci son passato....
      • Skin Bracer scrive:
        Re: W Mandrake!
        - Scritto da: Anonimo

        Allora prova una Debian con un desktop
        leggero tipo Xfce...
        Il missile si trasforma nell'Enterprise...

        Comunque anche io sono contento per
        Mandrake, anche perchè anche io ci son
        passato....Davvero? Non conosco la Debian, finora mi limito a MDK e RH, mi sono avvicinato da poco a Linux ed a quanto ho letto la Deb è più ostica da configurare.
        • Anonimo scrive:
          Re: W Mandrake!
          - Scritto da: Skin Bracer

          - Scritto da: Anonimo



          Allora prova una Debian con un desktop

          leggero tipo Xfce...

          Il missile si trasforma nell'Enterprise...



          Comunque anche io sono contento per

          Mandrake, anche perchè anche io ci son

          passato....

          Davvero? Non conosco la Debian, finora mi
          limito a MDK e RH, mi sono avvicinato da
          poco a Linux ed a quanto ho letto la Deb è
          più ostica da configurare.Non ha molti tool automatici o guidati di configurazione e quei pochi che ha si distaccano alquanto dalla mentalità punta & clicca. Rimane quindi un po' più difficile all'inizio. Quando ti ci abitui però trovi tutto logico e coerente. Senza contare che alla fine per forza di cose impari bene come funziona Linux. In ogni caso chi sa già usare una Mandrake studiandoci un po' sopra non ha grossi problemi a passare a Debian.Il fatto che sia una distribuzione molto meno automatizzata vuol dire che non ci sono cose più o meno inutili di default, con la conseguenza che risulta più veloce, stabile e sicura.Certamente puoi prenderti una Mandrake e configurartela a mano in modo da avere prestazioni simili ad una Debian (apt-get a parte...) ma a quel punto il gioco non vale la candela...Così come puoi anche installarti di tutto e di più su una Debian, ma a che pro ?
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Skin Bracer



            - Scritto da: Anonimo





            Allora prova una Debian con un desktop


            leggero tipo Xfce...


            Il missile si trasforma
            nell'Enterprise...





            Comunque anche io sono contento per


            Mandrake, anche perchè anche io ci son


            passato....



            Davvero? Non conosco la Debian, finora mi

            limito a MDK e RH, mi sono avvicinato da

            poco a Linux ed a quanto ho letto la Deb è

            più ostica da configurare.

            Non ha molti tool automatici o guidati di
            configurazione e quei pochi che ha si
            distaccano alquanto dalla mentalità punta &
            clicca. Rimane quindi un po' più difficile
            all'inizio. Quando ti ci abitui però trovi
            tutto logico e coerente. Senza contare che
            alla fine per forza di cose impari bene come
            funziona Linux. In ogni caso chi sa giàTanto vale che installi il FreeBSD o l'OpenBSDe impari ancora di piu'...
            usare una Mandrake studiandoci un po' sopra
            non ha grossi problemi a passare a Debian.

            Il fatto che sia una distribuzione molto
            meno automatizzata vuol dire che non ci sono
            cose più o meno inutili di default, con la
            conseguenza che risulta più veloce, stabile
            e sicura.

            Certamente puoi prenderti una Mandrake e
            configurartela a mano in modo da avere
            prestazioni simili ad una Debian (apt-get a
            parte...) ma a quel punto il gioco non vale
            la candela...urpmi ha le funzionalita' di apt-get. L'unica e'che forse gli script di postinstallazione di Debiansono piu' curati (anche perche' nella release"stable" i pacchetti sono di 64 anni fa...) e quindistabili...

            Così come puoi anche installarti di tutto e
            di più su una Debian, ma a che pro ?XFCE c'e' pure su Mandrake insieme adaltri 27212 mila Window Manager compreso sawfish.La lentezza del KDE e' che l'hanno diviso il27400 sottolibrerie e file...; paradossalmente usare ora un vecchio KDE 1.X su un PC da 1Ghze' anch'esso un missile...; purtroppo pero'le applicazioni sono pachidermiche separagonate agli equivalenti Windows: per esempioprovate a usare OpenOffice per leggere gli attach.DOC di mozilla... minimo ci va l'HD RAID da 100MB/s...Ovviamente gli stessi programmi funzionantidentro VMWare (sempre sulla medesima installazioneLinux) su Windows 2000 a cui si lasciano un 200MBdi RAM, schizzano via da paura...
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!
            - Scritto da: Anonimo....

            Non ha molti tool automatici o guidati di

            configurazione e quei pochi che ha si

            distaccano alquanto dalla mentalità punta
            &

            clicca. Rimane quindi un po' più
            difficile

            all'inizio. Quando ti ci abitui però trovi

            tutto logico e coerente. Senza contare che

            alla fine per forza di cose impari bene
            come

            funziona Linux. In ogni caso chi sa già

            Tanto vale che installi il FreeBSD o
            l'OpenBSD
            e impari ancora di piu'...Ogni tanto ci faccio un pensiero... .....

            Certamente puoi prenderti una Mandrake e

            configurartela a mano in modo da avere

            prestazioni simili ad una Debian (apt-get
            a

            parte...) ma a quel punto il gioco non
            vale

            la candela...

            urpmi ha le funzionalita' di apt-get.Ci sono arrivati dopo e, soprattutto, in maniera meno sofisticata.
            L'unica e'
            che forse gli script di postinstallazione di
            Debian
            sono piu' curati (anche perche' nella release
            "stable" i pacchetti sono di 64 anni fa...)
            e quindi
            stabili...Cosa centra l'età dei pacchetti con la tecnica di installazione ? Comunque se vuoi pacchetti aggiornati basta che ti installi la Sid....



            Così come puoi anche installarti di tutto
            e

            di più su una Debian, ma a che pro ?

            XFCE c'e' pure su Mandrake insieme ad
            altri 27212 mila Window Manager compreso
            sawfish.Certo... mica ho detto qualche cosa di diverso...
            La lentezza del KDE e' che l'hanno diviso il
            27400 sottolibrerie e file...;
            paradossalmente
            usare ora un vecchio KDE 1.X su un PC da 1Ghz
            e' anch'esso un missile...; purtroppo pero'
            le applicazioni sono pachidermiche se
            paragonate agli equivalenti Windows: per
            esempio
            provate a usare OpenOffice per leggere gli
            attach
            .DOC di mozilla... minimo ci va l'HD RAID da
            100MB/s...Così per curiosità... cosa centra OpenOffice con KDE ?
      • Anonimo scrive:
        Re: W Mandrake!

        Allora prova una Debian con un desktop
        leggero tipo Xfce...
        Il missile si trasforma nell'Enterprise...Hai detto bene, un desktop leggero, perchè KDE ormai è diventato un bradipo....Impiega meno tempo a caricarsi Win95osr2 di Linux+KDE a parità di macchina.....che tristezza.Piuttosto sono interessanti progetti come Xpde e Xfce, leggerezza, leggerezza.....Tamerlano
        • Anonimo scrive:
          Re: W Mandrake!
          - Scritto da: Anonimo

          Allora prova una Debian con un desktop

          leggero tipo Xfce...

          Il missile si trasforma nell'Enterprise...

          Hai detto bene, un desktop leggero, perchè
          KDE ormai è diventato un bradipo....A dire il vero KDE3 mi è sembrato (non lo uso...) decisamente più veloce di KDE2.
          Impiega meno tempo a caricarsi Win95osr2 di
          Linux+KDE a parità di macchina.....che
          tristezza.Beh, questo non mi stupisce. Fra Linux e Win95 direi che c'è una bella differenza. Piuttosto va confrontato con Win2000 e in questo caso i tempi sono grosso modo simili.
          Piuttosto sono interessanti progetti come
          Xpde e Xfce, leggerezza, leggerezza.....Xfce, soprattutto la versione 4 disponibile in beta, è veramente eccezionale. Molto bello, comodo, facile da usare, leggero e veloce. Mi stupisce sempre il fatto che sia un desktop manager di nicchia rispetto ai mattoni KDE e Gnome, e anche rispetto ad alcuni window manager molto leggeri, ma anche decisamente scarni.Di Xpde ho solo visto gli screenshoot senza mai provarlo... ma c'è un qualche cosa che non mi attira particolarmente... :-)
        • SiN scrive:
          Re: W Mandrake!
          - Scritto da: Anonimo
          Hai detto bene, un desktop leggero, perchè
          KDE ormai è diventato un bradipo....
          Impiega meno tempo a caricarsi Win95osr2 di
          Linux+KDE a parità di macchina.....che
          tristezza.Beh, fra i molti difetti di Win95 non c'era certo la pesantezza, almeno rispetto ai vari win uscito dopo.
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!

            Beh, fra i molti difetti di Win95 non c'era
            certo la pesantezza, almeno rispetto ai vari
            win uscito dopo.Non sono d'accordo, rispetto alle macchine che c'erano nel 1994 Win95 era pesantissimo, non per niente costrinse ad una ondata di upgrade. Poi certo intallato sulle macchine che sono uscite negli anni successivi era veloce, rispetto anche ai vari 98/Me/2000/XP, ma all'inizio...
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!

            Non sono d'accordo, rispetto alle macchine
            che c'erano nel 1994 Win95 era pesantissimo,
            non per niente costrinse ad una ondata di
            upgrade. Poi certo intallato sulle macchine
            che sono uscite negli anni successivi era
            veloce, rispetto anche ai vari
            98/Me/2000/XP, ma all'inizio...è così, ed è per questo che ho disinstallato Win2000 e installato un superpatchato win95OSR2 su un PIII600 64MB senza alcun problema di stabilità (come vuole il luogo comune).La cosa curiosa è che non mi serve assolutamente nulla di più di ciò che già mi offre win95, l'unica mancanza è USB, ed è qui che all'occorrenza subentra al volo un velocissimo linux zipslack su fat32....Risultato: tempo si startup di win95 (dalla pressione fisica del pulsante ON alla freccia del cursore sul desktop) : 60 secondi secchi.Tempo di spegnimento: 5 secondi secchi.Con win2000: tempo di accensione 4 minuti (!!)tempo di spegnimento: 1 minuto e mezzo (!!!)Con Linux 2.4.20+KDE3.1.2 i tempi sono superiori a win95, ma ovviamente il cuore del sistema non è certo paragonabile al buon vecchio DOS.....Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!
            - Scritto da: Anonimo


            Non sono d'accordo, rispetto alle macchine

            che c'erano nel 1994 Win95 era
            pesantissimo,

            non per niente costrinse ad una ondata di

            upgrade. Poi certo intallato sulle
            macchine

            che sono uscite negli anni successivi era

            veloce, rispetto anche ai vari

            98/Me/2000/XP, ma all'inizio...

            è così, ed è per questo che ho disinstallato
            Win2000 e installato un superpatchato
            win95OSR2 su un PIII600 64MB senza alcun
            problema di stabilità (come vuole il luogo
            comune).Alla faccia del luogo comune, ci sono fotografie delle schemrate blu del 95 ovunque!
            La cosa curiosa è che non mi serve
            assolutamente nulla di più di ciò che già mi
            offre win95, l'unica mancanza è USB, ed èmhm... la mia R2 ha il supporto USBCiao, Krecker
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!

            Alla faccia del luogo comune, ci sono
            fotografie delle schemrate blu del 95
            ovunque!Credimi, sarei così fesso da tenermi un sistema operativo home che crasha ogni mezzora ?E' solo un problema di tuning che forse pochi sanno approcciare perchè occorre conoscere bene i punti deboli del sistema e come ovviare ad essi.Al massimo mi crasha il browser 3 volte a settimana, usando Opera e non IE, un compromesso per me accettabilissimo se consideri che hai la sensazione di lavorare su un P4 a 2Ghz....Ma i crash ce li hai anche con Win2000 e con Xfree86. E' ovvio che non potrei mai usarlo come server o per applicazioni di gaming spinto, ma per le mie esigenze medie ti assicuro di non avvertire alcuna lacuna implementativa a parte USB come ho detto (risolta con una zipslack). Tamerlano
          • SiN scrive:
            Re: W Mandrake!
            - Scritto da: Anonimo
            E' solo un problema di tuning che forse
            pochi sanno approcciare perchè occorre
            conoscere bene i punti deboli del sistema e
            come ovviare ad essi.TI dirò, grazie a un buon lavoro di configurazione, ho anch'io un Win95 ragionevolmente stabile, ma certo questo non ne fa un monolite.Certo è MOLTO più stabile di certi WinXP mal configurati che ho visto
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!

            TI dirò, grazie a un buon lavoro di
            configurazione, ho anch'io un Win95
            ragionevolmente stabile, ma certo questo non
            ne fa un monolite.E' così, bisogna essere in grado di farlo, ed ovviamente l'utente medio può solo vedere crash a ripetizione. Per quanto mi riguarda è un ottimo compromesso prestazioni/stabilità per un PC sotto il Giga, ma è cosa certamente per pochi e dipende essenzialmente dalle reali esigenze da coprire.Tamerlano
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!
            - Scritto da: Anonimo
            ....
            è così, ed è per questo che ho disinstallato
            Win2000 e installato un superpatchato
            win95OSR2 su un PIII600 64MB senza alcun
            problema di stabilità (come vuole il luogo
            comune).Certo che Win2000 con 64MB vuol dire farsi del male.... Anche perchè la macchina non è recente, ma di certo non è ancora da buttare....
          • Anonimo scrive:
            Re: W Mandrake!

            Certo che Win2000 con 64MB vuol dire farsi
            del male.... Anche perchè la macchina non è
            recente, ma di certo non è ancora da
            buttare....in realtà i tempi di win2000professional sono stati presi da un PIII600 128MB.E' curioso come sia necessario usare un hardware del 2000 per lavorare decentemente con un sistema operativo del 1995, questo fa riflettere......Vorrà dire che metterò da parte una copia di WinXP per usarla nel PC entry level che comprerò nel 2006......Tamerlano
      • Anonimo scrive:
        Re: W Mandrake!
        - Scritto da: Anonimo

        Allora prova una Debian con un desktop
        leggero tipo Xfce... Il missile si trasforma
        nell'Enterprise...debian con Xfce? ...eh... la provero'... appena trovo una debian sui CD di qualche rivista del settore (a settembre ne uscira' di certo qualcuna), la compro e la provo..Per ora uso Mandrake 9.1 e va da dio !!grazie del consiglio.
  • Anonimo scrive:
    ottimo
    è una società che ha fatto tanto per portare i winzozziani su linux e basterà dare il proprio contributo per portare avanti le loro idee .... non costa poi neanche molto rispetto alle altre distribuzioni la mandrake!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ottimo
      - Scritto da: Anonimo
      è una società che ha fatto tanto per portare
      i winzozziani su linux e basterà dare il
      proprio contributo per portare avanti le
      loro idee .... non costa poi neanche molto
      rispetto alle altre distribuzioni la
      mandrake!!!
      Si poi effettivamente la distro non mi sembra male, anzi...Certo che per i puristi ed estremisti, linux dovrebbe essere tutto ancora sulla riga di comando ... ma a me importa nulla ho provato anche RED HAT e SUSE.... ma francamente Mandrake la preferisco tanto usate fino ad un certo livello.... fanno tutte la stessa cosa.Strano che ancora non c'è il TROLL di turno.... che parla di Windows o altre menate....
      • Anonimo scrive:
        Re: ottimo

        Si poi effettivamente la distro non mi
        sembra male, anzi...
        Certo che per i puristi ed estremisti, linux
        dovrebbe essere tutto ancora sulla riga di
        comando ... ma a me importa nulla ho provato
        anche RED HAT e SUSE.... ma francamente
        Mandrake la preferisco tanto usate fino ad
        un certo livello.... fanno tutte la stessa
        cosa.Concordo! E' una distribuzione molto curata e quella a mio avviso che ha la più semplice procedura di installazione (supportando molte lingue compresa quella italiana). Questa notizia mi ha risollevato il morale, mi sarebbe dispiaciuto che l' azienda facesse una brutta fine, non se lo meritava!
Chiudi i commenti