Android, il giorno di Lollipop

Google annuncia l'avvio della distribuzione di Android 5.0, un profondo redesign dell'OS mobile che viene prima di tutto mostrato sui gadget Nexus, e sul tablet Nexus 9 in particolare

Roma – A breve distanza dalla presentazione ufficiale di Android Lollipop 5.0 , Google ha in queste ore comunicato l’ avvio della distribuzione del sistema operativo mobile destinato a cambiare in maniera radicale l’esperienza Android sotto tutti i punti di vista: interfaccia grafica, performance, durata della batteria e tutto quanto.

Protagonista assoluto di Lollipop è ovviamente il design Material, che Google spiega di aver realizzato ispirandosi a materiali reali come carta e inchiostro con l’obiettivo di creare una “gerarchia chiara” e di focalizzare l’attenzione sui contenuti, facendo ampio uso di colori marcati e di una tipografia in grassetto.

Lo sviluppo e l’implementazione del design Material hanno richiesto uno sforzo ingente distribuito sull’intero corpo aziendale di Google, rivela il vice-presidente del design Android Matias Duarte, con la collaborazione tra diverse divisioni della corporation e la sfida sempre crescente posta dal passaggio da una fase del re-design all’altra.

Il risultato di questi sforzi è costituito dal più importante ed esteso aggiornamento alla piattaforma Android pubblicato negli ultimi anni, un update che coinvolge tutti i componenti dell’OS dalla GUI al nuovo centro notifiche passando per le performance migliorate, la durata della batteria ottimizzata, i nuovi meccanismi di sicurezza, il supporto integrato ai profili utente multipli e via elencando.

Android “Lollipop” 5.0 è arrivato, ma precisamente dove lo si trova? La distribuzione dell’upgrade parte dai nuovi dispositivi Nexus , per cui è Google a decidere quando e come aggiornare, mentre per i terminali già in commercio occorrerà attendere notizie dai produttori di terze parti.

Uno dei gadget a sfoggiare Lollipop in anteprima è Nexus 9, tablet realizzato da HTC di cui si è tanto chiacchierato in questi mesi e che finalmente arriva sul mercato : lo schermo ultra-definito da 8,9″ (2048×1536 pixel e 288ppi) si lascia osservare, il SoC Tegra K1 di NVIDIA (CPU ARM dual-core da 2,3GHz) fa il suo lavoro in quanto a potenza di calcolo e la durata della batteria rispetta le specifiche (quasi 10 ore guardando video o navigando sul Web con il WiFi), mentre il prezzo a partire da 400 dollari non gioca a favore di un dispositivo che deve vedersela con Apple iPad, la concorrenza sempre più spietata degli altri tablet e i sistemi Windows (l’OS per computer, non per gadget mobile) sempre più economici e abbordabili.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Etype scrive:
    io cancello
    - Scritto da: Etype
    vietato criticare gli articoli?
    Un riciclo è sempre un riciclo.giusto per chiarire che non racconto palle:4 agostohttp://punto-informatico.it/4111708/PI/News/microsoft-denuncia-samsung-non-vuole-pagare.aspx6 ottobrehttp://punto-informatico.it/4153270/PI/News/microsoft-samsung-debito-oltre-un-miliardo.aspx4 novembrehttp://punto-informatico.it/4176355/PI/News/samsung-microsoft-piu-nokia-uguale-problemi-antitrust.aspx#postIl copia incolla funziona, ms 2 parole in più per spiegarci non farebbero male.
  • Alvaro Vitali scrive:
    Piccola precisazione
    I brevetti Android di cui si parla non sono di Microsoft; sono stati acquistati da Microsoft.La precisazione è necessaria visto che Microsoft, in tutta la sua storia, non ha mai scritto neppure un bit dei software che commercializza.
    • Nauseato scrive:
      Re: Piccola precisazione
      - Scritto da: Alvaro Vitali
      I brevetti Android di cui si parla non sono di
      Microsoft; sono stati acquistati da
      Microsoft.
      La precisazione è necessaria visto che Microsoft,
      in tutta la sua storia, non ha mai scritto
      neppure un bit dei software che
      commercializza.Ma dai, non posso crederci, forse ti riferisci al solo codice sfruttato da Android, che lei non ha mai scritto. Non posso pensare che tutta la M$ sia da sempre un'immensa bolla di fumo che "patent-trolla" su codice altrui... Sempre più nauseato....
      • Darth Vader scrive:
        Re: Piccola precisazione
        - Scritto da: Nauseato
        - Scritto da: Alvaro Vitali

        I brevetti Android di cui si parla non sono di

        Microsoft; sono stati acquistati da

        Microsoft.

        La precisazione è necessaria visto che
        Microsoft,

        in tutta la sua storia, non ha mai scritto

        neppure un bit dei software che

        commercializza.

        Ma dai, non posso crederci, forse ti riferisci al
        solo codice sfruttato da Android, che lei non ha
        mai scritto.

        Non posso pensare che tutta la M$ sia da sempre
        un'immensa bolla di fumo che "patent-trolla" su
        codice altrui...Infatti il tizio sopra ha scritto una stupidaggine. Non è infrequente nei talebani anti-MS.
        • Alvaro Vitali scrive:
          Re: Piccola precisazione
          - Scritto da: Darth Vader

          Infatti il tizio sopra ha scritto una
          stupidaggine. Non è infrequente nei talebani anti-MS.Dimostrami che ho scritto una stupidaggine.L'interprete BASIC per ATARI lo comprarono dal suo sviluppatore; non fu quindi Bill Gates a svilupparlo.MS-DOS fu clonato dal CP/M con la complicità di uno sviluppatore infedele della Digital.Windows fu clonato da OS/2 grazie anche a quei fessi di IBM che misero il loro codice sorgente nelle mani di Bill Gates.La prima versione "seria" di Windows fu Windows 2000, interamente riscritta da Compaq utilizzando parti consistenti di FreeBSD.Excell fu sviluppato da Pioneer Software (a casa ho ancora dei vecchissimi manuali) che lo clonò da Lotus 123, con conseguente causa legale.IE nacque dal codice sorgente di Mosaic, fornito a M$ da sviluppatori infedeli contrari al progetto Netscape.La sofisticata tecnologia OLE (che permette ai programmi Windows di interagire tra loro) fu trafugata da M$ alla Wang Corporation con conseguente causa legale.Il famoso DoubleSpace, che ai tempi del DOS permetteva di raddoppiare lo spazio su disco, fu trafugato alla Stacker Inc con conseguente causa legale.E potrei continuare all'infinito.
          • Etype scrive:
            Re: Piccola precisazione
            continua pure, ma i software che esistono ora hanno ben poco da spartire con quelli degli anni 90...
  • Etype scrive:
    Il riciclo imperante
    - Scritto da: Etype
    vietato criticare gli articoli?
    Un riciclo è sempre un riciclo.giusto per chiarire che non racconto palle:4 agostohttp://punto-informatico.it/4111708/PI/News/microsoft-denuncia-samsung-non-vuole-pagare.aspx6 ottobrehttp://punto-informatico.it/4153270/PI/News/microsoft-samsung-debito-oltre-un-miliardo.aspx4 novembrehttp://punto-informatico.it/4176355/PI/News/samsung-microsoft-piu-nokia-uguale-problemi-antitrust.aspx#postIl copia incolla funziona, ms 2 parole in più per spiegarci non farebbero male.
    • Etype scrive:
      Re: Il riciclo imperante
      le cose sono 2:1) vi vergognate del copia incolla e volete nasconderlo2) ritenete legittimo il copia incolla, allora non cancellate chi vi fa notare la cosaQuale delle due?4 agostohttp://punto-informatico.it/4111708/PI/News/microsoft-denuncia-samsung-non-vuole-pagare.aspx6 ottobrehttp://punto-informatico.it/4153270/PI/News/microsoft-samsung-debito-oltre-un-miliardo.aspx4 novembrehttp://punto-informatico.it/4176355/PI/News/samsung-microsoft-piu-nokia-uguale-problemi-antitrust.aspx#post
  • Etype scrive:
    vietato criticare???
    vietato criticare gli articoli?Un riciclo è sempre un riciclo.
    • Etype scrive:
      Re: vietato criticare???
      - Scritto da: Etype
      vietato criticare gli articoli?
      Un riciclo è sempre un riciclo.giusto per chiarire che non racconto palle:4 agostohttp://punto-informatico.it/4111708/PI/News/microsoft-denuncia-samsung-non-vuole-pagare.aspx6 ottobrehttp://punto-informatico.it/4153270/PI/News/microsoft-samsung-debito-oltre-un-miliardo.aspx4 novembrehttp://punto-informatico.it/4176355/PI/News/samsung-microsoft-piu-nokia-uguale-problemi-antitrust.aspx#postIl copia incolla funziona, ms 2 parole in più per spiegarci non farebbero male.
  • Etype scrive:
    Riciclo
    Io riciclo...Tu ricicli...Vi siete riciclati un articolo vecchio?In questo articolo rileggo paro paro una frase che già non si capiva la prima volta che l'avete scritta e che resta ben poco chiara:"secondo Redmond l'accordo originale non coprirebbe Nokia, che sarebbe libera di raccogliere royalty da Samsung, mentre quest'ultima non potrebbe pretendere alcunché dalla produzione dei dispositivi legati a Nokia."Tradotto?Nokia prendeva soldi da Samsung -
    Su che? Non era Microsoft a raccogliere le royalty da Samsung?Samsung prendeva soldi da Nokia, ma non può più pretendere royalty -
    Anche qui, su che? Perché non può più?Aspetto spiegazioni da qualcuno che abbia capito meglio di me...
Chiudi i commenti