Apple e il brevetto per gli acquisti in-app

Richiesta di esclusiva sulle transazioni che si possono effettuare senza lasciare le applicazioni di origine
Richiesta di esclusiva sulle transazioni che si possono effettuare senza lasciare le applicazioni di origine

Apple ha depositato una domanda di brevetto per gli acquisti in-app di parti terze .

Nella domanda di esclusiva numero 20110246290 , intitolata In Application Purchasing Cupertino parla di un’interfaccia di acquisto interna ad un’applicazione “che permette agli utenti di acquistare un prodotto da un’altra fonte senza lasciare l’applicazione stessa”.

Si tratterebbe, in caso di approvazione in questa forma, di un brevetto di metodo commerciale e prodotto (il sistema stesso) molto ampio riferendosi genericamente all’acquisto in un’applicazione richiamando un altro soggetto, ma dando l’impressione che tutto si svolga senza lasciare l’applicazione.

Inoltre tutelerebbe quello che è attualmente forse il maggior vantaggio (o meglio, la maggiore differenziazione) della piattaforma iOS rispetto ad Android: iTunes e la possibilità che ha avuto Cupertino di crearvi intorno un sistema unico di acquisto e, da ultimo, anche l’attuale sistema di abbonamento in app.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti