Anonymous, il DDoS e le manette spagnole

Colpito il sito ufficiale della polizia iberica, in seguito all'arresto di tre hacker collegati agli attacchi al PlayStation Network. Il collettivo minaccia altre ritorsioni

Roma – “Non perdoniamo i vostri attacchi alla libertà. Non perdoniamo la vostra ignoranza. Attendete la rivoluzione”. Così è terminato un recente messaggio inviato dall’ormai noto collettivo hacker degli Anonymous ai vertici del corpo nazionale di polizia spagnolo. Una vera e propria dichiarazione di guerra informatica, lanciata dal gruppo di cyberattivisti e subito denominata Operation Policia .

In sostanza , un nuovo attacco DDoS ha colpito la Página Oficial del Cuerpo Nacional de Policía policia.es – rendendola inaccessibile per diverse ore nella scorsa giornata di sabato. “Questo attacco è in diretta risposta agli arresti di venerdì – si può leggere tra le righe del comunicato diramato da Anonymous – delle tre persone associate ad atti di cyberdisobbedienza civile a noi attribuiti”.

Appena 24 ore prima un gruppo formato da tre hacker era stato catturato dalla stessa polizia spagnola, accusato di aver partecipato attivamente alla recente ondata di attacchi nei confronti del PlayStation Network (PSN) di Sony. Stando ai dettagli rilasciati dagli agenti, i tre hacker avrebbero inoltre cercato di rubare e pubblicare online numerose informazioni su politici ed ufficiali di polizia spagnoli .

Gli stessi agenti iberici – in collaborazione con alcuni tecnici informatici – sarebbero riusciti ad analizzare milioni di singole frasi, scambiate via chat dai tre presunti membri di Anonymous. Nell’agguerrito messaggio alla polizia è stato però sottolineato come i suddetti hacker non possano in alcun modo rappresentare degli esponenti del collettivo . “Non esistono leader in Anonymous – si legge ancora – Anonymous non è basato sulla distinzione personale”.

Nel frattempo , pare che i principali account social della cosiddetta Operation India – altra iniziativa DDoS del gruppo degli Anonimi – siano all’improvviso stati cancellati. Spariti nel nulla, sia la relativa pagina Facebook che l’account su Twitter . Proprio sui social network era montata la protesta popolare dopo l’arresto dei tre hacker legati ai cyberdissidenti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pinco pallino scrive:
    fanno lo stesso con berlusconi ed altri
    si saranno abituati a ragionare illogicamente considerando le sentenze di un giudice come un optional insignificante al fine di definire la colpevolezza di una persona?
  • Grammmmm scrive:
    Giudice mediatico
    Il giudice mediatico condannerà il medico, la democrazia vince sempre e il potere democratico non va mai toccato!!
  • OsFor scrive:
    Cito l'articolo
    "Nei 76 commenti appiccicati su quella bacheca non ne ho trovato nessuno che sottolineasse l'inopportunità di una simile pubblica esposizione. La maggioranza dei commentatori, come è comprensibile, esprimono rabbia e vicinanza ai genitori del piccolo, altri utilizzano un simile spazio pubblico per offendere pesantemente il medico ritratto nella foto ma nessuno, nemmeno uno, che si sia dato la pena di dissociarsi da un simile pubblico proXXXXX sommario con rapida condanna annessa"...probabilmente le persone con un po' di intelligenza erano altrove... ;-)e comunque si sa che esprimere un ragionamento compiuto (e magari in dissenso), in certe sedi può essere assai scomodo (per stare all'attualità, non è un caso che i nostri costituenti - che erano politici seri - avessero previsto che i referendum dovessero raggiungere un quorum... e lo scrivo dopo avere espresso TRE SI ed UN NO (secondo acqua)),mi viene da pensare ai commenti quando succedono atti di cronaca dove sono protagonisti zingari (come se gli italiani non bevessero, non si drogassero, non rubassero ecc.)"Quello che maggiormente mi colpisce è esattamente questa assoluta concordanza: decine di persone unite nel ritenere normale, comprensibile o perfino sacrosanta una iniziativa del genere. Abbiamo sempre immaginato l'esistenza di una qualche forma di intelligenza collettiva nei sistemi aperti di comunicazione in Rete capace, se non di dimostrarsi prevalente, quanto meno di dar segno di sé. Ecco, occorre sottolineare che oggi questo semplicemente non è avvenuto, lo shock emotivo ha prevalso sul ragionamento, una sorta di ben noto "conformismo digitale" ha serrato i ranghi di un comune sentire, tanto imbarazzante quanto reale ed ampiamente condiviso"Niente da aggiungere, solo da concordare...
    • panda rossa scrive:
      Re: Cito l'articolo
      - Scritto da: OsFor
      e lo scrivo dopo avere espresso TRE
      SI ed UN NO (secondo
      acqua)),E non ti sei vergognato del tuo no?L'acqua deve essere come tutti i beni immateriali e infinitamente replicabili: LIBERA E GRATUITA.Chi vuole speculare sull'acqua, lo faccia col vino, che funziona.Il giorno che avrai sete, ti chiedero' dei soldi, ma tanti!Per fortuna che la maggioranza degli italiani si e' dimostrata piu' intelligente.
      • OsFor scrive:
        Re: Cito l'articolo
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: OsFor

        e lo scrivo dopo avere espresso TRE

        SI ed UN NO (secondo acqua)),

        E non ti sei vergognato del tuo no?Premesso che con un inizio del genere ti meriteresti solo di essere mandato a quel paese (chi credi di essere? mi hai fatto crescere tu? ti devo qualcosa? credi di essere l'unico a capire qualcosa in questo mondo eh),avrò la pazienza di risponderti, una tantum perché è pure troppo.Stai scherzando? Non ti sei vergognato tu di esserti "bevuto" una campagna mediatica basata sulle bufale? (ciò non toglie che molti che hanno votato SI sapessero benissimo cosa votavano, ma altrettanti non lo sapevano affatto).Non è un caso che i "padri costituenti" così adorati da certuni avessero previsto che il referendum dovesse raggiungere un quorum.Il referendum, di per sé, "semplifica ciò che è complesso", nel senso deteriore. E' una democrazia diretta, ma non risolve i problemi: serve solo ad evitare abusi, ma la politica è un'altra cosa (ed è anche molto più faticosa)
        L'acqua deve essere come tutti i beni immateriali
        e infinitamente replicabili: LIBERA E GRATUITA.E' un bene immateriale? :-)) FANTASTICA! la tua ossessione per il copyright...GRATUITA? :-) benissimo, peccato che deve anche essere PORTATA a casa nostra,a meno che non ti vada il sistema che usano in Africa, partire la mattina col secchio in testa..
        Chi vuole speculare sull'acqua, lo faccia col
        vino, che funziona.guarda che l'acqua la paghi anche alle società pubbliche, non te la portano gratis (ma tu forse sei collegato ai tubi del vicino... visto che l'acqua è immateriale non è un furto :-) )
        Il giorno che avrai sete, ti chiedero' dei soldi,
        ma tanti!Bla bla bla.. sarei curioso di vedere la tua dichiarazione dei redditi, quanti ne conosco che chiacchierano ma poi il loro pezzetto di contributo al bene comune se lo scordano nel proprio portafogli
        Per fortuna che la maggioranza degli italiani si
        e' dimostrata piu' intelligente.per fortuna, di una intelligenza direi sfacciata :-)un bel brindisi! con l'acqua, naturalmenteanche un tizio come Franco Bassanini è un idiota, ovviamente, servo del potere ecc. ecc....http://democraticieriformisti.wordpress.com/2011/06/09/franco-bassanini-sui-referendum-sull%E2%80%99acqua/
        • panda rossa scrive:
          Re: Cito l'articolo
          - Scritto da: OsFor
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: OsFor


          e lo scrivo dopo avere espresso TRE


          SI ed UN NO (secondo acqua)),



          E non ti sei vergognato del tuo no?

          Premesso che con un inizio del genere ti
          meriteresti solo di essere mandato a quel paese
          (chi credi di essere? mi hai fatto crescere tu?
          ti devo qualcosa? credi di essere l'unico a
          capire qualcosa in questo mondo
          eh),
          avrò la pazienza di risponderti, una tantum
          perché è pure
          troppo.Questo e' un forum.Se vieni qui a dire delle cose, devi aspettarti anche qualcosa di diverso dagli applausi.Io comunque non sono nessuno: esattamente come te.
          Stai scherzando? Non ti sei vergognato tu di
          esserti "bevuto" una campagna mediatica basata
          sulle bufale? (ciò non toglie che molti che hanno
          votato SI sapessero benissimo cosa votavano, ma
          altrettanti non lo sapevano
          affatto).Mi pare che te la sia bevuta tu la campagna mediatica basata sulle bufale.Perche' i casi sono due: o fai parte del consiglio di amministrazione di qualche multiutility di speculatori dell'acqua pubblica, oppure sei un masochista.
          Non è un caso che i "padri costituenti" così
          adorati da certuni avessero previsto che il
          referendum dovesse raggiungere un
          quorum.I quali cosi' decisero pensando che il voto fosse un diritto inalienabile di democrazia.Non pensavano certo che qualche antidemocratico pensasse di realizzare i suoi porci comodi invitando la gente a non votare.
          Il referendum, di per sé, "semplifica ciò che è
          complesso", nel senso deteriore. E' una
          democrazia diretta, ma non risolve i problemi:
          serve solo ad evitare abusi, ma la politica è
          un'altra cosa (ed è anche molto più faticosa)La politica e' una cosa semplicissima.Sono i maneggi dei politicanti ad essere faticosi.

          L'acqua deve essere come tutti i beni
          immateriali

          e infinitamente replicabili: LIBERA E GRATUITA.

          E' un bene immateriale? :-)) FANTASTICA! la tua
          ossessione per il copyright...Quale parte di "come" non ti e' chiara?
          GRATUITA? :-) benissimo, peccato che deve anche
          essere PORTATA a casa nostra,Certo. In quel caso paghi il servizio di trasporto dell'acqua fino a casa tua, non l'acqua.E al servizio, in quanto tale, si puo' anche rinunciare, e fare da se', con libero acXXXXX alle fonti. Esattamente come per i files.
          a meno che non ti vada il sistema che usano in
          Africa, partire la mattina col secchio in
          testa..A me non va che me lo impediscano!Poi e' una mia scelta decidere se avvalermene o se pagare qualcuno che lo faccia per me.

          Chi vuole speculare sull'acqua, lo faccia col

          vino, che funziona.

          guarda che l'acqua la paghi anche alle società
          pubbliche, non te la portano gratis (ma tu forse
          sei collegato ai tubi del vicino... visto che
          l'acqua è immateriale non è un furto :-) )Io l'acqua la pago per scelta.E pago il servizio per quello che costa.Non ci devono essere parassiti speculatori di mezzo.Se a te che mi vuoi offrire il trasporto dell'acqua fino a casa, ti costa 100, io ti pago 100, non 107 come era fino a ieri.E se portarmi l'acqua fino a casa per 100 non ti sta bene, quello e' il cancello del campo e quella e' la zappa!

          Il giorno che avrai sete, ti chiedero' dei
          soldi,

          ma tanti!

          Bla bla bla.. sarei curioso di vedere la tua
          dichiarazione dei redditi, quanti ne conosco che
          chiacchierano ma poi il loro pezzetto di
          contributo al bene comune se lo scordano nel
          proprio
          portafogliEccone un altro che misura tutto coi soldi!

          Per fortuna che la maggioranza degli italiani si

          e' dimostrata piu' intelligente.

          per fortuna, di una intelligenza direi sfacciata
          :-)
          un bel brindisi! con l'acqua, naturalmenteSalute![img]http://www.etabetta.it/wp-content/uploads/2009/10/bicchiere_acqua_1b1.jpg[/img]
          anche un tizio come Franco Bassanini è un idiota,
          ovviamente, servo del potere ecc.
          ecc....
          http://democraticieriformisti.wordpress.com/2011/0Bassanini chi e'?Che motivo ha per sostenere una tesi che va contro l'interesse pubblico?
          • shevathas scrive:
            Re: Cito l'articolo

            Mi pare che te la sia bevuta tu la campagna
            mediatica basata sulle
            bufale.
            Perche' i casi sono due: o fai parte del
            consiglio di amministrazione di qualche
            multiutility di speculatori dell'acqua pubblica,
            oppure sei un
            masochista.
            o forse è uno che crede che non esistano i tubi open source e i lavori di allaccio li faccia una community di idraulici.
            Certo. In quel caso paghi il servizio di
            trasporto dell'acqua fino a casa tua, non
            l'acqua.
            E al servizio, in quanto tale, si puo' anche
            rinunciare, e fare da se', con libero acXXXXX
            alle fonti. Esattamente come per i
            files.
            nessuno ti punta una pistola alla tempia e ti impone di allacciarti all'acqua, puoi andare con secchi e contenitori alle fonti, qui in sardegna si fa ancora.
            A me non va che me lo impediscano!
            Poi e' una mia scelta decidere se avvalermene o
            se pagare qualcuno che lo faccia per
            me.
            nessuno te lo impedisce ma, se commissioni il servizio di depurazione dell'acqua, di raccolta e di canalizzazione. Cosa che fai con la richiesta di allaccio quei servizi li devi pagare.
            Io l'acqua la pago per scelta.
            E pago il servizio per quello che costa.
            Non ci devono essere parassiti speculatori di
            mezzo.
            Se a te che mi vuoi offrire il trasporto
            dell'acqua fino a casa, ti costa 100, io ti pago
            100, non 107 come era fino a
            ieri.domani paghi 150. di cui (100 + 30 per mantenere il CDA della società di gestione della risorsa pubblica + 10 di interessi e garanzie sul mutuo alla banca, visto che il comune non aveva i soldi da anticipare +10 di creste varie.)
            Bassanini chi e'?
            Che motivo ha per sostenere una tesi che va
            contro l'interesse
            pubblico?il "pasto gratis" è un argomento che interessa molto al pubblico, peccato che vada contro la realtà.
          • OsFor scrive:
            Re: Cito l'articolo
            - Scritto da: panda rossa
            Questo e' un forum.
            Se vieni qui a dire delle cose, devi aspettarti
            anche qualcosa di diverso dagli applausi.vergognarsi non è un aggettivo come un altroIO non ho offeso nessuno, ho solo scritto che avevo dato 3 SI ed un NO,e mi permetto di pensare che forse IO ci ho pensato di più di come fare rispetto a chi ha votato 4 SI, probabilmente senza fare la fatica che ho fatto io per capire le cose
            Perche' i casi sono due: o fai parte del
            consiglio di amministrazione di qualche
            multiutility di speculatori dell'acqua pubblica,
            oppure sei un masochista.terza possibilità: sono un realista, guardo come funzionano le cose, e vedo che l'acqua a casa mia non arriva da sola (soprattutto quella potabile)
            I quali cosi' decisero pensando che il voto fosse
            un diritto inalienabile di democrazia.
            Non pensavano certo che qualche antidemocratico
            pensasse di realizzare i suoi porci comodi
            invitando la gente a non votare.Altrove la gente va a votare alle politiche molto meno che da noi, eppure non vengono considerati paesi non democraticiIl voto non è un obbligo, ed il meccanismo di voto è fondamentale,vedi le politiche dove a seconda dei sistemi si fanno o meno le alleanze.In Italia, per come si è evoluto il referendum, se vuoi dire NO devi non votare, altrimenti di fatto è come votare SI

            GRATUITA? :-) benissimo, peccato che deve anche

            essere PORTATA a casa nostra,

            Certo. In quel caso paghi il servizio di
            trasporto dell'acqua fino a casa tua, non l'acqua.infatti è quello che paghi in bolletta. Tant'è che sei vai ai fontanelli pubblici, nessuno ti chiede niente (per la verità, quell'acqua lì viene pagata con le tasse di tutti, infrastruttura di trasporto compresa)
            E al servizio, in quanto tale, si puo' anche
            rinunciare, e fare da se', con libero acXXXXX
            alle fonti. Esattamente come per i files.ah ecco, vuoi potabilizzarti l'acqua da solo :-). Per risparmiare (mediamente) 2-3 euro al metro cubo :-)
            Se a te che mi vuoi offrire il trasporto
            dell'acqua fino a casa, ti costa 100, io ti pago
            100, non 107 come era fino a ieri.
            E se portarmi l'acqua fino a casa per 100 non ti
            sta bene, quello e' il cancello del campo e
            quella e' la zappa!beata ingenuità
            Eccone un altro che misura tutto coi soldi!già, e tu non hai risposto... :-)
            Bassanini chi e'?
            Che motivo ha per sostenere una tesi che va
            contro l'interesse pubblico?mah, forse questo?:http://www3.lastampa.it/focus/referendum2011/articolo/lstp/406996/
      • OsFor scrive:
        Re: Cito l'articolo
        - Scritto da: panda rossa
        E non ti sei vergognato del tuo no?A parte le altre risposte sparite, ho trovato questo link davvero interessante, è la società citata l'altra sera da Grillo ad Anno Zero:http://www.publiacqua.it/chi-siamo/valori/lacqua-pubblica
        Per fortuna che la maggioranza degli italiani si
        e' dimostrata piu' intelligente.già :-)
        • OsFor scrive:
          Re: Cito l'articolo
          - Scritto da: OsFor
          http://www.publiacqua.it/chi-siamo/valori/lacqua-pufff, il link non è diretto: a destra è riportato un articolo de l'Unità del 25 marzo 2011...
          • panda rossa scrive:
            Re: Cito l'articolo
            - Scritto da: OsFor
            - Scritto da: OsFor


            http://www.publiacqua.it/chi-siamo/valori/lacqua-p

            ufff, il link non è diretto: a destra è riportato
            un articolo de l'Unità del 25 marzo
            2011...Io continuo a non capire.Si dice che le multiutility dell'acqua adesso dovranno chiedere al comune i soldi e il comune sara' costretto a mettere tasse.Embe'?Se c'e' da pagare, si paga.Solo che invece di pagare direttamente la societa' idrica, si paghera' una tassa comunale SOLO PER QUEI COMUNI CHE AVRANNO BISOGNO DI RICORRERE ALLA TASSA.Viene impedita la speculazione, viene impedito il profitto, viene impedito il ricatto.Rigirando le cose: per il consumatore, alla peggo le cose non cambiano, ma possono solo migliorare.Le aziende idriche invece sono scontente.Io faccio 1+1 e vedo che risulta 2, quindi e' stato un bene che abbiano vinto i si.
      • OsFor scrive:
        Re: Cito l'articolo
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: OsFor

        e lo scrivo dopo avere espresso TRE

        SI ed UN NO (secondo

        acqua)),

        E non ti sei vergognato del tuo no?E per finirla... :-)io ho scelto in "scienza e coscienza", come si dice, cioè mi sono un po' informato (credo molto molto di più della stragrande maggioranza dei SI che hanno votato praticamente solo sullo slogan, senza nemmeno sapere di cosa parlavano, e non è una battuta, la "privatizzazione" di cui s'è scritto con la legge c'entra pochissimo, l'acqua "è" pubblica per norma di legge, almeno per ora) ed ho deciso che c'erano elementi che mi suggerivano una demagogia, così, come ho deciso "in scienza e coscienza" per i 3 SI, ho deciso per un NO. Sapevo ovviamente in partenza che i SI avrebbero stravinto, ma io sono abituato a portare le mie idee anche quando sono scomode. Se siano sbagliate o meno, questo è anche opinabile.Per chi volesse approfondire cosa comporta l'esito dei referendum nel concreto, ieri La Stampa ha pubblicato tre articoli (abbastanza brevi) che mi sembrano sufficientemente precisi ed equilibrati.Alla prossima ;-)
        L'acqua deve essere come tutti i beni immateriali
        e infinitamente replicabili: LIBERA E
        GRATUITA.avevi ragione nel tuo post "sparito" che mi era sfuggito il "come"...
    • pippO scrive:
      Re: Cito l'articolo
      - Scritto da: OsFor
      probabilmente le persone con un po' di
      intelligenza erano altrove...
      ;-)
      e comunque si sa che esprimere un ragionamento
      compiuto (e magari in dissenso), in certe sedi
      può essere assai scomodo (per stare
      all'attualità, non è un caso che i nostri
      costituenti - che erano politici seri - avessero
      previsto che i referendum dovessero raggiungere
      un quorum...Purtroppo pensavano di essere in un paese serio, non in quello dei balocchi :'(
    • OsFor scrive:
      Re: Cito l'articolo
      - Scritto da: OsForsono spariti 3-4 commenti :-(amen, non ho tempo e voglia di riscrivere i miei,magari riappaiono più tardi
      • panda rossa scrive:
        Re: Cito l'articolo
        - Scritto da: OsFor
        - Scritto da: OsFor

        sono spariti 3-4 commenti :-(
        amen, non ho tempo e voglia di riscrivere i miei,
        magari riappaiono più tardiNon riappaiono.Un messaggio e' stato censurato, e tutti quelli sotto di lui lo hanno seguito inesorabilmente.Succede.
        • OsFor scrive:
          Re: Cito l'articolo
          - Scritto da: panda rossa
          Non riappaiono.
          Un messaggio e' stato censurato, e tutti quelli
          sotto di lui lo hanno seguito
          inesorabilmente.

          Succede.cioè, TU mi offendi (vergognati non è un commento: si deve vergognare chi stupra o delinque, io ho solo espresso la mia opinione; poi mi dai anche del cretino) e "loro" censurano ME?... :-))PUNTO INFORMATICO!!!! AHOOOOO!!! forse perché ero OT, voglio sperare?
          • panda rossa scrive:
            Re: Cito l'articolo
            - Scritto da: OsFor
            - Scritto da: panda rossa

            Non riappaiono.

            Un messaggio e' stato censurato, e tutti quelli

            sotto di lui lo hanno seguito

            inesorabilmente.



            Succede.

            cioè, TU mi offendi (vergognati non è un
            commento: si deve vergognare chi stupra o
            delinque, io ho solo espresso la mia opinione;
            poi mi dai anche del cretino) e "loro" censurano
            ME?...
            :-))No. Loro hanno censurato un messaggio (probabilmente proprio il mio che diceva "vergongati", non so, non rileggo le cose gia' lette), e quando un messaggio viene censurato, tutte le risposte dipendenti da quello subiscono la stessa sorte.Funziona cosi' qua dentro, non bisogna prenderla sul personale.

            PUNTO INFORMATICO!!!! AHOOOOO!!! forse perché ero
            OT, voglio
            sperare?Si, puo' essere.Cosi' come e' molto probabile che spariranno pure questi.
          • OsFor scrive:
            Re: Cito l'articolo
            - Scritto da: panda rossa
            No. Loro hanno censurato un messaggio
            (probabilmente proprio il mio che diceva
            "vergongati", non so, non rileggo le cose gia'
            lette)no, hanno tolto il mio di risposta al tuo.A proposito, preciso: quando scrivo "censura" è in senso lato, non voglio accusare PI di censura, hanno applicato la loro policy, probabilmente secondo loro sono stato offensivo, o avevo messo qualche link "scomodo" (politico) e/o ero OT.
            e quando un messaggio viene censurato,
            tutte le risposte dipendenti da quello subiscono
            la stessa sorte.

            Funziona cosi' qua dentro, non bisogna prenderla
            sul personale.Infatti, non la prendo sul personale.Qui siamo tutti ospiti ;-)amen
  • Dottor Stranamore scrive:
    Togliamo Internet ai privati
    Lasciamo ai privati la possibilità di collegarsi solo con i siti della Pubblica Amministrazione. Via tutto il resto a partire da Facebook che è una mina vagante contro la privacy dei cittadini.Mi sembra ormai chiaro che Internet è uno strumento che non va dato a chiunque. È come dare teoricamente una pistola senza il porto d'armi. La privacy è minacciata, i nostri dati possono essere carpiti dagli hacker come è capitato con Sony (Gmail anche è stata attaccata ma non so sino a che punto). La pirateria è alle stelle. La XXXXXgrafia accessibile anche a chi non dovrebbe accedervi. Volgarità e violenza si leggono ovunque. Dietro l'anonimato ognuno mostra il lato peggiore di se e su Facebook dove non si è anonimi è anche peggio, la gente mostra il proprio modo d'essere che forse è più inquietante del lato peggiore.Anche il caso del blogger che si era inventato quella donna siriana non ha fatto fare una bella figura a Internet, come lo stesso Mantellini dice sul suo blog.Concordo con lui, ma anche con Elthon John che propone di chiudere la rete almeno per un anno.
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Togliamo Internet ai privati
      Bravo, inizia tu a non pubblicare più qui intanto. Immagino che all'anagrafe figuri proprio come Dottor Stranamore, vero?Ecco bravo... ora torna a mettere le dita nelle prese...
      • panda rossa scrive:
        Re: Togliamo Internet ai privati
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        Bravo, inizia tu a non pubblicare più qui
        intanto. Immagino che all'anagrafe figuri proprio
        come Dottor Stranamore,
        vero?

        Ecco bravo... ora torna a mettere le dita nelle
        prese...[img]http://a6.sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc4/148339_168645459832433_137499809613665_405937_4358286_n.jpg[/img]
      • ruppolo scrive:
        Re: Togliamo Internet ai privati
        Ti senti punto su vivo, eh?
    • ma per favore scrive:
      Re: Togliamo Internet ai privati
      - Scritto da: Dottor Stranamore
      Concordo con lui, ma anche con Elthon John che
      propone di chiudere la rete almeno per un
      annoEh certo... chiudiamo Internet... nessuna conseguenza sull'economia, sui posti di lavoro, sulle comunicazioni, sul traffico aereo etc, eh... il fatto che tu non veda quanto demente sia questa affermazione la dice lunga sulla tua intelligenza.
    • ruppolo scrive:
      Re: Togliamo Internet ai privati
      Internet è la chiara dimostrazione che l'essere umano non è in grado di gestire la propria libertà e vivere in armonia col mondo. Il desiderio di prevaricazione supera tutto. Togliere Internet ai privati è pura utopia, anche se migliorerbbe in modo decisivo la qualità dello strumento.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Togliamo Internet ai privati

        Togliere Internet ai privati è pura utopia, anche
        se migliorerbbe in modo decisivo la qualità dello
        strumento.Anche togliere i computer a te e agli altri utonti come te migliorerebbe l'informatica. Eppure te l'abbiamo sempre lasciato. Ora vediamo che è stato un grave errore.
        • ruppolo scrive:
          Re: Togliamo Internet ai privati
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Togliere Internet ai privati è pura utopia,
          anche

          se migliorerbbe in modo decisivo la qualità
          dello

          strumento.

          Anche togliere i computer a te e agli altri
          utonti come te migliorerebbe l'informatica.
          Eppure te l'abbiamo sempre lasciato. Ora vediamo
          che è stato un grave
          errore.Hai già fatto i compiti, oggi?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Togliamo Internet ai privati

      Mi sembra ormai chiaro che Internet è uno
      strumento che non va dato a chiunque. A te, no di sicuro. Ma a te non va data nemmeno una macchina. Anzi, uno come te non va proprio lasciato nemmeno in casa da solo.
  • Mighael scrive:
    Su facebook non siamo mai noistessi...
    sembra un controsenso ma è cosi siamo tutti riconosciuti da nome e cognome per questo non esprimiamo mai o quasi mai il nostro pensiero davanti a immagini del genere la gente non si è fermata più di tanto a riflettere, d'altronde che figura ci fai con gli amici se difendi un medico magari affermato e ricco e non i genitori di un bambino morto? se facebook fosse stato anonimo sono sicuro che le reazioni sarebbero diverse proprio per questo va difesa la libertà di rimanere anonimi nella rete, perchè su certi temi non si devono avere peli sulla lingua e non si deve avere paura di reazioni di amici e parenti.P.S.76 commenti non sono nulla probabilmente sono tutti amici tra di loro quei 76 :D
    • ruppolo scrive:
      Re: Su facebook non siamo mai noistessi...
      Non si deve avere peli sulla lingua, ma essere codardi si, vero?
      • sentinel scrive:
        Re: Su facebook non siamo mai noistessi...
        - Scritto da: ruppolo
        Non si deve avere peli sulla lingua, ma essere
        codardi si,
        vero?perché, a te piacerebbe ricevere le classiche ritorsioni poi?
        • ruppolo scrive:
          Re: Su facebook non siamo mai noistessi...
          - Scritto da: sentinel
          - Scritto da: ruppolo

          Non si deve avere peli sulla lingua, ma essere

          codardi si,

          vero?

          perché, a te piacerebbe ricevere le classiche
          ritorsioni
          poi?Treccani:"Codardo: Di persona che, per viltà e pusillanimità, evita di affrontare rischi o pericoli".
          • sentinel scrive:
            Re: Su facebook non siamo mai noistessi...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: sentinel

            - Scritto da: ruppolo


            Non si deve avere peli sulla lingua, ma essere


            codardi si,


            vero?



            perché, a te piacerebbe ricevere le classiche

            ritorsioni

            poi?

            Treccani:
            "Codardo: Di persona che, per viltà e
            pusillanimità, evita di affrontare rischi o
            pericoli".Itagliano medio:"AOH! E chessò io, più fesso dell'altri?"p.s. treccani lasciala ai "professoroni".
    • sentinel scrive:
      Re: Su facebook non siamo mai noistessi...
      - Scritto da: Mighael
      sembra un controsenso ma è cosi siamo tutti
      riconosciuti da nome e cognome per questo non
      esprimiamo mai o quasi mai il nostro pensieroTutto vero. Si chiama "conformismo" buonista, bigotto e falsamente ipocrita.
  • Diego Morelli scrive:
    Sopravvalutiamo
    E' questo il male della nostra epoca, sopravvalutare il livello di civiltà del genere umano, apsettarsi dei comportamenti degni di una civiltà evoluta ma non è così. Basta guardare in faccia chi ci governa, degno rappresentante della maggioranza della gente comune, per capire che non ci si può aspettare molto di più. Troppo rari ancora gli esempi di vera civilizzazione. Questa ennesima gogna mediatica, dal sapore decisamente medievale, senza la minima traccia di un qualsivoglia barlume di educaione civica ne è la riprova. Internet esiste. Non siamo ancora pronti per esso? Probabilmente no ma tant'è che c'è e i risultati sono sotto gli occhi di tutti nel bene e nel male.
  • Gigino Peppinappo scrive:
    L'esempio non calza
    Sebbene possa essere daccordo con il ragionamento generale l'esempio citato penso non sia molto sensato. 76 persone non mi sembrano un campione particolarmente rappresentativo della realtà delle rete, formata da miliardi di utenti. Bisogna anche vedere come e perché quelle 76 persone sono arrivate su quella pagina in modo da capire come questo campione si sia formato e quindi se possa avere una qualche valenza rappresentativa.L'esempio citato da Mantellini va collocato, molto più semplicemente, nella scollatura totale che viviamo in Italia tra proXXXXX e giustizia. È mai possibile che per accertare i fatti (anzi, neanche i fatti, ma solo se sia necessario esaminare i i fatti in tribunale) avvenuti in un ospedale durante un'operazione, dove sono disponibili decine di testimonianze, referti, documenti e chi più ne ha ne metta siano necessari degli anni? Per esaminare tutto il materiale disponibile basterebbe qualche settimana, diciamo qualche mese se c'è anche da aspettare che qualche perito scriva una relazione e poi la si debba leggere. Invece no, anni. È normale che chi si sente leso prima nel suo diritto alla vita e poi anche in quello alla giustizia decida di agire per tutelarsi almeno dove può ancora, e quindi trovi il modo per "farsi giustizia da sé".In questo caso internet c'entra ben poco, anzi, permettendo uno sfogo di questo tipo (che tra l'altro senza l'amplificazione dei media sensazionalisti avrebbe fatto ben poco danno al dottore in oggetto) ha forse evitato che il padre incaxxato ed esasperato decidesse di farsi giustizia da sé con metodi ben più violenti.
    • OsFor scrive:
      Re: L'esempio non calza
      - Scritto da: Gigino Peppinappo
      E' mai possibile che per accertare i fatti (anzi,
      neanche i fatti, ma solo se sia necessario
      esaminare i i fatti in tribunale) avvenuti in un
      ospedale durante un'operazione, dove sono
      disponibili decine di testimonianze, referti,
      documenti e chi più ne ha ne metta siano
      necessari degli anni?Beh, mi sa che proprio quando sono "decine" di materiali (probabilmente pure discordi tra di loro) c'è necessità di parecchio tempo. La materia medica, poi, è particolarmente complessa. In ogni caso, "purtroppo" ognuno ha il diritto di essere difeso, ed il difensore non deve "parteggiare" per la verità, ma solo fare il suo mestiere... che è quello di trovare ciò che conviene al suo assistito (smontare le accuse, insinuare dubbi, tentare se possibile di arrivare alla prescrizione ecc. ecc.).
      Per esaminare tutto il
      materiale disponibile basterebbe qualche
      settimana, diciamo qualche mese se c'è anche da
      aspettare che qualche perito scriva una relazione
      e poi la si debba leggere. Invece no, anni.Perché ci sono prima tutti gli altri processi.. ;-)Poi che la giustizia abbia più di un problema, per carità, nessuno può contestarlo. Sono le soluzioni facili che non esistono... :-(
      In questo caso internet c'entra ben poco, anzi,
      permettendo uno sfogo di questo tipo (che tra
      l'altro senza l'amplificazione dei media
      sensazionalisti avrebbe fatto ben poco danno al
      dottore in oggetto) ha forse evitato che il padre
      incaxxato ed esasperato decidesse di farsi
      giustizia da sé con metodi ben più violenti.Mi sento di poter essere abbastanza d'accordo con te
    • OsFor scrive:
      Re: L'esempio non calza
      - Scritto da: Gigino Peppinappo
      Sebbene possa essere daccordo con il ragionamento
      generale l'esempio citato penso non sia molto
      sensato. 76 persone non mi sembrano un campione
      particolarmente rappresentativo della realtà
      delle rete, formata da miliardi di utenti.
      Bisogna anche vedere come e perché quelle 76
      persone sono arrivate su quella pagina in modo da
      capire come questo campione si sia formato e
      quindi se possa avere una qualche valenza
      rappresentativa.Dopo avere scritto diversamente, ho riflettuto e mi pare che il tuo discorso sia molto sensato. Probabilmente molte di quelle 76 persone erano amici, conoscenti della persona, magari contattati via e-mail.Diverso se il commento "unanime" fosse avvenuto su (per es.) l'articolo web di un giornale come La Stampa, Repubblica ecc.La dimensione di un profilo FB è ovviamente da ritenere molto più "privato". ciaops - comunque questi "processi sommari" avvengono: vedere cosa succede - ad es. - a Mi Manda Rai3, buona trasmissione che seguo da sempre, però il "verdetto" è già scritto prima. Ed è inutile che dicano "qui non si fanno processi": non è dirlo che lo evita, è il modo di fare la trasmissione che di fatto "processa" (a mio parere fanno parlare pochissimo gli "accusati")
  • Funz scrive:
    [semi-OT] lettura interessante
    Ho appena finito di leggere questo articolo, che spiega come le persone tendono a scartare e sminuire i fatti contrari alle loro credenze / ideologie, e addirittura quando gli vengono presentati studi contrari, questi hanno l'effetto di irrobustire ancora di più i loro preconcetti.http://youarenotsosmart.com/2011/06/10/the-backfire-effect/Una parte è dedicata a Internet, alle mille teorie di complotto e al fatto che è impossibile vincere una discussione online perché le due parti ne usciranno convinte di averla vinta e rafforzate nelle loro idee di partenza. Me ne sono accorto parecchie volte qui discutendo di energia nucleare, rinnovabili, eccetera... ho proprio la sensazione di non aver convinto nessuno nonostante il profluvio di link a studi, articoli, cifre, eccetera. C'è sempre chi tira fuori cifre più o meno sballate e fuori contesto per sviare il discorso. (Quello che è sicuro è che ho ragione io) :pRiguardo ai medici e ai loro errori, la penso esattamente come MM. Sento sempre gente che si lamenta dei medici (o dei giudici, o di qualunque altra categoria dotata di potere sulle vite degli altri), e vorrebbe crocifiggerli per ogni errore.Ci dimentichiamo che sono tutti esseri umani, e le percentuali statistiche di errori sono inevitabili e ben note. In più le complicazioni ci saranno sempre, persino se ci sarà un robot infallibile a operare, e ci saranno sempre bambini che muoiono.Pour parler si può sparare a zero sulla categoria, ma se non c'è dolo o negligenza non si può tirare la croce addosso al singolo medico, che penso non sia tanto contento del suo fallimento.
    • basta scrive:
      Re: [semi-OT] lettura interessante
      Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui sarà tuo figlio a morire!!!!!!!!!!
      • pippO scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        - Scritto da: basta
        Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui
        sarà tuo figlio a
        morire!!!!!!!!!!Amen? :D
      • Guybrush scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        - Scritto da: basta
        Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui
        sarà tuo figlio a
        morire!!!!!!!!!!Nient'altro?
      • panda rossa scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        - Scritto da: basta
        Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui
        sarà tuo figlio a
        morire!!!!!!!!!!Non lo so che cosa scrivero', ma sicuramente so dove non lo scrivero', e la risposta e' fessbuk.
      • ciccio quanta ciccia scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        Se ti muore il figlio e sei davvero convinto che il colpevole ha torto marcio non scrivi su FB ma passi ai fatti...
      • ephestione scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        Forse che è morto perché il medico cattivo gli ha fatto respirare troppa aria :PNei commenti entrambi i genitori accusano il medico di aver somministrato albumina al bambino. Ho studiato un po' di medicina generale, ma prima di dire scemenze ho consultato altre fonti: http://it.wikipedia.org/wiki/AlbuminaTutto il rispetto per i genitori che hanno perduto un figlio. Cavolo, un genitore ESISTE per un figlio, perdere il motivo dell'essere genitore dev'essere una tragedia. Per questo RISPETTO la loro sofferenza e la loro rabbia; dico rispetto, ma non dico "soffro per loro", perché siamo onesti, se soffrissimo per ogni volta che sentiamo la notizia di un bambino che muore, saremmo già morti pure noi di depressione. La natura umana è questa, razionalizziamo se non ci riguarda direttamente, ed è anche un bene che sia così.Tuttavia le accuse mosse sono indice di come funziona in italia la stima dei sanitari. Si convincono di una cosa "sentita dire" e la sbandierano come se fosse il nuovo verbo.Porti in pronto soccorso la nonna novantenne obesa con storia di infarto, fumatrice incallita, un tumore polmonare con insufficienza respiratoria, perché ti è appena caduta dalle scale? Magari perché hai passato la cera e non le hai detto nulla? Muore?COLPA DEI MEDICI!!!!!Il bambino magari aveva qualche situazione particolare, altrimenti non sarebbe stato in ospedale. Comunque sia si attenda il proXXXXX prima di gettare fango.
        • panda rossa scrive:
          Re: [semi-OT] lettura interessante
          - Scritto da: ephestione
          Il bambino magari aveva qualche situazione
          particolare, altrimenti non sarebbe stato in
          ospedale. Comunque sia si attenda il proXXXXX
          prima di gettare
          fango.Tutte le volte che mi e' capitato di leggere di cose analoghe, in particolare di bambini che sono morti in ospedale, a parte gli incidenti come quella volta che prese fuoco una camera iperbarica, questi bambini avevano spessissimo delle patologie in corso, da aggiungere al motivo per cui erano in ospedale in quel momento.E' compito del giudice stabilire se il medico sia stato negligente (ha dimenticato la pinza nella pancia di quello che ha operato) oppure se e' il paziente ad avere qualcosa che il medico, con tutta la buona volonta' e i mezzi a disposizione, non e' riuscito a risolvere.
      • Funz scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        - Scritto da: basta
        Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui
        sarà tuo figlio a
        morire!!!!!!!!!!Una cosa del genere auguratela a tua sorella.Come puoi ammazzare un discorso serio con una frase simile?
        • shevathas scrive:
          Re: [semi-OT] lettura interessante
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: basta

          Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui

          sarà tuo figlio a

          morire!!!!!!!!!!

          Una cosa del genere auguratela a tua sorella.
          Come puoi ammazzare un discorso serio con una
          frase
          simile?Non aveva niente per argomentare.
          • Funz scrive:
            Re: [semi-OT] lettura interessante
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: basta


            Voglio vedere cosa scriverai il giorno in cui


            sarà tuo figlio a


            morire!!!!!!!!!!



            Una cosa del genere auguratela a tua sorella.

            Come puoi ammazzare un discorso serio con una

            frase

            simile?

            Non aveva niente per argomentare.Proprio vero, e poi lo dice a uno che di figli ne ha davvero, è cosciente che una disgrazia può sempre accadere ed è la cosa che più lo spaventa al mondo. C'è un limite anche al trolleggio.
    • Ginoy PC scrive:
      Re: [semi-OT] lettura interessante
      - Scritto da: Funz
      Ho appena finito di leggere questo articolo, che
      spiega come le persone tendono a scartare e
      sminuire i fatti contrari alle loro credenze /
      ideologie, e addirittura quando gli vengono
      presentati studi contrari, questi hanno l'effetto
      di irrobustire ancora di più i loro
      preconcetti.
      Questo è quello che LORO vogliono farti credere.
      • Funz scrive:
        Re: [semi-OT] lettura interessante
        - Scritto da: Ginoy PC
        - Scritto da: Funz

        Ho appena finito di leggere questo articolo, che

        spiega come le persone tendono a scartare e

        sminuire i fatti contrari alle loro credenze /

        ideologie, e addirittura quando gli vengono

        presentati studi contrari, questi hanno
        l'effetto

        di irrobustire ancora di più i loro

        preconcetti.



        Questo è quello che LORO vogliono farti credere.Bella risposta, complimenti :D
  • shevathas scrive:
    il proXXXXX sommario
    Nei 76 commenti appiccicati su quella bacheca non ne ho trovato nessuno che sottolineasse l'inopportunità di una simile pubblica esposizione. La maggioranza dei commentatori, come è comprensibile, esprimono rabbia e vicinanza ai genitori del piccolo, altri utilizzano un simile spazio pubblico per offendere pesantemente il medico ritratto nella foto ma nessuno, nemmeno uno, che si sia dato la pena di dissociarsi da un simile pubblico proXXXXX sommario con rapida condanna annessa. questo purtroppo è conseguenza di un certo modo, XXXXXXXXX, di intendere la giustizia in italia. Il giudice, da molti, non viene visto come colui che deve decidere, in base alle leggi ed ai fatti, chi sembra avere più ragione e chi meno; ma viene visto come il vendicatore che ripara i torti subiti e punisce i cattivi, tanto per intenderci stile giudice Dredd. E se Dredd non arriva ci arriva la gggente a fare il lavoro di Dredd.Aggiungi che molti si sentono coperti da pseudoanonimato di internet e non si rendono conto del numero di persone che possono leggere i loro delirii.Il problema è che "la legge è uguale per tutti" e se cominci a stuzzicare la gente con i processi, al politico, a mezzo stampa perché la gggente deve sapere e la gggente deve giudicare e condannare prima o poi qualcuno che adotta tale sistema anche con il medico che forse ha sbagliato o con il vicino che forse ha molestato o con il XXXXX che forse ha violentato lo trovi. E si torna al medioevo con i processi di piazza, fatti tanto per far vedere che qualcuno, innocente o colpevole, pagava e il feudatario garantiva l'ordine. Se il proXXXXX in piazza è il toccasana alla legge che non funziona per perseguire il politico, allora perché non applicare tale sistema, efficiente a detta della stampa, anche ad altri ?Perché non usare il "metodo travaglio"/"anno zero" anche per i torti che ho subito? Quello che maggiormente mi colpisce è esattamente questa assoluta concordanza: decine di persone unite nel ritenere normale, (...) lo shock emotivo ha prevalso sul ragionamento, una sorta di ben noto "conformismo digitale" ha serrato i ranghi di un comune sentire, tanto imbarazzante quanto reale ed ampiamente condiviso. perché dovrebbe esistere un'intelligenza di gruppo nella piazza virtuale e una stupidità di gruppo in quella reale ?
    • ZombyWoof scrive:
      Re: il proXXXXX sommario
      - Scritto da: shevathas


      questo purtroppo è conseguenza di un certo modo,
      XXXXXXXXX, di intendere la giustizia in italia.
      Il giudice, da molti, non viene visto come colui
      che deve decidere, in base alle leggi ed ai
      fatti, chi sembra avere più ragione e chi meno;
      ma viene visto come il vendicatore che ripara i
      torti subiti e punisce i cattivi, tanto per
      intenderci stile giudice Dredd. E se Dredd non
      arriva ci arriva la gggente a fare il lavoro di
      Dredd.
      Aggiungi che molti si sentono coperti da
      pseudoanonimato di internet e non si rendono
      conto del numero di persone che possono leggere i
      loro
      delirii.

      Il problema è che "la legge è uguale per tutti" e
      se cominci a stuzzicare la gente con i processi,
      al politico, a mezzo stampa perché la gggente
      deve sapere e la gggente deve giudicare e
      condannare prima o poi qualcuno che adotta tale
      sistema anche con il medico che forse ha
      sbagliato o con il vicino che forse ha molestato
      o con il XXXXX che forse ha violentato lo trovi.
      E si torna al medioevo con i processi di piazza,
      fatti tanto per far vedere che qualcuno,
      innocente o colpevole, pagava e il feudatario
      garantiva l'ordine. Se il proXXXXX in piazza è il
      toccasana alla legge che non funziona per
      perseguire il politico, allora perché non
      applicare tale sistema, efficiente a detta della
      stampa, anche ad altri
      ?
      Perché non usare il "metodo travaglio"/"anno
      zero" anche per i torti che ho subito?
      ?vivaddio, parole sante. pensavo di essere l'unico "matto" rimasto in circolazione a pensare che i processi di piazza e mediatici sono pericolosi. internet e i social network in particolare aggregano conformismo e stupidità.
      • pippO scrive:
        Re: il proXXXXX sommario
        - Scritto da: ZombyWoof
        - Scritto da: shevathas

        E si torna al medioevo con i processi di piazza,

        fatti tanto per far vedere che qualcuno,

        innocente o colpevole, pagava e il feudatario

        garantiva l'ordine. Se il proXXXXX in piazza è
        il

        toccasana alla legge che non funziona per

        perseguire il politico, allora perché non

        applicare tale sistema, efficiente a detta della

        stampa, anche ad altri

        ?

        Perché non usare il "metodo travaglio"/"anno

        zero" anche per i torti che ho subito?

        ?


        vivaddio, parole sante. pensavo di essere l'unico
        "matto" rimasto in circolazione a pensare che i
        processi di piazza e mediatici sono pericolosi. Sui "processi" da bar sport sono d'accordo...Ma sui fatti NO, se c'è una notizia VA pubblicata!
        • OsFor scrive:
          Re: il proXXXXX sommario
          - Scritto da: pippO
          Sui "processi" da bar sport sono d'accordo...
          Ma sui fatti NO, se c'è una notizia VA pubblicata!Si, ma "quella" non è una notizia, è una opinione,il problema comunque sono stati i commentatori...
        • shevathas scrive:
          Re: il proXXXXX sommario

          Vero. Nel secondo caso si sta facendo cattiva
          informazione.
          Una corretta informazione dovrebbe invece dire
          che: Tizio, abitante a roccafritta di sotto,
          e' stato inquisito per pedofilia, a causa di
          gravi indizi derivati dalle seguenti foto e
          filmati (seguono foto e filmati), intercettazioni
          telefoniche (seguono i testi delle
          intercettazioni e, se possibile, le registrazioni
          ascoltabili), le testimonianze delle seguenti
          vittime che lo hanno riconosciuto
          inequivocabilmente...
          purtroppo anche qui stai anticipando il proXXXXX e stai correndo i rischi di incasinare un innocente. E se le foto contengono un tizio che sembra ma non è ? per non parlare del rischio delle intercettazioni telefoniche: per correttezza dovresti portare tutte le intercettazioni e non cercare di forzare un interpretazione "colpevole", nel lettore.Però metterle tutte rischia anche di incasinare persone che magari non c'entrano niente e gettare sospetti anche su di loro. Meglio che le indagini le facciano la polizia e la magistratura. E che i giornalisti si limitino a riferire evitando di fare troppi ricami.la troppa pressione messa dalla stampa per vendere, nel caso della giustizia è deleteria. Basti pensare allo schifo di cogne, garlasco o di sara XXXXXX. Non vorrei essere frainteso ma ho apprezzato molto come è stata gestita la vicenda di Yara, poche notizie, poca o nessuna "XXXXXgrafia del dolore", nessuno accusato "ad XXXXXXXm" di essere l'orco e sottoposto a linciaggi mediatici.
          Ricordiamo che comunque Tizio di roccafritta di
          sotto e' innocente fino a sentenza contraria, che
          auspichiamo avvenga rapidamente, dopodiche' ci
          auguriamo che la camionetta che lo tradurra' in
          carcere si guasti durante il transito attraverso
          la piazza di roccafritta di sotto, permettendo
          cosi' ai genitori delle piccole vittime del
          mostro e agli altri abitanti del paese, di
          porgere il loro sentito saluto a Tizio, prima che
          questo finisca definitivamente dietro le
          sbarre.
          ipocrisia ributtante. Serve magari a dare un velo di cipria di imparzialità ad un giornalista che urla accuse. Come quando dopo una passata di accuse e di insulti pesanti si cerca di salvarsi in corner dicendo che si scherzava.Poi magari dopo che tizio è stato linciato e si scopre, controllando nuovi filmati ad alta risoluzione che il povero linciato era stato tirato dentro perché omonimo dell'orco...Che avresti pensato se Tizio era un gran condivisore via p2p e l'accusa serviva solo a fare un po' di FUD ?
          Bisogna saperle dare le notizie, spolverandole
          con quell'impercettibile commento critico, che
          solo il bravo giornalista e' in grado di
          dare.Bisogna semplicemente separare i fatti, Tizio è inqiusito, dalle opinioni: credo che tizio sia colpevole. E non contrabbandare le opinioni come fatti. Questo è il giornalismo.Urlare in piazza: andiamo a bruciare la casa della strega... non è giornalismo, è "santa inquisizione"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 giugno 2011 09.16-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: il proXXXXX sommario
            - Scritto da: shevathas

            Vero. Nel secondo caso si sta facendo cattiva

            informazione.

            Una corretta informazione dovrebbe invece dire

            che: Tizio, abitante a roccafritta di sotto,

            e' stato inquisito per pedofilia, a causa di

            gravi indizi derivati dalle seguenti foto e

            filmati (seguono foto e filmati),
            intercettazioni

            telefoniche (seguono i testi delle

            intercettazioni e, se possibile, le
            registrazioni

            ascoltabili), le testimonianze delle seguenti

            vittime che lo hanno riconosciuto

            inequivocabilmente...


            purtroppo anche qui stai anticipando il proXXXXX
            e stai correndo i rischi di incasinare un
            innocente. E se le foto contengono un tizio che
            sembra ma non è ?E' per questo che ci sono i giudici, i periti e i tribunali.
            per non parlare del rischio delle intercettazioni
            telefoniche: per correttezza dovresti portare
            tutte le intercettazioni e non cercare di forzare
            un interpretazione "colpevole", nel
            lettore.Questo e' un problema della stampa.Io non ho mica acXXXXX alle intercettazioni.E' la stampa che deve fare il suo lavoro e presentare un quadro completo per consentire al lettore di esprimere il proprio giudizio con obiettivita'.
            Però metterle tutte rischia anche di incasinare
            persone che magari non c'entrano niente e gettare
            sospetti anche su di loro. Meglio che le indagini
            le facciano la polizia e la magistratura. E che i
            giornalisti si limitino a riferire evitando di
            fare troppi ricami.Pubblicare foto, e riportare stralci delle intercettazioni non e' fare ricami, e' produrre elementi.
            la troppa pressione messa dalla stampa per
            vendere, nel caso della giustizia è deleteria.Per questo e' necessario avere una stampa svincolata dalle esigenze della vendita.Quando l'informazione potra' essere accessibile gratuitamente, queste aberrazioni di informazione distorta ai fini di incrementare la vendita, spariranno.

            Ricordiamo che comunque Tizio di roccafritta di

            sotto e' innocente fino a sentenza contraria,
            che

            auspichiamo avvenga rapidamente, dopodiche' ci

            auguriamo che la camionetta che lo tradurra' in

            carcere si guasti durante il transito attraverso

            la piazza di roccafritta di sotto, permettendo

            cosi' ai genitori delle piccole vittime del

            mostro e agli altri abitanti del paese, di

            porgere il loro sentito saluto a Tizio, prima
            che

            questo finisca definitivamente dietro le

            sbarre.


            ipocrisia ributtante. Serve magari a dare un velo
            di cipria di imparzialità ad un giornalista che
            urla accuse. Come quando dopo una passata di
            accuse e di insulti pesanti si cerca di salvarsi
            in corner dicendo che si scherzava.E scherzeremo anche noi quando appendemo quel giornalista a testa in giu'.
            Poi magari dopo che tizio è stato linciato e si
            scopre, controllando nuovi filmati ad alta
            risoluzione che il povero linciato era stato
            tirato dentro perché omonimo dell'orco...Il linciaggio deve avvenire DOPO sentenza.Prima della sentenza garantiamo la presunta innocenza.
            Che avresti pensato se Tizio era un gran
            condivisore via p2p e l'accusa serviva solo a
            fare un po' di FUD ?Intendi dire che si passa dal "tutti i condivisori sono ladri" a "tutti i condivisori sono pedofili"?

            Bisogna saperle dare le notizie, spolverandole

            con quell'impercettibile commento critico, che

            solo il bravo giornalista e' in grado di

            dare.

            Bisogna semplicemente separare i fatti, Tizio è
            inqiusito, dalle opinioni: credo che tizio sia
            colpevole. E non contrabbandare le opinioni come
            fatti. Questo è il giornalismo.Infatti il giornalismo di cronaca deve solo riportare i fatti.Le opinioni me le faccio da solo.
            Urlare in piazza: andiamo a bruciare la casa
            della strega... non è giornalismo, è "santa
            inquisizione"Ma questo lo facciamo noi "vox populi", dopo sentenza.Mica deve dirlo il giornalista.
          • shevathas scrive:
            Re: il proXXXXX sommario

            E' per questo che ci sono i giudici, i periti e i
            tribunali.
            bene e se ci sono perché allora sostituirli con la folla ?

            Questo e' un problema della stampa.
            Io non ho mica acXXXXX alle intercettazioni.
            E' la stampa che deve fare il suo lavoro e
            presentare un quadro completo per consentire al
            lettore di esprimere il proprio giudizio con
            obiettivita'.
            in certi casi è meglio che si sospenda il giudizio in attesa che giudichi chi di dovere, ovvero la magistratura.
            Pubblicare foto, e riportare stralci delle
            intercettazioni non e' fare ricami, e' produrre
            elementi.
            No. Pubblicare una foto di tizio che al parco sembra guardare i bambini, anche se non c'entra niente con l'indagine. Pubblicare pezzi di intercettazioni omettendo magari altri pezzi che cambiano l'interpretazione da dare al testo è farci ricami.

            la troppa pressione messa dalla stampa per

            vendere, nel caso della giustizia è deleteria.

            Per questo e' necessario avere una stampa
            svincolata dalle esigenze della
            vendita.
            Quando l'informazione potra' essere accessibile
            gratuitamente, queste aberrazioni di informazione
            distorta ai fini di incrementare la vendita,
            spariranno.
            guarda su faccialibro l'informazione è accessibilissima.

            Il linciaggio deve avvenire DOPO sentenza.
            Prima della sentenza garantiamo la presunta
            innocenza.
            purtroppo se scaldi gli animi, qualche demente che "non vuole perdere tempo" perché le prove portate dal giornalista sono lampanti, lo trovi.
          • panda rossa scrive:
            Re: il proXXXXX sommario
            - Scritto da: shevathas

            E' per questo che ci sono i giudici, i periti e
            i

            tribunali.


            bene e se ci sono perché allora sostituirli con
            la folla ?La folla non deve sostituire il giudice, deve eventualmente sostituire il carcere.

            Questo e' un problema della stampa.

            Io non ho mica acXXXXX alle intercettazioni.

            E' la stampa che deve fare il suo lavoro e

            presentare un quadro completo per consentire al

            lettore di esprimere il proprio giudizio con

            obiettivita'.


            in certi casi è meglio che si sospenda il
            giudizio in attesa che giudichi chi di dovere,
            ovvero la magistratura.Tuttaiva, quando l'imputato fa di tutto per sottrarsi al giudizio della magistratura (ricusa il giudice, firma leggi sul legittimo impedimento, proXXXXX breve, prescrizione brevissima, impunita', e altre balle), allora e' lecito pensar male, e, solo per questa volta, rinunciare al giudice e fare giustizia sommaria, magari approfittando di qualche elezione o referendum.(certo che se non capisce neanche con questi, poi che non si lamenti se invece di un duomo di plastica, gli arriva in faccia qualcosa di piu' massiccio)

            Pubblicare foto, e riportare stralci delle

            intercettazioni non e' fare ricami, e' produrre

            elementi.



            No. Pubblicare una foto di tizio che al parco
            sembra guardare i bambini, anche se non c'entra
            niente con l'indagine. No, non che li guarda, ma che se li prende sulle ginocchia senza esserne un parente.
            Pubblicare pezzi di
            intercettazioni omettendo magari altri pezzi che
            cambiano l'interpretazione da dare al testo è
            farci ricami.Se dice "io con quello ci farei il bunga bunga" non voglio neanche sentire un altro stralcio dove emerge che e' tutto uno scherzo: mi basta e mi avanza.

            Quando l'informazione potra' essere accessibile

            gratuitamente, queste aberrazioni di
            informazione

            distorta ai fini di incrementare la vendita,

            spariranno.


            guarda su faccialibro l'informazione è
            accessibilissima.In quale lingua si puo' scrivere "fessbuk" e "informazione" sulla stessa riga senza provocare disgusto in chi legge?

            Il linciaggio deve avvenire DOPO sentenza.

            Prima della sentenza garantiamo la presunta

            innocenza.


            purtroppo se scaldi gli animi, qualche demente
            che "non vuole perdere tempo" perché le prove
            portate dal giornalista sono lampanti, lo
            trovi.In tal caso facciamo i processi come in america: subito!
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: il proXXXXX sommario
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            E' per questo che ci sono i giudici, i periti
            e

            i


            tribunali.




            bene e se ci sono perché allora sostituirli con

            la folla ?

            La folla non deve sostituire il giudice, deve
            eventualmente sostituire il
            carcere.Ma piantiamola con questo machismo di massa, per favore.Ela giustizia popolare, e le impiccagioni del malvagio.Sono "XXXXXXXte", sono espressione della frustrazione di chi le emette.O crediamo nello Stato di diritto o non ci crediamo.Basta.E' solo demagogia spicciola.Poi ti voglio vedere proprio linciare qualcuno. Se ne hai davvero le palle.
            Tuttaiva, quando l'imputato fa di tutto per
            sottrarsi al giudizio della magistratura (ricusa
            il giudice, firma leggi sul legittimo
            impedimento, proXXXXX breve, prescrizione
            brevissima, impunita', e altre balle), allora e'
            lecito pensar male, e, solo per questa volta,
            rinunciare al giudice e fare giustizia sommaria,
            magari approfittando di qualche elezione o
            referendum.
            Ma piantiamola anche con queste dimostrazioni di odio pubblico.Certamente è lecito pensare male e nel dubbio non votare codesti personaggi, cosa che c'entra poco con il fatto che venga veramente inquisito e condannato ed eventualmente linciato.
            (certo che se non capisce neanche con questi, poi
            che non si lamenti se invece di un duomo di
            plastica, gli arriva in faccia qualcosa di piu'
            massiccio)



            Pubblicare foto, e riportare stralci delle


            intercettazioni non e' fare ricami, e'
            produrre


            elementi.






            No. Pubblicare una foto di tizio che al parco

            sembra guardare i bambini, anche se non c'entra

            niente con l'indagine.

            No, non che li guarda, ma che se li prende sulle
            ginocchia senza esserne un
            parente.
            Ormai siamo al delirio.C'è un problema pedofilia? certo, c'è.Ma non è che se passeggiando nel parco faccio una carezza innocente a un bimbo, devo essere squartato da 4 cavalli.Siamo alla fobia e alla follia.

            In tal caso facciamo i processi come in america:
            subito!Altro luogo comune: in Ammeriga processi li faranno pure subito ma tanto in galera ci vanno solo i poveri e i "negri". Esattamente come in Italia.
          • uno ancora scrive:
            Re: il proXXXXX sommario
            concordo in pieno
          • pippO scrive:
            Re: il proXXXXX sommario
            - Scritto da: shevathas
            Basti pensare allo schifo di cogne, garlasco o di
            sara XXXXXX. Non vorrei essere frainteso ma ho
            apprezzato molto come è stata gestita la vicenda
            di Yara, poche notizie, poca o nessuna
            "XXXXXgrafia del dolore", nessuno accusato "ad
            XXXXXXXm" di essere l'orco e sottoposto a
            linciaggi
            mediatici.POCHE notizie?Ma se ci sono saltellati sui marroni per MESI con sta storia della ragazzina scomparsa?
      • smilzoboboz scrive:
        Re: il proXXXXX sommario
        Io addirittura vorrei che non si parlasse di indagati in un caso in corso finché la cassazione (o almeno una sentenza d'appello) non esprima un verdetto, a meno, certo, di ricercati pericolosi per la convivenza civile (vedi killer seriali...).E non mi sembra una cosa così fuori dal mondo visto che il principio della giustizia italiana è: essere colpevoli fino a prova contraria. (e la "prova" deve essere convalidata da un giudice)
        • pippO scrive:
          Re: il proXXXXX sommario
          - Scritto da: smilzoboboz
          Io addirittura vorrei che non si parlasse di
          indagati in un caso in corso finché la cassazione
          (o almeno una sentenza d'appello) non esprima un
          verdetto, a meno, certo, di ricercati pericolosi
          per la convivenza civile (vedi killer
          seriali...).E figura pubblica dove la metti?Non credo mi serva la sentenza della cassazione per evitare di eleggere un probabile delinquente, o no?
    • Funz scrive:
      Re: il proXXXXX sommario
      - Scritto da: shevathas
      Nei 76 commenti appiccicati su quella bacheca
      non ne ho trovato nessuno che sottolineasse
      l'inopportunità di una simile pubblica
      esposizione. La maggioranza dei commentatori,
      come è comprensibile, esprimono rabbia e
      vicinanza ai genitori del piccolo, altri
      utilizzano un simile spazio pubblico per
      offendere pesantemente il medico ritratto nella
      foto ma nessuno, nemmeno uno, che si sia dato la
      pena di dissociarsi da un simile pubblico
      proXXXXX sommario con rapida condanna
      annessa.

      questo purtroppo è conseguenza di un certo modo,
      XXXXXXXXX, di intendere la giustizia in italia.
      Il giudice, da molti, non viene visto come colui
      che deve decidere, in base alle leggi ed ai
      fatti, chi sembra avere più ragione e chi meno;
      ma viene visto come il vendicatore che ripara i
      torti subiti e punisce i cattivi, tanto per
      intenderci stile giudice Dredd. E se Dredd non
      arriva ci arriva la gggente a fare il lavoro di
      Dredd.
      Aggiungi che molti si sentono coperti da
      pseudoanonimato di internet e non si rendono
      conto del numero di persone che possono leggere i
      loro
      delirii.

      Il problema è che "la legge è uguale per tutti" e
      se cominci a stuzzicare la gente con i processi,
      al politico, a mezzo stampa perché la gggente
      deve sapere e la gggente deve giudicare e
      condannare prima o poi qualcuno che adotta tale
      sistema anche con il medico che forse ha
      sbagliato o con il vicino che forse ha molestato
      o con il XXXXX che forse ha violentato lo trovi.
      E si torna al medioevo con i processi di piazza,
      fatti tanto per far vedere che qualcuno,
      innocente o colpevole, pagava e il feudatario
      garantiva l'ordine. Se il proXXXXX in piazza è il
      toccasana alla legge che non funziona per
      perseguire il politico, allora perché non
      applicare tale sistema, efficiente a detta della
      stampa, anche ad altri
      ?
      Perché non usare il "metodo travaglio"/"anno
      zero" anche per i torti che ho subito?


      Quello che maggiormente mi colpisce è
      esattamente questa assoluta concordanza: decine
      di persone unite nel ritenere normale, (...) lo
      shock emotivo ha prevalso sul ragionamento, una
      sorta di ben noto "conformismo digitale" ha
      serrato i ranghi di un comune sentire, tanto
      imbarazzante quanto reale ed ampiamente
      condiviso.

      perché dovrebbe esistere un'intelligenza di
      gruppo nella piazza virtuale e una stupidità di
      gruppo in quella reale
      ?Quoto tutto. Visto il livello dei media di massa, come si fa a pretendere che la gente al bar (o su FB) ragioni e giudichi in maniera informata e razionale?
    • uno ancora scrive:
      Re: il proXXXXX sommario
      - Scritto da: shevathas
      Il giudice, da molti, non viene visto come colui
      che deve decidere, in base alle leggi ed ai
      fatti, chi sembra avere più ragione e chi meno;
      ma viene visto come il vendicatore che ripara i
      torti subiti e punisce i cattivi, tanto per
      intenderci stile giudice Dredd. E se Dredd non
      arriva ci arriva la gggente a fare il lavoro di
      Dredd.
      Il problema è che "la legge è uguale per tutti" e
      se cominci a stuzzicare la gente con i processi,
      al politico, a mezzo stampa perché la gggente
      deve sapere e la gggente deve giudicare e
      condannare prima o poi qualcuno che adotta tale
      sistema anche con il medico che forse ha
      sbagliato o con il vicino che forse ha molestato
      o con il XXXXX che forse ha violentato lo trovi.
      E si torna al medioevo con i processi di piazza,
      fatti tanto per far vedere che qualcuno,
      innocente o colpevole, pagava e il feudatario
      garantiva l'ordine. Se il proXXXXX in piazza è il
      toccasana alla legge che non funziona per
      perseguire il politico, allora perché non
      applicare tale sistema, efficiente a detta della
      stampa, anche ad altri
      ?
      Perché non usare il "metodo travaglio"/"anno
      zero" anche per i torti che ho subito?E questa volta ti quoto anche io.Sento però una notevole differenza tra quando la gggente si accanisce conotro il medico che sbaglia o il diverso di turno (il vicino mezzo matto, il "XXXXX", lo zingaro.... ) perché vuole trovare rapidamente un colpevole da linciare subito e quando invece chiede conto a chi governa del proprio operato e della propria onestà.
    • AMEN scrive:
      Re: il proXXXXX sommario
      - Scritto da: shevathas
      Perché non usare il "metodo travaglio"/"anno
      zero" anche per i torti che ho subito?
      Io direi il "metodo Il Giornale"/"Libero", che almeno Travaglio cita date e nomi, gli altri due usano il pettegolezzo (vd Boffo)
    • Mighael scrive:
      Re: il proXXXXX sommario
      no il problema è che su facebook si è speso vittime di qualunquismo davanti a immagini del genere la gente non si è fermata più di tanto a riflettere, d'altronde che figura ci fai con gli amici se difendi un medico e non un bambino morto? se facebook fosse stato anonimo sono sicuro che le reazioni sarebbero diverse proprio per questo va difesa la liberta di rimanere anonimi perchè su certi temi non si devono avere peli sulla lingua e non si deve avere paura di reazioni di amici e parenti.P.S.76 commenti non sono nulla prob sono tutti amici tra di loro quei 76 :D
      • panda rossa scrive:
        Re: il proXXXXX sommario
        - Scritto da: Mighael
        no il problema è che su facebook si è speso
        vittime di qualunquismo davanti a immagini del
        genere la gente non si è fermata più di tanto a
        riflettere, d'altronde che figura ci fai con gli
        amici se difendi un medico e non un bambino
        morto? La stessa figura che faresti sul forum di PI riscrivendo lo stesso messaggi piu' volte...
    • OsFor scrive:
      Re: il proXXXXX sommario
      - Scritto da: shevathas
      perché dovrebbe esistere un'intelligenza di
      gruppo nella piazza virtuale e una stupidità di
      gruppo in quella reale ?Perfetto, concordo in tutto il tuo discorso ;-)E per buttarla in politica... ecco invece delle "assoluzioni sommarie"... (l'altra faccia della questione...):http://www.newnotizie.it/2011/06/02/furto-aiazzone-ferrero-shock-prc-difende-ladri/http://www.prcfirenze.org/index.php?option=com_content&view=article&id=538:arrestati-16-ragazzi-il-prc-esprime-preoccupazione-per-la-repressione-a-firenze&catid=126:merchandising&Itemid=161"le misure giudiziarie e di polizia adottate, oltre ad apparire esagerate rispetto agli accadimenti"...è vero, hanno solo distrutto le vetrine di una sede del PDL e gettato dentro una bottiglia incendiaria, che se prende fuoco bene magari dà fuoco al palazzo e fa qualche morto.. è vero, sono solo persone che ripetutamente si trovano invischiate in questi tipi di atti, aspettiamo che passino alle pistole..ps - avrei scritto la stessa cosa se fosse sucXXXXX all'inverso,solo che simili "perle" di interventi li fa solo il PRC :-(ps2 - aggiungiamoci il caso Giuliani... altra assoluzione (anzi beatificazione, con tutto il rispetto per i genitori) mediatica, tra l'altro con tanto di filmato, chi vuole un'idea se la fa...
  • Ginoy PC scrive:
    Processi
    Sono i tempi dei due metodi incommensurabili !!Tempo per pubblicare foto del chirurgo: 3 secondi.Tempo per le indagini (non concluse) neanche iniziato il proXXXXX: 2 anni.
  • pippO scrive:
    basta dargli il peso...
    adeguato: pubblicato su fessbuk == ZERO :DDove sta il problema?
    • panda rossa scrive:
      Re: basta dargli il peso...
      - Scritto da: pippO
      adeguato: pubblicato su fessbuk == ZERO :D
      Dove sta il problema?Anche perche' lo zero del valore di fessbuk, va pure moltiplicato per l'abnorme numero di persone che hanno cliccato "mi piace": 76.Se bastano 76 individui per creare tutto questo allarme sociale a che diavolo serve andare a votare ai referendum?Basta un bel gruppo su fessbuk e meno di 100 persone che cliccano su "mi piace" per amministrare una nazione.
      • pippO scrive:
        Re: basta dargli il peso...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: pippO

        adeguato: pubblicato su fessbuk == ZERO :D

        Dove sta il problema?

        Anche perche' lo zero del valore di fessbuk, va
        pure moltiplicato per l'abnorme numero di persone
        che hanno cliccato "mi piace":
        76.

        Se bastano 76 individui per creare tutto questo
        allarme sociale a che diavolo serve andare a
        votare ai
        referendum?

        Basta un bel gruppo su fessbuk e meno di 100
        persone che cliccano su "mi piace" per
        amministrare una
        nazione.Caro il mio panda, stavolta hai pienamente ragione ;)
    • anonimo scrive:
      Re: basta dargli il peso...
      - Scritto da: pippO
      adeguato: pubblicato su fessbuk == ZERO :D
      Dove sta il problema?Se non ricordo male Mantellini è un medico e quindi lui sarà rimasto colpito da questa cosa che per me non è che sia molto significativa.
      • pippO scrive:
        Re: basta dargli il peso...
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: pippO

        adeguato: pubblicato su fessbuk == ZERO :D

        Dove sta il problema?

        Se non ricordo male Mantellini è un medico e
        quindi lui sarà rimasto colpito da questa cosa
        che per me non è che sia molto
        significativa.Se vuole facciamo anche a lui una bella paginetta con pedoXXXXXterrosatanista ;)
    • smilzoboboz scrive:
      Re: basta dargli il peso...
      In realtà il problema sta proprio in quella piccola parolina passata ormai in secondo piano: pubblicare.Appena qualcuno pubblica qualcosa (dal libro al commento su internet) ne diventa legalmente responsabile, e come recita l'antico adagio: verba volant, scripta manent. In pratica si sta sempre più scambiando la chiacchera con la pubblicazione (principalmente per la facilità con cui oggi si può pubblicare).Quella pagina su Facebook poteva avere anche solo 1 commento o anche solo 1 lettore, ma questo non toglie che sia un esempio di diffamazione. (ed è giusto così)PS: Spero che in questo senso si sensibilizzi l'opinione pubblica
      • panda rossa scrive:
        Re: basta dargli il peso...
        - Scritto da: smilzoboboz
        Quella pagina su Facebook poteva avere anche solo
        1 commento o anche solo 1 lettore, ma questo non
        toglie che sia un esempio di diffamazione. (ed è
        giusto
        così)Diffamazione un par di balle.Se tu pesti una XXXXX di cane, e io scrivo su internet che smilzoboboz pesta una XXXXX di cane, non e' diffamazione: sono fatti!E' ora di finirla con questa diffamazione del cavolo.La diffamazione non esiste.O io scrivo una cosa vera, e allora e' vera e tu non puoi dire niente.O io scrivo una cosa falsa, e allora e' falsa e sono io a perdere credibilita'.
        • norme e coglnorme scrive:
          Re: basta dargli il peso...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: smilzoboboz


          Quella pagina su Facebook poteva avere anche
          solo

          1 commento o anche solo 1 lettore, ma questo non

          toglie che sia un esempio di diffamazione. (ed è

          giusto

          così)

          Diffamazione un par di balle.

          Se tu pesti una XXXXX di cane, e io scrivo su
          internet che smilzoboboz pesta una XXXXX di cane,
          non e' diffamazione: sono
          fatti!

          E' ora di finirla con questa diffamazione del
          cavolo.
          La diffamazione non esiste.

          O io scrivo una cosa vera, e allora e' vera e tu
          non puoi dire
          niente.
          O io scrivo una cosa falsa, e allora e' falsa e
          sono io a perdere
          credibilita'.in realtà è diffamazione lo stesso
          • pippO scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: norme e coglnorme
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: smilzoboboz




            Quella pagina su Facebook poteva avere anche

            solo


            1 commento o anche solo 1 lettore, ma questo
            non


            toglie che sia un esempio di diffamazione.
            (ed
            è


            giusto


            così)



            Diffamazione un par di balle.



            Se tu pesti una XXXXX di cane, e io scrivo su

            internet che smilzoboboz pesta una XXXXX di
            cane,

            non e' diffamazione: sono

            fatti!



            E' ora di finirla con questa diffamazione del

            cavolo.

            La diffamazione non esiste.



            O io scrivo una cosa vera, e allora e' vera e tu

            non puoi dire

            niente.

            O io scrivo una cosa falsa, e allora e' falsa e

            sono io a perdere

            credibilita'.

            in realtà è diffamazione lo stessoper il cane... :D
        • AMEN scrive:
          Re: basta dargli il peso...
          - Scritto da: panda rossa

          Se tu pesti una XXXXX di cane, e io scrivo su
          internet che smilzoboboz pesta una XXXXX di cane,
          non e' diffamazione: sono fatti!
          Dire che Giovanardi è un poveretto non è diffamazione: sono fatti!!
        • shevathas scrive:
          Re: basta dargli il peso...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: smilzoboboz


          Quella pagina su Facebook poteva avere anche
          solo

          1 commento o anche solo 1 lettore, ma questo non

          toglie che sia un esempio di diffamazione. (ed è

          giusto

          così)

          Diffamazione un par di balle.

          Se tu pesti una XXXXX di cane, e io scrivo su
          internet che smilzoboboz pesta una XXXXX di cane,
          non e' diffamazione: sono
          fatti!
          c'è modo è modo di raccontare i fatti panda, alcuni esempi:-Tizio, chirurgo pediatrico, persona arrogante e superba , ha operato il piccolo Caio che è morto in sala operatoria. Il chirurgo non ha voluto incontrare i genitori del piccolo -Tizio, chirurgo pediatrico, ha operato d'urgenza il piccolo Caio, vittima di un tremendo incidente stradale. Caio, nonostante le cure , purtroppo è morto in sala operatoria.il fatto è lo stesso, variano solo le informazioni al contorno, nel primo caso è facile far apparire Tizio un assassino, mentre nel secondo caso la posizione di Tizio si alleggerisce e di molto.
          E' ora di finirla con questa diffamazione del
          cavolo.
          La diffamazione non esiste.

          O io scrivo una cosa vera, e allora e' vera e tu
          non puoi dire
          niente.
          O io scrivo una cosa falsa, e allora e' falsa e
          sono io a perdere
          credibilita'.due confutazioni: sopra ti dimostro che è facile diffamare, basta scrivere solo parte della verità e non tutta. Omettendo di dire che Caio era in fin di vita per un incidente stradale stai aggravando di molto la posizione di Tizio verso l'opinione pubblica.Secondariamente chi ha la possibilità di attestare se una affermazione di panda rossa è vera o falsa ? In molti casi non puoi verificare sul campo e devi giudicare sulla base di informazioni parziali, magari chi le fornisce omette di dare informazioni al contorno. Se ti arriva sul lettino una vittima di un pessimo incidente stradale, purtroppo, le probabilità che ci lasci le penne sono altissime.
          • panda rossa scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: smilzoboboz




            Quella pagina su Facebook poteva avere anche

            solo


            1 commento o anche solo 1 lettore, ma questo
            non


            toglie che sia un esempio di diffamazione.
            (ed
            è


            giusto


            così)



            Diffamazione un par di balle.



            Se tu pesti una XXXXX di cane, e io scrivo su

            internet che smilzoboboz pesta una XXXXX di
            cane,

            non e' diffamazione: sono

            fatti!


            c'è modo è modo di raccontare i fatti panda,
            alcuni
            esempi:

            -Tizio, chirurgo pediatrico, persona arrogante
            e superba , ha operato il piccolo Caio che è
            morto in sala operatoria. Il chirurgo non ha
            voluto incontrare i genitori del
            piccolo

            -Tizio, chirurgo pediatrico, ha operato
            d'urgenza il piccolo Caio, vittima di
            un tremendo incidente stradale. Caio,
            nonostante le cure , purtroppo è morto in
            sala
            operatoria.

            il fatto è lo stesso, variano solo le
            informazioni al contorno, nel primo caso è facile
            far apparire Tizio un assassino, mentre nel
            secondo caso la posizione di Tizio si
            alleggerisce e di
            molto.Una persona intelligente si avvale degli aggregatori di news e legge entrambi gli articoli, quindi si fa prendere dal dubbio, e approfondice.Dopodiche' mettera' in blacklist il quotidiano che ha toppato o plonkera' il giornalista.

            E' ora di finirla con questa diffamazione del

            cavolo.

            La diffamazione non esiste.



            O io scrivo una cosa vera, e allora e' vera e tu

            non puoi dire

            niente.

            O io scrivo una cosa falsa, e allora e' falsa e

            sono io a perdere

            credibilita'.

            due confutazioni: sopra ti dimostro che è facile
            diffamare, basta scrivere solo parte della verità
            e non tutta. Omettendo di dire che Caio era in
            fin di vita per un incidente stradale stai
            aggravando di molto la posizione di Tizio verso
            l'opinione pubblica.Intanto omissione non e' menzogna.All'omissione si puo' sopperire con altre fonti.
            Secondariamente chi ha la possibilità di
            attestare se una affermazione di panda rossa è
            vera o falsa ? Le prove che panda rossa porta (o non porta) a sostegno della propria tesi.
            In molti casi non puoi verificare
            sul campo e devi giudicare sulla base di
            informazioni parziali, magari chi le fornisce
            omette di dare informazioni al contorno.Se panda rossa si e' costruito una certa autorevolezza in tanti anni di informazione, per una volta potresti anche fidarti.
            Se ti
            arriva sul lettino una vittima di un pessimo
            incidente stradale, purtroppo, le probabilità che
            ci lasci le penne sono altissime.Lo sappiamo.I medici fanno spesso e volentieri piu' di quanto richiesto per salvare le persone.Non sono mica questi i casi di mala sanita'.Ci sono stati ben altri errori, con ben altre cause...
          • shevathas scrive:
            Re: basta dargli il peso...


            -Tizio, chirurgo pediatrico, persona
            arrogante

            e superba , ha operato il piccolo Caio che è

            morto in sala operatoria. Il chirurgo non ha

            voluto incontrare i genitori del

            piccolo



            -Tizio, chirurgo pediatrico, ha operato

            d'urgenza il piccolo Caio, vittima di

            un tremendo incidente stradale. Caio,

            nonostante le cure , purtroppo è morto in

            sala

            operatoria.



            il fatto è lo stesso, variano solo le

            informazioni al contorno, nel primo caso è
            facile

            far apparire Tizio un assassino, mentre nel

            secondo caso la posizione di Tizio si

            alleggerisce e di

            molto.

            Una persona intelligente si avvale degli
            aggregatori di news e legge entrambi gli
            articoli, quindi si fa prendere dal dubbio, e
            approfondice.se tutte le persone fossero intelligenti l'articolo di mantellini non avrebbe ragion d'essere.
            Dopodiche' mettera' in blacklist il quotidiano
            che ha toppato o plonkera' il
            giornalista.
            Che probabilmente si beccherà una, sacrosanta, denuncia per diffamazione da Tizio.

            e non tutta. Omettendo di dire che Caio era in

            fin di vita per un incidente stradale stai

            aggravando di molto la posizione di Tizio verso

            l'opinione pubblica.

            Intanto omissione non e' menzogna.ma in ogni caso è una adulterazione dell'informazione.
            All'omissione si puo' sopperire con altre fonti.
            se ne parlano anche altre fonti.
          • panda rossa scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: shevathas
            se tutte le persone fossero intelligenti
            l'articolo di mantellini non avrebbe ragion
            d'essere.Se tutte le persone fossero intelligenti, fessbuk non avrebbe ragion d'essere!

            Dopodiche' mettera' in blacklist il quotidiano

            che ha toppato o plonkera' il

            giornalista.



            Che probabilmente si beccherà una, sacrosanta,
            denuncia per diffamazione da Tizio.Ancora con questa diffamazione!Bisognerebbe invece sanzionare le balle.Il giornalista che scrive balle venga radiato!Altro che diffamazione.


            e non tutta. Omettendo di dire che Caio era in


            fin di vita per un incidente stradale stai


            aggravando di molto la posizione di Tizio
            verso


            l'opinione pubblica.



            Intanto omissione non e' menzogna.

            ma in ogni caso è una adulterazione
            dell'informazione.E' per questo che la stampa deve essere pluralista.Nessuno scriva balle, ognuno ometta quello che vuole.Io leggo tutti e rimetto insieme tutti i tasselli del puzzle.

            All'omissione si puo' sopperire con altre fonti.


            se ne parlano anche altre fonti.Se non ne parlano, mi viene il dubbio che il fatto non sia vero.E' informazione anche quella di ignorare dei fatti.
          • shevathas scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            se tutte le persone fossero intelligenti

            l'articolo di mantellini non avrebbe ragion

            d'essere.

            Se tutte le persone fossero intelligenti,
            fessbuk non avrebbe ragion
            d'essere!



            Dopodiche' mettera' in blacklist il quotidiano


            che ha toppato o plonkera' il


            giornalista.






            Che probabilmente si beccherà una, sacrosanta,

            denuncia per diffamazione da Tizio.

            Ancora con questa diffamazione!
            Bisognerebbe invece sanzionare le balle.
            Il giornalista che scrive balle venga radiato!
            Altro che diffamazione.
            due chiose: - oramai con internet chiunque può scrivere e far leggere ad un numero indefinito di persone tutte le razzate che gli passano per la testa. Quindi sarebbe il caso di chiudere la questione "giornalista/non giornalista", lo radi e poi ? gli impedisci di avere un blog ? gli impedisci di intervenire nei forum ?- nell'esempio del chirurgo di sopra non sono state scritte balle eppure la prima versione tendeva a mettere in pessima luce Tizio. Purtroppo il mondo non funziona con logica binaria 0 e 1, vero o falso, enfatizzando e minimizzando certe informazioni puoi modificare e anche profondamente il quadro.
            E' per questo che la stampa deve essere
            pluralista.pluralista riguarda la possibilità di più voci di raccontare la loro versione, ma non è un obbligo.
            Nessuno scriva balle, ognuno ometta quello che
            vuole.
            Io leggo tutti e rimetto insieme tutti i tasselli
            del
            puzzle.
            utopie.
            Se non ne parlano, mi viene il dubbio che il
            fatto non sia
            vero.
            E' informazione anche quella di ignorare dei
            fatti.semplicemente la stampa deve fare la stampa, cioè informare nella maniera più corretta possibile. Il pronunciare le sentenze spetta invece alla magistratura.
          • panda rossa scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: shevathas


            due chiose:

            - oramai con internet chiunque può scrivere e far
            leggere ad un numero indefinito di persone tutte
            le razzate che gli passano per la testa. Quindi
            sarebbe il caso di chiudere la questione
            "giornalista/non giornalista", lo radi e poi ?E poi da firma autorevole, diventa come panda rossa.L'attendibilita' e il prestigio se li dovra' riguadagnare, se e' in grado, altrimenti quella e' la zappa.
            gli impedisci di avere un blog ? gli impedisci di
            intervenire nei forum ?Certo che no.Che scriva pure, che intervenga, che si esponga al dibattito.Il confronto e' il modo migliore per fare informazione.
            - nell'esempio del chirurgo di sopra non sono
            state scritte balle eppure la prima versione
            tendeva a mettere in pessima luce Tizio.Vero.E una volta che il lettore avra' chiuso il cerchio, si dovra' porre la domanda di perche' il giornale del primo esempio abbia dato quel taglio alla notizia, e trarre le conclusioni del caso.In un mondo di informazione libera ed imparziale, scompariranno tutte le anomalie.
            Purtroppo il mondo non funziona con logica
            binaria 0 e 1, vero o falso, enfatizzando e
            minimizzando certe informazioni puoi modificare e
            anche profondamente il quadro.Per questo motivo la natura ci ha dotati di cervello.

            E' per questo che la stampa deve essere

            pluralista.

            pluralista riguarda la possibilità di più voci di
            raccontare la loro versione, ma non è un obbligo.Non e' un obbligo neanche una sola fonte."Quando nel bosco cade un albero, ci sono almeno tre storie: la mia, la tua e quella dell'albero." (cit).

            Nessuno scriva balle, ognuno ometta quello che

            vuole.

            Io leggo tutti e rimetto insieme tutti i
            tasselli

            del

            puzzle.


            utopie.Mica tanto. Io faccio cosi'.

            Se non ne parlano, mi viene il dubbio che il

            fatto non sia

            vero.

            E' informazione anche quella di ignorare dei

            fatti.

            semplicemente la stampa deve fare la stampa, cioè
            informare nella maniera più corretta possibile.
            Il pronunciare le sentenze spetta invece alla
            magistratura.La maniera piu' corretta possibile e' quella di avere piu' persone che raccontano lo stesso fatto.
          • pippO scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: panda rossa
            La maniera piu' corretta possibile e' quella di
            avere piu' persone che raccontano lo stesso
            fatto.E che siano d'accordo con te ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: panda rossa

            La maniera piu' corretta possibile e' quella di

            avere piu' persone che raccontano lo stesso

            fatto.
            E che siano d'accordo con te ;)In che senso?Un fatto e' un fatto, mica una opinione.Non si puo' mica essere in disaccordo con un fatto.
          • pippO scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pippO

            - Scritto da: panda rossa


            La maniera piu' corretta possibile e' quella
            di


            avere piu' persone che raccontano lo stesso


            fatto.

            E che siano d'accordo con te ;)

            In che senso?
            Un fatto e' un fatto, mica una opinione.
            Non si puo' mica essere in disaccordo con un
            fatto.Quello che stanno cercando di farti capire è che ci sono un sacco di modi di raccontarlo il fatto, e come esseri umani tendiamo ad apprezzare, quello che meglio si adatta alle nostre idee.Se lo stesso fatto viene raccontato su repubblica o su libero, darai più peso alla versione di repubblica se tendi a sinistra, a quella di libero se sei diversamente intelligente ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: basta dargli il peso...
            - Scritto da: pippO
            Se lo stesso fatto viene raccontato su repubblica
            o su libero, darai più peso alla versione di
            repubblica se tendi a sinistra, a quella di
            libero se sei diversamente intelligente
            ;)libero-news non e' neppure fruibile con un browser: c'e' il titolo che straborda. Almeno emiliofede l'apparenza la sa salvaguardare.
  • .poz scrive:
    processi "somari"....
    Semplicemente il 90% degli italiani è culturalmente impreparata ad intrenet ed ai social media che gestiscono alla stregua delle chiacchere che si fanno al bar sotto casa, senza rendersi conto delle conseguenze morali e legali delle loro azioni.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 giugno 2011 10.49-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti