Antipirateria, corsi BSA in Sicilia

Partecipano anche gli industriali della musica e del cinema agli aggiornamenti pensati per la Guardia di Finanza dai produttori per rendere più efficace il contrasto alla pirateria


Palermo – Sono sbarcati in Sicilia i corsi organizzati dalle major del software, della musica e del cinema per rappresentare alle forze dell’ordine, in particolare la Guardia di Finanza , tutte le novità sull’attività di pirati e contraffattori.

BSA , FPM e FAPAV hanno dunque collaborato con i comandi delle Fiamme Gialle e hanno tenuto gli incontri presso il Comando Regionale della GdF di Palermo e quello provinciale di Catania. Agli incontri sono intervenuti il Comandante Regionale della Guardia di Finanza della Sicilia, Generale Cosimo Sasso, e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, Colonnello Mario D’ Alonzo”.

“Obiettivo dei corsi di formazione – si legge in una nota – è quello di illustrare quali metodologie investigative vengono utilizzate durante le operazioni di verifica e presentare i risultati dell’intensa attività di contrasto della pirateria portata a termine con successo in questi mesi. Sono state inoltre fornite indicazioni su come identificare prodotti contraffatti e su come rintracciare siti pirata in Internet”.

Durante gli incontri è stato anche illustrato il quadro normativo sul diritto d’autore in Italia, soprattutto alla luce delle imminenti modifiche che subirà il nostro ordinamento con il recepimento della Direttiva Europea contro la pirateria recentemente approvata dall’Unione Europea. Non si fa per ora alcun riferimento né al decreto Urbani né al provvedimento di conversione dello stesso.

L’idea dei corsi, che da mesi la BSA porta in giro per l’Italia , si deve al fatto che, secondo le major, il tasso di pirateria nel nostro paese è elevatissimo. Per quanto riguarda il software, come noto, la BSA stima che quasi la metà di tutto il software utilizzato nel paese sia sfruttato illegalmente.

“Ridurre il livello di pirateria – ha ripetuto ieri la BSA – si tradurrebbe in un vantaggio per le economie locali di tutti gli Stati membri dell’Unione Europea, aiutando a ridurre la diffusione del fenomeno. Una diminuzione del tasso di pirateria, anche per una piccola percentuale, porterebbe alla creazione di ulteriori posti di lavoro e a un incremento del gettito fiscale”. BSA ha anche fatto suoi i risultati di uno studio di IDC secondo cui una riduzione della pirateria del 10 per cento entro il 2006 condurrebbe alla creazione di circa 200.000 nuovi posti di lavoro, generando maggiori entrate fiscali per oltre 20 miliardi di euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Richiesta di aiuto su lotus notes
    ciao a tuttimi scuso in anticipo perchè mi sa che sono un po off.da poco l'azienda dove lavoro è passata a Lotus notes.mi sono accorto che quando apro le email se è stata richiesta una conferma di lettura/apertura questa viene inviata in automatico senza richiedere la conferma.Esiste un modo per poterla gestire così come con outlook?E' un esigenza più che motivata, perchè tra le mie varie attività lavorative una parte è dedicata all'assistenza e spesso questa ricevuta di ritorno viene "impugnata" come affermazione del ritardo nell'erogare un servizio ....Grazie a che mi darà una mano!Fabrizio
  • Anonimo scrive:
    Richiesta di aiuto su lotus notes
    ciao a tuttimi scuso in anticipo perchè mi sa che sono un po off.da poco l'azienda dove lavoro è passata a Lotus notes.mi sono accorto che quando apro le email se è stata richiesta una conferma di lettura/apertura questa viene inviata in automatico senza richiedere la conferma.Esiste un modo per poterla gestire così come con outlook?E' un esigenza più che motivata, perchè tra le mie varie attività lavorative una parte è dedicata all'assistenza e spesso questa ricevuta di ritorno viene "impugnata" come affermazione del ritardo nell'erogare un servizio ....Grazie a che mi darà una mano!Fabrizio
  • Anonimo scrive:
    Re: Una buona ragione...

