Android Auto, basta lo smartphone

La versione 2.0 dell'app, che gira sui device muniti della versione 5.0 Lollipop o successive dell'OS di Google, si rende disponibile anche per gli utenti alla guida di auto non compatibili

Roma – A circa due anni del rilascio di Android Auto , il sistema ideato da Mountain View per meglio integrare gli smartphone con le automobili, fornendo ai conducenti una maniera più semplice e sicura per accedere alle informazioni di cui necessitano, o all’infotainment, attraverso comandi vocali o semplificati, Google ha deciso di rendere disponibile tali funzionalità direttamente sullo schermo degli smartphone, consentendo in tal modo di renderle fruibili sulle auto che non le integrino in maniera nativa.

Android Auto 2.0

Lanciando Android Auto 2.0 sullo smartphone, si apre a pieno schermo un navigatore più adatto all’uso mentre si è al volante, mostrando mappe e pulsanti simili a quelli resi disponibili sugli schermi delle auto compatibili con Android Auto. Ad oggi si contano circa 220 modelli, nei vari segmenti di mercato, di oltre 20 case automobilistiche di tutto il mondo, comprese le italiane FCA e Maserati. L’aggiornamento dell’app offre anche la possibilità di avviare automaticamente Android Auto con la connessione di un dispositivo Bluetooth: disponendo di questa funzionalità nel proprio veicolo veicolo, è possibile avviare automaticamente Android Auto sul proprio telefono non appena si entra in macchina. L’app è disponibile in una trentina di nazioni, tra le quali l’Italia, l’Austria, la Francia, l’Irlanda, la Germania, il Regno Unito e la Spagna. La lista completa è disponibile sul sito ufficiale di Android Auto.

Android Auto 2.0

L’app, che si scarica normalmente da Google Play, offre una serie di funzionalità pensate per non distrarre l’utente durante la guida. Oltre al già citato navigatore semplificato, che funziona anche con comandi vocali, è possibile accedere a playlist musicali, podcast o attività recenti con una serie di scorciatoie, oltre ad una selezione di stazioni che offrono “musica per la guida”. Analogamente, alcune funzioni sono bloccate, in modo da evitare distrazioni mentre si è al volante. Non è possibile, ad esempio, sfogliare la libreria musicale o eseguire ricerche attraverso una tastiera virtuale. Le funzionalità avanzate sono accessibili solo attraverso la ricerca vocale. Naturalmente, l’interfaccia di Android Auto semplifica le modalità di chiamata e risposta per le conversazioni telefoniche e per gli SMS, anche attraverso una serie di risposte automatiche accessibili con un solo tocco sullo schermo.

Thomas Zaffino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kabir scrive:
    chi controlla il controllore
    Un bel servizio, ma quello che mi preoccupa è che sia un'azienda a svolgerlo e a decidere chi deve essere indicizzato e chi no.Oltretutto un'azienda che fa parte di un oligopolio di pochi operatori, in cui ha anche la maggioranza.
    • lorenzo scrive:
      Re: chi controlla il controllore
      Fatti eleggere presidente del consiglio e fonda un google pubblico ...
      • Il fuddaro scrive:
        Re: chi controlla il controllore
        - Scritto da: lorenzo
        Fatti eleggere presidente del consiglio e fonda
        un google pubblico
        ...Ma come l'abbiamo già il nostro 'tecnologico' nella sfera più alta dei politici, twitta persino le scorregge che fà e su moglie che ha GRANDE naso riesce a distinguere la flautolenza del marito da quelle fatte dal XXXXne di Michela la ex first lady. (rotfl)
      • kabir scrive:
        Re: chi controlla il controllore
        Non posso farmi eleggere per ogni singola cosa che non mi quadra.Non mi basterebbero 100 vite.
    • panda rossa scrive:
      Re: chi controlla il controllore
      - Scritto da: kabir
      Un bel servizio, ma quello che mi preoccupa è che
      sia un'azienda a svolgerlo e a decidere chi deve
      essere indicizzato e chi
      no.Quale medico ti ha prescritto di utilizzare i servizi di questa azienda?
      Oltretutto un'azienda che fa parte di un
      oligopolio di pochi operatori, in cui ha anche la
      maggioranza.Potrebbe anche avere un unico dittatore assoluto, che cosa cambia?Per quale motivo ti hanno prescritto di utilizzare questa azienda?
      • kabir scrive:
        Re: chi controlla il controllore
        Non capisco cosa dici: è Google che usa noi, non il contrario.Se non te ne sei accorto, fai un giro nel web, e se hai un sito, guarda da dove arriva la maggioranza dei tuoi utenti.Per evitare le sterili polemiche che ti accompagnano ovunque in questo forum, non posterò nient'altro, così sarai contento di avere l'ultima parola, che sembra essere la cosa che ti interessa di più.
        • panda rossa scrive:
          Re: chi controlla il controllore
          - Scritto da: kabir
          Non capisco cosa dici: è Google che usa noi, non
          il
          contrario.
          Se non te ne sei accorto, fai un giro nel web, e
          se hai un sito, guarda da dove arriva la
          maggioranza dei tuoi
          utenti.

          Per evitare le sterili polemiche che ti
          accompagnano ovunque in questo forum, non posterò
          nient'altro, così sarai contento di avere
          l'ultima parola, che sembra essere la cosa che ti
          interessa di
          più.robots.txtUser-agent: *Disallow: /
    • stantio scrive:
      Re: chi controlla il controllore
      - Scritto da: kabir
      Un bel servizio, ma quello che mi preoccupa è che
      sia un'azienda a svolgerlo e a decidere chi deve
      essere indicizzato e chi
      no.
      Oltretutto un'azienda che fa parte di un
      oligopolio di pochi operatori, in cui ha anche la
      maggioranza.il punto è che se rendi qualcosa pubblico poi non puoi lamentarti se gli altri lo guardano (o lo indicizzano)
Chiudi i commenti