Antares, inaugurazione spaziale

Fila tutto lisco per il viaggio inaugurale del nuovo vettore privato statunitense, un progetto su cui NASA ha già investito con un contratto di un paio di miliardi di dollari per rifornire la ISS
Fila tutto lisco per il viaggio inaugurale del nuovo vettore privato statunitense, un progetto su cui NASA ha già investito con un contratto di un paio di miliardi di dollari per rifornire la ISS

Nei piani a medio termine di NASA non c’è solo SpaceX: Antares, il razzo vettore sviluppato da Orbital Sciences , è un progetto altrettanto importante per le esigenze di rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale ed ha appena sperimentato (con successo) il suo lancio inaugurale .

Alto come un edificio di 13 piani (40 metri), Antares è un razzo a doppio stadio che brucia ossigeno liquido e kerosene per portare nello spazio la navicella-cargo Cygnus: il sistema di trasporto è in grado di portare nell’atmosfera carichi 5 tonnellate con un peso complessivo di 240 tonnellate.


Il primo volo di Antares+Cygnus è partito questa domenica da uno spazioporto della Virginia – lo stesso stato americano in cui opera Orbital Sciences – con una capsula “fasulla” di 4 tonnellate dopo un ritardo dovuto a un problema tecnico: alla fine è andato tutto come previsto e il razzo ha rilasciato correttamente in orbita il suo carico.

I vertici di NASA hanno espresso entusiasmo per i risultati “incredibili” raggiunti dal team di Orbital Sciences: dopo un secondo lancio di test, in futuro Antares dovrebbe entrare in servizio per le otto missioni di carico/scarico presso la Stazione Spaziale Internazionale previste dal contratto di 1,9 miliardi di dollari stipulato fra l’agenzia spaziale e la società della Virginia.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 04 2013
Link copiato negli appunti