    eh si..poveri 100 milioni di utilizzatori di Lotus nel mondo.100 moltiplicato per 4
  • Anonimo scrive:
    Re: Una buona ragione... e allora come
    Beh già i costi sono una buona ragione, a volte... e comunque i prodotti di Lotus (noi usiamo Lotus Notes in modo intensivo) sono validissimi, sicuri per lo più (hanno dei bachi ma è inevitabile) e molto potenti. Difetti: pesantucci, non sempre semplici da usare e piuttosto "isolati" nel loro mondo, nel senso che per farli operare con altri programmi (Office, Oracle o anche SQL2K) abbiamo sempre dovuto smanettare molto... non molto pratici insomma al di fuori del loro terreno. Forse manchiamo di esperienza noi nel campo ma la sensazione è che siano un po' chiusi.SI E VERO MANCATE DI ESPIRIENZAPER FARE ANCHE LE COSE COMPLESE BASTANOPOCE RIGHE DI CODICEps sviluppo per domino
  • Anonimo scrive:
    Re: Lotus Organizer RuleZ! ma che stai a
  • Anonimo scrive:
    Re: Una buona ragione... e allora come
    - Scritto da: Anonimo
    questione di costi , non di sicurezza
    perdi il tuo tempo a patchare
    e patcha
    e patcha
    e patcha
    e patchaBeh già i costi sono una buona ragione, a volte... e comunque i prodotti di Lotus (noi usiamo Lotus Notes in modo intensivo) sono validissimi, sicuri per lo più (hanno dei bachi ma è inevitabile) e molto potenti. Difetti: pesantucci, non sempre semplici da usare e piuttosto "isolati" nel loro mondo, nel senso che per farli operare con altri programmi (Office, Oracle o anche SQL2K) abbiamo sempre dovuto smanettare molto... non molto pratici insomma al di fuori del loro terreno. Forse manchiamo di esperienza noi nel campo ma la sensazione è che siano un po' chiusi.
  • Anonimo scrive:
    Più che giusto e meritato!
    Chi usa outlook *merita* i virus. Ci sono decine di alternative, altrettanto facili (se non di più) da usare, se volete usare outlook è colpa vostra.
  • Anonimo scrive:
    Re: Una buona ragione... e allora come
    questione di costi , non di sicurezzaperdi il tuo tempo a patcharee patchae patchae patchae patcha
  • Anonimo scrive:
    Re: per chi ha scarsa ram e cpu
    - Scritto da: Anonimo
    Quanto sei ingenuotto....
    io saro ingenuotto ma tu in quanto a dotazione di ram e cpu scarseggi.il post era ironico, quindi visto che su sto forum scarseggia sia i professionisti che quelli con QI
    2 espongo meglio il mio pensiero:prendi un qualunque sw lo sottoponi ad un test intensivo trovi migliaia di buchi.la questione del test e np completo un sw non potra mai essere perfetto quindi la sicurezza non potra mai essere totaleby
    Beh, se il tuo interesse verso le
    problematiche della sicurezza informatica
    sono al livello espresso nel tuo post, torna
    a giocare con la "pleistescion" e lascia i
    PC ai professionisti (sebbene qui sul forum
    di PI se ne vedano pochi).
  • Anonimo scrive:
    Re: ne ho scoperto anche io uno di baco
    Quanto sei ingenuotto....Beh, se il tuo interesse verso le problematiche della sicurezza informatica sono al livello espresso nel tuo post, torna a giocare con la "pleistescion" e lascia i PC ai professionisti (sebbene qui sul forum di PI se ne vedano pochi).
  • Anonimo scrive:
    ne ho scoperto anche io uno di baco
    se confezioni ad arte un allegato che in doc contiene un rtf che ha sua volta contiene un pdf che a sua volta ha un urlo che puntaa un docche contiene un pif che contiene un bat ......ecc... e tutto cio lo apri solo il primo del mese con una mano sola mentre con l'altra palpeggi la segretaria, il pc ti viene colpito da un virus, ma a sto punto chi se ne frega.
  • Anonimo scrive:
    Lotus Organizer RuleZ!
    Come da subject :p :p 8) :D
  • Anonimo scrive:
    Re: un buco oggi, uno domani
    - Scritto da: Anonimo
    Quale amministratore? ;)Quello di condominio :)Si vede che il thread sul p2p ha attirato le attenzioni di tutti, in altre occasioni qui ci sarebbero stati centinaia di post pro e contro microsoft a quest'ora==================================Modificato dall'autore il 19/05/2004 1.40.09
  • Anonimo scrive:
    Re: un buco oggi, uno domani
    Quale amministratore? ;)
  • Anonimo scrive:
    un buco oggi, uno domani
    è più facile che l'hacker controlli il pc rispetto all'amministratore
Chiudi i commenti