Android 7.0, il nuovo OS non è per tutti

Avviata la distribuzione della nuova versione, piattaforma che si tiene al passo con gli ultimi trend della realtà virtuale. Sacrificando qualche terminale più datato

Roma – Dopo aver svelato la nuova identità dolciaria di Android più di un mese fa, Google è in queste ore impegnata a far partire la distribuzione dell’ultima release dell’OS mobile come aggiornamento per i dispositivi compatibili. Che sono pochi, almeno per il momento, e con qualche notabile eccezione. Le novità, invece, sono molte e già ampiamente discusse nel periodo di beta-testing del sistema.

Android 7.0 “Nougat” arriverà prima di tutto sui terminali Nexus 6, Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus 9, Nexus Player, Pixel C e General Mobile 4G come aggiornamento software over-the-air , rivela Google, così come riceveranno la versione definitiva dell’OS anche tutti i dispositivi che hanno partecipato al test della beta; altri dispositivi “croccanti” equipaggiati con Nougat sono in arrivo, dice la corporation, con il terminale V20 di LG a fare da apripista alla nuova generazione androide.

Nougat include più di 250 nuove funzionalità, conferma Mountain View, che rendono l’OS mobile più “personal” che mai grazie al supporto esteso alle emoji, le impostazioni veloci semplificate, il supporto a più di una lingua locale. Android 7.0 è poi più produttivo grazie alla gestione di due app in contemporanea sullo stesso schermo, più “intelligente” nei consumi energetici, più immersivo grazie alle API di nuova generazione Vulkan e alla piattaforma per la realtà virtuale Daydream, più sicuro con l’installazione degli aggiornamenti in background, la crittografia individuale dei file e la funzionalità Direct Boot per avvii più veloci e a prova di hacker.

Il cosiddetto “multitasking” di Android 7.0, vale a dire la possibilità di far girare due diverse app una di fianco all’altra, è sicuramente uno dei punti di interesse del nuovo OS nonostante la compatibilità ballerina , una funzionalità che qualifica Nougat come un sistema pensato per rendere più capaci e versatili soprattutto i dispositivi con schermo di dimensioni extra-large .

Le tante novità di Android 7.0 non saranno in ogni caso accessibili ai proprietari di Nexus 5 , che a tutt’oggi rappresenta uno dei terminali di Google più apprezzati dal pubblico, mentre per quanto riguarda il futuro della piattaforma mobile si parla di aggiornamenti distribuiti con cadenza regolare e preview per sviluppatori a tutto spiano.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Izio01 scrive:
    Boh
    Le internet radio tematiche esistono già, e sono gratuite. Non capisco proprio che vantaggio avrei, pagando cinque dollari al mese per il servizio di Pandora. Niente pubblicità? Non mi pare che le internet radio facciano pubblicità. Se la fanno, è decisamente meno invasiva di quella sulle radio tradizionali, altrimenti me ne ricorderei.
Chiudi i commenti