Apple e la lettura a porte chiuse

L'applicazione per l'acquisto e la lettura dei libri elettronici distribuiti da Sony verrà di fatto estromessa dai meandri dello store di Cupertino. Agli sviluppatori è stata comunicata la chiusura agli acquisiti su piattaforme terze

Roma – Si tratta di una decisione che ha scatenato non poche critiche, circa le attuali pratiche di gestione di uno dei negozi di applicazioni più vasti e popolati. I vertici di Apple avrebbero infatti deciso di stringere ulteriormente le cinghie per una sorta di chiusura ermetica ai confini del suo app store .

Un meccanismo ancora più rigido di controllo alla frontiera virtuale, come annunciato da un articolo apparso tra le pagine online del New York Times . Apple avrebbe rifiutato la richiesta d’accesso già inoltrata dal gigante nipponico Sony, lasciando fuori la sua applicazione per la lettura di ebook su dispositivi come iPhone e iPad .

Ma cosa ci sarebbe di sbagliato in un’ app del genere? Semplicemente, la possibilità offerta a tutti gli utenti mobile di avere accesso al Sony Reader Store . In pratica, di comprare su iPhone un libro in formato elettronico distribuito dal colosso giapponese. Apple ha comunicato a tutti gli sviluppatori che non sarà possibile acquistare al di fuori dell’app store .

“È l’opposto di quello che volevamo portare al mercato – ha spiegato il presidente della divisione digitale di Sony, Steve Haber – Noi vogliamo portare i contenuti a tanti dispositivi, non ad un solo device in un solo negozio”. Ma Apple pare ferma sulle sue posizioni, almeno stando all’articolo del NYT .

E le conseguenze di questa decisione potrebbero risultare molto più radicali. In questa sorta di lista nera potrebbe finirci anche Amazon, dal momento che la sua app permette agli utenti di acquistare e leggere libri elettronici a partire dallo store di Kindle. Che Apple abbia iniziato la crociata contro i nemici della lettura su tablet?

L’ipotesi più accreditata è che l’azienda di Cupertino abbia intenzione di aggredire Amazon nella sua leadership sul mercato dei libri elettronici. Più di un osservatore ha ricordato l’imminente accordo tra Apple e News Corp. , con il CEO Rupert Murdoch pronto a svelare a New York ulteriori dettagli su questa nuova alleanza del device .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Valeren scrive:
    IPTV? Ma dove?
    Mi sembra davvero chiaro, dal link, che non ci sarà alcun servizio tramite IPTV: Sky verrà sempre ricevuto tramite decoder proprietario.
    • ruppolo scrive:
      Re: IPTV? Ma dove?
      - Scritto da: Valeren
      Mi sembra davvero chiaro, dal link, che non ci
      sarà alcun servizio tramite IPTV: Sky verrà
      sempre ricevuto tramite decoder
      proprietario.Infatti sarà quel decoder a ricevere sia dal satellite che da Internet, per ora solo per i clienti Fastweb.In realtà lo potrebbero estendere a tutti i clienti con MySky HD, che hanno già la porta ethernet e l'hard disk, indipendentemente da Fastweb.
      • Valeren scrive:
        Re: IPTV? Ma dove?
        Il fatto è che Fastweb ha già una sua IPTV che rivende Sky, quindi per come hanno riportato la notizia è decisamente fuorviante.
        • James Kirk scrive:
          Re: IPTV? Ma dove?
          Da utente Fastweb ti posso dire che gli ho restituito un anno fa il decoder, ma dubito che questa alleanza (che di fatto è una nuova tabella sconti o poco più) risolva il problema della IPTV.Se sei tra i fortunati a ricevere la fibra ottica allora non ci sono problemi e potrebbero persino mandarti contenuti in 1080p.Se hai una ADSL sei legato alla banda e, specialmente, alla sua stabilità; questa è legata alle centraline ed ai doppini Telecom che stanno tra Casa e la centrale Fastweb. I 20 Mbps che ti pubblicizzano spesso non possono essere garantiti e la banda che ricevi può scendere anche a valori di 8Mbps, cosa che, a dispetto di quel che ti dicono, è non poco limitante.... e ciò senza contare i guasti, le cadute di banda e i guai tipici delle ADSL e, in generale, delle reti cablate; ma qui si torna al solito discorso della NGN.La parabola invece è molto più sicura perchè ti garantisce una banda sufficientemente elevata e, soprattutto, stabile.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 febbraio 2011 10.56-----------------------------------------------------------
          • Zero Tolerance scrive:
            Re: IPTV? Ma dove?
            Giusto per chiarezza, e ve lo dice uno che lavora in fastweb, internet e vooce sarà servito da fastweb mentre la tv sarà fornita via Sky ma non tramite IPTV ma la buona vecchi parabola.Lo scopo è che l'utente che scegli l'home pack abbia un unica fattura in cui potrà gestire internet, voce e sky satellitare il che non è male.
          • anonimo scrive:
            Re: IPTV? Ma dove?
            - Scritto da: Zero Tolerance
            Lo scopo è che l'utente che scegli l'home pack
            abbia un unica fattura in cui potrà gestire
            internet, voce e sky satellitare il che non è
            male.Preferisco tenere le cose separate invece a meno che ci siano notevoli vantaggi in termini di prezzo.
          • Zero Tolerance scrive:
            Re: IPTV? Ma dove?
            Suppongo proprio che un risparmio ci sarà se no non avrebbe senso questa joint venture
          • Postribulo scrive:
            Re: IPTV? Ma dove?
            Si anch'io sapevo che fosse così.
Chiudi i commenti