Angry Birds, dalla bancarotta alle stelle

Dopo aver sfiorato il disastro finanziario, il game developer Rovio sarà investito da una pioggia da 42 milioni di dollari. In programma lo sbarco su Facebook. E magari un cartone animato

Roma – Numeri da capogiro , che hanno di fatto lanciato il game developer finlandese Rovio ai vertici dell’intrattenimento mobile . Più di 40 milioni di utenti attivi al mese hanno così assicurato alla società nordeuropea una massiva iniezione di fondi, dopo aver vissuto a lungo sull’orlo della bancarotta.

Gli investitori sono dunque accorsi in massa, alla luce del brillante successo ottenuto in ambito mobile dall’ormai arcinoto Angry Birds . I piccoli uccelli adirati hanno ora fruttato ai vertici di Rovio una cifra pari a 42 milioni di dollari , assicurati dalla società di capitali Accel Partners , già finanziatrice di colossi social come Facebook.

E proprio alla piattaforma di Mark Zuckerberg verrà dedicata una nuova versione di Angry Birds , in arrivo a maggio con una serie di nuove feature dal sapore sempre più social. Tra i finanziatori della società finlandese c’è anche Atomico Ventures , creata dal co-founder di Skype Niklas Zennstrom.

Lo stesso Zennstrom salirà a bordo di Rovio, alla ricerca di nuove strategie di crescita per uno dei giochi casual più popolari su iPhone e dispositivi basati su Android. “Non ho mai visto un prodotto online che sia cresciuto così velocemente come Angry Birds ha spiegato Zennstrom – è cresciuto ancora più velocemente di Skype”.

Una crescita che molto ha dovuto anche al merchandising, con circa 2 milioni di pupazzi venduti in tutto il mondo . L’obiettivo di Rovio sembra ormai chiaro : trasformare Angry Birds nello Sponge Bob della generazione iPhone. Pare infatti che sia in programma una serie a cartoni animati, che porterebbe l’azienda finlandese a diventare come una sorta di Pixar del casual gaming .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome cognome scrive:
    brava bioware
    Un piccolo passo per una software house, un passo da gigante nella lotta al bimbominchismo.Blizzard, prendi esempio !
    • steve81 scrive:
      Re: brava bioware

      Blizzard, prendi esempio !Peccato che Mass Effect 2 e Dragon Age, a differenza di wow, siano single player.
  • ephestione scrive:
    A quanto pare bioware non è sola
    http://imgur.com/gallery/xkhUI-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2011 14.25-----------------------------------------------------------
  • Sauro scrive:
    Peggio per voi
    Io con razor1911 e RELOADED gioco senza problemi.
Chiudi i commenti