Apple, all'arrembaggio di autori giapponesi?

L'accusa arriva da Oriente: Apple approverebbe applicazioni che ospitano opere pirata, spacciate su iTunes
L'accusa arriva da Oriente: Apple approverebbe applicazioni che ospitano opere pirata, spacciate su iTunes

Una coalizione di editori giapponesi si è lamentata con Apple perché copie illegali di opere dei propri autori sono apparse in vendita su App Store.

Tra gli editori che costituiscono il consorzio Japan Book Publishers Association , Japan Magazine Publishers Association , Electronic Book Publishers Association of Japan e Digital Comic Association : in ballo ci sarebbero le opere di autori importanti come Haruki Murakami e Keigo Higashino , digitalizzate e vendute illegalmente su App Store da luglio di quest’anno.

Pur avendo, una volta avvertita, provveduto a rimuovere le opere incriminate (ma non tutte , secondo gli interessati), Apple avrebbe gravi responsabilità e del tutto non convincente sarebbe stata la giustificazione per cui non è in grado di controllare la presenza di contenuti protetti da diritto d’autore durante il processo di approvazione delle app .

Il mercato degli ebook in Giappone, finora, è stato bloccato dalla diffidenza degli editori stessi, che solo in seguito alla diffusione di dispositivi come iPad si stanno convincendo sul possibile cambio di rotta verso il nuovo mezzo e a interessarsi dei suoi problemi: Cupertino dovrebbe, dicono ora gli editori, adottare maggiori precauzioni a riguardo e hanno per questo chiesto un colloquio con Apple Giappone per trovare una soluzione al problema.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti