Antares, inaugurazione spaziale

Fila tutto lisco per il viaggio inaugurale del nuovo vettore privato statunitense, un progetto su cui NASA ha già investito con un contratto di un paio di miliardi di dollari per rifornire la ISS

Roma – Nei piani a medio termine di NASA non c’è solo SpaceX: Antares, il razzo vettore sviluppato da Orbital Sciences , è un progetto altrettanto importante per le esigenze di rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale ed ha appena sperimentato (con successo) il suo lancio inaugurale .

Alto come un edificio di 13 piani (40 metri), Antares è un razzo a doppio stadio che brucia ossigeno liquido e kerosene per portare nello spazio la navicella-cargo Cygnus: il sistema di trasporto è in grado di portare nell’atmosfera carichi 5 tonnellate con un peso complessivo di 240 tonnellate.


Il primo volo di Antares+Cygnus è partito questa domenica da uno spazioporto della Virginia – lo stesso stato americano in cui opera Orbital Sciences – con una capsula “fasulla” di 4 tonnellate dopo un ritardo dovuto a un problema tecnico: alla fine è andato tutto come previsto e il razzo ha rilasciato correttamente in orbita il suo carico.

I vertici di NASA hanno espresso entusiasmo per i risultati “incredibili” raggiunti dal team di Orbital Sciences: dopo un secondo lancio di test, in futuro Antares dovrebbe entrare in servizio per le otto missioni di carico/scarico presso la Stazione Spaziale Internazionale previste dal contratto di 1,9 miliardi di dollari stipulato fra l’agenzia spaziale e la società della Virginia.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • qualcuno scrive:
    Domanda
    Bitcoin dovrebbe essere una moneta, cioé un mezzo di scambio. Ma ho l'impressione che per ora sia usato molto di piú come bene di investimento virtuale. Visto che le transazioni sono pubbliche ho provato ad analizzarle, peró non sono un esperto di bitcoin. Mi é venuto fuori che un ristrettissimo numero di nodi ha un clustering degree e un numero di collegamenti molto alto mentre il resto dei nodi ha un clustering degree bassissimo.Immagino che il ristretto numero di nodi siano i data miners, come identificativo ho solo le chiavi pubbliche. Ne verrebbe fuori che oltre a trattare per l'allocazione di nuove bitcoin i data miners si scambiano parecchie bitcoin tra di loro. Secondo voi é possibile? Perché?Il resto della rete ha un clustering degree basso, ma al tempo stesso migliaia di noti hanno piú di due collegamenti. La mia ipotesi é che pochi si preoccupano della privacy chiedendo un nuovo identificativo per ogni transazione, ma al tempo stesso fanno poche transazioni. Il che confermerebbe che bitcoin non é usato come moneta di scambio (almeno per ora). Secondo voi é possibile? Perché?Ultima domanda voi come usate bitcoin?Altra domanda. Voi
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Domanda
      contenuto non disponibile
      • qualcuno scrive:
        Re: Domanda
        Grazie per la risposta.Il discorso degli investitori che fanno continua compravendita é interessante. Peró non devono essere tanti. Nei dati che ho (piú vecchi di un anno) quelli che hanno fatto piú di 100 transazioni sono poco piu di 2000 e comunque i miners e quelli che convertono i bitcoin in altre valute dovrebbero far parte di questo gruppo.Per quanto riguarda la volatilitá degli ultimi tempi ho letto che spagnoli greci e ciprioti, in cerca di un valuta piú sicura e in cerca di un modo di rendere irrintracciabili i loro soldi, si sono buttati su bitcoin facendo schizzare il valore. In pratica la crisi europea probabilmente ha reso molto fluttuante anche bitcoin.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Domanda
          contenuto non disponibile
          • armstrong scrive:
            Re: Domanda
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: qualcuno


            Per quanto riguarda la volatilitá degli

            ultimi tempi ho letto che spagnoli greci e

            ciprioti, in cerca di un valuta piú
            sicura
            e

            in cerca di un modo di rendere
            irrintracciabili
            i

            loro soldi, si sono buttati su bitcoin
            facendo

            schizzare il valore.



            In pratica la crisi europea probabilmente ha
            reso

            molto fluttuante anche

            bitcoin.

            Sì, è uno dei motivi sospettati, ma più che
            investitori bisogna essere avventurieri per
            mettere buona parte del proprio patrimonio in un
            oggetto
            virtuale.
            Poi, per carità, c'è anche caso che fra 5 anni
            gli avventurieri possano comprarsi la casa col
            ricavato. Ma sempre di un'avventura si
            parla.Più o meno come chi si è comprato azioni, di qualsiasi tipo ;)
          • pietro scrive:
            Re: Domanda
            - Scritto da: armstrong
            - Scritto da: unaDuraLezione

            - Scritto da: qualcuno




            Per quanto riguarda la volatilitá
            degli


            ultimi tempi ho letto che spagnoli
            greci
            e


            ciprioti, in cerca di un valuta piú

            sicura

            e


            in cerca di un modo di rendere

            irrintracciabili

            i


            loro soldi, si sono buttati su bitcoin

            facendo


            schizzare il valore.





            In pratica la crisi europea
            probabilmente
            ha

            reso


            molto fluttuante anche


            bitcoin.



            Sì, è uno dei motivi sospettati, ma più che

            investitori bisogna essere avventurieri per

            mettere buona parte del proprio patrimonio
            in
            un

            oggetto

            virtuale.

            Poi, per carità, c'è anche caso che fra 5
            anni

            gli avventurieri possano comprarsi la casa
            col

            ricavato. Ma sempre di un'avventura si

            parla.
            Più o meno come chi si è comprato azioni, di
            qualsiasi tipo
            ;)no, chi compra azioni ha come garanzia l'azienda che ha emesso quelle azioni, (mobili, immobili, fatturato, gente che lavora un prodotto che viene venduto, un magazzino etc.) è un bel po' diverso
          • armstrong scrive:
            Re: Domanda
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: armstrong

            - Scritto da: unaDuraLezione


            - Scritto da: qualcuno






            Per quanto riguarda la
            volatilitá

            degli



            ultimi tempi ho letto che spagnoli

            greci

            e



            ciprioti, in cerca di un valuta
            piú


            sicura


            e



            in cerca di un modo di rendere


            irrintracciabili


            i



            loro soldi, si sono buttati su
            bitcoin


            facendo



            schizzare il valore.







            In pratica la crisi europea

            probabilmente

            ha


            reso



            molto fluttuante anche



            bitcoin.





            Sì, è uno dei motivi sospettati, ma più
            che


            investitori bisogna essere avventurieri
            per


            mettere buona parte del proprio
            patrimonio

            in

            un


            oggetto


            virtuale.


            Poi, per carità, c'è anche caso che fra
            5

            anni


            gli avventurieri possano comprarsi la
            casa

            col


            ricavato. Ma sempre di un'avventura si


            parla.

            Più o meno come chi si è comprato azioni, di

            qualsiasi tipo

            ;)
            no, chi compra azioni ha come garanzia l'azienda
            che ha emesso quelle azioni, (mobili, immobili,
            fatturato, gente che lavora un prodotto che viene
            venduto, un magazzino etc.) è un bel po'
            diversoDici che fessbuk vale in mobili tutti i miliardi di quotazione? :D
  • qualcuno scrive:
    Sicurezza
    Il problema della sicurezza forse é piú un problema di educazione degli utenti. Il modo piú sicuro per tenersi un wallet é quello di crearsi sul PC un volume criptato con truecrypt o realcrypt e montarlo solo quando serve. Con Linux é una cosa facile da fare, con winzozz non ci ho mai provato.
    • dueDureLezi oni scrive:
      Re: Sicurezza
      - Scritto da: qualcuno
      Il problema della sicurezza forse é piú un
      problema di educazione degli utenti.

      Il modo piú sicuro per tenersi un wallet é
      quello di crearsi sul PC un volume criptato con
      truecrypt o realcrypt e montarlo solo quando
      serve. Con Linux é una cosa facile da fare, con
      winzozz non ci ho mai
      provato.con winzozz è ancora più facile ;-)
  • devnull scrive:
    Questo articolo è
    Un concentrato di FUD degno della migliore/peggiore microsoft nei suoi anni d'oro.
  • AxAx scrive:
    Evidentemente...
    i bancamafiosi (non esistono bancheri, solo bancamafiosi) di tutto il mondo stavano incominciando ad averne paura.
  • Legumeleio scrive:
    rotfl

    una valuta virtuale la cui creazione richiede lo spreco di risorse realiqualcuno dica a Krugman che anche gli euro sono perlopiù valuta "virtuale" (la maggior parte degli euro emessi sono soltanto bit dentro ai mainframe delle banche centrali) e vengono emessi a fronte del pagamento con titoli di stato che a loro volta vengono emessi grazie al sudore della fronte dei cittadini (risorse reali).
    • Pietro scrive:
      Re: rotfl
      - Scritto da: Legumeleio

      una valuta virtuale la cui creazione richiede
      lo spreco di risorse
      reali

      qualcuno dica a Krugman che anche gli euro sono
      perlopiù valuta "virtuale" (la maggior parte
      degli euro emessi sono soltanto bit dentro ai
      mainframe delle banche centrali) e vengono emessi
      a fronte del pagamento con titoli di stato che a
      loro volta vengono emessi grazie al sudore della
      fronte dei cittadini (risorse
      reali).I titoli di stato sono la garanzia che dá valore agli euro, dove sono i titoli che danno valore ai bitcoin?
      • Legumeleio scrive:
        Re: rotfl
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: Legumeleio


        una valuta virtuale la cui creazione richiede

        lo spreco di risorse

        reali



        qualcuno dica a Krugman che anche gli euro sono

        perlopiù valuta "virtuale" (la maggior parte

        degli euro emessi sono soltanto bit dentro ai

        mainframe delle banche centrali) e vengono
        emessi

        a fronte del pagamento con titoli di stato che a

        loro volta vengono emessi grazie al sudore della

        fronte dei cittadini (risorse

        reali).
        I titoli di stato sono la garanzia che dá valore
        agli euro, dove sono i titoli che danno valore ai
        bitcoin?i bitcoin non ne hanno bisogno perchè hanno valore intrinseco:http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_intrinseco(in questo caso i costi di produzione sono il tempo macchina e le risorse energetiche necessarie a fare mining)
        • asdasd scrive:
          Re: rotfl
          - Scritto da: Legumeleio
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: Legumeleio



          una valuta virtuale la cui
          creazione
          richiede


          lo spreco di risorse


          reali





          qualcuno dica a Krugman che anche gli
          euro
          sono


          perlopiù valuta "virtuale" (la maggior
          parte


          degli euro emessi sono soltanto bit
          dentro
          ai


          mainframe delle banche centrali) e
          vengono

          emessi


          a fronte del pagamento con titoli di
          stato che
          a


          loro volta vengono emessi grazie al
          sudore
          della


          fronte dei cittadini (risorse


          reali).

          I titoli di stato sono la garanzia che

          valore

          agli eurono, i titoli di stato sono quello che viene pagato per della carta straccia (gli euro), non garantita da alcunchè (è dagli anni settanta che le valute non sono più agganciate all'oro, quindi non c'è alcuna garanzia su esse)
          • Leguleio scrive:
            Re: rotfl
            - Scritto da: asdasd
            no, i titoli di stato sono quello che viene
            pagato per della carta straccia (gli euro), non
            garantita da alcunchè (è dagli anni settanta che
            le valute non sono più agganciate all'oro, quindi
            non c'è alcuna garanzia su
            esse)Esatto, precisamente dal 15 agosto 1971, decisione unilaterale del presidente Nixon. Va detto che gli Stati Uniti erano l'unico Stato ad avere ancora la moneta ancorata all'oro, mentre (quasi) tutte le altre lo erano indirettamente: erano ancorate al dollaro in base agli accordi di Bretton Woods.
          • Don Draper scrive:
            Re: rotfl
            - Scritto da: asdasd
            - Scritto da: Legumeleio

            - Scritto da: Pietro


            - Scritto da: Legumeleio




            una valuta virtuale la cui

            creazione

            richiede



            lo spreco di risorse



            reali







            qualcuno dica a Krugman che anche
            gli

            euro

            sono



            perlopiù valuta "virtuale" (la
            maggior

            parte



            degli euro emessi sono soltanto bit

            dentro

            ai



            mainframe delle banche centrali) e

            vengono


            emessi



            a fronte del pagamento con titoli
            di

            stato che

            a



            loro volta vengono emessi grazie al

            sudore

            della



            fronte dei cittadini (risorse



            reali).


            I titoli di stato sono la garanzia che



            valore


            agli euro

            no, i titoli di stato sono quello che viene
            pagato per della carta straccia (gli euro), non
            garantita da alcunchè (è dagli anni settanta che
            le valute non sono più agganciate all'oro, quindi
            non c'è alcuna garanzia su
            esse)ora tutto è basato sul debito.
          • asdasd scrive:
            Re: rotfl
            - Scritto da: Don Draper
            - Scritto da: asdasd

            - Scritto da: Legumeleio


            - Scritto da: Pietro



            - Scritto da: Legumeleio





            una valuta virtuale la cui


            creazione


            richiede




            lo spreco di risorse




            reali









            qualcuno dica a Krugman che anche

            gli


            euro


            sono




            perlopiù valuta "virtuale" (la

            maggior


            parte




            degli euro emessi sono soltanto
            bit


            dentro


            ai




            mainframe delle banche centrali)
            e


            vengono



            emessi




            a fronte del pagamento con titoli

            di


            stato che


            a




            loro volta vengono emessi grazie
            al


            sudore


            della




            fronte dei cittadini (risorse




            reali).



            I titoli di stato sono la garanzia che





            valore



            agli euro



            no, i titoli di stato sono quello che viene

            pagato per della carta straccia (gli euro), non

            garantita da alcunchè (è dagli anni settanta che

            le valute non sono più agganciate all'oro,
            quindi

            non c'è alcuna garanzia su

            esse)

            ora tutto è basato sul debito.no attenzione, la garanzia basata sul debito è per chi emette moneta; ma quello che è venuto meno è la garanzia per chi possiede moneta.
        • pietro scrive:
          Re: rotfl
          - Scritto da: Legumeleio
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: Legumeleio



          una valuta virtuale la cui
          creazione
          richiede


          lo spreco di risorse


          reali





          qualcuno dica a Krugman che anche gli
          euro
          sono


          perlopiù valuta "virtuale" (la maggior
          parte


          degli euro emessi sono soltanto bit
          dentro
          ai


          mainframe delle banche centrali) e
          vengono

          emessi


          a fronte del pagamento con titoli di
          stato che
          a


          loro volta vengono emessi grazie al
          sudore
          della


          fronte dei cittadini (risorse


          reali).

          I titoli di stato sono la garanzia che

          valore

          agli euro, dove sono i titoli che danno
          valore
          ai

          bitcoin?

          i bitcoin non ne hanno bisogno perchè hanno
          valore
          intrinseco:
          http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_intrinseco
          (in questo caso i costi di produzione sono il
          tempo macchina e le risorse energetiche
          necessarie a fare
          mining)sarà ma io di valore intrinseco non ne vedo, l'oro esiste, ha un peso, un colore, una sua consistenza e un mercato, qui invece è tutto virtuale.se rimani senza corrente elettrica o muore un hard disk scompare tutto.
          • asdasd scrive:
            Re: rotfl
            - Scritto da: pietro
            - Scritto da: Legumeleio

            - Scritto da: Pietro


            - Scritto da: Legumeleio




            una valuta virtuale la cui

            creazione

            richiede



            lo spreco di risorse



            reali







            qualcuno dica a Krugman che anche
            gli

            euro

            sono



            perlopiù valuta "virtuale" (la
            maggior

            parte



            degli euro emessi sono soltanto bit

            dentro

            ai



            mainframe delle banche centrali) e

            vengono


            emessi



            a fronte del pagamento con titoli
            di

            stato che

            a



            loro volta vengono emessi grazie al

            sudore

            della



            fronte dei cittadini (risorse



            reali).


            I titoli di stato sono la garanzia che



            valore


            agli euro, dove sono i titoli che danno

            valore

            ai


            bitcoin?



            i bitcoin non ne hanno bisogno perchè hanno

            valore

            intrinseco:


            http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_intrinseco

            (in questo caso i costi di produzione sono il

            tempo macchina e le risorse energetiche

            necessarie a fare

            mining)
            sarà ma io di valore intrinseco non ne vedo,
            l'oro esiste, ha un peso, un colore, una sua
            consistenza e un mercato, qui invece è tutto
            virtuale.il valore intrinseco è il valore basato sul costo di produzione; produrre bitcoin costa (corrente elettrica, tempo macchina, ecc..), quindi hanno valore intrinseco
            se rimani senza corrente elettrica o muore un
            hard disk scompare
            tutto.e se invece dell'oro o del bitcoin usassi il metano o l'idrogeno come moneta? è reale come l'oro, ma se ti si rompe la bombola, tutto il gas va perso nell'aria.
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: rotfl
          - Scritto da: Legumeleio
          i bitcoin non ne hanno bisogno perchè hanno
          valore
          intrinseco:
          http://it.wikipedia.org/wiki/Valore_intrinseco
          (in questo caso i costi di produzione sono il
          tempo macchina e le risorse energetiche
          necessarie a fare
          mining)Ma non puoi riconvertirli. Una moneta agganciata all'oro invece è riconvertibile. Comunque non vedo molta differenza con le attuali monete a parte che i Bitcoin non sono agganciati agli stati (banche centrali).
          • Stemby scrive:
            Re: rotfl
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Comunque non vedo molta differenza con le attuali
            monete a parte che i Bitcoin non sono agganciati
            agli stati (banche
            centrali).E dici poco...Altra differenza fondamentale è che non sono liberamente inflazionabili dal governatore di turno.
          • collione scrive:
            Re: rotfl
            - Scritto da: Stemby
            E dici poco...

            Altra differenza fondamentale è che non sono
            liberamente inflazionabili dal governatore di
            turno.tanta l'UE non lo permette e comunque le banche centrali ormai sono svincolate dai governi ( cioè ci è stata rubata la proprietà della moneta!!!! )almeno bitcoin è basato su regole matematiche certe ed inviolabili
      • Be&O scrive:
        Re: rotfl
        In "USA" il valore non lo da i Titoli ma la riserva aurea, più reale dei titoli fondati sul "Falso in Bilancio" dei vari stati, GERMANIA COMPRESA !
        • pietro scrive:
          Re: rotfl
          - Scritto da: Be&O
          In "USA" il valore non lo da i Titoli ma la
          riserva aurea, più reale dei titoli fondati sul
          "Falso in Bilancio" dei vari stati, GERMANIA
          COMPRESA
          !è dal 71' che gli USA hanno scollegato il valore del dollaro dalla riserva aurea.
    • nome e cognome scrive:
      Re: rotfl

      loro volta vengono emessi grazie al sudore della
      fronte dei cittadini (risorse
      reali).Vero pero' tralasciando per un attimo il discorso economico (che secondo me merita di essere preso seriamente) al momento c'è un sacco di gente che produce bitcoin rubando risorse alla collettività (installando il software di mining su pc di organizzazioni o aziende). Potenzialmente visto il controvalore dei bitcoin in valuta reale stiamo parlando di un gigantesco. Questo la rende decisamente diverso dalle valute normali.
      • Leguleio scrive:
        Re: rotfl
        - Scritto da: nome e cognome
        al momento c'è un sacco di gente che
        produce bitcoin rubando risorse alla collettività
        (installando il software di mining su pc di
        organizzazioni o aziende). Potenzialmente visto
        il controvalore dei bitcoin in valuta reale
        stiamo parlando di un gigantesco.Un gigantesco... cosa?
      • asdasd scrive:
        Re: rotfl
        - Scritto da: nome e cognome

        loro volta vengono emessi grazie al sudore
        della

        fronte dei cittadini (risorse

        reali).

        Vero pero' tralasciando per un attimo il discorso
        economico (che secondo me merita di essere preso
        seriamente) al momento c'è un sacco di gente che
        produce bitcoin rubando risorse alla collettività
        (installando il software di mining su pc di
        organizzazioni o aziende). Potenzialmente visto
        il controvalore dei bitcoin in valuta reale
        stiamo parlando di un gigantesco.ma quello non dipende da bitcoin, ma da un comportamento disonesto delle persone in questione
        Questo la rende decisamente diverso dalle valute
        normali.non proprio, un sacco di gente mette in atto pratiche disoneste per ottenere euro piuttosto che dollari, esattamente come fa chi usa pc altrui per fare mining (con la differenza che nel primo caso si parla di crimini, mentre nel secondo al massimo è una violazione della policy di un'azienda o organizzazione che possiede quel pc)
        • nome e cognome scrive:
          Re: rotfl


          ma quello non dipende da bitcoin, ma da un
          comportamento disonesto delle persone in
          questioneIl problema è proprio questo (come dici anche sotto). Definire il disonesto. Se sul mio pc in ufficio installo il software e mentre lavoro il pc in background mina bitcoin sto commettendo un atto illecito? No, al massimo ma proprio volendo stressare molto il concetto sto abusando delle risorse aziendali e quindi potrei essere licenziato; ma di certo non sto commettendo un reato.
          primo caso si parla di crimini, mentre nel
          secondo al massimo è una violazione della policy
          di un'azienda o organizzazione che possiede quel
          pc)Esatto, e siccome si tratta di una violazione: oltretutto direi che è difficilissimo quantificare il danno abbiamo un valore drogato... è come se chiunque potesse stampare euro, un pochino per volta certo...
  • armstrong scrive:
    Bitcoin è follia...
    Se lo è per gli economisti, vuol dire che stanno facendo un ottimo lavoro ;)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Bitcoin è follia...
      contenuto non disponibile
    • dueDureLezi oni scrive:
      Re: Bitcoin è follia...
      - Scritto da: armstrong
      Se lo è per gli economisti, vuol dire che stanno
      facendo un ottimo lavoro
      ;)[img]http://www.pc-facile.com/images/notizie/facebook-like.jpg[/img]
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Bitcoin è follia...
      - Scritto da: armstrong
      Se lo è per gli economisti, vuol dire che stanno
      facendo un ottimo lavoro
      ;)Krugman ha vinto il nobel per i suoi lavori sul commercio internazionale che sono di tutto rispetto(ma l'ha vinto anche perché i nobel sono fortemente politicizzati). Nonostante questo lui sfrutta il suo nobel per dare validità alle sue idee sulle macroeconomie e le policy monetarie che contraddicono in toto quelle persone che hanno vinto il Nobel per i loro lavori in quelle aree.
      • Trollollero scrive:
        Re: Bitcoin è follia...
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: armstrong

        Se lo è per gli economisti, vuol dire che
        stanno

        facendo un ottimo lavoro

        ;)


        Krugman ha vinto il nobel per i suoi lavori sul
        commercio internazionale che sono di tutto
        rispetto(ma l'ha vinto anche perché i nobel sono
        fortemente politicizzati).
        Sto ancora aspettando che istituiscano il Nobel per l'omeopatia, che ha fondamenti scientifici assai piu' solidi dell'economia....
        Nonostante questo lui sfrutta il suo nobel per
        dare validità alle sue idee sulle macroeconomie e
        le policy monetarie che contraddicono in toto
        quelle persone che hanno vinto il Nobel per i
        loro lavori in quelle
        aree.In altri termini, e' un pagliaccio che cerca di adattare l'osservato al modello.Un economista, insomma.
  • save scrive:
    XXXXXXXX
    Certo che il giornalismo italiano è tutto particolare. Ma la finite di riportare opinioni personali e voci di corridoio. Ma quanto siete XXXXXXXX. Il bitcoin va male, come dite voi, grazie a gebwte di XXXXX come voi che traggono profitti sulle disgrazie altrui. E ancora una volta il web mostra il suo vero volto da
Chiudi i commenti