Android N, anteprima in anticipo

Google accorcia i tempi rilasciando una prima versione preliminare della nuova release di Android, così da permettere agli sviluppatori di sperimentare le nuove funzionalità incluse nell'OS per smartphone e tablet

Roma – La distribuzione di una nuova versione di Android è generalmente materiale per la conferenza Google I/O di maggio, ma questa volta Mountain View ha deciso di gestire le cose diversamente anticipando l’arrivo della “Developer Preview” di Android N di almeno tre mesi.

Android N

L’annuncio arriva dal blog ufficiale : gli sviluppatori interessati possono scaricare la preview del nuovo sistema mobile e testarlo sui (pochi) terminali ufficialmente inclusi nella lista dei dispositivi supportati, vale a dire Nexus 6, Nexus 5X, Nexus 6P, Nexus Player, Nexus 9, e Pixel C. Quest’ultimo è disponibile per l’acquisto con uno sconto di 150 dollari.

Tra le molte novità che prevedibilmente caratterizzeranno Android N, Google mette in evidenza il supporto alle app multi-finestra (benvenuto, Windows 3.1) ridimensionabili e con integrato il drag&drop dei dati, la visualizzazione picture-in-picture, una funzionalità di notifiche completamente rivista.

Ulteriori migliorie del nuovo OS mobile includono un risparmio energetico ancora più efficace tramite l’uso della funzionalità Doze, e il supporto ottimizzato alla versione 8 di Java all’interno del “Java Android Compiler Kit” (meglio noto come “Jack”).

Google dice di voler fornire la preview del nuovo Android in anticipo sui tempi per raccogliere subito i pareri degli sviluppatori, un modo per contrastare lo strapotere di Apple iOS sul fronte dei gadget hi-end – vale a dire il mercato più profittevole in ambito mobile.

Ma la piattaforma Android deve affrontare una serie di problemi che su ecosistema Apple pesano molto meno, primo fra tutti la frammentazione : gli ultimi dati ufficiali assegnano un 2,3 per cento di market share alla versione 6.0 del sistema (Marshmallow), mentre le due release di Lollipop (5.0 e 5.1) pesano per 36,1 per cento e KitKat (4.4) scende al terzo posto con il 34,3 per cento.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti