Apple, Cook si scusa per le mappe

Tim Cook prende la tastiera e scrive ai propri clienti. Spiegando che a Cupertino sanno di aver deluso le aspettative. Ma rimedieranno

Roma – È qualcosa che non capita spesso di vedere, ma è successo davvero: Apple ha ammesso di aver commesso un passo falso con le nuove mappe contenute in iOS 6, che per la prima volta fanno a meno del supporto di Google e della sua tecnologia. Tim Cook in persona, CEO dell’azienda, scrive sul sito dell’azienda un comunicato che spiega ai clienti la posizione della Mela sulla faccenda.

“Alla Apple ci impegnamo a creare prodotti di valore assoluto che siano in grado di offrire la migliore esperienza possibile ai nostri clienti. Con il lancio delle nostre nuove Mappe la scorsa settimana abbiamo fallito in questo proposito. Siamo molto spiacenti per la frustrazione che questo ha creato ai nostri clienti e stiamo facendo tutto quello che possiam per rendere Mappe migliore”.

Cook ribadisce che il nuovo servizio, già utilizzato da 100 milioni di device iOS in giro per il mondo, ha fornito indicazioni per mezzo miliardo di destinazioni in poco più di una settimana dal lancio: e questo utilizzo, alla luce della tecnologia impiegata, dovrebbe consentire al servizio di migliorare anche grazie al feedback ricevuto. “Col passare del tempo, abbiamo voluto fornire ai nostri clienti un Mappe migliore con funzionalità come la navigazione turn-by-turn, la guida vocale, Flyover e mappe vettoriali. Per farlo, dovevamo creare una nuova versione di Mappe da zero” spiega il CEO.

In conclusione, Cook concede che ci sono al momento servizi migliori anche nell’App Store: vengono citati Bing, MapQuest e Waze, oppure si indirizza i clienti Apple ai siti di Google e Nokia per sfruttare le loro tecnologie e algoritmi. “Tutto quello che facciamo alla Apple è mirato a rendere i nostri prodotti i migliori al mondo. Sappiamo quello che vi aspettate da noi, e continueremo a lavorare senza sosta fino a quando Mappe non sarà all’altezza di questo incredibile alto standard”. Parola di Tim Cook.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Xubuntu scrive:
    Tanto tuonò che piovve
    tanto hanno reso pesante e pasticciato con Ubuntu e Unity che moltissimi utenti migrarono su Xubuntu o Debian (con XFCE). Mancava solo la pubblicità o link a siti di ecommerce per completare il triste quadro. Ed è arrivata anche quella!!Che XXXXXte che stanno facendo con Ubuntu: l'hanno resa davvero un mostro di usabilità e adatta per lo più a bimbiXXXXXXX o ad utenti da ipermercato.Provate, invece, http://xubuntu.org/ e non ve ne pentirete!!! meno fronzoli = più produttività.
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Tanto tuonò che piovve
      Xubuntu è un grande sistema, tanto che lo uso anche su macchine potenti e non solo su catorci di 10 anni fa.Però alla fine non ci vuole niente ad installare la Gnome Shell dal Software Center di Ubuntu.
      • Cog Nome scrive:
        Re: Tanto tuonò che piovve
        Lol, cosa vuol dire? Lo uso su macchine potenti allora é OK? ahah...Rispetto il tuo nick perché é abbastanza moderato nei commenti, ma questa non me l'aspettavo!Capisco avessi detto macchine critiche: lo sai quanti centri di calcolo (Teraflop) si appoggiano a freeBSD, piuttosto che a Ubuntu, XUbuntu, etc... insomma, che lo usi tu su macchine potenti fa piacere, ma su grossi cluster non ho mai sentito che si usi Xubuntu (o Ubuntu).Non é tanto il sistema... e´ proprio la frase che mi lascia basito.
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: Tanto tuonò che piovve
          Scusa, a me lascia basito il tuo commento. Cosa c'entrano le macchine cluster? Le distribuzioni Ubuntu sono fatte per l'utenza domestica ed ufficio e nient'altro, e Xubuntu è un ottimo compromesso tra prestazioni e funzionalità.Se poi è il termine "macchina" che ti confonde, qualsiasi sistema di calcolo è una macchina.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 ottobre 2012 00.09-----------------------------------------------------------
  • Lorenzo scrive:
    Ubuntu vs Mint
    Ho voluto provare Mint dato che con unity mi trovo malissimo , be' va davvero bene e l'interfaccia a me torna comoda , penso che la cosa giusta da fare sia informare tutti che se da loro fastidio questa funzione ( o la nuova interfaccia ) c'e' l'opzione mint , cosi' ognuno si installa la cosa che gli va piu' a genio :)
    • libcyborg scrive:
      Re: Ubuntu vs Mint
      si, pure mint è buono..forse piu accattivante di debian...bravo buon consiglio così almeno chi passa il tempo ad auto flagellarsi con gigantesche seghe mentali su unity e canonical brutto e cattivo forse ci risparmia la filippica!
      • Cog Nome scrive:
        Re: Ubuntu vs Mint
        Mint é la prima distro linux in HpD da piú di un anno http://distrowatch.com/Mi consola davvero che libcyborg consideri ok. Grazie :)Rimane cmq Ubuntu based.Al di lá che debian é considerato piú "server oriented" é un po' piú lenta negli aggiornamenti... ma MOLTO stabile! Proprio oggi viene rilasciata la pre dopo squeeze.
        • krane scrive:
          Re: Ubuntu vs Mint
          - Scritto da: Cog Nome
          Mint é la prima distro linux in HpD da piú di un
          anno
          http://distrowatch.com/
          Mi consola davvero che libcyborg consideri ok.
          Grazie :)
          Rimane cmq Ubuntu based.
          Al di lá che debian é considerato piú "server
          oriented" é un po' piú lenta negli
          aggiornamenti... ma MOLTO stabile! Proprio oggi
          viene rilasciata la pre dopo squeeze.Ancora una pre ???:'(Ma quando esce ???
          • Cog Nome scrive:
            Re: Ubuntu vs Mint
            Squeeze funziona bene, non trovo che ci sia da disperarsi per nulla.Hai forse applicativi che non girano su squeeze? Perché sennó suona di trollata...
          • krane scrive:
            Re: Ubuntu vs Mint
            - Scritto da: Cog Nome
            Squeeze funziona bene, non trovo che ci sia da
            disperarsi per nulla.
            Hai forse applicativi che non girano su squeeze?
            Perché sennó suona di trollata...Ho un simpatico IBM xseries 225 sul quale se provo ad installare squeez ottengo crash nella rilevazione della scheda di rete; provando la beta della nuova non succede e tutto funziona subito.Non so perche' e non ho indagato, ma non ho voglia di sbattermi ergo aspetto la nuova versione per installarlo.
          • Cog Nome scrive:
            Re: Ubuntu vs Mint
            Grazie della risposta, almeno non era una trollata.Scusa se ho frainteso, ma su PI...Capisco che il tempo é tiranno:cmq nel sito ufficiale (mirror italiano) di debian si legge (!!!) http://www.debian.org/releases/stable/debian-installer/index.it.html"Se sul proprio sistema è presente un qualsiasi hardware che richiede il caricamento di firmware non-free insieme ai driver del dispositivo, si può usare uno dei tarball con i pacchetti firmware più comuni oppure scaricare un'immagine non ufficiale che contiene i firmware non-free. Le istruzioni su come usare questi tarball e le informazioni su come caricare il firmware durante l'installazione possono essere trovate nella guida all'installazione (si veda la sezione Documentazione).Immagini non-free dei CD netinst (circa 175-240 MB) con firmware"
          • krane scrive:
            Re: Ubuntu vs Mint
            - Scritto da: Cog Nome
            Grazie della risposta, almeno non era una
            trollata.
            Scusa se ho frainteso, ma su PI...
            Capisco che il tempo é tiranno:cmq nel sito
            ufficiale (mirror italiano) di debian si legge
            (!!!)
            http://www.debian.org/releases/stable/debian-insta
            "Se sul proprio sistema è presente un qualsiasi
            hardware che richiede il caricamento di firmware
            non-free insieme ai driver del dispositivo, si
            può usare uno dei tarball con i pacchetti
            firmware più comuni oppure scaricare un'immagine
            non ufficiale che contiene i firmware non-free.
            Le istruzioni su come usare questi tarball e le
            informazioni su come caricare il firmware durante
            l'installazione possono essere trovate nella
            guida all'installazione (si veda la sezione
            Documentazione).
            Immagini non-free dei CD netinst (circa 175-240
            MB) con firmware"Ho provato :s ed e' andato in crash lo stesso...Da quel poco che ho letto temo di essere caduto in una configurazione che si scontra con qualche bug nel driver, tu diro' che quando ho visto che la beta non crashava mi e' bastato ed ho smesso con le indagini :D
    • Shiba scrive:
      Re: Ubuntu vs Mint
      - Scritto da: Lorenzo
      Ho voluto provare Mint dato che con unity mi
      trovo malissimo ,

      be' va davvero bene e l'interfaccia a me torna
      comoda , penso che

      la cosa giusta da fare sia informare tutti che se
      da loro fastidio questa

      funzione ( o la nuova interfaccia ) c'e'
      l'opzione mint , cosi' ognuno si installa la cosa
      che gli va piu' a genio
      :)Oh mio dio, Cinnamon...
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Ubuntu vs Mint
      - Scritto da: Lorenzo
      Ho voluto provare Mint dato che con unity mi
      trovo malissimo ,

      be' va davvero bene e l'interfaccia a me torna
      comoda , penso che

      la cosa giusta da fare sia informare tutti che se
      da loro fastidio questa

      funzione ( o la nuova interfaccia ) c'e'
      l'opzione mint , cosi' ognuno si installa la cosa
      che gli va piu' a genio
      :)Io ho messo gnome in fallback mode e ho modificato un paio di cose per renderla simile alla gnome2 che usavo prima
  • asads scrive:
    ubuntu
    Ubuntu ha il pregio di aver reso più userfriendly unix uscendo da quella nicchia di smanettoni e appassionati e aprendosi alla folla. Rimane il fatto che chi si avvicina a linux per lo più lo fa per star lontano da virus e spyware inserire un logger nel so è un controsenso.Poi i linari sono noti per non fare acquisti digitali sul P2P...Tanto di cappello rosso al primo che patcha fuori dalle palle questa bellezza
    • libcyborg scrive:
      Re: ubuntu
      "Rimane il fatto che chi si avvicina a linux per lo più lo fa per star lontano da virus e spyware inserire un logger nel so è un controsenso."si certo.... ma adaware nel peggiore delle ipotesi non significa fishing,worms,viruses ma significa publicità.in windows la pubblicità arriva quando arriva (come il natale!)Ma in ubuntu arriverebbe per scelta (presupponendo il fatto che l'utente avrebbe pure la scelta del "switch off")."Poi i linari sono noti per non fare acquisti digitali sul P2P...Tanto di cappello rosso al primo che patcha fuori dalle palle questa bellezza"Scusami ma cosa intendi?
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: ubuntu

      Poi i linari sono noti per non fare acquisti
      digitali sul
      P2P...Ti risulta che qualcuno riesca a fare acquisti sul p2p? Almeno sai cos'è il p2p?
    • Alessandro Frigoli scrive:
      Re: ubuntu
      Da terminale: sudo apt-get remove unity-lens-shopping.Ecco rimosso l'"adware" di Amazon ;)
  • Il campo nome e cognome scrive:
    ...
    Ma chissenefrega di Amazon?
  • Sgabbio scrive:
    come al solito
    date le storie a metàhttp://www.ossblog.it/post/17213/le-ricerche-dalla-dash-di-unity-saranno-crittografate-da-ubuntu-12-10
    • libcyborg scrive:
      Re: come al solito
      si...ok palemiche queste che mi sembrano quasi sterili..ripeto è un'azienda e non farebbe mica peggio di Goolge che ci spia pure nel c-lo e nelle orecchie!!..se tracciassero un minimo di "identikit" e facessero delle ricerche per trarre maggiori informazione dell'"utenza tipo" di ubuntu e cercassero di migliorare l'efficenza di servizio a chi utilizza la distro non avrei nulla in contrario.
      • libcyborg scrive:
        Re: come al solito
        poi quando apri la pag dei commenti non trovi la publicità di voyager? al massino la disattivi..ma la redazione punto informatico forse è anche grazie a ciò che non ti chiede i soldi!(niente trolling sia chiaro)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 settembre 2012 15.14-----------------------------------------------------------
  • libcyborg scrive:
    LTD non S.Ignunzio
    io adoro la mentalità di chi fa le cose a suo modo spundando un pò più in là con il naso...e facendolo ,o almeno provando a farlo, con il giusto pragmatismo....cannical è un'azienda..e come tale si spinge con dei canoni "canonicalmente" da azienda che deve avere profitti basati su vendita diretta dell'os(distro) e/o parcelle derivate da publicità e vendita di articoli musicali ecc...ricercabili e vendibili dal proprio os...un azienda non può affidarsi semplicemente alla donazione di un fanatico del software libero..ma deve affidarsi principalmente ad un semplice utente che utilizza la distro unendo utile al dilettevole senza troppe seghe mentali.Nel concreto,fin prova contraria, se l'open è arrivato a tanto nel consumer è grazie alle comunità foss che lavorano a contatto con le aziende e non solo a piccole comunità free software legate al fattore etico di stallman e delle licenze gpl. (e che spesso mettono in discussione l'OSI e le licenze open)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 settembre 2012 14.02-----------------------------------------------------------
    • CiccioQuant aCiccia scrive:
      Re: LTD non S.Ignunzio
      Sarà anche vero, peccato che però quando inizi a perdere la fiducia di chi utilizza i tuoi prodotti e che quindi o disabiliterà queste funzioni o passerà ad altro i tuoi introiti di sicuro non saliranno... Anche questo voul dire saper guardare oltre il proprio naso.
      • libcyborg scrive:
        Re: LTD non S.Ignunzio
        si ma tutto ad un tratto stiamo diventando un pò fichetti..adesso facciamo gli schizzinosi con canonical: partendo con unity..poi con i discrediti sul progetto os per smartphone..adesso con l'iniziativa amazoon ogni cosa che fa per cercar di uscire dalla nicchia ed affacciarsi in un mondo consumer pur mantenendo la distro gratuita non va bene...allora non lamentiamoci poi che tranne in casi come android e forse in futuro mozzilla os oltre al già noto firefox non sappiamo fare di meglio per convincere l'utenza comune che linux può essere per tutti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 settembre 2012 14.41-----------------------------------------------------------
        • stelvio scrive:
          Re: LTD non S.Ignunzio
          secondo me il discorso è un altro: la funzione di ricerca dei file nel computer è basilare e personale. Se io sto cercando tra i miei documenti NON voglio la pubblicità di un aspirapolvere; non mi è utile ed è un fastidio, non è il momento. Tu puoi anche dirmi: se utilizzi per le tue ricerche di prodotti l'interfaccia del mio sistema permetterai a noi di finanziarci.. ok lo faccio con piacere, se devo acquistare passo di lì.. ma non lo puoi associare alla ricerca dei miei file personali, sono due piani incompatibili.. è come tappezzare una bara ad un funerale con i volantini di un fast food
          • libcyborg scrive:
            Re: LTD non S.Ignunzio
            poi va beh bisognerebbe verificare fino a che punto arriva la pubblicità...ma se ciò servisse a far crescere ubuntu sarei disposto a trovarmela pure nella shell ;)poi una bara tapezzata da volantini del mc donalds vincerebbe il premio per l'originalità! magari l'autista vestito da Ronald darebbe pure un tocco di stile in più e allieterebbe un po la situazione!Mediaset manda spesso la pubblicità..ma se ciò può servire a non farmi pagare il canone meglio! Diverso se pagassi l'abbonamento.
          • CiccioQuant aCiccia scrive:
            Re: LTD non S.Ignunzio
            ehm.... a) il canone lo paghi comunque per il solo POSSESSO del televisore indi... esempio sbagliato, b) non è mettendo i piedi in testa gli utenti che fai diventare linux un fenomeno commerciale (e non vedo nemmeno perché lo debba diventare, tra l'altro...) c) ha ragione stelvio, la ricerca in locale non me la puoi toccare dai... fa anche perdere tempo d) sorvolo sulla bara perché credo si commenti da solo come gli applausi ai funerali, ormai l'educazione è sparita dalla faccia della Terra...La pubblicità a livello di SO no... mettila in qualche sw piuttosto. Che poi, se uno è alle prime armi e non ci capisce niente pensa magari di essersi infettato...A questo punto piuttosto vendi la distro, nessuno ti vieta di farlo.
          • libcyborg scrive:
            Re: LTD non S.Ignunzio
            " il canone lo paghi comunque per il solo POSSESSO del televisore indi... esempio sbagliato,"beh ...il canone lo paghi a prescindere ma se per mediaset (rete privata) non pago nulla, per sky (altra rete privata) sì e con un bell'abbonamento di circa 400/500 euro l'anno ...quindi l'esempio del tutto sbagliato non è ;-)"non è mettendo i piedi in testa gli utenti che fai diventare linux un fenomeno commerciale (e non vedo nemmeno perché lo debba diventare, tra l'altro.."I piedi in testa a me non li mette...quindi se li mette a te usa pure debian così nessuno ti mette i piedi in testa.(tanto immagino che sei uno di quelli che sXXXXXXXno continuamente canonical).Fenomeno commerciale lo diventa. Non so se nel tuo mondo sia il contrario..ma di solito le aziende commerciano e quindi vivono il commercio, fanno commercio e quindi creano prodotti commerciali al dilà del fatto che possano fare fortune oppure dei flop.Canonical ltd è un'azienda non una comunità. Le comunità ubuntu collaborano con grande serietà e professionalità con l'azienda ed è ciò che accade con android tra google e varie comunità open source ad esempio (debite proporzioni a parte)."sorvolo sulla bara perché credo si commenti da solo come gli applausi ai funerali, ormai l'educazione è sparita dalla faccia della Terra..."Beh ci sono culture nelle quali il funerale viene visto come sereno passaggio verso una seconda vita e ove la morte non viene interpretata in maniera così bruna e triste cantando e festeggiandone l'avvento...forse non è solo questione di maleducazione ma anche di cultura."La pubblicità a livello di SO no... mettila in qualche sw piuttosto. Che poi, se uno è alle prime armi e non ci capisce niente pensa magari di essersi infettato..."Perchè no? perchè lo dici tu? allora proponi qualche altro metodo di guadagno a parte il pagamente diretto per la distro! Illumina la canonical!"A questo punto piuttosto vendi la distro, nessuno ti vieta di farlo."Si ma se ubuntu nasce per esser una distro per tutti allora anche in scuole del terzo mondo. Imporre un pagamento per l'utilizzo della distro per il suo uso lieviterebbero vertiginosamente i costi e sarebbe deleterio per scuole del corno d'africo piuttosto che in numerose aree sud americane ed asiatiche ove i fondi per l'istruzione non sono mai sufficienti (per usare un eufemismo) ...ad esempio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 settembre 2012 02.22-----------------------------------------------------------
          • libcyborg scrive:
            Re: LTD non S.Ignunzio
            poi ragazzi!......in tutte le cose ci vogliono sacrifici! non dimentichiamolo mai.
      • libcyborg scrive:
        Re: LTD non S.Ignunzio
        poi tranquillo che secondo la politica di canonical e anche il mio modo di vedere le cose (IN RELAZIONE A QUESTA CIRCOSTANZA) per ugni utente linux perso ne arrivano 2 generici. (almeno quel che ci si augura a lungo termine) a maggior ragione se gli utenti linux sono così malmostosi.
  • Aniello Caputo scrive:
    ...
    ma che me ne frega a me di amazone
Chiudi i commenti