Apple, le ferrovie svizzere contro l'app del tempo

L'icona dell'orologio nella nuova release iOS 6 sarebbe troppo simile ai quadranti utilizzati nelle stazioni elvetiche. La Mela rischia una citazione per violazione del trademark

Roma – L’offensiva legale dovrebbe partire ai vertici delle ferrovie federali svizzere (SBB), contro l’icona utilizzata da Apple per la nuova applicazione orologio sugli iPad passati all’ultima release iOS 6 . Il colosso di Cupertino sarà accusato di violazione di marchio industriale, avendo praticamente ricalcato i grandi quadranti nelle principali stazioni elvetiche.

Jan 18: SBB - di John Keane Disegnato nel 1944 da un ex-impiegato della stessa SBB, l’orologio viene appunto sfruttato in tutte le stazioni dell’infrastruttura ferroviaria in terra svizzera. Prodotto dalla società produttrice Mondaine , il quadrante dalle lancette squadrate nere è decisamente simile a quello introdotto da Apple nell’ultima versione del suo sistema operativo.

I vertici di SBB hanno mostrato compiacimento per la scelta della Mela, che tuttavia resterebbe non autorizzata allo sfruttamento della struttura grafica nell’applicazione . Nel lontano 2009, Apple aveva respinto un’app orologio sviluppata da Tapbots , la cui icona era considerata troppo simile a quella già implementata in un’altra applicazione nativa. Tapbots modificò prontamente. Lo farà ora anche il gigante di Cupertino? (M.V.)

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Allibito scrive:
    Lo streaming è illegale
    Per chi aveva dubbi...http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-fermato-lo-streaming-e-illegale/#ixzz27UB1NU8L
    • panda rossa scrive:
      Re: Lo streaming è illegale
      - Scritto da: Allibito
      Per chi aveva dubbi...

      http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-fNessun dubbio: lo streaming funziona.La gente vuole lo streaming.La tecnologia rende lo streaming disponibile.Auspichiamo quindi che le stesse case cinematografiche offrano quel servizio alla gente, perche' la richiesta c'e'.E se con questa offerta le videoteche saranno costrette alla chiusura immediata, pazienza. Vorra' dire che in quei locali apriranno dei kebab.
      • ThEnOra scrive:
        Re: Lo streaming è illegale
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Allibito

        Per chi aveva dubbi...




        http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-f

        Nessun dubbio: lo streaming funziona.
        La gente vuole lo streaming.
        La tecnologia rende lo streaming disponibile.

        Auspichiamo quindi che le stesse case
        cinematografiche offrano quel servizio alla
        gente, perche' la richiesta
        c'e'.

        E se con questa offerta le videoteche saranno
        costrette alla chiusura immediata, pazienza.
        Vorra' dire che in quei locali apriranno dei
        kebab.Dovevi rispondergli che lo streaming di contenuti protetti dal (C) è illegale, ma funziona lo stesso (e alla faccia!) alla grande.Son più bravo di voi a fare le veci dello SCARICONE! :D
      • Allibito scrive:
        Re: Lo streaming è illegale
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Allibito

        Per chi aveva dubbi...




        http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-f

        Nessun dubbio: lo streaming funziona.
        La gente vuole lo streaming.
        La tecnologia rende lo streaming disponibile.

        Auspichiamo quindi che le stesse case
        cinematografiche offrano quel servizio alla
        gente, perche' la richiesta
        c'e'.

        E se con questa offerta le videoteche saranno
        costrette alla chiusura immediata, pazienza.
        Vorra' dire che in quei locali apriranno dei
        kebab.Le pere crescono, la gente vuole le pere e allora basta coglierle, peccato che qualcuno deve coltivarle, come qualcuno deve fare le opere. e lo streaming è legale se a pagamento. La tecnologia c'è, come vedi, solo che tu la confondi con il gratis. Collegati a siti legali e sei nel giusto, fallo su siti illegali e sei un disonesto. Nella vita si fanno scelte, se tu credi di essere nel giusto, buona fortuna per tutto.Intanto altri due siti out, per fortuna esiste la tecnologia... per chiuderli.
        • panda rossa scrive:
          Re: Lo streaming è illegale
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Allibito


          Per chi aveva dubbi...








          http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-f



          Nessun dubbio: lo streaming funziona.

          La gente vuole lo streaming.

          La tecnologia rende lo streaming disponibile.



          Auspichiamo quindi che le stesse case

          cinematografiche offrano quel servizio alla

          gente, perche' la richiesta

          c'e'.



          E se con questa offerta le videoteche saranno

          costrette alla chiusura immediata, pazienza.

          Vorra' dire che in quei locali apriranno dei

          kebab.

          Le pere crescono, la gente vuole le pere e allora
          basta coglierle, peccato che qualcuno deve
          coltivarle, come qualcuno deve fare le opere. Infatti si paga il lavoro di quello che coltiva e raccoglie.Ma se uno nel suo giardino piantasse un albero di pere e se le raccogliesse quando sono mature, non deve pagare nessuno.E il giorno che inventeranno una macchina in grado di velocizzare di 1000 volte il metabolismo di una pianta di pere, tu pianti il seme di mattina e raccogli pere di pomeriggio.
          e
          lo streaming è legale se a pagamento. Io non ho mai pagato per lo streaming, quindi sono a posto.
          La
          tecnologia c'è, come vedi, solo che tu la
          confondi con il gratis. Io non la confondo mica col gratis: le apparecchiature per velocizzare la crescita dell'albero di pere me le sono comprate!Computer, adsl ultraveloce, disco da 1 tera.Non sono gratis.Pure il frigorifero mi sono comprato e adesso mi faccio il ghiaccio gratis, ma pago frigorifero ed elettricita'.
          Collegati a siti legali e
          sei nel giusto, fallo su siti illegali e sei un
          disonesto.Io uso il sito www.streamingaggratis.ru e c'e' scritto bello grosso "questo sito e' legale"Non ho mezzi per verificare, e neanche me ne puo' fregar di meno.Il sito funziona e quindi per me e' legale.
          Nella vita si fanno scelte, se tu
          credi di essere nel giusto, buona fortuna per
          tutto.
          Intanto altri due siti out, per fortuna esiste la
          tecnologia... per
          chiuderli....e per aprirne altri.
        • dontfeed in sciopero scrive:
          Re: Lo streaming è illegale
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Allibito


          Per chi aveva dubbi...








          http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-f



          Nessun dubbio: lo streaming funziona.

          La gente vuole lo streaming.

          La tecnologia rende lo streaming disponibile.



          Auspichiamo quindi che le stesse case

          cinematografiche offrano quel servizio alla

          gente, perche' la richiesta

          c'e'.



          E se con questa offerta le videoteche saranno

          costrette alla chiusura immediata, pazienza.

          Vorra' dire che in quei locali apriranno dei

          kebab.

          Le pere crescono, la gente vuole le pere e allora
          basta coglierle, peccato che qualcuno deve
          coltivarle, come qualcuno deve fare le opere. e
          lo streaming è legale se a pagamento.Stupidaggini.E di grossa portata anche.La Universal può pure decidere, ad esempio, di non far pagare per lo streaming inserendo spot pubblicitari, e pur non pagando lo streaming sarebbe legalissimo.Si vede che a scenze delle merendine non fanno corsi di logica.
          La
          tecnologia c'è, come vedi, solo che tu la
          confondi con il gratis. Collegati a siti legali e
          sei nel giusto, fallo su siti illegali e sei un
          disonesto.Cioè io dovrei sapere a priori se un sito è legale o meno e nella impossibilità di saperlo l'unico modo che avrei per non commettere reati sarebbe quello di non navigare affatto.Siamo alla follia + totale.Quando si arriva a fare certe affermazioni totalmente DELIRANTI solo per proteggere una rendita parassitaria si è raggiunto il fondo e si è cominciato a scavare di brutto.
          Nella vita si fanno scelteTu hai scelto di non lavorare, ma la cuccagna sta finendo.
          Intanto altri due siti out, per fortuna esiste la
          tecnologia... per
          chiuderli.Bloccar eun sito via DNS è come mettere in quarantena una città togliendo i cartelli stradali che la indicano.In una parola: ridicolo.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Lo streaming è illegale
      1) Film-italia è ancora raggiungibile2) Film-italia non è un sito di streaming.Perchè non ti informi, prima di scrivere?
      • Allibito scrive:
        Re: Lo streaming è illegale
        - Scritto da: uno qualsiasi
        1) Film-italia è ancora raggiungibile
        2) Film-italia non è un sito di streaming.

        Perchè non ti informi, prima di scrivere?Informa l'avvocato Sarzana tuo amico, l'articolo è suo.
        • dontfeed in sciopero scrive:
          Re: Lo streaming è illegale
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: uno qualsiasi

          1) Film-italia è ancora raggiungibile

          2) Film-italia non è un sito di streaming.



          Perchè non ti informi, prima di scrivere?

          Informa l'avvocato Sarzana tuo amico, l'articolo
          è
          suo.L'articolo è chiarissimo e non dice nessuna delle cose che sostieni.
    • krane scrive:
      Re: Lo streaming è illegale
      - Scritto da: Allibito
      Per chi aveva dubbi...

      http://www.webnews.it/2012/09/25/film-italia-com-fVeramente l'articolo dice che lo streaming illegale e' illegale...
  • Carlo scrive:
    LA FALSITA' DEI PIRATI DELLA RETE.
    THAA20/09/2012 12:31La pirata tedesca che chiede il rispetto del diritto dautoreIl paradossale caso di Julia Schramm, esponente del partito pirata tedesco che ottiene la rimozione della copia illegale del proprio libroParlano di libertà sulla Rete e, spesso a vanvera, di riforma del diritto dautore in senso flessibile, ma se li tocchi sul proprio tornaconto, allora sono guai. Sono i Pirati tedeschi rappresentati dalla blogger Julia Schramm (che è esponente di punta del movimento) che ha richiesto a gran voce la rimozione della versione pirata del suo libro - «Cliccami: diario di un'esibizionista in Internet»- messo illegalmente su Dropbox. La versione pirata è stata appunto rimossa, in osservanza delle norme previste dal Digital Millennium Copyright Act (DMCA) su esplicita richiesta della Schramm e del suo editore Random House. Julia Schramm ha spiegato di non aver potuto fare altrimenti e che in ogni caso, «stralci di testo gratuiti saranno a disposizione sul mio blog per poter leggere alcuni estratti del libro». E ha promesso di pubblicare il libro gratis, ma tra 10 anni... Ancora una volta se la pirateria non fosse un problema con risvolti cos pesanti ci sarebbe davvero da ridere...
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: LA FALSITA' DEI PIRATI DELLA RETE.
      Arrivi in ritardo:http://punto-informatico.it/3608231/PI/News/germania-pirati-del-copyright.aspxGià letta e commentata.E a proposito di ipocrisia:http://www.lecceprima.it/cronaca/in-tre-videoteche-cd-e-dvd-pirata-denunciati-i-gestori.html
      • memoriacort a scrive:
        Re: LA FALSITA' DEI PIRATI DELLA RETE.
        rilancerei anche conhttp://www.oggitreviso.it/aggressioni-con-pistola-arrestato-titolare-videoteca-XXXXX-30898Eh il ricco ed educato nord...
      • Carlo scrive:
        Re: LA FALSITA' DEI PIRATI DELLA RETE.
        E ti pare che quelli di Lecce siano ipocriti? Quelli sono ladri, alla pari di chi scarica illegalmente. Non sai distinguere una cosa dall'altra?
  • dontfeed in sciopero scrive:
    my 2 cents
    Copyright vs. Pirateria è sicuramente il tema più caldo e probabilmente l'unico che accende gli animi e stimola le discussioni su Punto Informatico.Questo è talmente vero che la redazione tollera le intemperanze dei pirate haters oltre il tollerabile per tenere viva la discussione, ma tant'è, li capisco.E' innegabile che da un punto di vista normativo, almeno in Italia, la legge vigente è assolutamente insufficiente, mal scritta, datata e lacunosa.Non a caso è infatti una legge di stampo fascista che, sebbene rimaneggiata nel tempo, non solo tende a favorire la richezza (di pochi) rispetto alla cultura (di tutti), non solo è tendenzialmente liberticida, ma cmq non tiene presente di tutte le implicazioni "legali" della digitalizzazione.Come ha osservato bene qualcuno (e la redazione ha pensato bene di bloccare il trhead visto che vedeva soccombore i soliti soloni pirate haters) una qualsiasiopera audiovisiva quando viene digitalizzata diventa un numero, o se vogliamo una sequenza di numeri. Come possiamo mettere "limiti" ai numeri?Quale autorità mi può dire quali numeri o sequenze di numeri posso usare? Sulla base di quale principio?Certo si può osservare che essendo un film o un brano musicale traducibile in una sequenza di numeri particolarmente lunga, allora la "coincidenza" che proprio quellaparticolare sequenza venga comunicato come, che ne so, risultato di un certo esperimento scientifico sarebbe piuttosto improbabile.Cio' nonostante per quanto improbabile non è impossibile, il concetto di "legale" può essere legato alla probabilità? Siamo sicuri di voler introdurrel'alea nella detemrinazione se abbiamo o meno commesso un illecito, anche a nostra insaputa? Siete sicuri di volerne accettare le conseguenze?E' come rendere obbligatorio il gioco del superenalotto: ogni cittadino gioca una sestina e se viene estratta proprio quella se ne va in galera.Certo è improbabile...ma non è impossibile...voi ci stareste?Ma ancora, non abbiamo tenuto presente il concetto di codifica. Di fatto, per esempio, un DVD video ha una certo codifica mpeg2 con una o + tracce audio che solitamente sono dolby digital o dts. Quella particolare sequenza di numeri rappresenta quell'opera secondo quella codifica. Ma rippandolo spesso si cambia codificascegliendone altre + efficienti, o magari molti ricodificano l'audio in mp3 stereo per motivi di spazio e così via.In questo modo, nemmeno la sequenza di numeri in uscita al proXXXXX è uguale a quella in entrata, non si può nemmeno più parlare di "copia", perchè di fattola "copia" è diversa dall'originale...allora di cosa stiamo parlando?Mi accusi di aver copiato cosa? La legge del 41, dietro la quale i soliti bottegai da 4soldi si nascondono, parla chiaramente di copia e in questo caso,anzi, in tutti i casi la pirateria NON copia!Facciamo una ulteriore osservazione...sempre la solita legge fascista dietro cui ci si nasconde all'articolo 70 dice "È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. " quindi in effetti lo scambio dati p2p tra utenti resterebbepuramente legale essendo apputno senza scopo di lucro...quando al degradamento: le codifiche dei film sono tutte loss quality (compresa la mpeg2 dei dvd)quindi non c'è motivo a contendere.I pirate haters posso piagnucolare quanto vogliono ma scambiarsi gratuitamente file tra utenti è perfettamente legale, finchè non c'è lucro.Questo da un punto di vista legale, ma parliamo del punto di vista economico.Non è mai stato dimostrato che la pirateria causi danni economici, il buon senso ci spinge a credere il contrario.Chi "consuma" molto cinema e molta musica tenderà a consumarne sempre, a chi è inibito, per motivi anche economici, l'acXXXXX a questo tipo di intrattenimentotenderà ad escluderlo dalla sua vita. Il "probizionismo" da copyright genera una pletora di clienti potenziali perduti, oltrechè generazioni di ignoranti.La diffusione della "cultura", anche popolare, è un beneficio per la società e pertanto anche un beneficio economico.Può sicuramente succedere che qualcuno debba cambiare lavoro, ma esattamente come i governi non sono intervenuti a sostegno degli spazzacamini e dei venditoridi ghiaccio, perchè dovrebbero muoversi per mantenere gli intermediari dell'intrattenimento?A che serve una cosa che non serve? E chi la dovrebbe pagare?Gli intermediari non servono + e non parlo solo di videotecari e prossimi kebabbari, ma anche a livello, + alto.Viviamo in un epoca dove l'autore può diffondere le sue opere senza nessuna major, e può reperire fondi parimenti. La loro epoca sta finendo.Non pososno cambiare il mondo solo per mantenere uno status quo.Stanno chiudendo anche le filiali bancarie e le agenzie di viaggio e nessuno degli operatori di quei settori piagnucola contro internet. Il mondo cmabia e bisognacambiare con esso.Certo gli intermediari diranno che loro lo fanno per far avere la giusta remunerazione agli autori, ma sappiamo bene che è una scusa piuttosto patetica.All'autore, del prezzo pagato per il supporto, arriva una piccolissima parte, quando gli arriva. Quindi non diciamo sciocchezze.Su 20 euro di cd in media al musicista ne arriverà grosso modo lo stesso che gli arriva con il digital delivery, e cioè probbailmente qualcosa vicino all'euro.il 95% se ne va di intermediari e trasporti. E nè gli uni nè gli altri sono + necessari. Il mio euro a "lady gaga" (si fa per dire) lo darei volentieri,ma perchè devo pagare un sacco di gente che fa un lavoro che non serve nè a me nè all'autore?Quando il mio lavoro diventerà inutile cambierò lavoro come tutti gli altri, o pensate davvero che ci siano progammatori cobol incatenati davanti a palazzoMadama a chiedere l'abolizione dei linguaggi ad oggetti?
    • ThEnOra scrive:
      Re: my 2 cents
      - Scritto da: dontfeed in sciopero
      Mi accusi di aver copiato cosa? La legge del 41,
      dietro la quale i soliti bottegai da 4soldi si
      nascondono, parla chiaramente di copia e in
      questo
      caso,
      anzi, in tutti i casi la pirateria NON copia!Estratto del 171 ter. Trova il termine "copia"."...duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico con qualsiasi procedimento..."
      • panda rossa scrive:
        Re: my 2 cents
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: dontfeed in sciopero


        Mi accusi di aver copiato cosa? La legge del
        41,

        dietro la quale i soliti bottegai da 4soldi
        si

        nascondono, parla chiaramente di copia e in

        questo

        caso,

        anzi, in tutti i casi la pirateria NON copia!

        Estratto del 171 ter. Trova il termine "copia".

        "...duplica, riproduce, trasmette o diffonde in
        pubblico con qualsiasi
        procedimento..."Sinonimi, questi sconosciuti.
        • ThEnOra scrive:
          Re: my 2 cents
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ThEnOra

          - Scritto da: dontfeed in sciopero




          Mi accusi di aver copiato cosa? La
          legge
          del

          41,


          dietro la quale i soliti bottegai da
          4soldi

          si


          nascondono, parla chiaramente di copia
          e
          in


          questo


          caso,


          anzi, in tutti i casi la pirateria NON
          copia!



          Estratto del 171 ter. Trova il termine
          "copia".



          "...duplica, riproduce, trasmette o diffonde
          in

          pubblico con qualsiasi

          procedimento..."

          Sinonimi, questi sconosciuti.L'italiano, questa sconosciuta...
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ThEnOra


            - Scritto da: dontfeed in sciopero






            Mi accusi di aver copiato cosa? La

            legge

            del


            41,



            dietro la quale i soliti bottegai
            da

            4soldi


            si



            nascondono, parla chiaramente di
            copia

            e

            in



            questo



            caso,



            anzi, in tutti i casi la pirateria
            NON

            copia!





            Estratto del 171 ter. Trova il termine

            "copia".





            "...duplica, riproduce, trasmette o
            diffonde

            in


            pubblico con qualsiasi


            procedimento..."



            Sinonimi, questi sconosciuti.

            L'italiano, questa sconosciuta...già!ItalianO...socnosciutO
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: dontfeed in sciopero
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: ThEnOra



            - Scritto da: dontfeed in sciopero








            Mi accusi di aver copiato
            cosa?
            La


            legge


            del



            41,




            dietro la quale i soliti
            bottegai

            da


            4soldi



            si




            nascondono, parla chiaramente
            di

            copia


            e


            in




            questo




            caso,




            anzi, in tutti i casi la
            pirateria

            NON


            copia!







            Estratto del 171 ter. Trova il
            termine


            "copia".







            "...duplica, riproduce, trasmette o

            diffonde


            in



            pubblico con qualsiasi



            procedimento..."





            Sinonimi, questi sconosciuti.



            L'italiano, questa sconosciuta...

            già!
            ItalianO...socnosciutOAnche tu non scherzi!Col femminile si indica la lingua italiana, col maschile indichi il genere maschile della popolazione.Ribadisco, e a scanso di equivoci: la lingua italiana, questa sconosciuta!
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: dontfeed in sciopero

            - Scritto da: ThEnOra


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: ThEnOra




            - Scritto da: dontfeed in
            sciopero










            Mi accusi di aver copiato

            cosa?

            La



            legge



            del




            41,





            dietro la quale i soliti

            bottegai


            da



            4soldi




            si





            nascondono, parla
            chiaramente

            di


            copia



            e



            in





            questo





            caso,





            anzi, in tutti i casi la

            pirateria


            NON



            copia!









            Estratto del 171 ter. Trova il

            termine



            "copia".









            "...duplica, riproduce,
            trasmette
            o


            diffonde



            in




            pubblico con qualsiasi




            procedimento..."







            Sinonimi, questi sconosciuti.





            L'italiano, questa sconosciuta...



            già!

            ItalianO...socnosciutO

            Anche tu non scherzi!
            Col femminile si indica la lingua italiana, col
            maschile indichi il genere maschile della
            popolazione.

            Ribadisco, e a scanso di equivoci: la lingua
            italiana, questa
            sconosciuta!Se scrivi così va bene ma se opti per utilizzare l'ellissi non può non accrodare anche l'aggettivo
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            Visto che vuoi farei il pignolo: l'ellissi, nella mia frase, è data dai puntini (...) dopo "questa sconosciuta... lingua".Ma il T-1000 non blocca per OT? Vallo a capire!
      • dontfeed in sciopero scrive:
        Re: my 2 cents
        - Scritto da: ThEnOra
        - Scritto da: dontfeed in sciopero


        Mi accusi di aver copiato cosa? La legge del
        41,

        dietro la quale i soliti bottegai da 4soldi
        si

        nascondono, parla chiaramente di copia e in

        questo

        caso,

        anzi, in tutti i casi la pirateria NON copia!

        Estratto del 171 ter. Trova il termine "copia".

        "...duplica, riproduce, trasmette o diffonde in
        pubblico con qualsiasi
        procedimento..."Ma, se hai seguito il ragionamento dei numeri e delle codifiche...cosa "duplico" io non duplico i "numeri" che rappresentano l'opera...i miei numeri sono diversi...i tuoi numeri non sono stati riprodotti...riproduco altri numeri...non trasmetto la tua opera, trasmetto sequenze di numeri che sono pure diversi dalle sequenze di numeri che rappresentano la tua opera...non diffondo la ua opera diffondo sequenze di numeri...Ora o il ragionamento lo hai seguito e se vuoi lo confuti oppure non ti limiti a ripetere a pappardella un articolo che credo di cnoscere meglio di te.Un po' di rispetto, per favore!
        • il correttore di bozze scrive:
          Re: my 2 cents
          Il caposaldo del suo pensiero è questo:"Se qualcuno diffonde, in qualsiasi modo, informazioni sufficienti a riprodurre un'opera coperta da copyright, commette un illecito".Quindi ti risponderà sempre nello stesso modo, perchè in effetti come la giriamo la giriamo, alla fine dal monitor e dagli altoparlanti uscirà sempre l'opera protetta.Sarebbe allora molto interessante prendere tutti i post di ThEnOra, incollarli uno dopo l'altro e creare un singolo file di testo, dopodichè scrivere un programma che preso in input quel file di testo restituisce come output un mp3 contenente una canzone coperta da diritto d'autore, e poi contestargli il fatto che ha postato, nel corso degli anni, una versione criptata di un file protetto (dal suo punto di vista il fatto che quello che ha postato lui non si possa decrittare con metodi standard non dovrebbe fare una grande differenza, altrimenti ammetterebbe che basta inventarsi un metodo di crittografia non standard per aggirare bellamente la legge).
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: il correttore di bozze
            Il caposaldo del suo pensiero è questo:

            "Se qualcuno diffonde, in qualsiasi modo,
            informazioni sufficienti a riprodurre un'opera
            coperta da copyright, commette un
            illecito".
            Quindi se io scrivessi un testo in cui racconto un film, descrivendone anche le immagine puntualmente, commetterei un illecito?Beh annamo bene...
            Quindi ti risponderà sempre nello stesso modo,
            perchè in effetti come la giriamo la giriamo,
            alla fine dal monitor e dagli altoparlanti uscirà
            sempre l'opera
            protetta.E questo è discutibile...nessuna legge vieta che dal mio monitor e dalle mie casse escano quelle immagini e quei suoni. LA legge parla di "duplicazione" e il monitor e le casse non duplicano, semmai riproducono.E di riproduzione, tramsissione e diffusione in pubblico...ma il mio monitor e le mie casse sono privatissime...

            Sarebbe allora molto interessante prendere tutti
            i post di ThEnOra, incollarli uno dopo l'altro e
            creare un singolo file di testo, dopodichè
            scrivere un programma che preso in input quel
            file di testo restituisce come output un mp3
            contenente una canzone coperta da diritto
            d'autore, e poi contestargli il fatto che ha
            postato, nel corso degli anni, una versione
            criptata di un file protetto (dal suo punto di
            vista il fatto che quello che ha postato lui non
            si possa decrittare con metodi standard non
            dovrebbe fare una grande differenza, altrimenti
            ammetterebbe che basta inventarsi un metodo di
            crittografia non standard per aggirare bellamente
            la
            legge).Prendo spunto dalla tua frase...è il file ad essere protetto? o l'opera?E' chiaro o no che la legge non riesce a normare in quest'epoca la "protezione" delle opere oppure no?Certo davanti a un giudice tutto può accadere perchè tanto interpretano molto personalmente, ma in punta di diritto questa legge sul copyright è del tutto insufficiente sia da un punto di vista tecnologico, sia da un punto di vista sociale.E' come condannare qualcuno sulla base di un IP, non dovrebbe succedere mai, per principio, poi qualche giudice lo fa lo stesso...
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: my 2 cents
            Ma infatti... io sto portando esempi su esempi per mostrare che una legge scritta e pensata in un periodo in cui la "digitalizzazione" di un' opera non era concepibile è tuttora irrimediabilmente e a tutti gli effetti paradossale e inapplicabile, a meno di rientrare nel campo dell'interpretazione che sfocia poi di sicuro nell'arbitrarietà che a sua volta è in totale contrasto con il principi che dovrebbero stare alla base di un sistema giudiziario democratico...
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: dontfeed in sciopero
            - Scritto da: il correttore di bozze

            Il caposaldo del suo pensiero è questo:



            "Se qualcuno diffonde, in qualsiasi modo,

            informazioni sufficienti a riprodurre
            un'opera

            coperta da copyright, commette un

            illecito".



            Quindi se io scrivessi un testo in cui racconto
            un film, descrivendone anche le immagine
            puntualmente, commetterei un
            illecito?No, perchè non stai riproducendo il film. Lo stai descrivendo.
            Beh annamo bene...Infatti, annamo bene! L'italiano è sempre un optional!

            Quindi ti risponderà sempre nello stesso
            modo,

            perchè in effetti come la giriamo la giriamo,

            alla fine dal monitor e dagli altoparlanti
            uscirà

            sempre l'opera

            protetta.

            E questo è discutibile...nessuna legge vieta che
            dal mio monitor e dalle mie casse escano quelle
            immagini e quei suoni. LA legge parla di
            "duplicazione" e il monitor e le casse non
            duplicano, semmai
            riproducono.Duplicare a riprodurre sono sinonimi. Nell'ambito delle casse acustiche, è appropriato parlare di riproduzione e non di duplicazione.
            E di riproduzione, tramsissione e diffusione in
            pubblico...ma il mio monitor e le mie casse sono
            privatissime...L'art. infatti è riferito a condotte impersonali. Se la si conoscesse veramente, discuteremmo di altro, ma invece c'è chi millanta di conoscerla... MEGLIO DI ME!



            Sarebbe allora molto interessante prendere
            tutti

            i post di ThEnOra, incollarli uno dopo
            l'altro
            e

            creare un singolo file di testo, dopodichè

            scrivere un programma che preso in input quel

            file di testo restituisce come output un mp3

            contenente una canzone coperta da diritto

            d'autore, e poi contestargli il fatto che ha

            postato, nel corso degli anni, una versione

            criptata di un file protetto (dal suo punto
            di

            vista il fatto che quello che ha postato lui
            non

            si possa decrittare con metodi standard non

            dovrebbe fare una grande differenza,
            altrimenti

            ammetterebbe che basta inventarsi un metodo
            di

            crittografia non standard per aggirare
            bellamente

            la

            legge).Se proprio vuoi farlo, fai pure. Scommetti che l'eventuale procedimento penale viene archiviato?
            Prendo spunto dalla tua frase...è il file ad
            essere protetto? o
            l'opera?

            E' chiaro o no che la legge non riesce a normare
            in quest'epoca la "protezione" delle opere oppure
            no?Le leggi si rispettano e no. Fine della questione.
            Certo davanti a un giudice tutto può accadere
            perchè tanto interpretano molto personalmente, ma
            in punta di diritto questa legge sul copyright è
            del tutto insufficiente sia da un punto di vista
            tecnologico, sia da un punto di vista
            sociale.Un giudice giudica secondo parametri personali e non in punta di diritto? :| :| :|
            E' come condannare qualcuno sulla base di un IP,
            non dovrebbe succedere mai, per principio, poi
            qualche giudice lo fa lo
            stesso...Mi citi un caso ITALIANO?
          • panda rossa scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra

            No, perchè non stai riproducendo il film. Lo stai
            descrivendo.Uno descrive il film con i mezzi che ha.La colonna sonora del film la posso fischiettare mentre descrivo?E se c'e' un certo oggetto caratteristico, lo posso disegnare mentre descrivo?E se sono capace di disegnare tanto bene, da fare disegni che sembrano fotogrammi, lo posso fare?E se poi faccio girare questi fotogrammi 24 al secondo, mentre fischietto la colonna sonora (riproducendo l'orchestra) e imito la voce degli attori, che sono bravo a fare le imitazioni, lo posso fare?Ecco. Ho fatto tutto questo e l'ho salvato su un divx.
            L'art. infatti è riferito a condotte impersonali.
            Se la si conoscesse veramente, discuteremmo di
            altro, ma invece c'è chi millanta di
            conoscerla... MEGLIO DI
            ME!Noi stiamo parlando di fair use tra privati.
            Le leggi si rispettano e no. Fine della questione.Le leggi si abrogano e no. Fine della questione.

            Certo davanti a un giudice tutto può accadere

            perchè tanto interpretano molto
            personalmente,
            ma

            in punta di diritto questa legge sul
            copyright
            è

            del tutto insufficiente sia da un punto di
            vista

            tecnologico, sia da un punto di vista

            sociale.

            Un giudice giudica secondo parametri personali e
            non in punta di diritto? :| :|
            :|Purtroppo siamo in italia.

            E' come condannare qualcuno sulla base di un
            IP,

            non dovrebbe succedere mai, per principio,
            poi

            qualche giudice lo fa lo

            stesso...

            Mi citi un caso ITALIANO?Per fortuna ancora non siamo caduti cosi' in basso.
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: panda rossa

            Noi stiamo parlando di fair use tra privati.
            Che bravo! Spiegalo tu a dontfeed che l'art. che ho citato non riguarda il cd. fair use tra privati!
          • Allibito scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra




            No, perchè non stai riproducendo il film. Lo
            stai

            descrivendo.

            Uno descrive il film con i mezzi che ha.
            La colonna sonora del film la posso fischiettare
            mentre
            descrivo?Nessuna legge lo vieta!
            E se c'e' un certo oggetto caratteristico, lo
            posso disegnare mentre
            descrivo?
            E se sono capace di disegnare tanto bene, da fare
            disegni che sembrano fotogrammi, lo posso
            fare?Questo già non puoi farlo.
            E se poi faccio girare questi fotogrammi 24 al
            secondo, mentre fischietto la colonna sonora
            (riproducendo l'orchestra) e imito la voce degli
            attori, che sono bravo a fare le imitazioni, lo
            posso
            fare?

            Ecco. Ho fatto tutto questo e l'ho salvato su un
            divx.


            L'art. infatti è riferito a condotte
            impersonali.

            Se la si conoscesse veramente, discuteremmo
            di

            altro, ma invece c'è chi millanta di

            conoscerla... MEGLIO DI

            ME!

            Noi stiamo parlando di fair use tra privati.Che non esiste su un'opera protetta da CR.


            Le leggi si rispettano e no. Fine della
            questione.

            Le leggi si abrogano e no. Fine della questione.Non esistono i presupposti per abrogare una legge che viene continuamente rafforzata in tutto il mondo, conosci qualche stato che sia in procinto di farlo? Comunque il futuro non conta, ad oggi la legge che protegge il diritto d'autore esiste in tutto il mondo.


            Certo davanti a un giudice tutto può
            accadere


            perchè tanto interpretano molto

            personalmente,

            ma


            in punta di diritto questa legge sul

            copyright

            è


            del tutto insufficiente sia da un punto
            di

            vista


            tecnologico, sia da un punto di vista


            sociale.



            Un giudice giudica secondo parametri
            personali
            e

            non in punta di diritto? :| :|

            :|

            Purtroppo siamo in italia.



            E' come condannare qualcuno sulla base
            di
            un

            IP,


            non dovrebbe succedere mai, per
            principio,

            poi


            qualche giudice lo fa lo


            stesso...



            Mi citi un caso ITALIANO?

            Per fortuna ancora non siamo caduti cosi' in
            basso.Non è escluso che accadrà e non vorrà dire cadere in basso. Ti ricordo che il riconoscimento univoco del responsabile è obbligatorio solo in ambito penale, per sospendere la linea o una sanzione amministrativa si può già oggi procedere contro l'intestatario della linea. prima o poi arriverà un magistrato con gli attributi.
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: Allibito





            Le leggi si rispettano e no. Fine della

            questione.



            Le leggi si abrogano e no. Fine della questione.

            Non esistono i presupposti per abrogare una legge
            che viene continuamente rafforzata in tutto il
            mondo, conosci qualche stato che sia in procinto
            di farlo? Comunque il futuro non conta, ad oggi
            la legge che protegge il diritto d'autore esiste
            in tutto il
            mondo.No, si possono abrogare. Ma non è ancora suXXXXX... e questa la dice lunga.




            Certo davanti a un giudice tutto può

            accadere



            perchè tanto interpretano molto


            personalmente,


            ma



            in punta di diritto questa legge sul


            copyright


            è



            del tutto insufficiente sia da un
            punto

            di


            vista



            tecnologico, sia da un punto di vista



            sociale.





            Un giudice giudica secondo parametri

            personali

            e


            non in punta di diritto? :| :|


            :|



            Purtroppo siamo in italia.





            E' come condannare qualcuno sulla base

            di

            un


            IP,



            non dovrebbe succedere mai, per

            principio,


            poi



            qualche giudice lo fa lo



            stesso...





            Mi citi un caso ITALIANO?



            Per fortuna ancora non siamo caduti cosi' in

            basso.

            Non è escluso che accadrà e non vorrà dire cadere
            in basso. Ti ricordo che il riconoscimento
            univoco del responsabile è obbligatorio solo in
            ambito penale, per sospendere la linea o una
            sanzione amministrativa si può già oggi procedere
            contro l'intestatario della linea. prima o poi
            arriverà un magistrato con gli
            attributi.Non puoi sospendere la linea. Nel secondo caso fai ricorso al prefetto.
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ThEnOra







            No, perchè non stai riproducendo il film.
            Lo

            stai


            descrivendo.



            Uno descrive il film con i mezzi che ha.

            La colonna sonora del film la posso fischiettare

            mentre

            descrivo?

            Nessuna legge lo vieta!



            E se c'e' un certo oggetto caratteristico, lo

            posso disegnare mentre

            descrivo?

            E se sono capace di disegnare tanto bene, da
            fare

            disegni che sembrano fotogrammi, lo posso

            fare?

            Questo già non puoi farlo.
            Cioè posso fischiettare quello che voglio e non disegnare?E chi lo dice? TU?

            E se poi faccio girare questi fotogrammi 24 al

            secondo, mentre fischietto la colonna sonora

            (riproducendo l'orchestra) e imito la voce degli

            attori, che sono bravo a fare le imitazioni, lo

            posso

            fare?



            Ecco. Ho fatto tutto questo e l'ho salvato su un

            divx.




            L'art. infatti è riferito a condotte

            impersonali.


            Se la si conoscesse veramente, discuteremmo

            di


            altro, ma invece c'è chi millanta di


            conoscerla... MEGLIO DI


            ME!



            Noi stiamo parlando di fair use tra privati.

            Che non esiste su un'opera protetta da CR.
            Motivo?Ti costringerebbe a lavorare?E' debole come motivazione.




            Le leggi si rispettano e no. Fine della

            questione.



            Le leggi si abrogano e no. Fine della questione.

            Non esistono i presupposti per abrogare una legge
            che viene continuamente rafforzata in tutto il
            mondo,Tutti i recenti tentativi di "rafforzamento" sono falliti miseramente.
            conosci qualche stato che sia in procinto
            di farlo? Comunque il futuro non conta, ad oggi
            la legge che protegge il diritto d'autore esiste
            in tutto il
            mondo.
            E quella italiana in particolare è totalmente insufficiente, ingiusta, incomprensibile e non tiene conto della digitalizzazione.Si parlava di questo.Ma tu non l'hai capito.




            Certo davanti a un giudice tutto può

            accadere



            perchè tanto interpretano molto


            personalmente,


            ma



            in punta di diritto questa legge sul


            copyright


            è



            del tutto insufficiente sia da un
            punto

            di


            vista



            tecnologico, sia da un punto di vista



            sociale.





            Un giudice giudica secondo parametri

            personali

            e


            non in punta di diritto? :| :|


            :|



            Purtroppo siamo in italia.





            E' come condannare qualcuno sulla base

            di

            un


            IP,



            non dovrebbe succedere mai, per

            principio,


            poi



            qualche giudice lo fa lo



            stesso...





            Mi citi un caso ITALIANO?



            Per fortuna ancora non siamo caduti cosi' in

            basso.

            Non è escluso che accadrà e non vorrà dire cadere
            in basso.Che accadrà è + che probabile. Ma sarà la morte del diritto.
            Ti ricordo che il riconoscimento
            univoco del responsabile è obbligatorio solo in
            ambito penale, per sospendere la linea o una
            sanzione amministrativa si può già oggi procedere
            contro l'intestatario della linea. prima o poi
            arriverà un magistrato con gli
            attributi.Quindi per te uno con gli attributi è uno che commette un abuso.Purtroppo questo modo ottuso di fare non stupisce.
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: dontfeed in sciopero

            - Scritto da: il correttore di bozze


            Il caposaldo del suo pensiero è questo:





            "Se qualcuno diffonde, in qualsiasi
            modo,


            informazioni sufficienti a riprodurre

            un'opera


            coperta da copyright, commette un


            illecito".






            Quindi se io scrivessi un testo in cui
            racconto

            un film, descrivendone anche le immagine

            puntualmente, commetterei un

            illecito?

            No, perchè non stai riproducendo il film. Lo stai
            descrivendo.


            Beh annamo bene...

            Infatti, annamo bene! L'italiano è sempre un
            optional!
            Certo: il tuo.Lo avevo anche dimostrato, ma poi hai piagnucolato e mi hanno censurato la risposta.


            Quindi ti risponderà sempre nello stesso

            modo,


            perchè in effetti come la giriamo la
            giriamo,


            alla fine dal monitor e dagli
            altoparlanti

            uscirà


            sempre l'opera


            protetta.



            E questo è discutibile...nessuna legge vieta
            che

            dal mio monitor e dalle mie casse escano
            quelle

            immagini e quei suoni. LA legge parla di

            "duplicazione" e il monitor e le casse non

            duplicano, semmai

            riproducono.

            Duplicare a riprodurre sono sinonimi.Come no?In quale lingua?In quella in cui tutto va bene purchè abbia ragione tu?
            Nell'ambito
            delle casse acustiche, è appropriato parlare di
            riproduzione e non di
            duplicazione.Se è appropriata una cosa e non l'altra allora non sono sinonimi.L'italiano questa sconosciuta (cit. e LOL)


            E di riproduzione, tramsissione e diffusione
            in

            pubblico...ma il mio monitor e le mie casse
            sono

            privatissime...

            L'art. infatti è riferito a condotte impersonali.Che c'entra l'impersonalità con la "pubblicità"?Niente, ma tu sei l'espertone quindi puoi dire qualsiasi fesseria ti pasis per il cranio.

            Prendo spunto dalla tua frase...è il file ad

            essere protetto? o

            l'opera?



            E' chiaro o no che la legge non riesce a
            normare

            in quest'epoca la "protezione" delle opere
            oppure

            no?

            Le leggi si rispettano e no. Fine della questione.
            Le leggi si rispettano quando si capisce bene cosa è lecito e cosa no.Quando una legge dice "guarda non so bene, fate un po' come vi pare, tanto poi a comando del potente di turno ne stango uno a casaccio" è una legge che non si può nè rispettare, nè tollerare.

            Certo davanti a un giudice tutto può accadere

            perchè tanto interpretano molto
            personalmente,
            ma

            in punta di diritto questa legge sul
            copyright
            è

            del tutto insufficiente sia da un punto di
            vista

            tecnologico, sia da un punto di vista

            sociale.

            Un giudice giudica secondo parametri personali e
            non in punta di diritto? :| :|
            :|benvenuto nel mondo reale.Noi adulti ci combattiamo tutti i giorni.


            E' come condannare qualcuno sulla base di un
            IP,

            non dovrebbe succedere mai, per principio,
            poi

            qualche giudice lo fa lo

            stesso...

            Mi citi un caso ITALIANO?Che vuol dire?Io non lo conosco un caso italiano, ma sono + che sicuro che ce ne siano.
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: dontfeed in sciopero



            Infatti, annamo bene! L'italiano è sempre un

            optional!



            Certo: il tuo.
            Lo avevo anche dimostrato, ma poi hai
            piagnucolato e mi hanno censurato la
            risposta.Non direi. Si parlava della forma retorica, l'ellissi, che per me stava nell'uso dei puntini. Poi chi è che frigna? Di che parli. Su questo thread continuo anch'io a vedere le mie risposte cancellate dal T-1000... imho ci cancellano (solo tra me e te) perchè diciamo cose interessanti e qualcuno di PI si diverte a leggere come reagiamo... imho né!



            Duplicare a riprodurre sono sinonimi.

            Come no?
            In quale lingua?
            In quella in cui tutto va bene purchè abbia
            ragione
            tu?http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/R/riprodurre.shtml

            Nell'ambito

            delle casse acustiche, è appropriato parlare
            di

            riproduzione e non di

            duplicazione.

            Se è appropriata una cosa e non l'altra allora
            non sono
            sinonimi.
            L'italiano questa sconosciuta (cit. e LOL)L'italiano, questa sconosciuta...(C) thenora




            E di riproduzione, tramsissione e
            diffusione

            in


            pubblico...ma il mio monitor e le mie
            casse

            sono


            privatissime...



            L'art. infatti è riferito a condotte
            impersonali.

            Che c'entra l'impersonalità con la "pubblicità"?
            Niente, ma tu sei l'espertone quindi puoi dire
            qualsiasi fesseria ti pasis per il
            cranio.A fini di lucro! A fini di lucro! Errore mio.

            Un giudice giudica secondo parametri
            personali
            e

            non in punta di diritto? :| :|

            :|

            benvenuto nel mondo reale.
            Noi adulti ci combattiamo tutti i giorni.Secondo me non sei neppure mai stato in tribunale. Come provocazione ci sta eccome (lo dico sempre anch'io), ma non è il mondo reale, proprio no!Se poi sei juventino... come darti torto!


            E' come condannare qualcuno sulla base
            di
            un

            IP,


            non dovrebbe succedere mai, per
            principio,

            poi


            qualche giudice lo fa lo


            stesso...



            Mi citi un caso ITALIANO?
            Che vuol dire?
            Io non lo conosco un caso italiano, ma sono + che
            sicuro che ce ne
            siano.Io posso, al massimo, presumere che ci sia stato un caso del genere IN ITALIA, ma poiché non ne ho conoscenza non ne sono certo... Senti T-1000, renditi più utile! C'è mai stato un caso di condanna in primo grado (non mi interessa il reato) solo sulla base di un mero indirizzo IP come unica fonte di prova?Ps.Ma sei dontrfd-troll-dovella?
          • panda rossa scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: dontfeed in sciopero





            Infatti, annamo bene! L'italiano è
            sempre
            un


            optional!






            Certo: il tuo.

            Lo avevo anche dimostrato, ma poi hai

            piagnucolato e mi hanno censurato la

            risposta.

            Non direi. Si parlava della forma retorica,
            l'ellissi, che per me stava nell'uso dei puntini.

            Poi chi è che frigna? Di che parli. Su questo
            thread continuo anch'io a vedere le mie risposte
            cancellate dal T-1000... imho ci cancellano (solo
            tra me e te) perchè diciamo cose interessanti e
            qualcuno di PI si diverte a leggere come
            reagiamo... imho
            né!Non sono sicuro, ma credo che pure qualche messaggio dei miei sia finito nelle fauci del T-1000.Io non dubito che non siete stati voi a segnalare, come ritengo voi non dubitiate di me.Evidentemente c'e' qualche altro lettore buontempone (o risikone).Chiusa parentesi.
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: panda rossa

            Non sono sicuro, ma credo che pure qualche
            messaggio dei miei sia finito nelle fauci del
            T-1000.
            Io non dubito che non siete stati voi a
            segnalare, come ritengo voi non dubitiate di
            me.
            Evidentemente c'e' qualche altro lettore
            buontempone (o
            risikone).

            Chiusa parentesi.Boh, feed dice che son stato io a fargli cancellare i thread... e mò frigna... ma come si fa a segnalarli, così incomincio a segnalare i TUOI!!! :D
          • panda rossa scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa



            Non sono sicuro, ma credo che pure qualche

            messaggio dei miei sia finito nelle fauci del

            T-1000.

            Io non dubito che non siete stati voi a

            segnalare, come ritengo voi non dubitiate di

            me.

            Evidentemente c'e' qualche altro lettore

            buontempone (o

            risikone).



            Chiusa parentesi.

            Boh, feed dice che son stato io a fargli
            cancellare i thread... e mò frigna... ma come si
            fa a segnalarli, così incomincio a segnalare i
            TUOI!!!
            :DCredo che si debba cliccare qui sotto dove dice "segnala abusi".
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: panda rossa





            Non sono sicuro, ma credo che pure
            qualche


            messaggio dei miei sia finito nelle
            fauci
            del


            T-1000.


            Io non dubito che non siete stati voi a


            segnalare, come ritengo voi non
            dubitiate
            di


            me.


            Evidentemente c'e' qualche altro lettore


            buontempone (o


            risikone).





            Chiusa parentesi.



            Boh, feed dice che son stato io a fargli

            cancellare i thread... e mò frigna... ma
            come
            si

            fa a segnalarli, così incomincio a segnalare
            i

            TUOI!!!

            :D

            Credo che si debba cliccare qui sotto dove dice
            "segnala
            abusi".Apperi! In tutti questi anni non l'ho mai notato! Mi si apre un mondo! :D
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: dontfeed in sciopero





            Infatti, annamo bene! L'italiano è
            sempre
            un


            optional!






            Certo: il tuo.

            Lo avevo anche dimostrato, ma poi hai

            piagnucolato e mi hanno censurato la

            risposta.

            Non direi. Si parlava della forma retorica,
            l'ellissi, che per me stava nell'uso dei puntini.
            Per te...
            Poi chi è che frigna? Di che parli. Su questo
            thread continuo anch'io a vedere le mie risposte
            cancellate dal T-1000... imho ci cancellano (solo
            tra me e te) perchè diciamo cose interessanti e
            qualcuno di PI si diverte a leggere come
            reagiamo... imho
            né!Naaaaa non è così.A me mi (!!!) cancellano per partito preso.Io e la "redazione" ci stiamo reciprocamente sulle balle e mi cassano 9 volte su 10, così a dispetto.Certo lo ammetto, le mie risposte spesso non sono dolcissime, ma quasi mai meritano la censura.Ma intanto lì il T1000 (ciao Luca) mi censura sia per una questione personale contro di me, sia perchè è evidente che parteggi per i "videotecari", e questo per un mero motivo di convenienza.Certo è che se qualcuno mi insulta e invece di cancellare gli insulti contro di me, cancellano le mie risposte, vado su tutte le furie.






            Duplicare a riprodurre sono sinonimi.



            Come no?

            In quale lingua?

            In quella in cui tutto va bene purchè abbia

            ragione

            tu?

            http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/R
            bel link, dove possiamo leggere tra l'altro:"2 fig. Descrivere, rappresentare fedelmente qlco.:"Hai capito adesso perchè parlavo del "racconto di un film" e ne avevo pieno titolo?


            Nell'ambito


            delle casse acustiche, è appropriato
            parlare

            di


            riproduzione e non di


            duplicazione.



            Se è appropriata una cosa e non l'altra
            allora

            non sono

            sinonimi.

            L'italiano questa sconosciuta (cit. e LOL)

            L'italiano, questa sconosciuta...
            (C) thenora
            Mi appello al diritto di citazione.






            E di riproduzione, tramsissione e

            diffusione


            in



            pubblico...ma il mio monitor e le
            mie

            casse


            sono



            privatissime...





            L'art. infatti è riferito a condotte

            impersonali.



            Che c'entra l'impersonalità con la
            "pubblicità"?

            Niente, ma tu sei l'espertone quindi puoi
            dire

            qualsiasi fesseria ti pasis per il

            cranio.

            A fini di lucro! A fini di lucro! Errore mio.
            aaaaah a fini di lucro.Ma a fini di lucro sono d'accordo con te.Che non era chiaro?


            Un giudice giudica secondo parametri

            personali

            e


            non in punta di diritto? :| :|


            :|



            benvenuto nel mondo reale.

            Noi adulti ci combattiamo tutti i giorni.

            Secondo me non sei neppure mai stato in
            tribunale.Ahimè, quanto ti sbagli!Vorrei che fosse vero.
            Come provocazione ci sta eccome (lo
            dico sempre anch'io), ma non è il mondo reale,
            proprio
            no!Ma dai per favore, che in quelle aule se ne sono viste di tutti i colori.E + ci sei stato e + obbrobri hai visto...
            Se poi sei juventino... come darti torto!
            Certo che sono juventino.



            E' come condannare qualcuno sulla
            base

            di

            un


            IP,



            non dovrebbe succedere mai, per

            principio,


            poi



            qualche giudice lo fa lo



            stesso...





            Mi citi un caso ITALIANO?

            Che vuol dire?

            Io non lo conosco un caso italiano, ma sono
            +
            che

            sicuro che ce ne

            siano.

            Io posso, al massimo, presumere che ci sia stato
            un caso del genere IN ITALIA, ma poiché non ne ho
            conoscenza non ne sono certo...


            Senti T-1000, renditi più utile! C'è mai stato un
            caso di condanna in primo grado (non mi interessa
            il reato) solo sulla base di un mero indirizzo IP
            come unica fonte di
            prova?

            Ps.
            Ma sei dontrfd-troll-dovella?Si questa volta sono io, ma non tutti quelli che si spacciano per me sono io.Mi si riconosce per la spiccata intelligenza. :D
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: dontfeed in sciopero



            Ps.

            Ma sei dontrfd-troll-dovella?

            Si questa volta sono io, ma non tutti quelli che
            si spacciano per me sono
            io.
            Mi si riconosce per la spiccata intelligenza. :DSemmai arroganza, di cui capisco però la provenienza... juventina! :D
          • panda rossa scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: il correttore di bozze
            Il caposaldo del suo pensiero è questo:

            "Se qualcuno diffonde, in qualsiasi modo,
            informazioni sufficienti a riprodurre un'opera
            coperta da copyright, commette un
            illecito".E' chiaro.Ma e' altrettanto chiaro che questo pensiero e' ancorato a concetti di tecnologia e di usanze che appartengono a tempi ormai remoti.Intanto c'e' la globalizzazione, mentre tutte le leggi sono limitatamente confinate nelle nazioni a cui fanno capo.L'aria invece e' libera.Se uno si mette a cantare in un luogo dove e' libero di farlo, l'aria arriva fino da me, io registro, e ho la mia registrazione.Siccome questa cosa che ho appena descritto non puo' essere impedita, tutto il suo caposaldo fa la fine di un pupazzo di neve sotto il sole di ferragosto.
        • ThEnOra scrive:
          Re: my 2 cents
          - Scritto da: dontfeed in sciopero
          - Scritto da: ThEnOra

          - Scritto da: dontfeed in sciopero




          Mi accusi di aver copiato cosa? La
          legge
          del

          41,


          dietro la quale i soliti bottegai da
          4soldi

          si


          nascondono, parla chiaramente di copia
          e
          in


          questo


          caso,


          anzi, in tutti i casi la pirateria NON
          copia!



          Estratto del 171 ter. Trova il termine
          "copia".



          "...duplica, riproduce, trasmette o diffonde
          in

          pubblico con qualsiasi

          procedimento..."

          Ma, se hai seguito il ragionamento dei numeri e
          delle
          codifiche...
          cosa "duplico" io non duplico i "numeri" che
          rappresentano l'opera...i miei numeri sono
          diversi...
          i tuoi numeri non sono stati
          riprodotti...riproduco altri
          numeri...
          non trasmetto la tua opera, trasmetto sequenze di
          numeri che sono pure diversi dalle sequenze di
          numeri che rappresentano la tua
          opera...
          non diffondo la ua opera diffondo sequenze di
          numeri...

          Ora o il ragionamento lo hai seguito e se vuoi lo
          confuti oppure non ti limiti a ripetere a
          pappardella un articolo che credo di cnoscere
          meglio di
          te.

          Un po' di rispetto, per favore!Cosa non ti è chiaro di "qualsiasi procedimento"?Poi sostieni di conoscere meglio te l'art. da me citato, invece dimostri il contrario con la storia dei "numeri".Mi guardo Avatar.divx.avi, Avatar.xvid.avi e Avatar.h.264.mp4 e TADA mi son visto 3 film diversi...e non, ho visto lo stesso film che è stato riprodotto con "procedimenti" di codifica tra loro diversi. Secondo la ca?&%ta dei numeri... lo dici te, mica io! E pretendi pure rispetto?Vai vai, torna a giocare con l'aifon!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2012 22.10-----------------------------------------------------------
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            Cosa non ti è chiaro di "qualsiasi procedimento"?Il fatto che quando si tratta di informatica SIGNIFICA TUTTO E NIENTE!!!!Lo vuoi un esempio di "qualsiasi procedimento"? L'ho già scritto prima ma non mi hai risposto, te lo scrivo di nuovo spiegandoti anche il sistema affinchè tu veda con chiarezza l'assurdità della cosa:1) Scelgo un mp3 a caso protetto da copyright2) Prendo un numero sufficiente di post, tutti scritti da te, li unisco e li trasferisco su un file di testo fino ad ottenere una lunghezza pari a quella dell'mp3.3) uso il file mp3 come "maschera" per criptare il tuo testo, confrontando i bit uno ad uno: se il bit dell'mp3 è zero, scriverò un bit uguale a quello del tuo file, se è 1, il bit inverso.4) a questo punto ho tre file: un mp3, il TUO testo, scritto e diffuso da te, e un file incomprensibile.5) Integro il file incomprensibile in un applicativo che chiamerò "EnoraCrypt.exe", che non farà altro che prendere in input un file qualsiasi e generare come output un file ricavato dall'applicazione della maschera integrata con lo stesso procedimento al punto 3)Ora ci sono tre considerazioni da fare:Primo, EnoraCrypt.exe NON contiene in alcun modo il file mp3, non più di quanto lo contengano Winrar o Winzip.secondo, EnoraCrypt.exe sarà a tutti gli effetti un programma di crittografia che consente di crittare e decrittare QUALSIASI file. Ovviamente a livello di sicurezza ed efficienza sarà scarsissimo, ma a noi interessa solo che sia legale.terzo, dato in input il tuo file di testo, EnoraCrypt.exe restituirà l'mp3 protetto da copyright.Ora, rispondi:Il mio programma è illegale? Il fatto che tu abbia diffuso delle informazioni che raccolte in un certo modo e date in pasto al mio programma possono riprodurre un file protetto, significa che tu hai usato "qualsiasi procedimento" per diffondere il file? Se qualcuno a cui io passo EnoraCrypt lo usa per decrittare il file ricavato dai TUOI post e si ascolta a sbafo la canzone, di chi è la colpa?le risposte che darei io sono:"NO", "SI'" e "BOH! LA LEGGE DIVENTA INADEGUATA QUANDO SI PARLA DI NUMERI."Sono curioso di sentire le tue.
          • guasta feste scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: il correttore di bozze
            - Scritto da: ThEnOra


            Cosa non ti è chiaro di "qualsiasi
            procedimento"?

            Lo vuoi un esempio di "qualsiasi procedimento"?
            L'ho già scritto prima ma non mi hai risposto, te
            lo scrivo di nuovo spiegandoti anche il sistema
            affinchè tu veda con chiarezza l'assurdità della
            cosa:

            1) Scelgo un mp3 a caso protetto da copyright
            2) Prendo un numero sufficiente di post, tutti
            scritti da te, li unisco e li trasferisco su un
            file di testo fino ad ottenere una lunghezza pari
            a quella dell'mp3.Non è strettamente necessario: basta iterare l'uso della stringa.
            3) uso il file mp3 come "maschera" per criptare
            il tuo testo, confrontando i bit uno ad uno: se
            il bit dell'mp3 è zero, scriverò un bit uguale a
            quello del tuo file, se è 1, il bit
            inverso.
            4) a questo punto ho tre file: un mp3, il TUO
            testo, scritto e diffuso da te,
            e un file
            incomprensibile.che altro non è che l'mp3 di partenza crittato usando il testo di ThEnOra come chiave.
            5) Integro il file incomprensibileche altro non è che l'mp3 di partenza crittato usando il testo di ThEnOra come chiave.
            in un applicativo che chiamerò "EnoraCrypt.exe",quindi 'sto exe <b
            contiene </b
            l'mp3 crittato. E qui casca l'asino!
            che
            non farà altro che prendere in input un file
            qualsiasi e generare come output un file ricavato
            dall'applicazione della maschera integrata con lo
            stesso procedimento al punto 3)non sei tanto pratico di questi argomenti, vero ?
            Ora ci sono tre considerazioni da fare:

            Primo, EnoraCrypt.exe NON contiene in alcun modo
            il file mp3,Errore: lo contiene ma crittato, e la chiave di decodifica è il testo di ThEnOra.
            non più di quanto lo contengano
            Winrar o Winzip.Figuriamoci! È equiparabile ad un archivio auto-estraente protetto da password.
            secondo, EnoraCrypt.exe sarà a tutti gli effetti
            un programma di crittografia che consente di
            crittare e decrittare QUALSIASI file.Per come l'hai descritto, no.
            Ovviamente
            a livello di sicurezza ed efficienza sarà
            scarsissimo, ma a noi interessa solo che sia
            legale.Ma legale non è perché si trascina dietro l'mp3 crittato.
            terzo, dato in input il tuo file di testo,Che altro non è che la password per la decodifica che tu hai scelto.
            EnoraCrypt.exe restituirà l'mp3 protetto da
            copyright.

            Ora, rispondi:

            Il mio programma è illegale?Ovviamente sì: contiene crittato l'mp3 protetto da copyright.
            Il fatto che tu abbia diffuso delle informazioni
            che raccolte in un certo modo e date in pasto al
            mio programma possono riprodurre un file
            protetto, significa che tu hai usato "qualsiasi
            procedimento" per diffondere il file?TU hai scelto il testo di ThenOra come chiave del TUO file crittato.Se ad esempio sceglievi "Nel mezzo del cammin di nostra vita" come chiave di crittazione, credevi di metter nei guai Dante Alighieri? (rotfl)
            Se qualcuno a cui io passo EnoraCryptche contiene il file mp3 crittato
            lo usa per
            decrittare il file ricavato dai TUOI postche funge solo da password, scelta da te
            e si
            ascolta a sbafo la canzone, di chi è la
            colpa?Tua, ovviamente.
          • ThEnOra scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: il correttore di bozze

            Il mio programma è illegale? Si.
            Il fatto che tu abbia diffuso delle informazioni
            che raccolte in un certo modo e date in pasto al
            mio programma possono <b
            riprodurre un file </b

            <b
            protetto </b
            , significa che tu hai usato "qualsiasi
            procedimento" per diffondere il file?Rileggiti, soprattutto la parte in grassetto. Ti sei già dato la risposta.
            Se qualcuno a cui io passo EnoraCrypt lo usa per
            decrittare il file ricavato dai TUOI post e si
            ascolta a sbafo la canzone, di chi è la
            colpa?Di colui che ha creato EnoraCrypt e non chi lo usa.
            le risposte che darei io sono:

            "NO", "SI'" e "BOH! LA LEGGE DIVENTA INADEGUATA
            QUANDO SI PARLA DI
            NUMERI."Risponderesti così perchè non hai proprio capito l'art. che ho citato... eppure è scritto in italiano... mah!
            Sono curioso di sentire le tue.Divertiti.
          • krane scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: il correttore di bozze

            Il mio programma è illegale?
            Si.

            Il fatto che tu abbia diffuso delle

            informazioni che raccolte in un certo

            modo e date in pasto al mio programma

            possono <b
            riprodurre

            un file </b


            <b
            protetto </b
            , significa

            che tu hai usato "qualsiasi

            procedimento" per diffondere il file?
            Rileggiti, soprattutto la parte in grassetto. Ti
            sei già dato la risposta.

            Se qualcuno a cui io passo EnoraCrypt lo

            usa per decrittare il file ricavato dai TUOI

            post e si ascolta a sbafo la canzone, di chi

            è la colpa?
            Di colui che ha creato EnoraCrypt e non chi lo
            usa.Quindi chi fabbrica armi e' colpevole degli omicidi di chi le usa !!

            le risposte che darei io sono:



            "NO", "SI'" e "BOH! LA LEGGE DIVENTA
            INADEGUATA

            QUANDO SI PARLA DI

            NUMERI."
            Risponderesti così perchè non hai proprio capito
            l'art. che ho citato... eppure è scritto in
            italiano...
            mah!

            Sono curioso di sentire le tue.
            Divertiti.
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: dontfeed in sciopero

            - Scritto da: ThEnOra


            - Scritto da: dontfeed in sciopero






            Mi accusi di aver copiato cosa? La

            legge

            del


            41,



            dietro la quale i soliti bottegai
            da

            4soldi


            si



            nascondono, parla chiaramente di
            copia

            e

            in



            questo



            caso,



            anzi, in tutti i casi la pirateria
            NON

            copia!





            Estratto del 171 ter. Trova il termine

            "copia".





            "...duplica, riproduce, trasmette o
            diffonde

            in


            pubblico con qualsiasi


            procedimento..."



            Ma, se hai seguito il ragionamento dei
            numeri
            e

            delle

            codifiche...

            cosa "duplico" io non duplico i "numeri" che

            rappresentano l'opera...i miei numeri sono

            diversi...

            i tuoi numeri non sono stati

            riprodotti...riproduco altri

            numeri...

            non trasmetto la tua opera, trasmetto
            sequenze
            di

            numeri che sono pure diversi dalle sequenze
            di

            numeri che rappresentano la tua

            opera...

            non diffondo la ua opera diffondo sequenze di

            numeri...



            Ora o il ragionamento lo hai seguito e se
            vuoi
            lo

            confuti oppure non ti limiti a ripetere a

            pappardella un articolo che credo di cnoscere

            meglio di

            te.



            Un po' di rispetto, per favore!

            Cosa non ti è chiaro di "qualsiasi procedimento"?
            Fin dove quel generico "qualsiasi" si possa spingere.D'altronde con un procedimento magico alchemico potrei anche mutare il piombo in oro, tutto può essere.Adesso blocchiamo il libero scambio di numeri non sia mai qualcuno abbia un procedimento per trasformarle nei tuoi film di palta...
            Poi sostieni di conoscere meglio te l'art. da me
            citato, invece dimostri il contrario con la
            storia dei
            "numeri".Continuo a sostenerlo e a ritenerlo.E tu sei ben lontano dal dimostrare il contrario.Tranquillo, so che non ci proverai nemmeno.

            Mi guardo Avatar.divx.avi, Avatar.xvid.avi e
            Avatar.h.264.mp4 e TADA mi son visto 3 film
            diversi...Trovami un modo oggettivo per dire che sono lo stesso film.Stiamo parlando di norme non delle tue particolari sensazioni.Che, grazie a Dio, non fanno giurisprudenza.
            e non, ho visto lo stesso film che è stato
            riprodotto con "procedimenti" di codifica tra
            loro diversi. Secondo la ca?&%ta dei numeri... lo
            dici te, mica io! E pretendi pure
            rispetto?Non da un cafone che protetto dalla redazione può essere maleducato quanto gli pare.Io invece sono sempre sotto la spada di damocle della censura immotivata o pretestuosa.Sarà perchè la mia lingua non è marrone.

            Vai vai, torna a giocare con l'aifon!Se fossi stato maleducato un decimo di quello che sie tu sarei gia stato censurato...ma tant'è.
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            mi hanno censurato ancora a dimostrazione di quanto ho scritto.Tu continua pure a insultare, invece, ne hai piena facoltà
        • Allibito scrive:
          Re: my 2 cents
          - Scritto da: dontfeed in sciopero
          - Scritto da: ThEnOra

          - Scritto da: dontfeed in sciopero




          Mi accusi di aver copiato cosa? La
          legge
          del

          41,


          dietro la quale i soliti bottegai da
          4soldi

          si


          nascondono, parla chiaramente di copia
          e
          in


          questo


          caso,


          anzi, in tutti i casi la pirateria NON
          copia!



          Estratto del 171 ter. Trova il termine
          "copia".



          "...duplica, riproduce, trasmette o diffonde
          in

          pubblico con qualsiasi

          procedimento..."

          Ma, se hai seguito il ragionamento dei numeri e
          delle
          codifiche...
          cosa "duplico" io non duplico i "numeri" che
          rappresentano l'opera...i miei numeri sono
          diversi...
          i tuoi numeri non sono stati
          riprodotti...riproduco altri
          numeri...
          non trasmetto la tua opera, trasmetto sequenze di
          numeri che sono pure diversi dalle sequenze di
          numeri che rappresentano la tua
          opera...
          non diffondo la ua opera diffondo sequenze di
          numeri...

          Ora o il ragionamento lo hai seguito e se vuoi lo
          confuti oppure non ti limiti a ripetere a
          pappardella un articolo che credo di cnoscere
          meglio di
          te.

          Un po' di rispetto, per favore!Non mi sembra che lo conosca come affermi e tanto meno il tuo amico che da...i numeri. Si parte da un'opera, che intanto non puoi modificare, tagliare spezzettare senza l'autorizzazione dell'autore (questa volta è veramente l'autore, in quanto si fa riferimento al diritto morale e non economico), èer farlo devi acquisirla (altro reato), e una volta rimessi insieme tutti i pezzi hai di nuovo l'opera completa fissata sul nuovo pc (altro reato). Non tentate di arrampicarvi sugli specchi e quando avete dubbi di questa natura fate domande a Leguleio, lui è dei vostri ma almeno sa quel che dice (quasi sempre).Altra stupidaggine è la solita sulla cultura libera, se credi che debba essere gratis fai in modo che sia lo stato a pagarla, perchè non è mai giusto che a non essere pagato sia chi ha creato, altro che leggi fasciste, le tue sono vedute anarchiche estreme.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: my 2 cents

            Non mi sembra che lo conosca come affermi e tanto
            meno il tuo amico che da...i numeri. Si parte da
            un'opera, che intanto non puoi modificare,
            tagliare spezzettare senza l'autorizzazione
            dell'autoreFalso: diritto di corta citazione (legge 633, articolo 70)
            (questa volta è veramente l'autore,
            in quanto si fa riferimento al diritto morale e
            non economico), èer farlo devi acquisirla (altro
            reato)Falso: fhi fa un lavoro del genere di solito parte dal cd originale, quindi l'ha acquisita in modo perfettamente lecito.
            , e una volta rimessi insieme tutti i pezzi
            hai di nuovo l'opera completa fissata sul nuovo
            pc (altro reato).Falso: che reato sarebbe? Detenere un'opera non è reato.
          • panda rossa scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: Allibito

            Non mi sembra che lo conosca come affermi e tanto
            meno il tuo amico che da...i numeri. Si parte da
            un'opera, che intanto non puoi modificare,
            tagliare spezzettare senza l'autorizzazione
            dell'autore (questa volta è veramente l'autore,
            in quanto si fa riferimento al diritto morale e
            non economico),Vogliamo parlare delle interruzioni pubblicitarie in TV?
            èer farlo devi acquisirla (altro
            reato),Acquisire e' un reato?
            e una volta rimessi insieme tutti i pezzi
            hai di nuovo l'opera completa fissata sul nuovo
            pc (altro reato). Quando si compirebbe questo reato?E soprattutto dove?Mi piacerebbe anche aggiungere da parte di chi, ma non vorrei complicare troppo le cose.
            Non tentate di arrampicarvi
            sugli specchi e quando avete dubbi di questa
            natura fate domande a Leguleio, lui è dei vostri
            ma almeno sa quel che dice (quasi
            sempre).Le domande sono molto semplici.Reato? Come, dove, quando, chi?
            Altra stupidaggine è la solita sulla cultura
            libera, se credi che debba essere gratis fai in
            modo che sia lo stato a pagarla,Cfr. biblioteche.
            perchè non è mai
            giusto che a non essere pagato sia chi ha creato,Chi ha creato e' stato sicuramente pagato nel momento in cui quello che lo ha pagato ha poi pubblicato l'opera.Oppure chi ha creato ha anche pubblicato da se' e in tal caso non vuole essere pagato.
            altro che leggi fasciste, le tue sono vedute
            anarchiche
            estreme.Ad ogni modo tu non sei l'autore, tu sei l'intermediario parassita e dell'autore non puo' fregarti di meno: ti frega solo non perdere piu' la tua anacronistica rendita parassitaria.
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: my 2 cents
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: dontfeed in sciopero

            - Scritto da: ThEnOra


            - Scritto da: dontfeed in sciopero






            Mi accusi di aver copiato cosa? La

            legge

            del


            41,



            dietro la quale i soliti bottegai da

            4soldi


            si



            nascondono, parla chiaramente di copia

            e

            in



            questo



            caso,



            anzi, in tutti i casi la pirateria NON

            copia!





            Estratto del 171 ter. Trova il termine

            "copia".





            "...duplica, riproduce, trasmette o
            diffonde

            in


            pubblico con qualsiasi


            procedimento..."



            Ma, se hai seguito il ragionamento dei numeri e

            delle

            codifiche...

            cosa "duplico" io non duplico i "numeri" che

            rappresentano l'opera...i miei numeri sono

            diversi...

            i tuoi numeri non sono stati

            riprodotti...riproduco altri

            numeri...

            non trasmetto la tua opera, trasmetto sequenze
            di

            numeri che sono pure diversi dalle sequenze di

            numeri che rappresentano la tua

            opera...

            non diffondo la ua opera diffondo sequenze di

            numeri...



            Ora o il ragionamento lo hai seguito e se vuoi
            lo

            confuti oppure non ti limiti a ripetere a

            pappardella un articolo che credo di cnoscere

            meglio di

            te.



            Un po' di rispetto, per favore!

            Non mi sembra che lo conosca come affermi e tanto
            meno il tuo amico che da...i numeri. Si parte da
            un'opera, che intanto non puoi modificare,
            tagliare spezzettare senza l'autorizzazione
            dell'autore (questa volta è veramente l'autore,
            in quanto si fa riferimento al diritto morale e
            non economico), èer farlo devi acquisirla (altro
            reato), e una volta rimessi insieme tutti i pezzi
            hai di nuovo l'opera completa fissata sul nuovo
            pc (altro reato). Non tentate di arrampicarvi
            sugli specchi e quando avete dubbi di questa
            natura fate domande a Leguleio, lui è dei vostri
            ma almeno sa quel che dice (quasi
            sempre).Qui non c'è nessuna confutazione al ragionamento, c'è solo la solita serie di minacce e di insulti che hanno come unico risultato di capire bene che tipo di persone FINGE di essere dalla parte del copyright.
            Altra stupidaggine è la solita sulla cultura
            libera, se credi che debba essere gratis fai in
            modo che sia lo stato a pagarla, perchè non è mai
            giusto che a non essere pagato sia chi ha creato,
            altro che leggi fasciste, le tue sono vedute
            anarchiche
            estreme.Ora credo che sia pacifico che tra anrchia e fascismo, un certo tipo di persona sia a favore dell'uno o dell'altra. A te piace di + il fascismo, ed era chiaro anche se non l'avessi detto così chiaramente.Quanto alla diffusione della cultura: è scritto nella costituzione che uno dei fini ultimi delo Stato Italiano sia quello di promuoverla e diffonderla. Capisco che la Costituzione repubblicana sia il documento + evidente della sconfitta del fascismo e che la cosa possa irritarti, ma quella resta e la tua nostalgia per il salame appeso e per il settarismo di classe invece vola via, tra risa e sghignazzi.
    • Allibito scrive:
      Re: my 2 cents
      - Scritto da: dontfeed in sciopero
      all'euro.
      il 95% se ne va di intermediari e trasporti. E nè
      gli uni nè gli altri sono + necessari. Il mio
      euro a "lady gaga" (si fa per dire) lo darei
      volentieri,
      ma perchè devo pagare un sacco di gente che fa un
      lavoro che non serve nè a me nè
      all'autore?

      Quando il mio lavoro diventerà inutile cambierò
      lavoro come tutti gli altri, o pensate davvero
      che ci siano progammatori cobol incatenati
      davanti a
      palazzo
      Madama a chiedere l'abolizione dei linguaggi ad
      oggetti?Dici certe cose perchè non ti sei mai post il problema del perchè esistano tante di quelle figure che tu chiami "inutili". Credi che siano tempi che un lavoro indipendente inutile possa essere mantenuto? Se esistono ci sarà un perchè, tu credi che a te non servano, ma la fruizione dei contenuti non è rubarli, a te serve solo la adsl e un pc e credi che il mondo sia questo. Non esistono centinaia di persone che partecipano alla realizzazione dell'opera, un soggetto che finanzia il lavoro, non esiste chi vuole il dvd o il bd da vedere sulla nuova tv 3d, non esiste chi compra musica o film on-line, secondo te il mercato è fatto da file che appaiono per magia e un gruppo di ragazzini che scaricano? Sei lontano dalla realtà, molto lontano. Se ragioni così, non so se il tuo lavoro diventerà inutile, ma è certo che tu inutile al tuo lavoro.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: my 2 cents

        Dici certe cose perchè non ti sei mai post il
        problema del perchè esistano tante di quelle
        figure che tu chiami "inutili". Credi che siano
        tempi che un lavoro indipendente inutile possa
        essere mantenuto?Infatti non lo state mantenendo. Le videoteche stanno chiudendo una dopo l'altra.
        • panda rossa scrive:
          Re: my 2 cents
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Dici certe cose perchè non ti sei mai post il

          problema del perchè esistano tante di quelle

          figure che tu chiami "inutili". Credi che
          siano

          tempi che un lavoro indipendente inutile
          possa

          essere mantenuto?

          Infatti non lo state mantenendo. Le videoteche
          stanno chiudendo una dopo
          l'altra.Nei locali del blockbuster vicino a casa mia ora c'e' una pizzeria.
      • dontfeed in sciopero scrive:
        Re: my 2 cents
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: dontfeed in sciopero

        all'euro.

        il 95% se ne va di intermediari e trasporti. E


        gli uni nè gli altri sono + necessari. Il mio

        euro a "lady gaga" (si fa per dire) lo darei

        volentieri,

        ma perchè devo pagare un sacco di gente che fa
        un

        lavoro che non serve nè a me nè

        all'autore?



        Quando il mio lavoro diventerà inutile cambierò

        lavoro come tutti gli altri, o pensate davvero

        che ci siano progammatori cobol incatenati

        davanti a

        palazzo

        Madama a chiedere l'abolizione dei linguaggi ad

        oggetti?
        Dici certe cose perchè non ti sei mai post il
        problema del perchè esistano tante di quelle
        figure che tu chiami "inutili".Ti redarguisco per la prima e ultima volta di non fare ipotesi sul perchè io dica quello che dico. O lo confuti nel merito (cosa che no nhai mai fatto perchè non ne sei capace) o taci, in ogni caso la tua dietrologia d'accatto, che mira ad attaccare non le posizioni ma l'uomo che le porta è rigettata senza appello, e trovo SCANDALOSO che la redazione non le cassi di default.Personalmente ne ho le SCATOLE piene dei vostri insulti e della vostra presunzione che sono intollerabili sempre, da chiunque provengano, ma men che mai possono essere tollerati da chi avrà si e no un decimo della mia intelligenza e un centesimo della mia cultura.
        Credi che siano
        tempi che un lavoro indipendente inutile possa
        essere mantenuto?Assolutamente no, ed è per questo infatti che le videoteche chiudono, che le major piagnucolano per la crisi del settore dell'intrattenimento audiovisivo. Le cose stanno gia cambiando e le eccedenze stanno gia venendo epurate che vi piaccia o no.Il fatto che tu e i tuoi colleghi passiate le vostre "giornate lavorative" a scrivere sciocchezze sui forum invece che lavorare ne è la testimonianza + evidente.Potete rendere questo proXXXXX lungo e penoso quanto volete, ma i fatti restano.
        Se esistono ci sarà un perchè,E se spariscono anche.Fattene una ragione.
        Non
        esistono centinaia di persone che partecipano
        alla realizzazione dell'opera,
        un soggetto che
        finanzia il lavoro,Dei quali peraltro non stiamo parlando.Quale parte di "intermediario" non ti è chiara?Ma l'italiano, lì a scienze delle merendine lo usavate?
        non esiste chi vuole il dvd o
        il bd da vedere sulla nuova tv 3d, non esiste chi
        compra musica o film on-line,Questi non sono intermediari, innanzitutto.Ora ammesso (e non conXXXXX) che esistano persone che per motivi che esulano dalla logica non sono interessati all'opera audiovisiva in sè ma al supporto innanzitutto bisognerebbe contarli e in secundis andrebbe valutato quanto senso ECONOMICO abbia mantenere una rete di distribuzione per soddisfarne le richieste.Detto questo sarebbe cmq pacifico che tale rete di distribuzione fatta di negozianti, trasportatori, produttori di supporti fisici e quant'altro se li dovrebbe pagare chi ne usufruisce, e non quelli che hanno preferito il digital dleivery.(Tra l'altro, beata ignoranza, chi lo dice che un contenuto scaricato non sia fruibile sul tv 3d di "ultima generazione"? Tu? Il fatto che tu non sappia che sia possibile non vuol dire che tutti gli altri invece ne abbiano piena coscienza).
        secondo te il
        mercato è fatto da file che appaiono per magia e
        un gruppo di ragazzini che scaricano? Sei lontano
        dalla realtà, molto lontano.
        Ripeto: tu non hai le capacita mentali e culturali per immaginare quello che io ritengo o non ritendo e come secondo me funzionino le cose.Una cosa è certa il mercato è fatto di cose che il pubblico compra o non compra, e se la gente ti dice che non vuole comprare non comprerà, e tu puoi maledire internet quanto ti pare, ma quella gente continuerà a non darti del denaro, semplicemente perchè non vuole dartene.
        Se ragioni cosìTranquillo, tu, come ragiono io, non puoi proprio capirlo.
  • contiene dei caratteri non ammessi scrive:
    antitrust
    L'antitrust:"Vietato vietare i negozi di kebab. E contro la concorrenza". Gli ultimi videotechini rimasti stringono le chiappe.
    • PIO PIO scrive:
      Re: antitrust
      A BECCO SPERO CHE IL TUO LAVORO VADA IN FUMO E RIMANI IN MUTANDE E SE AI QUALCHE SOLDO DA PARTE BE TUTTI IN MEDICINE HA HA HA ...
      • panda rossa scrive:
        Re: antitrust
        - Scritto da: PIO PIO
        A BECCO SPERO CHE IL TUO LAVORO VADA IN FUMO E
        RIMANI IN MUTANDE E SE AI QUALCHE SOLDO DA PARTE
        BE TUTTI IN MEDICINE HA HA HA
        ...Ridi ridi, e spera pure.E avvisaci quando apre il kebab.
  • pippo75 scrive:
    Approfittiamone
    Approfittiamone subito, gli americani non possono esportare un po di democrazia in Italia, cominciamo da non so dove, magari da Montecitorio.Ai presenti dentro facciamo credere che si debba approvare un aumento di indennizzo.Proprio in quel momento li una esportazione massiccia di democrazia.Ogni tanto gli stellestrisciati tornano utili.Facciamo una colletta per la vernice rossa e per il pennello.
  • LOL scrive:
    Ne le major ne i pirati hanno ragione.
    Io penso che che non sia solo la pirateria il problema qui. Il problema sono anche le major. Il problema è che le major e pirati sono in guerra fra di loro, e i governi (soprattutto quello americano) cercano di favorire i primi, ovviamente fallendo, dato che basta un VPN e anche HADOPI va a farsi benedire. Probabilmente la pirateria sarebbe ad un livello accettabile se non ci fosse la crisi, ma purtroppo c'è, e quindi visto che la gente è stufa di fare sacrifici, dove può permettersi di evitare di spendere soldi ma ottenendo lo stesso il bene (con basse probabilità di essere sgammati), lo fa. Forse quando la crisi sarà un solo ricordo, più gente lavorerà, quindi la pirateria diminuirà. E poi chi è che ha creato questa crisi? Sono stati dei banchieri americani (ma guarda un po' che coincidenza), quindi che gli Stati Uniti non vengano a lamentarsi, se la sono cercata loro.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
      - Scritto da: LOL
      ovviamente fallendo, dato che basta un VPN e
      anche HADOPI va a farsi benedire. 5(h3rz1? |3 vpn 50n0 7ruff3, 50n0 |3n73, n0n funz10n4n0, 50n0 v1ru5, 51 p0550n0 u54r3 50|0 53 531 73nn1(0, 3 (0munqu3 51 p0550n0 r1n7r4((14r3.p4r0|4 d1 8u88|3 d1 v1d3073(h3f0rum/f0h3. |u1 5ì (h3 è un 6r4nd3 35p3r70 d3||4 r373!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2012 21.38-----------------------------------------------------------
      • newbie scrive:
        Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
        sono le misure del tuo cervelletto? (newbie)
        • panda rossa scrive:
          Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
          - Scritto da: newbie
          sono le misure del tuo cervelletto? (newbie)Da questa domanda che hai posto si deducono facilmente le misure del tuo.
      • ... scrive:
        Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        5(h3rz1? |3 vpn 50n0 7ruff3, 50n0 |3n73, n0n
        funz10n4n0, 50n0 v1ru5, 51 p0550n0 u54r3 50|0 53
        531 73nn1(0, 3 (0munqu3 51 p0550n0
        r1n7r4((14r3.
        p4r0|4 d1 8u88|3 d1 v1d3073(h3f0rum/f0h3. |u1 5ì
        (h3 è un 6r4nd3 35p3r70 d3||4
        r373!Bimbominkia!!!
      • prova123 scrive:
        Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
        Bello. Qual'è il programma utilizzato?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
          - Scritto da: prova123
          Bello. Qual'è il programma utilizzato?Clicca sul mio nick -------------------------
    • lol scrive:
      Re: Ne le major ne i pirati hanno ragione.
      ehehehe...mi fa ridere vedere persone convinte che ci sarà un futuro in cui la crisi "sarà solo un ricordo"... povere illusioni.non continuando con questo paradigma mio caro.. con questo sistema antiquato e inefficente chiamato "economia di mercato"... se si continua con questo sistema le cose non possono far altro che peggiorare, ma ovviamente si inizierà ad accorgersene magicamente quando i guai intaccheranno anche quelli che oggi sono i "ricchi"...
  • max78 scrive:
    pirati!!!
    Lo stato italiano ha speso più di 2 miliardi di euro per informatizzare la pubblica amministrazione e rendere fruibili on line migliaia di servizi ed abbattere così i costi della burocrazia....quindi oggi un buon 50% degli impiegati dello stato non hanno più ragione di esistere...li possiamo licenziare subito e su due piedi?
    • max88 scrive:
      Re: pirati!!!
      sei uno di quelli che ce l'ha col mondo intero? (rotfl)
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: pirati!!!
        - Scritto da: max88
        sei uno di quelli che ce l'ha col mondo intero?
        (rotfl)Solo col 50% di esso...
        • max78 scrive:
          Re: pirati!!!
          - Scritto da: Mela avvelenata
          - Scritto da: max88

          sei uno di quelli che ce l'ha col mondo
          intero?


          (rotfl)

          Solo col 50% di esso...http://bari.repubblica.it/cronaca/2012/08/23/news/impiegato_si_assenta_dal_lavoro_per_malattia_per_vendere_capi_contraffatti_sulla_spiaggia-41353156/per la cronaca questo onestissimo impiegato statale normalmente si paga le vacanze con i proventi dei dvd masterizzati che vende ai suoi colleghi!!!!
          • max78 scrive:
            Re: pirati!!!
            - Scritto da: max78
            - Scritto da: Mela avvelenata

            - Scritto da: max88


            sei uno di quelli che ce l'ha col mondo

            intero?




            (rotfl)



            Solo col 50% di esso...

            http://www.eolopress.it/eolo/index.php?option=com_content&view=article&id=5066:caserta-impiegato-della-provincia-in-malattia-beccato-in-spiaggia-a-fare-il-vu-cumpra&catid=60:cronaca&Itemid=102 per la cronaca questo onestissimo impiegato statale normalmente si paga le vacanze con i proventi dei dvd masterizzati che vende ai suoicolleghi!!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2012 11.28----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2012 11.31-----------------------------------------------------------
  • becker scrive:
    ma non eravamo amici degli USA
    [img]http://www.loccidentale.it/files/imagecache/original/files/bush%20-%20berlusconi_0.JPG[/img]Ora non siamo alleati, siamo i cattivi... :D
    • Leguleio scrive:
      Re: ma non eravamo amici degli USA
      - Scritto da: becker
      [img]http://www.loccidentale.it/files/imagecache/o

      Ora non siamo alleati, siamo i cattivi... :DMa no, l'ho spiegato, è un <I
      caucus </I
      a dirlo, non è il presidente Obama o una maggioranza parlamentare.
    • ninjaverde scrive:
      Re: ma non eravamo amici degli USA
      - Scritto da: becker
      [img]http://www.loccidentale.it/files/imagecache/o

      Ora non siamo alleati, siamo i cattivi... :DPiù che "cattivi" siamo prendincxli. :(-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2012 10.27-----------------------------------------------------------
  • Pirla informatic o scrive:
    Consultazione pubblica internet
    Invito tutti a dire la propria qui: http://discussionepubblica.ideascale.com/Non lasciamo queste cose in mano a videotechini e troll
    • bubba scrive:
      Re: Consultazione pubblica internet
      - Scritto da: XXXXX informatic o
      Invito tutti a dire la propria qui:
      http://discussionepubblica.ideascale.com/

      Non lasciamo queste cose in mano a videotechini e
      trollnon ce nome piu' appropriato ( XXXXX informatico ) io aggiungerei anche parassita informatico.
    • panda rossa scrive:
      Re: Consultazione pubblica internet
      - Scritto da: XXXXX informatic o
      Invito tutti a dire la propria qui:
      http://discussionepubblica.ideascale.com/
      Perche' invece non possiamo dire la nostra qui, che siamo gia' qui?
      • becker scrive:
        Re: Consultazione pubblica internet
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: XXXXX informatic o

        Invito tutti a dire la propria qui:

        http://discussionepubblica.ideascale.com/



        Perche' invece non possiamo dire la nostra qui,
        che siamo gia'
        qui?quel sito ha bisogno di utenti registrati :D
        • panda rossa scrive:
          Re: Consultazione pubblica internet
          - Scritto da: becker
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: XXXXX informatic o


          Invito tutti a dire la propria qui:


          http://discussionepubblica.ideascale.com/






          Perche' invece non possiamo dire la nostra qui,

          che siamo gia'

          qui?

          quel sito ha bisogno di utenti registrati :DRagione in piu' per restare su PI.
          • Pirla informatic o scrive:
            Re: Consultazione pubblica internet
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: becker

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: XXXXX informatic o



            Invito tutti a dire la propria
            qui:





            http://discussionepubblica.ideascale.com/









            Perche' invece non possiamo dire la
            nostra
            qui,


            che siamo gia'


            qui?



            quel sito ha bisogno di utenti registrati :D

            Ragione in piu' per restare su PI.E che ci vuole a registrarsi? Io mi chiamo Mario Rossi... E' troppo difficile?Quel sito è una consultazione pubblica del governo italiano. Non capita tutti i giorni che venga fatta una consultazione pubblica in ItaGlia, all'estero invece è la norma.I risultati andranno ad "arricchire e migliorare il documento che riassume la posizione italiana sui principi fondamentali di Internet". Non capisco la diffidenza sinceramente, non è un sitarello dove cazzeggiare... Per una volta che viene chiesto al popolo bue cosa ne pensa e di dare un contributo si snobba la cosa? Mah... Italiani brava gente e troll, altro non c'è evidentemente.
          • panda rossa scrive:
            Re: Consultazione pubblica internet
            - Scritto da: XXXXX informatic o
            E che ci vuole a registrarsi? Io mi chiamo Mario
            Rossi... E' troppo
            difficile?Non ti rispondo neanche: non potresti capire.
            Quel sito è una consultazione pubblica del
            governo italiano. Non capita tutti i giorni che
            venga fatta una consultazione pubblica in
            ItaGlia, all'estero invece è la
            norma.Se il voto e' segreto, perche' la consultazione pubblica deve essere palese?
            I risultati andranno ad "arricchire e migliorare
            il documento che riassume la posizione italiana
            sui principi fondamentali di Internet". Non
            capisco la diffidenza sinceramente, non è un
            sitarello dove cazzeggiare... Per una volta che
            viene chiesto al popolo bue cosa ne pensa e di
            dare un contributo si snobba la cosa? Mah...
            Italiani brava gente e troll, altro non c'è
            evidentemente.Si sono sbattuti le balle di oltre 300 mila firme raccolte con tutti i crismi e depositate in senato a norma di legge, e secondo te danno retta ad una consultazione via internet, messa in piedi solo per giustificare una elargizione di qualche milionata di euro all'amico dell'amico?Illuso!
          • Pirla informatic o scrive:
            Re: Consultazione pubblica internet
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: XXXXX informatic o


            E che ci vuole a registrarsi? Io mi chiamo
            Mario

            Rossi... E' troppo

            difficile?

            Non ti rispondo neanche: non potresti capire.Tu provaci comunque. O forse non puoi?


            Quel sito è una consultazione pubblica del

            governo italiano. Non capita tutti i giorni
            che

            venga fatta una consultazione pubblica in

            ItaGlia, all'estero invece è la

            norma.

            Se il voto e' segreto, perche' la consultazione
            pubblica deve essere
            palese?Che c'entra il voto? Non è mica una votazione politica. Anche in parlamento quando si vota su qualcosa (salvo casi specifici e limitati) il voto è palese. Perché non dovrebbe esserlo qui? Hai paura che vengano a prenderti e sbatterti in galera se ad esempio dici che le leggi sul copyright vanno pesantemente riviste? O se sostieni il software libero?


            I risultati andranno ad "arricchire e
            migliorare

            il documento che riassume la posizione
            italiana

            sui principi fondamentali di Internet". Non

            capisco la diffidenza sinceramente, non è un

            sitarello dove cazzeggiare... Per una volta
            che

            viene chiesto al popolo bue cosa ne pensa e
            di

            dare un contributo si snobba la cosa? Mah...

            Italiani brava gente e troll, altro non c'è

            evidentemente.

            Si sono sbattuti le balle di oltre 300 mila firme
            raccolte con tutti i crismi e depositate in
            senato a norma di legge, e secondo te danno retta
            ad una consultazione via internet, messa in piedi
            solo per giustificare una elargizione di qualche
            milionata di euro all'amico
            dell'amico?
            Illuso!Quindi ogni principio democratico è inutile perché tanto poi si decide sempre e comunque secondo gli interessi di qualcuno? Aboliamo la democrazia tanto è inutile? Meglio il Mussolini o lo Stalin di turno che decide per te e neanche te lo chiede?
          • panda rossa scrive:
            Re: Consultazione pubblica internet
            - Scritto da: XXXXX informatic o
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: XXXXX informatic o




            E che ci vuole a registrarsi? Io mi
            chiamo

            Mario


            Rossi... E' troppo


            difficile?



            Non ti rispondo neanche: non potresti capire.

            Tu provaci comunque. O forse non puoi?Posso.Non voglio che un sito che non conosco e di cui non mi puo' fregar di meno abbia il mio IP.

            Che c'entra il voto? Non è mica una votazione
            politica.Quindi non serve a niente.
            Anche in parlamento quando si vota su
            qualcosa (salvo casi specifici e limitati) il
            voto è palese. Noi non siamo parlamentari.
            Perché non dovrebbe esserlo qui?Io le mie opinioni le ho gia' espresse chiaramente su questo forum e tutti coloro che lo frequentano le conoscono.Che ti importa a te di poterle ricollegare ad una persona fisica?
            Hai paura che vengano a prenderti e sbatterti in
            galera se ad esempio dici che le leggi sul
            copyright vanno pesantemente riviste?No. Ma le ritorsioni esistono.E siccome abbiamo a che fare con gente che non si fa alcuno scrupolo a prendersela con chi sostiene una certa idea, non potendo fare niente per contrastare l'idea, io resto qua.
            O se
            sostieni il software
            libero?Che c'entra il software libero?




            I risultati andranno ad "arricchire e

            migliorare


            il documento che riassume la posizione

            italiana


            sui principi fondamentali di Internet".
            Non


            capisco la diffidenza sinceramente, non
            è
            un


            sitarello dove cazzeggiare... Per una
            volta

            che


            viene chiesto al popolo bue cosa ne
            pensa
            e

            di


            dare un contributo si snobba la cosa?
            Mah...Io non sono il popolo bue.


            Italiani brava gente e troll, altro non
            c'è


            evidentemente.



            Si sono sbattuti le balle di oltre 300 mila
            firme

            raccolte con tutti i crismi e depositate in

            senato a norma di legge, e secondo te danno
            retta

            ad una consultazione via internet, messa in
            piedi

            solo per giustificare una elargizione di
            qualche

            milionata di euro all'amico

            dell'amico?

            Illuso!

            Quindi ogni principio democratico è inutile
            perché tanto poi si decide sempre e comunque
            secondo gli interessi di qualcuno? Esatto. Vedo che hai capito come funzionano le cose.
            Aboliamo la
            democrazia tanto è inutile? Come puoi abolire qualcosa che non c'e'?
            Meglio il Mussolini o
            lo Stalin di turno che decide per te e neanche te
            lo chiede?Almeno c'era una certa coerenza.Oggi invece ti fanno credere che puoi partecipare e fanno quello che vogliono comunque.
          • ninjaverde scrive:
            Re: Consultazione pubblica internet

            I risultati andranno ad "arricchire e migliorare
            il documento che riassume la posizione italiana
            sui principi fondamentali di Internet". Non
            capisco la diffidenza sinceramente, non è un
            sitarello dove cazzeggiare... Per una volta che
            viene chiesto al popolo bue cosa ne pensa e di
            dare un contributo si snobba la cosa? Mah...
            Italiani brava gente e troll, altro non c'è
            evidentemente.Piccolo particolare: GLI IMPIEGATI PUBBLICI NON LEGGONO LE E-MAILMotivazioni:1) Non sanno come fare per aprirle.2) Hanno la pausa caffè.3) Devono andare a fare la spesa al mercato.4) Devono discutere di politica per far capire che il loro partito è meglio.5) Anche se qualcuno apre le e-mail pasticciando sul terminale, non le legge poichè vi sono troppe parole.Conclusione: anche se vi sono nuovi servizi via internet, non c'è esubero di personale per i motivi su scritti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2012 10.23-----------------------------------------------------------
  • ABOLIRE LA PIRATERIA scrive:
    la pirateria è un crimine!
    Qui si parla di miliardi di dollari di mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la perdita di migliaia di posti di lavoro nell'indotto di tutto il mondo. Per non parlare dei danni morali arrecati agli stessi artisti che non si sentono più tutelati dalla legge.Quindi non si dica in modo ipocrita che la pirateria non è un crimine!E se in molti paesi (come l'Italia) le leggi contro la pirateria non sono abbastanza severe, questo non significa che in futuro non si possano rivedere adeguatamente!
    • collione scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di miliardi di dollari di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza lachi ne parla? dove sono i dati?
      • max78 scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA

        Qui si parla di miliardi di dollari di

        mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la

        chi ne parla? dove sono i dati?http://www.bestmovie.it/news/la-citta-del-cinema-apre-a-parigi-grazie-a-luc-besson/181179/in francia si inaugura la città del cinema in Italia si chiude CINECITTA' grazie alla lungimiranza di migliaia di persone come te che premono solo per la tutela della propria seggiola....e del DIRITTO di XXXXXXX tranquillamente dalla rete negli orari che di norma è dedicato al lavoro....Solo in Italia il tuo furbo diritto di XXXXXXX ci costa quasi un miliardo di euro l'anno oltre a mettere a rischio la sopravvivenza economica si 250.000 persone!"!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2012 12.53-----------------------------------------------------------
        • panda rossa scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: max78
          - Scritto da: collione

          - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA


          Qui si parla di <b
          miliardi di dollari </b
          di


          mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la



          chi ne parla? dove sono i dati?

          http://www.bestmovie.it/news/la-citta-del-cinema-a

          in francia si inaugura la città del cinema in
          Italia si chiude CINECITTA'Dov'e' che si chiude cinecitta'?Link please.
          grazie alla
          lungimiranza di migliaia di persone come te che
          premono solo per la tutela della propria
          seggiola....e del DIRITTO di XXXXXXX
          tranquillamente dalla rete negli orari che di
          norma è dedicato al
          lavoro....
          Solo in Italia il tuo furbo diritto di XXXXXXX ci
          costa quasi un miliardo di euro l'anno oltre a
          mettere a rischio la sopravvivenza economica si
          250.000
          persone!"!!E del tuo diritto di XXXXXXX la gente che vuole vedersi un film imponendo un balzello che serve solo a giustificare la tua esistenza, ne vogliamo parlare?
          • max78 scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: max78

            - Scritto da: collione


            - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA



            Qui si parla di <b

            miliardi di dollari </b

            di



            mancato fatturato, e come ovvia
            conseguenza
            la





            chi ne parla? dove sono i dati?




            http://www.bestmovie.it/news/la-citta-del-cinema-a



            in francia si inaugura la città del cinema
            in

            Italia si chiude CINECITTA'

            Dov'e' che si chiude cinecitta'?
            Link please.


            grazie alla

            lungimiranza di migliaia di persone come te
            che

            premono solo per la tutela della propria

            seggiola....e del DIRITTO di XXXXXXX

            tranquillamente dalla rete negli orari che di

            norma è dedicato al

            lavoro....

            Solo in Italia il tuo furbo diritto di
            XXXXXXX
            ci

            costa quasi un miliardo di euro l'anno oltre
            a

            mettere a rischio la sopravvivenza economica
            si

            250.000

            persone!"!!

            E del tuo diritto di XXXXXXX la gente che vuole
            vedersi un film imponendo un balzello che serve
            solo a giustificare la tua esistenza, ne vogliamo
            parlare?Qualsiasi attività è destinata a chiudere perchè secondo la tua filosofia ognuno di noi ti fotte???
          • max78 scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: max78
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: max78


            - Scritto da: collione



            - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA




            Qui si parla di <b


            miliardi di dollari </b


            di




            mancato fatturato, e come ovvia

            conseguenza

            la







            chi ne parla? dove sono i dati?








            http://www.bestmovie.it/news/la-citta-del-cinema-a





            in francia si inaugura la città del cinema

            in


            Italia si chiude CINECITTA'



            Dov'e' che si chiude cinecitta'?

            Link please.




            grazie alla


            lungimiranza di migliaia di persone come te

            che


            premono solo per la tutela della propria


            seggiola....e del DIRITTO di XXXXXXX


            tranquillamente dalla rete negli orari che
            di


            norma è dedicato al


            lavoro....


            Solo in Italia il tuo furbo diritto di

            XXXXXXX

            ci


            costa quasi un miliardo di euro l'anno
            oltre

            a


            mettere a rischio la sopravvivenza
            economica

            si


            250.000


            persone!"!!



            E del tuo diritto di XXXXXXX la gente che vuole

            vedersi un film imponendo un balzello che serve

            solo a giustificare la tua esistenza, ne
            vogliamo

            parlare?

            Qualsiasi attività è destinata a chiudere perchè
            secondo la tua filosofia ognuno di noi ti
            fotte???http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/08/29/news/cinecitt_occupata_sul_red_carpet_manifestazioni_a_venezia_e_a_roma-41687288/vorrei che spiegassi a loro il principio che XXXXXXX dalla rete non danneggia nessuno!!!!
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: max78
            http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/08/29/news/

            vorrei che spiegassi a loro il principio che
            XXXXXXX dalla rete non danneggia
            nessuno!!!!Il fatto che a venezia si sia tenuto anche quest'anno il festival del cinema, lascia supporre che il cinema gode di ottima salute.Se cinecitta' chiude i mitivi sono solo politici, e non certo per 4 ragazzini che si scaricano il cinepanettone.
          • max78 scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: max78



            http://roma.repubblica.it/cronaca/2012/08/29/news/



            vorrei che spiegassi a loro il principio che

            XXXXXXX dalla rete non danneggia

            nessuno!!!!

            Il fatto che a venezia si sia tenuto anche
            quest'anno il festival del cinema, lascia
            supporre che il cinema gode di ottima
            salute.

            Se cinecitta' chiude i mitivi sono solo politici,
            e non certo per 4 ragazzini che si scaricano il
            cinepanettone.i 4 ragazzini di cui parli servono a proteggere l'identità dei pedofili che possono continuare indisturbati le loro traffico di materiale pedoXXXXXgrafico?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 settembre 2012 11.06-----------------------------------------------------------
    • Free world scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      Ronf
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      contenuto non disponibile
    • Dave scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      Premetto che non dico di essere a favore della pirateria, tendo solo a rispondere al tuo post.Primo non hai prove che confermino la tua tesi, seconda cosa parli di posti di lavoro nel mondo, invece in quel rapporto si parla solo di paesi che secondo loro produrrebbero mancati introiti agli USA il che è ben diverso dal mondo.Il tutto sempre senza alcun fondamento, in quanto ognuno fa il suo studio a riguardo con i propri risultati in merito. Infatti ricordo di altro articolo dove si diceva che secondo un'indagine si è visto che chi scambia è gente che in realtà compra opere originali, in quanto dopo aver visto che piace preferiscono acquistare.Io di mio posso dire che dato l'alto prezzo di supporti, la stupidaggine che non possiedi ma hai in "affitto" ciò che acquisti, ho deciso che non compro più nulla già da molti anni, e non scarico nemmeno. Non voglio spendere? non compro, non compro? non hanno introiti, e di certo non perchè scarico ma solo per colpa loro. Sò vivere benissimo senza CD audio, mp3 e film!!!!E se altri stanno facendo come me? Chissà, chi può dirlo, di certo c'è un acquirente in meno!
      • spacevideo scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        Infatti se i prezzi sono secondo te alti, non compri appunto ma invece chi scarica vuole il prodotto ecco perchè si parla di mancato guadagno, se il prodotto non lo vuoi non lo scarichi, il download illegale è un modo per avere quello che vuoi (che avresti acquistato) gratis, altrimenti non lo avresti nemmeno scaricato.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          contenuto non disponibile
        • Sgabbio scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          1 download = 1 vendita mancataSolite storie smentite...
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Sgabbio
            1 download = 1 vendita mancata

            Solite storie smentite...Del resto in francia dove la pirateria e' stata azzerata grazie all'hadopi, ci sono oggi molte piu' code per entrare nelle videoteche che al louvre.O mi sbaglio?
          • Allibito scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Sgabbio

            1 download = 1 vendita mancata



            Solite storie smentite...

            Del resto in francia dove la pirateria e' stata
            azzerata grazie all'hadopi, ci sono oggi molte
            piu' code per entrare nelle videoteche che al
            louvre.
            O mi sbaglio?Non è importante dove l'utente si rivolgerà, purché l'avente dritto sia tutelato, così come tutta la filiera.anche se solo vedesse la tv questo principio sarebbe garantito.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            Non è importante dove l'utente si rivolgerà,
            purché l'avente dritto sia tutelato, così come
            tutta la filiera.E perchè dovremmo tutelarli?Ne abbiamo bisogno? Senza la filiera i film si potrebbero vedere lo stesso... quindi perchè spendere soldi per tutelarla? Quando un ramo non produce, lo si taglia via.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Sgabbio


            1 download = 1 vendita mancata





            Solite storie smentite...



            Del resto in francia dove la pirateria e' stata

            azzerata grazie all'hadopi, ci sono oggi molte

            piu' code per entrare nelle videoteche che al

            louvre.

            O mi sbaglio?
            Non è importante dove l'utente si rivolgerà,Tutti i francesi si sono rivolti qui:http://www.stealthnet.dee mo' ti voglio a bloccare tutto o anche solo a rintracciare chi lo usa per scaricare o condividere materiale protetto da copyright.Ma stai tranquillo, BUBBLE dice che queste cose non funzionano, sono virus, sono lente, e comunque per usarle bisogna essere dei grandi esperti...
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Sgabbio


            1 download = 1 vendita mancata





            Solite storie smentite...



            Del resto in francia dove la pirateria e' stata

            azzerata grazie all'hadopi, ci sono oggi molte

            piu' code per entrare nelle videoteche che al

            louvre.

            O mi sbaglio?
            Non è importante dove l'utente si rivolgerà,
            purché l'avente dritto sia tutelato,E il diritto della gente di poter fruire dell'opera all'indomani della scadenza del copyright chi lo tutela?C'e' qualcuno oggi preposto a rilasciare alla collettivita' le opere man mano che i diritti scadono?Non mi pare.Anzi, mi viene da credere che chi oggi detiene questi diritti si stia organizzando per far sparire le opere all'indomani della scadenza dei diritti per impedire alla collettivita' la libera fruizione.Di tutti i drm in circolazione non ce n'e' uno programmato per sparire quando non ci sono piu' diritti da tutelare, anzi, sono tutti concepiti per proteggere l'opera per l'eternita'.E siccome i miei diritti vengono prima dei tuoi, io comincio a conservare tutte le opere cosi' so che potro' fruirne quando verra' il momento.Proprio per tutelare "l'avente diritto" (parole tue).
            così come
            tutta la filiera.anche se solo vedesse la tv
            questo principio sarebbe
            garantito.Vedesse la tv dove?Se in questo momento lo dessero in una tv in cina e io fossi li' a guardarlo, ti andrebbe bene?Ecco, allora ti informo che proprio in questo momento lo stanno dando in una tv in cina. In una web-tv ad essere precisi.Ora prova a venirmi a dire che devo essere io a sincerarmi che questa web-tv cinese abbia i diritti per trasmettere: per le leggi del suo paese, li ha!
          • Free world scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            purché l'avente dritto sia tutelato, così come
            tutta la filiera.anche se solo vedesse la tv
            questo principio sarebbe
            garantito.La filiera deve SPA-RI-RE, come per la verdura. Perderai il lavoro? Amen, tu non produci nulla sei un INTERMEDIARIO e causi un RINCARO dei beni che acquisto quindi devi SPA-RI-RE. Se grazie alla pirateria le major si muoveranno per offrire direttamente a meno (FLAT, come netflix è l'unica formula accettabile) sarà un bene.
          • dontfeed in sciopero scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Sgabbio


            1 download = 1 vendita mancata





            Solite storie smentite...



            Del resto in francia dove la pirateria e' stata

            azzerata grazie all'hadopi, ci sono oggi molte

            piu' code per entrare nelle videoteche che al

            louvre.

            O mi sbaglio?
            Non è importante dove l'utente si rivolgerà,
            purché l'avente dritto sia tutelato, così come
            tutta la filiera.anche se solo vedesse la tv
            questo principio sarebbe
            garantito.Ma perchè, con un soprendete scatot di reni di dignità non dici la verità e cioè che a te dell'autore non te ne frega niente e della filiera neppure se non nella parte in cui tu sie coinvolto direttamente?Ma invece di ammorbare noi altri, perchè non vai a fare un lavoro vero?Anzi guarda, nemmeno vero, trovati pure un altro lavoro falso, purchè diverso.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: spacevideo
          Infatti se i prezzi sono secondo te alti, non
          compri appunto ma invece chi scarica vuole il
          prodottoQui ti sbagli: chi scarica vuole un prodotto diverso da quello che vendi tu.Tu vendi la musica... o vendi una licenza di ascolto?Chi scarica vuole la musica: se tu vendi licenze di ascolto, non te le compra nessuno. E nemmeno le scarica: si scarica direttamente la musica, senza licenza.
          • Allibito scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: spacevideo

            Infatti se i prezzi sono secondo te alti, non

            compri appunto ma invece chi scarica vuole il

            prodotto

            Qui ti sbagli: chi scarica vuole un prodotto
            diverso da quello che vendi
            tu.

            Tu vendi la musica... o vendi una licenza di
            ascolto?

            Chi scarica vuole la musica: se tu vendi licenze
            di ascolto, non te le compra nessuno. E nemmeno
            le scarica: si scarica direttamente la musica,
            senza
            licenza.Peccato che commetta un reato, ma è solo un particolare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            Peccato che commetta un reato, ma è solo un
            particolare.Non commette un reato; il reato lo commette chi uploada il film (in altre parole: quello che aveva comprato il film)... ma anche questo è solo un particolare.
        • axl scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: spacevideo
          Infatti se i prezzi sono secondo te alti, non
          compri appunto ma invece chi scarica vuole il
          prodotto ecco perchè si parla di mancato
          guadagno, se il prodotto non lo vuoi non lo
          scarichi, il download illegale è un modo per
          avere quello che vuoi (che avresti acquistato)
          gratis, altrimenti non lo avresti nemmeno
          scaricato.non è proprio così.. se il film non si trova basta aspettare la tele.. lo registro, tolgo le pubblicità e me lo metto sul mio bel dvd...il download anticipa solamente un lavoro che verrebbe fatto a mano in seguito.. ma non cambia nulla.. con tutte le spese che ci sono i primi tagli da fare sono sulle stupidaggini : film, musica in primis..per me un film ha valore ZERO fichè in tv lo faranno gratis (e nn ditemi che non è gratis che la tele la pago etc..)che ci sia o non ci sia sul web non cambia nulla, non muoio se non vedo il film subito..
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: spacevideo
          Infatti se i prezzi sono secondo te alti, non
          compri appunto ma invece chi scarica vuole il
          prodottoQmVuZSwgZGltb3N0cmF0ZWxvOiBxdWFuZG8gcXVhbGN1bm8gdnVvbGUgZmFyZSB1biBmaWxtIHNpIGZhIHBhZ2FyZSBQUklNQSBkYSBjaGkg6CBpbnRlcmVzc2F0byBhIHZlZGVybG8sIHBvaSBpbCBmaWxtIGRpdmVudGEgZ3JhdGlzIHBlciB0dXR0aS4KU2UgbmVzc3VubyDoIGludGVyZXNzYXRvIGEgcGFnYXJlLCBvIG5vbiBzb25vIGFiYmFzdGFuemEgc2Vjb25kbyBpbCByZWdpc3RhLCBpbCBmaWxtIG5vbiBzaSBmYS4KVHJvcHBvIGZhY2lsZSBmYXJlIFBSSU1BIGlsIGZpbG0gZSBQT0kgY2hpZWRlcmUgaSBzb2xkaS4KUXVlc3RvIHBlciBpIGZpbG0gYW1lcmljYW5pLiBJIGZpbG0gaXRhbGlhbmkgc29ubyBnaeAgZmluYW56aWF0aSBkYWxsbyBzdGF0bywgcXVpbmRpIGRhIG5vaSB0dXR0aSwgcXVpbmRpIHNpYW1vIG5vaSBpIHByb3ByaWV0YXJpIGRlaSBkaXJpdHRpIGUgbm9uIGxlIG1ham9yLgoK-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2012 21.35-----------------------------------------------------------
        • Free world scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: spacevideo
          Infatti se i prezzi sono secondo te alti, non
          compri appunto ma invece chi scarica vuole il
          prodotto ecco perchè si parla di mancato
          guadagno, se il prodotto non lo vuoi non loIl mancato guadagno è una tesi ridicola!Se uno non ha soldi non compra comunque e con la crisi la gente rinuncia pure ai cibi, figurati se ha soldi per affittare da te!Spacevideo e allibitobob fateci un favore smettetela. Ah è bello che lodiate maxix che "ha capito" ma quello è un troll bastian contrario per svago. Nessuno può darvi ragione perché non l'avete.
      • Marco Tama scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        Non sei da solo!- Scritto da: Dave
        Premetto che non dico di essere a favore della
        pirateria, tendo solo a rispondere al tuo
        post.
        Primo non hai prove che confermino la tua tesi,
        seconda cosa parli di posti di lavoro nel mondo,
        invece in quel rapporto si parla solo di paesi
        che secondo loro produrrebbero mancati introiti
        agli USA il che è ben diverso dal
        mondo.
        Il tutto sempre senza alcun fondamento, in quanto
        ognuno fa il suo studio a riguardo con i propri
        risultati in merito. Infatti ricordo di altro
        articolo dove si diceva che secondo un'indagine
        si è visto che chi scambia è gente che in realtà
        compra opere originali, in quanto dopo aver visto
        che piace preferiscono
        acquistare.

        Io di mio posso dire che dato l'alto prezzo di
        supporti, la stupidaggine che non possiedi ma hai
        in "affitto" ciò che acquisti, ho deciso che non
        compro più nulla già da molti anni, e non scarico
        nemmeno. Non voglio spendere? non compro, non
        compro? non hanno introiti, e di certo non perchè
        scarico ma solo per colpa loro. Sò vivere
        benissimo senza CD audio, mp3 e
        film!!!!

        E se altri stanno facendo come me? Chissà, chi
        può dirlo, di certo c'è un acquirente in
        meno!
    • ThEnOra scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      Fino a quando non vi saranno studi che dimostrano con <b
      metodologia scentifica </b
      il nesso pirateria = danno economico, c'è poco da fare.Anche noi, purtroppo, inciampiamo nella nostra stessa ipocrisia!
      • panda rossa scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        - Scritto da: ThEnOra
        Fino a quando non vi saranno studi che dimostrano
        con <b
        metodologia scentifica </b

        il nesso pirateria = danno economico, c'è poco da
        fare.Se non ce ne sono e' perche' la cosa non e' dimostrabile, in quanto evidentemente falsa.Molto piu' semplice dimostrare che pirateria != danno economicoDimostrazione:- gli artisti continuano a produrre- gli spettatori continuano ad andare a vedere gli artisti- i venditori di ghiaccio hanno smesso di vendere il ghiaccio
        Anche noi, purtroppo, inciampiamo nella nostra
        stessa
        ipocrisia!Non c'e' nessuna ipocrisia.
        • ThEnOra scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ThEnOra

          Fino a quando non vi saranno studi che
          dimostrano

          con <b
          metodologia scentifica
          </b



          il nesso pirateria = danno economico, c'è
          poco
          da

          fare.

          Se non ce ne sono e' perche' la cosa non e'
          dimostrabile, in quanto evidentemente
          falsa.Gli stessi studi che dicono il contrario non sono attendibili.
          Molto piu' semplice dimostrare che pirateria !=
          danno
          economicoBeh, mi sembra ovvio!
          Dimostrazione:
          - gli artisti continuano a produrre
          - gli spettatori continuano ad andare a vedere
          gli
          artisti
          - i venditori di ghiaccio hanno smesso di vendere
          il
          ghiaccioChe bravo! Hai trovato il metodo!

          Anche noi, purtroppo, inciampiamo nella
          nostra

          stessa

          ipocrisia!

          Non c'e' nessuna ipocrisia.Noi, nel senso delle major. Mica parlo per te.
    • sbrotfl scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo. Se fanno un lavoro inutile, perchè dovrebbero lavorare? Siamo forse una ONLUS?
      Per non parlare
      dei danni morali arrecati agli stessi artisti che
      non si sentono più tutelati dalla
      legge.Gli artisti producono per passione. Se produci per soldi non sei un artista e non devi essere tutelato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2012 16.32-----------------------------------------------------------
    • Franky scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di miliardi di dollari di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo. Per non parlare
      dei danni morali arrecati agli stessi artisti che
      non si sentono più tutelati dalla
      legge.
      Punto (1) L'altruismo non e' un crimine...e nemmeno la liberta' di scelta del consumatore di comprare o meno un prodotto dovrebbe essere un criminepunto(2) il lobbismo ed il corporativismo dovrebbero essere considerati dei veri e propri crimini contro la liberta' dei cittadini, contro il libero mercato e la libera concorrenza, contro il progresso...(sono riusciti a trasformare l'innovazione in un crimine...basti pensare alla crociata contro la rete...host,motori di ricerca chiusi con grave perdita di posti di lavoro e di nuove opportunita' di lavoro)punto (3) negli USA lobbismo e corporativismo hanno portato al raddoppio della disoccupazione...negli anni '70 , secondo quanto dicono gli stessi statunitensi...loro stessi non conoscevano cosa volesse dire la parola"disoccupazione" dal momento che c'erano sempre opportunita' di lavoro per chi aveva voglia di lavorare...Riguardo agli autori a Luglio alla Magnanti(Belle de Jour) e' arrivato unreclamo di violazione del copyright(pensa tu!!!):-----------------------------------------------------------"Mercoledi' 25 Luglio 2012- Questa mattina ho effettuato l'acXXXXX a Blogger ed ho trovato una finestra popup che mi notifica che un reclamo DMCA è stato depositato in merito ad una determinata voce - quella sul blogging anonimo.Blogger non mi ha inviato i dettagli del reclamo (tra cui, ad esempio, chi lo ha presentato) e devo ancora vederlo apparire sul Chilling Effects.A questo punto posso solo fare delle ipotesi su chi ha fatto la richiesta e sul perché la richiesta è stata fatta. Ho cercato di vedere che cosa viola i diritti d'autore e sono perplessa. Tutti i miei stessi scritti sono originali, non vi sono immagini ed audio inclusi, e cerco di citare e linkare tutto e tutte le persone che hanno anche buoni consigli e buoni strumenti là fuori. Quindi ho intenzione,in assenza di ulteriori delucidazioni, di assumere che ad alcuni strani personaggi non piace quello che ho da dire in generale. Beh, peccato. Entro la fine della settimana questo blog e il suo contenuto saranno migrati ad un servizio con server nel Regno Unito e il servizio non sarà più soggetto alle leggi-XXXXXXXta sul copyright statunitensi. Vi twittero' i relativi indirizzi quando cio' accadra' https://twitter.com/bmagnantiNel frattempo, ho chiesto alla gente se puo' gentilmente ribloggare l'intero contenuto del post per mantenere le informazioni là fuori.[..] Qui vi e'una lista di chi ha aderito finoraLinkmachinegoKorhommeChris of ArabiaIshamaeliGirl on the NetIt's Just a Hobby (and another sub-blog dedicated to the post)Maggie McNeillNeil Turner's BlogInnocent LoverboyBelle MorganForty SomethingConstance CommuterMr SmithLovehoneyMaggie McNeillNeil Turner's BlogInnocent LoverboyBelle MorganForty Something---------------------------------------------------------------Questo copyright da noie a tutti e nessuno lo puo' vedere nemmeno gli autori tradizionali... Ricordo che Dario Fo (autore prolifico di commedie teatrali e premi Nobel della letteratura) ha aderito alla notte della reteed alla protesta contro le leggi liberticide-censorie del copyright...
      • Franky scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        Mi sono dimenticato il link al post originale:http://sexonomics-uk.blogspot.it/2012/07/spartacus-ish_25.html
      • ThEnOra scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        - Scritto da: Franky

        Punto (1) L'altruismo non e' un crimine...e
        nemmeno la liberta' di scelta del consumatore di
        comprare o meno un prodotto dovrebbe essere un
        crimineAltruismo non significa copiare il CD/DVD per migliai di persone che non conosci.Il consumatore tende a comprare. Non consuma ciò che non compra.Lo scaricone tende a non comprare. Consuam ciò che non compra.
        punto(2) il lobbismo ed il corporativismo
        dovrebbero essere considerati dei veri e propri
        crimini contro la liberta' dei cittadiniChe c'entrano corporativismo e fare lobbying?Sulla lobbying, quale accezione negativa percepisci in questo termine?Guarda che TUTTI possono fare lobbying!
        Riguardo agli autori a Luglio alla Magnanti(Belle
        de Jour) e' arrivato
        un
        reclamo di violazione del copyright(pensa tu!!!):
        --------------------------------------------------E secondo te questo è un problema del copyright oppure un ABUSO delle leggi sul copyright?
        • panda rossa scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: ThEnOra
          Altruismo non significa copiare il CD/DVD per
          migliai di persone che non
          conosci.E quindi i donatori di sangue?
          Il consumatore tende a comprare. Non consuma ciò
          che non compra.Ma la major rompe le balle proprio al consumatore.
          Lo scaricone tende a non comprare. Consuam ciò
          che non compra.E quindi?

          punto(2) il lobbismo ed il corporativismo

          dovrebbero essere considerati dei veri e
          propri

          crimini contro la liberta' dei cittadini

          Che c'entrano corporativismo e fare lobbying?
          Sulla lobbying, quale accezione negativa
          percepisci in questo
          termine?

          Guarda che TUTTI possono fare lobbying!Di fatto le lobby sono solo costituite da chi ha i soldi.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra


            Altruismo non significa copiare il CD/DVD per

            migliai di persone che non

            conosci.

            E quindi i donatori di sangue?E il sangue ora si dona sottoforma di CD/DVD? Da che pianeta provieni?

            Il consumatore tende a comprare. Non consuma
            ciò

            che non compra.

            Ma la major rompe le balle proprio al consumatore.Siamo XXXXX, è per questo. Ma questo già lo sapevi!

            Lo scaricone tende a non comprare. Consuam
            ciò

            che non compra.

            E quindi?Scarica aggratis (chiamlo scemo, dirai!)


            punto(2) il lobbismo ed il
            corporativismo


            dovrebbero essere considerati dei veri e

            propri


            crimini contro la liberta' dei cittadini



            Che c'entrano corporativismo e fare lobbying?

            Sulla lobbying, quale accezione negativa

            percepisci in questo

            termine?



            Guarda che TUTTI possono fare lobbying!

            Di fatto le lobby sono solo costituite da chi ha
            i
            soldi.Questo dimostra che TU non sai cosa sia il lobbying!
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ThEnOra




            Altruismo non significa copiare il
            CD/DVD
            per


            migliai di persone che non


            conosci.



            E quindi i donatori di sangue?

            E il sangue ora si dona sottoforma di CD/DVD? Da
            che pianeta
            provieni?Il sangue si dona per altruismo a persone che manco si conoscono.E questo per confutare la tua affermazione di due post fa.Poi come si faccia in pratica a donare sangue, dipende dalla tecnologia.Magari domani si potra' fare via mail, senza doversi recare in appositi luoghi, ma questo e' un altro discorso.


            Il consumatore tende a comprare. Non
            consuma

            ciò


            che non compra.



            Ma la major rompe le balle proprio al
            consumatore.

            Siamo XXXXX, è per questo. Ma questo già lo
            sapevi!Ce lo sapevo si'. Ma tu devi sempre tirar fuori la stessa storia.


            Lo scaricone tende a non comprare.
            Consuam

            ciò


            che non compra.



            E quindi?

            Scarica aggratis (chiamlo scemo, dirai!)La corrente la paga.La adsl la paga.Il computer lo paga.L'equo compenso sul disco da 1 tera lo paga.Quindi non e' poi cosi' aggratis.E poi per fruire di quanto ha scaricato si deve comprare l'ipod, il tv da 42 pollici, il lettore di ebook... Tutto puoi dire di chi scarica tranne che non paga.Paga, ma evitando che i soldi finiscano col nutrire inutili intermediari parassiti.
            Questo dimostra che TU non sai cosa sia il
            lobbying!Significa pagare la campagna elettorale ad entrambi i candidati alla presidenza, e poi, chiunque vinca, andare a presentare il conto sotto forma di leggi da far approvare.
          • Franky scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa

            Questo dimostra che TU non sai cosa sia il

            lobbying!

            Significa pagare la campagna elettorale ad
            entrambi i candidati alla presidenza, e poi,
            chiunque vinca, andare a presentare il conto
            sotto forma di leggi da far
            approvare.esattamente... non capisco come faccia thenora a sostenere che fare lobbying non sia un male...quasi tutte le cose negative che avvengono negli USA hanno per protagonista una qualche lobby...quella del petrolio,quella delle armi, quella delle major...ed altre lobby che tentano di aggirare la concorrenza ed il libero mercato diminuendo le opportunita' di lavoro... e lui dice dove sta il problema?Il problema sta nel fatto che il politico deve fare gli interessi dei propri cittadini e deve essere neutrale riguardo le imprese...e casomai favorire la libera concorrenza...non creare favoritismi di un gruppo a sfavore dell'altro...lui dira' ma pure l'altro gruppo puo' fare lobbying...si' ma chi ha piu' soldi prevale...credo...o no?e chi ha poco che fa? Subisce?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa

            Questo dimostra che TU non sai cosa sia il

            lobbying!

            Significa pagare la campagna elettorale ad
            entrambi i candidati alla presidenza, e poi,
            chiunque vinca, andare a presentare il conto
            sotto forma di leggi da far
            approvare.Oppure si scende in politica direttamente e si fanno leggi ad personam, come la legge Urbani.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa

            Il sangue si dona per altruismo a persone che
            manco si
            conoscono.
            E questo per confutare la tua affermazione di due
            post
            fa.Ora la pirateria è altruismo. Quanta malafede. Proprio perchè parli di donare il sangue.
            Poi come si faccia in pratica a donare sangue,
            dipende dalla
            tecnologia.
            Magari domani si potra' fare via mail, senza
            doversi recare in appositi luoghi, ma questo e'
            un altro
            discorso.E no. L'altro discorso è iniziato quando hai tirato in ballo l'altruismo!Quanta malafede e quanta dialettica!



            Il consumatore tende a comprare.
            Non

            consuma


            ciò



            che non compra.





            Ma la major rompe le balle proprio al

            consumatore.



            Siamo XXXXX, è per questo. Maw questo già lo

            sapevi!

            Ce lo sapevo si'. Ma tu devi sempre tirar fuori
            la stessa
            storia.Che tu tenti sempre di rigirare...



            Lo scaricone tende a non comprare.

            Consuam


            ciò



            che non compra.





            E quindi?



            Scarica aggratis (chiamlo scemo, dirai!)

            La corrente la paga.
            La adsl la paga.
            Il computer lo paga.
            L'equo compenso sul disco da 1 tera lo paga.
            Quindi non e' poi cosi' aggratis.
            E poi per fruire di quanto ha scaricato si deve
            comprare l'ipod, il tv da 42 pollici, il lettore
            di ebook...Come sempre sposti l'attenzione del discorso su aspetti collaterali che non c'entrano una mazza!Come dire che anche i ladri di macchina hanno la patente... ma fammi il piacere!
            Tutto puoi dire di chi scarica tranne che non
            paga.
            Paga, ma evitando che i soldi finiscano col
            nutrire inutili intermediari
            parassiti.


            Questo dimostra che TU non sai cosa sia il

            lobbying!

            Significa pagare la campagna elettorale ad
            entrambi i candidati alla presidenza, e poi,
            chiunque vinca, andare a presentare il conto
            sotto forma di leggi da far
            approvare.CVDParli di cose ne neppure conosci. Quanta malafede!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            Ora la pirateria è altruismo. Quanta malafede.
            Proprio perchè parli di donare il sangue.Argomento irreprensibile...
            E no. L'altro discorso è iniziato quando hai
            tirato in ballo l'altruismo!
            Quanta malafede e quanta dialettica!Quanta ignoranza e mancanza di argomenti!
            Che tu tenti sempre di rigirare...Ti sei guardato allo specchio per pensare questa frase?
            Come sempre sposti l'attenzione del discorso su
            aspetti collateraliNon sono collaterali
            che non c'entrano una mazza!Quelli sono i tuoi. Vuoi vedere?
            Come dire che anche i ladri di macchina hanno la
            patente...Appunto! <b
            Come sempre sposti l'attenzione del discorso su aspetti collaterali che non c'entrano una mazza! </b
            Ti ricorda niente?
            ma fammi il piacere![yt]6bjQOwXMoPk[/yt]
            CVD
            Parli di cose ne neppure conosci.Ciò che hai appena fatto tu.
            Quanta malafede!Quanta ignoranza!Dimmi, quanto ti hanno pagato le major per scrivere ste XXXXXXcce?
        • Franky scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: ThEnOra
          - Scritto da: Franky



          Punto (1) L'altruismo non e' un crimine...e

          nemmeno la liberta' di scelta del
          consumatore
          di

          comprare o meno un prodotto dovrebbe essere
          un

          crimine

          Altruismo non significa copiare il CD/DVD per
          migliai di persone che non
          conosci.
          Perche' tu fai beneficienza solo alle persone che conosci? Il terzo mondo non ha diritto di imparare l'inglese perche' nessuno conosce i cittadini che ne fanno parte? Quindi niente film in inglese e libri al terzo mondo, non li conosciamo!!!Giusto?
          Il consumatore tende a comprare. Non consuma ciò
          che non
          compra.Questo quando non c'era ne' la tv commerciale...ne' internet...da quando ci sono loro uno puo' anche essere cliente senza comprare... Google e Youtube hanno fatto miliardi senza vendere niente...idem Kim Dotcom.In secondo luogo io dicevo che non puoi imporre ad una persona se comprare il tuo prodotto o meno...se una tipa ha una bottiglia di vino e me la vuole portare...non e' che il supermercato si puo' lamentare con la tipa perche' ha venduto una bottiglia di vino in meno e mi puo' chiamare ladro...dal momento che la tipa ha comprato la bottiglia...ed io ho il diritto di scegliere se andare al supermercato a comprare o meno...
          Lo scaricone tende a non comprare. Consuam ciò
          che non
          compra.
          ed e' un suo diritto o dovrebbe esserlo...

          punto(2) il lobbismo ed il corporativismo

          dovrebbero essere considerati dei veri e
          propri

          crimini contro la liberta' dei cittadini

          Che c'entrano corporativismo e fare lobbying?
          Sulla lobbying, quale accezione negativa
          percepisci in questo
          termine?

          Guarda che TUTTI possono fare lobbying!
          Pure i cittadini che gia' pagano le tasse? Ma pagare le tasse non basta mica...cosa vedo di negativo nelle lobby? Il fatto che vengano fatte leggi su misura per i lobbisti piu' potenti a scapito delle altre impresee che i politici tendano a fare gli interessi del lobbista piuttosto che quelli del cittadino...

          Riguardo agli autori a Luglio alla
          Magnanti(Belle

          de Jour) e' arrivato

          un

          reclamo di violazione del copyright(pensa
          tu!!!):


          --------------------------------------------------

          E secondo te questo è un problema del copyright
          oppure un ABUSO delle leggi sul
          copyright?E' un problema della legge sul copyright ed un abuso di chi ne usufruisce...entrambe le cose... il fatto che su semplice segnalazione possa essere messo giu' un sito o un blog senza il parere di un magistrato e senza avere accertato i fatti e' un problema della legge sul copyright... il fatto che il copyright prevalga sul diritto di espressione di un blogger...e' un problema della legge sul copyright..."its content will have migrated to a UK-based service and will no longer be subject to US copyright bullshit" se la Magnanti lo definisce "bullshit" vuol dire che pure lei riconosce che le leggi sul copyright sono delle XXXXXXXte... ed e' una autrice tradizionale...!!!!
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Franky
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: Franky





            Punto (1) L'altruismo non e' un
            crimine...e


            nemmeno la liberta' di scelta del

            consumatore

            di


            comprare o meno un prodotto dovrebbe
            essere

            un


            crimine



            Altruismo non significa copiare il CD/DVD per

            migliai di persone che non

            conosci.



            Perche' tu fai beneficienza solo alle persone che
            conosci? Il terzo mondo non ha diritto di
            imparare l'inglese perche' nessuno conosce i
            cittadini che ne fanno parte? Quindi niente film
            in inglese e libri al terzo mondo, non li
            conosciamo!!!Giusto?Infatti io gli mando i soldi, mica i CD/DVD masterizzati!

            Il consumatore tende a comprare. Non consuma
            ciò

            che non

            compra.

            Questo quando non c'era ne' la tv
            commerciale...ne' internet...da quando ci sono
            loro uno puo' anche essere cliente senza
            comprare... Google e Youtube hanno fatto miliardi
            senza vendere niente...idem Kim
            Dotcom.Proprio furbi allora quelli che li pagano comprando il NIENTE!Ma che sei? Un bimbominkia!?
            In secondo luogo io dicevo che non puoi imporre
            ad una persona se comprare il tuo prodotto o
            meno...se una tipa ha una bottiglia di vino e me
            la vuole portare...non e' che il supermercato si
            puo' lamentare con la tipa perche' ha venduto una
            bottiglia di vino in meno e mi puo' chiamare
            ladro...dal momento che la tipa ha comprato la
            bottiglia...ed io ho il diritto di scegliere se
            andare al supermercato a comprare o
            meno...Adesso le major ti hanno, per esempio, imposto di comprare il CD/MP3 di Marco Carta!?!? Ma stai scherzando????

            Lo scaricone tende a non comprare. Consuam
            ciò

            che non

            compra.



            ed e' un suo diritto o dovrebbe esserlo...Spiegami perchè sarebbe un suo diritto


            punto(2) il lobbismo ed il
            corporativismo


            dovrebbero essere considerati dei veri e

            propri


            crimini contro la liberta' dei cittadini



            Che c'entrano corporativismo e fare lobbying?

            Sulla lobbying, quale accezione negativa

            percepisci in questo

            termine?



            Guarda che TUTTI possono fare lobbying!



            Pure i cittadini che gia' pagano le tasse? Ma
            pagare le tasse non basta mica...cosa vedo di
            negativo nelle lobby? Il fatto che vengano fatte
            leggi su misura per i lobbisti piu' potenti a
            scapito delle altre
            imprese
            e che i politici tendano a fare gli interessi del
            lobbista piuttosto che

            quelli del cittadino...Seriamente, rivediti il significato di fare lobbying. Ti aiuto. Inizia da questo sito: google.com


            Riguardo agli autori a Luglio alla

            Magnanti(Belle


            de Jour) e' arrivato


            un


            reclamo di violazione del
            copyright(pensa

            tu!!!):





            --------------------------------------------------



            E secondo te questo è un problema del
            copyright

            oppure un ABUSO delle leggi sul

            copyright?

            E' un problema della legge sul copyright ed un
            abuso di chi ne usufruisce...entrambe le cose...
            il fatto che su semplice segnalazione possa
            essere messo giu' un sito o un blog senza il
            parere di un magistrato e senza avere accertato i
            fatti e' un problema della legge sul copyright...
            il fatto che il copyright prevalga sul diritto di
            espressione di un blogger...e' un problema della
            legge sul
            copyright...Una cosa sono le leggi (copyright) e un'altra le procedure (rimozione aka notice-and-take-down)
            "its content will have migrated to a UK-based
            service and will no longer be subject to US
            copyright bullshit"


            se la Magnanti lo definisce "bullshit" vuol dire
            che pure lei riconosce che le leggi sul copyright
            sono delle XXXXXXXte... ed e' una autrice
            tradizionale...!!!!Le chiedi allora se ti invia tutti i suoi scritti aggratis in formato PDF?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          - Scritto da: ThEnOra
          Altruismo non significa copiare il CD/DVD per
          migliai di persone che non conosci.Non è esattamente quello che fanno le major?Con l'aggravante che loro lo fanno per lucrarci sopra.
          Il consumatore tende a comprare. Non consuma ciò
          che non compra.Ogni volta che leggo queste tue perle mi chiedo se ci fai o ci sei.Il consumatore pagherebbe per avere l'aria? Pagherebbe per avere il sole?Eppure è quello che le major pretendono: far pagare l'aria, che trasporta suoni, e far pagare il sole che permette la luce.Senza contare che ora, col digitale, vogliono far pagare i numeri.
          Lo scaricone tende a non comprare. Consuam ciò
          che non compra.Lo "scaricone", come lo chiami tu, reinveste i soldi (quei pochi che ancora ha) in settori più in crisi di quanto lo sia l'industria del copyright. Usa i soldi finanziando gli artisti direttamente, andando ai concerti dal vivo e andando a teatro. Se invece compri il CD quanti soldi ti rimangono per il concerto? Ma a questo tu naturalmente non ci pensi, vero?Inoltre, sta storia delle perdite, dei posti di lavoro persi, perché non lo si fa nei confronti dei siti che chiudono? Kim Dotcom mica lavorava da solo, aveva un'azienda con molti dipendenti. Tutta gente che ora sta per strada grazie alle major, all'FBI e a chi ancora oggi appoggia quell'oscenità chiamata copyright.Non è questione di legale o no, è questione che una legge che pretende di intromettersi nella copia di un'informazione nell'era dell'informatica interconnessa, non è una legge intelligente. Perché l'intero sistema informatico di oggi funziona sulla copia delle informazioni. E nessuno ha il diritto di dire quali informazioni sono copiabili e quali no. Tutte le informazioni digitali sono numeri binari e in quanto tali sono copiabili. Pretendere di controllarle è non solo impossibile, ma anche stupido.La rivoluzione digitale nel campo dei media audiovisivi l'hanno introdotta le major, non l'ho chiesta certo io. Fosse per me potevamo benissimo stare ancora col vinile. Che si sentiva pure meglio del CD.

          punto(2) il lobbismo ed il corporativismo

          dovrebbero essere considerati dei veri e
          propri

          crimini contro la liberta' dei cittadini

          Che c'entrano corporativismo e fare lobbying?Le major cosa fanno?
          Sulla lobbying, quale accezione negativa
          percepisci in questo termine?E' un crimine contro l'umanità.
          Guarda che TUTTI possono fare lobbying!Finché non pretendono soldi dalle tasche dei cittadini possono fare tutto il lobbying che vogliono. Il problema è che questi pretendono soldi dalle tasche dei cittadini quando la net economy ha già affossato questo sistema fin dal 2000.

          Riguardo agli autori a Luglio alla
          Magnanti(Belle

          de Jour) e' arrivato

          un

          reclamo di violazione del copyright(pensa
          tu!!!):


          --------------------------------------------------

          E secondo te questo è un problema del copyright
          oppure un ABUSO delle leggi sul copyright?La presenza del copyright ne permetterà sempre gli abusi.Tolto il copyright, tolti gli abusi. Perché un artista che pubblicherà per primo in rete un brano si saprà subito tutti di chi è (diritto dell'autore alla paternità dell'opera, non copyright). E chi dovesse uscirsene dopo dicendo che il brano è suo sarà preso a spernacchiate. La rete non dimentica.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: ThEnOra

            Altruismo non significa copiare il CD/DVD per

            migliai di persone che non conosci.

            Non è esattamente quello che fanno le major?
            Con l'aggravante che loro lo fanno per lucrarci
            sopra.Caro mio, loro lo fanno perchè sono LEGITTIMATI a farlo! Cosa non ti è chiara della locuzione DETENTORE DEL DIRITTO?

            Il consumatore tende a comprare. Non consuma
            ciò

            che non compra.

            Ogni volta che leggo queste tue perle mi chiedo
            se ci fai o ci
            sei.Ci son più di te. Tiè!
            Il consumatore pagherebbe per avere l'aria?Dunque le major producono/rivendono l'aria?
            Pagherebbe per avere il
            sole?Dunque mi stai equiparando i prodotti delle major al sole?
            Eppure è quello che le major pretendono: far
            pagare l'aria, che trasporta suoni, e far pagare
            il sole che permette la
            luce.Senti Darth Water, troppi sci-fi ultimamente!
            Senza contare che ora, col digitale, vogliono far
            pagare i
            numeri.Sempre più a fondo...

            Lo scaricone tende a non comprare. Consuam
            ciò

            che non compra.

            Lo "scaricone", come lo chiami tu, reinveste i
            soldi (quei pochi che ancora ha) in settori più
            in crisi di quanto lo sia l'industria del
            copyright. Ora lo faccio apposta: non perchè hai fame questo giustifica rubare il pane!
            Usa i soldi finanziando gli artisti
            direttamente, andando ai concerti dal vivo e
            andando a teatro. Se invece compri il CD quanti
            soldi ti rimangono per il concerto? Ma a questo
            tu naturalmente non ci pensi,
            vero?Beh per quello è da oltre 10 anni che, almeno la musica, non guadagna dai supporti fisici. Ma a questo tu naturalmente non ci pensi, vero?
            Inoltre, sta storia delle perdite, dei posti di
            lavoro persi, perché non lo si fa nei confronti
            dei siti che chiudono? Kim Dotcom mica lavorava
            da solo, aveva un'azienda con molti dipendenti.
            Tutta gente che ora sta per strada grazie alle
            major, all'FBI e a chi ancora oggi appoggia
            quell'oscenità chiamata
            copyright.Ed ecco la lagna sul ciccione...
            Non è questione di legale o noSorry ma lo è. Altrimenti che ci sto a fare io?
            , è questione che
            una legge che pretende di intromettersi nella
            copia di un'informazione nell'era
            dell'informatica interconnessa, non è una legge
            intelligente. Mmmm, quanti nomi per la musica/film/videogioco: si chiama bit, numeri, contenuti, zero e uno, informazione, aria, sole...
            Perché l'intero sistema informatico
            di oggi funziona sulla copia delle informazioni.
            E nessuno ha il diritto di dire quali
            informazioni sono copiabili e quali no. Tutte lew
            informazioni digitali sono numeri binari e in
            quanto tali sono copiabili. Pretendere di
            controllarle è non solo impossibile, ma anche
            stupido.Allora pretendi di copiare le MIE informazioni digitali che mi riguardano?Ribadisco, troppo sci-fi!
            La rivoluzione digitale nel campo dei media
            audiovisivi l'hanno introdotta le major, non l'ho
            chiesta certo io. Fosse per me potevamo benissimo
            stare ancora col vinile. Che si sentiva pure
            meglio del
            CD.
            Tolto il copyright, tolti gli abusi. Perché un
            artista che pubblicherà per primo in rete un
            brano si saprà subito tutti di chi è (diritto
            dell'autore alla paternità dell'opera, non
            copyright). E chi dovesse uscirsene dopo dicendo
            che il brano è suo sarà preso a spernacchiate. La
            rete non
            dimentica.Lo sai che non succedere mai, nel corso della tua vita!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: ThEnOra


            Altruismo non significa copiare il
            CD/DVD
            per


            migliai di persone che non conosci.



            Non è esattamente quello che fanno le major?

            Con l'aggravante che loro lo fanno per
            lucrarci

            sopra.

            Caro mio, loro lo fanno perchè sono LEGITTIMATI a
            farlo!Leggitimati da chi? DA LORO STESSI?DALLE LEGGI AD PERSONAM CHE SI SONO SCRITTI DA SOLI?
            Cosa non ti è chiara della locuzione
            DETENTORE DEL DIRITTO?Che il diritto d'autore (che è una cosa completamente diversa dal copyright) deve essere INCEDIBILE e che quindi non esiste un detentore del diritto d'autore diverso dall'autore.Il copyright, invece, non deve esistere proprio! E' una stortura creata dalle major per guadagnare sul lavoro altrui! Il fatto che si siano fatte da sole queste leggi non lo rende legale! Anzi, lo rende altamente illegale oltre che un crimine contro l'umanità!


            Il consumatore tende a comprare. Non
            consuma

            ciò


            che non compra.



            Ogni volta che leggo queste tue perle mi
            chiedo

            se ci fai o ci

            sei.

            Ci son più di te. Tiè!Allora sei scemo.

            Il consumatore pagherebbe per avere l'aria?

            Dunque le major producono/rivendono l'aria?Riducendo il concetto ai suoi elementi basilari, sì.

            Pagherebbe per avere il

            sole?

            Dunque mi stai equiparando i prodotti delle major
            al sole?Riducendo il concetto ai suoi elementi basilari, sì.Le major vendono suoni e luci. Che sono frutto di aria e sole.

            Eppure è quello che le major pretendono: far

            pagare l'aria, che trasporta suoni, e far
            pagare

            il sole che permette la

            luce.

            Senti Darth Water, troppi sci-fi ultimamente!Ok trasferisci tutta le major sulla luna, senza sistemi per produrre aria e senza permettere loro di tornare sulla terra. Se riusciranno a produrre musica da lì, possiamo riparlarne.Fino a quando non lo fanno, le major vogliono vendere aria.

            Senza contare che ora, col digitale,
            vogliono
            far

            pagare i

            numeri.

            Sempre più a fondo...01010001 01110101 01100101 01110011 01110100 01100001 00100000 11101000 00100000 01110101 01101110 01100001 00100000 01100110 01110010 01100001 01110011 01100101 00100000 01100100 01101001 00100000 01001100 01110101 01100011 01101111 00100000 01110011 01110101 00100000 01100011 01110101 01101001 00100000 01001100 01110101 01100011 01101111 00100000 01101000 01100001 00100000 01101001 01101100 00100000 01100011 01101111 01110000 01111001 01110010 01101001 01100111 01101000 01110100



            Lo scaricone tende a non comprare.
            Consuam

            ciò


            che non compra.



            Lo "scaricone", come lo chiami tu, reinveste
            i

            soldi (quei pochi che ancora ha) in settori
            più

            in crisi di quanto lo sia l'industria del

            copyright.

            Ora lo faccio apposta: non perchè hai fame questo
            giustifica rubare il pane!Se uno è ridotto alla fame perché non può permettersi di comprare il pane, la legge italiana ne giustifica il furto, perché c'è lo stato di necessità.[yt]IN862bR-aPg[/yt]
            Beh per quello è da oltre 10 anni che, almeno la
            musica, non guadagna dai supporti fisici. Ma a
            questo tu naturalmente non ci pensi, vero?Se non guadagna dai supporti fisici va bene così.
            Ed ecco la lagna sul ciccione...Q2ljY2lvbmUgc2FyYWkgdHUgZSBpbCB0dW8gYW1pY28gZGkgVmVyb25hLg==

            Non è questione di legale o no

            Sorry ma lo è. Altrimenti che ci sto a fare io? A perdere tempo?
            Mmmm, quanti nomi per la musica/film/videogioco:
            si chiama bit, numeri, contenuti, zero e uno,
            informazione, aria, sole...aria = suonisole = immagininumeri (binari, quindi zero e uno) = tutto ciò che è digitalizzabilebit = un singolo numero 0 o 1informazione = notizia composta da insiemi di bit che è quindi trasportabile senza rischio di deteriorarsi nel passaggio da un computer all'altro
            Allora pretendi di copiare le MIE informazioni
            digitali che mi riguardano?Mettile in cassaforte e non le copierò.Se però decidi TU di PUBBLICARLE, non saranno più TUE.
            Ribadisco, troppo sci-fi!Mi presti un replicatore?
            Lo sai che non succedere mai, nel corso della tua
            vita!E chi lo dice?E comunque, anche fosse, almeno mi sarò sbattuto spianando il terreno per le generazioni a venire.Cosa che tu non fai, anzi. Tieni così poco al benessere dei tuoi figli e nipoti?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2012 23.52-----------------------------------------------------------
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato



            Senza contare che ora, col digitale,

            vogliono

            far


            pagare i


            numeri.



            Sempre più a fondo...

            01010001 01110101 01100101 01110011 01110100
            01100001 00100000 11101000 00100000 01110101
            01101110 01100001 00100000 01100110 01110010
            01100001 01110011 01100101 00100000 01100100
            01101001 00100000 01001100 01110101 01100011
            01101111 00100000 01110011 01110101 00100000
            01100011 01110101 01101001 00100000 01001100
            01110101 01100011 01101111 00100000 01101000
            01100001 00100000 01101001 01101100 00100000
            01100011 01101111 01110000 01111001 01110010
            01101001 01100111 01101000 01110100
            Se ti interessa tutelarla, puoi farlo. Non vuoi? E' un TUA SCELTA.Come è una SCELTA chi decide di rispettare la tua richiesta di tutela, visto che indichi il (C). Di questo si tratta ed è questo il mio punto!Compriendi?
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            Tolto il copyright, tolti gli abusi. Perché un
            artista che pubblicherà per primo in rete un
            brano si saprà subito tutti di chi è (diritto
            dell'autore alla paternità dell'opera, non
            copyright). E chi dovesse uscirsene dopo dicendo
            che il brano è suo sarà preso a spernacchiate. La
            rete non
            dimentica.Aggiungo: facciamo che la pirateria non esista. A che servirebbero le major? Ci hai mai pensato? Musicista, scrittore, programmatore, tutti a vendere i propri "prodotti dell'ingegno" senza nessun intermediaro... Ci hai mai pensato?Concludendo: major = pirateria; no pirateria = no majorAssurdo, vero? Anzi profetico! :D
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            Tolto il copyright, tolti gli abusi. Perché
            un

            artista che pubblicherà per primo in rete un

            brano si saprà subito tutti di chi è (diritto

            dell'autore alla paternità dell'opera, non

            copyright). E chi dovesse uscirsene dopo
            dicendo

            che il brano è suo sarà preso a
            spernacchiate.
            La

            rete non

            dimentica.

            Aggiungo: facciamo che la pirateria non esista.Facciamo che il copyright non esista, che è una possibilità molto più concreta. A quel punto la pirateria non esisterebbe perché ciò che oggi è considerato "pirateria" non lo sarebbe più.
            A che servirebbero le major? Ci hai mai pensato?Certo che ci ho pensato. Non servirebbero a niente. Ed è un motivo per cui vanno eliminate. L'altro è che la loro presenza impone tramite lobbying l'esistenza del copyright ed il suo prolungamento fino a limiti inconcepibili anche da quelli come te.Quindi la lotta è su due fronti: eliminazione del copyright ed eliminazione delle major (o del loro potere economico). Il primo obiettivo lo si raggiunge politicamente, con uomini che credono in questo e non sono corruttibili dalle major. Il secondo lo si raggiunge smettendo di comprare. Che si scarichi o meno è indifferente, ma scaricare velocizza il proXXXXX perché fa sì che i padroni delle major debbano spendere i soldi in medicine e in corruzioni dei governi in modo da avere inutili leggi antipirateria che non sortiranno mai l'effetto sperato perché la rete è molto più rapida della politica e perché lo scambio di informazioni è parte della rete e dell'evoluzione umana, e non lo si può più fermare in alcun modo. Nemmeno spegnere internet è una soluzione possibile, perché la gente si creerebbe delle reti clandestine e comunque gli scambi offline non puoi impedirli. L'unica conseguenza è che più stringi la morsa più la gente compra. Sì ma non compra originale, compra le copie pirata per strada preparate da mafia e camorra. Perché la sete di informazione non puoi fermarla più. Ormai la gente s'è abituata. Scaricare e accedere alle opere senza pagare fa parte del quotidiano di tutti. Senza distinzione di età, di sesso o di ceto sociale.
            Musicista, scrittore, programmatore, tutti a
            vendere i propri "prodotti dell'ingegno" senza
            nessun intermediaro... Ci hai mai pensato?Certo. Così finalmente si ribadirà il concetto: un lavoro = un guadagno. Nessuno pagherà più per avere copie e licenze d'uso.
            Concludendo: major = pirateria; no pirateria = no
            majorE' esattamente quello che auspico. Tant'è che mi viene il dubbio che tu sia un fake.
            Assurdo, vero? Anzi profetico! :DPer niente assurdo è quello che succederà. Più le major si arrabbattano, più si avvicina quel giorno. L'unico modo per impedirlo è la capitolazione e l'accettare che la gente non paga più opera per opera. Quindi l'unico modo è guadagnare da Netflix e simili, che non a caso negli USA (mediamente 3 anni avanti a noi) e in Giappone (mediamente 6 anni avanti a noi) ci sono già.Se non funzioneranno (perché le major non permetteranno tutto il catalogo, o perché i prezzi saranno troppo alti) l'intero sistema del copyright collasserà e le major saranno le prime a fallire definitivamente.Non si tratta di essere profetici, ma di guardare in faccia la realtà. NESSUNO paga e NESSUNO pagherà più per avere copie o licenze d'uso. O si vendono le OPERE NON REPLICATE (e quindi UNA vendita per ogni opera) oppure nessuno venderà più niente.Ovviamente, in entrambi i casi, la filiera soccomberà, così com'è sucXXXXX per i piccoli alimentari nei confronti dei supermercati...
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            Musicista, scrittore, programmatore, tutti a

            vendere i propri "prodotti dell'ingegno"
            senza

            nessun intermediaro... Ci hai mai pensato?

            Certo. Così finalmente si ribadirà il concetto:
            un lavoro = un guadagno. Nessuno pagherà più per
            avere copie e licenze
            d'uso.Perchè dovrebbe essere così? Dove sta scritto che un lavoro deve corrispondere ad una sola modalità di guadagno? Che corrente di pensiero è questa? Qual'è la logica di questa conclusione?
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato




            Musicista, scrittore, programmatore,
            tutti
            a


            vendere i propri "prodotti dell'ingegno"

            senza


            nessun intermediaro... Ci hai mai
            pensato?



            Certo. Così finalmente si ribadirà il
            concetto:

            un lavoro = un guadagno. Nessuno pagherà più
            per

            avere copie e licenze

            d'uso.

            Perchè dovrebbe essere così? Dove sta scritto che
            un lavoro deve corrispondere ad una sola modalità
            di guadagno? Che corrente di pensiero è questa?
            Qual'è la logica di questa
            conclusione?Non sta scritto da nessuna parte, infatti.Vuoi vendere copie? Vendile.Vuoi vendere frigoriferi agli eschimesi? Vendili.Vuoi vendere stufe ai caraibi? Vendile.Tu sei libero di vendere. Gli altri sono liberi di farne a meno.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato






            Musicista, scrittore,
            programmatore,

            tutti

            a



            vendere i propri "prodotti
            dell'ingegno"


            senza



            nessun intermediaro... Ci hai mai

            pensato?





            Certo. Così finalmente si ribadirà il

            concetto:


            un lavoro = un guadagno. Nessuno
            pagherà
            più

            per


            avere copie e licenze


            d'uso.



            Perchè dovrebbe essere così? Dove sta
            scritto
            che

            un lavoro deve corrispondere ad una sola
            modalità

            di guadagno? Che corrente di pensiero è
            questa?

            Qual'è la logica di questa

            conclusione?

            Non sta scritto da nessuna parte, infatti.
            Vuoi vendere copie? Vendile.
            Vuoi vendere frigoriferi agli eschimesi? Vendili.
            Vuoi vendere stufe ai caraibi? Vendile.
            Tu sei libero di vendere. Gli altri sono liberi
            di farne a
            meno.Che ci azzecca la tua risposta con l'equazione "un lavoro = un guadagno" richiamata da Luco?
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra

            Non sta scritto da nessuna parte, infatti.

            Vuoi vendere copie? Vendile.

            Vuoi vendere frigoriferi agli eschimesi?
            Vendili.

            Vuoi vendere stufe ai caraibi? Vendile.

            Tu sei libero di vendere. Gli altri sono
            liberi

            di farne a

            meno.

            Che ci azzecca la tua risposta con l'equazione
            "un lavoro = un guadagno" richiamata da
            Luco?Tu dici che vendere copie e' un lavoro.Io dico che se non mi serve comprare una copia non la compro.Esattamente come un esquimese non comprerebbe un frigorifero o un cubano una stufa.
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa



            Tu dici che vendere copie e' un lavoro.

            Perchè no? Soprattutto alla luce del fatto che
            stiamo parlando di beni immateriali, per cui,
            giustamente, il diritto di copia è un artifizio
            legale. Anche vendere ghiaccio e' un lavoro.
            La società si evolve, come si evolve
            l'economia stessa e le modalità di sfruttamento
            di ciò che si crea, in particolar modo riferito
            alle opere frutto dell'ingegno.E hanno pure inventato i frigoriferi.

            Io dico che se non mi serve comprare una
            copia

            non la

            compro.

            E' una tua SCELTA. Punto. Come è una tua SCELTA
            quella di COPIARE.Come e' una mia scelta quella di avere un frigorifero invece di acquistare ghiaccio tutti i giorni.

            Esattamente come un esquimese non
            comprerebbe
            un

            frigorifero o un cubano una

            stufa.

            Sul frigo:

            http://answers.yahoo.com/question/index?qid=201004

            http://marketingrant.com/2006/06/how-to-sell-fridg

            Sulla stufa:

            http://www.dirittodicritica.com/2011/08/04/cuba-so

            Infine aggiungo:

            http://www.ghiaccioexpress.com/Hai appena dimostrato che gli intermediari parassiti non hanno alcun motivo per mettersi a strillare.Se si possono vendere frigoriferi al polo e stufe ai cubani, si potranno sempre noleggiare dvd ai macachi.Ma non esiste obbligare chi e' in grado di farsi il ghiaccio da se' di avvalersi di una inutile filiera parassitaria.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa

            Ma non esiste obbligare chi e' in grado di farsi
            il ghiaccio da se' di avvalersi di una inutile
            filiera
            parassitaria.
            Tu sei in grado di COPIARE ma non di PRODURRE. Sta qui la differenza.Col frigo, puoi produrre ghiaccio, mica copi il ghiaccio.Per usare il vostro gergo, la sequenza dei numeri non la CREI te, la copii punto è basta. E lo sai che è così e che di questo si tratta.
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa



            Ma non esiste obbligare chi e' in grado di
            farsi

            il ghiaccio da se' di avvalersi di una
            inutile

            filiera

            parassitaria.



            Tu sei in grado di COPIARE ma non di PRODURRE.
            Sta qui la differenza.Infatti io non pretendo mica di produrre.Io copio qualcosa di gia' prodotto e gia' pagato.
            Col frigo, puoi produrre ghiaccio, mica copi il
            ghiaccio.Alla fine tra ghiaccio prodotto e ghiaccio copiato non c'e' poi questa gran differenza.
            Per usare il vostro gergo, la sequenza dei numeri
            non la CREI te, la copii punto è basta. E lo sai
            che è così e che di questo si
            tratta.Mai negata questa cosa.Pure il videotecaro che mi noleggia il dvd prende quella sequenza di numeri prodotta a monte, la scrive sul dvd e me lo rifila in cambio di euro.Siccome sono capacissimo di trascrivermela da solo quella sequenza di numeri faccio a meno di sfamare l'intermediario parassita.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: panda rossa





            Ma non esiste obbligare chi e' in grado
            di

            farsi


            il ghiaccio da se' di avvalersi di una

            inutile


            filiera


            parassitaria.






            Tu sei in grado di COPIARE ma non di
            PRODURRE.

            Sta qui la differenza.

            Infatti io non pretendo mica di produrre.
            Io copio qualcosa di gia' prodotto e gia' pagato.Il fatto di essere già stato pagato non giustifica niente. Ribadisco, stiamo parlando di beni immateriali che in quanto tali godono di tutela diversa rispetto ai beni materiali poichè su tali beni è stato creato un sistema economico.

            Col frigo, puoi produrre ghiaccio, mica copi
            il

            ghiaccio.

            Alla fine tra ghiaccio prodotto e ghiaccio
            copiato non c'e' poi questa gran
            differenza.Beh il ghiaccio non lo copi, semmai il procedimento per produrlo, che mica è stato brevettato...

            Per usare il vostro gergo, la sequenza dei
            numeri

            non la CREI te, la copii punto è basta. E
            lo
            sai

            che è così e che di questo si

            tratta.

            Mai negata questa cosa.
            Pure il videotecaro che mi noleggia il dvd prende
            quella sequenza di numeri prodotta a monte, la
            scrive sul dvd e me lo rifila in cambio di
            euro.Lui paga per poter far ciò e in quanto intermediario ci guadagna. Ecco uno dei lavori che il sistema del (C) consente.
            Siccome sono capacissimo di trascrivermela da
            solo quella sequenza di numeri faccio a meno di
            sfamare l'intermediario
            parassita.Non sei l'unico, ma c'è gente che RISPETTA le SCELTE altrui decidendo di (1) di pagare per avere quella copia sotto (C) oppure (2) di NON pagare per avere quella copia sotto (C) e di NON scaricarla.
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            Il fatto di essere già stato pagato non
            giustifica niente. Giustifica tutto, invece.
            Ribadisco, stiamo parlando di
            beni immateriali che in quanto tali godono di
            tutela diversa rispetto ai beni materiali poichè
            su tali beni è stato creato un sistema
            economico.Male hanno fatto.O questo trattamento dei beni immateriali e' bidirezionale (vale a dire, per esempio, che se ho gia' pagato il dvd ed esce il blue ray, non devo ripagare una seconda volta per il blue ray), oppure il disco di plastica col buco e' mio e ci faccio quello che voglio, compreso farne fruire tutti i miei amici e parenti.


            Col frigo, puoi produrre ghiaccio, mica
            copi

            il


            ghiaccio.



            Alla fine tra ghiaccio prodotto e ghiaccio

            copiato non c'e' poi questa gran

            differenza.

            Beh il ghiaccio non lo copi, semmai il
            procedimento per produrlo, che mica è stato
            brevettato...Se anche fosse brevettato, io mica lo vendo, lo produco per uso personale.Il brevetto si applica in caso di commercializzazione.


            Per usare il vostro gergo, la sequenza
            dei

            numeri


            non la CREI te, la copii punto è
            basta.
            E

            lo

            sai


            che è così e che di questo si


            tratta.



            Mai negata questa cosa.

            Pure il videotecaro che mi noleggia il dvd
            prende

            quella sequenza di numeri prodotta a monte,
            la

            scrive sul dvd e me lo rifila in cambio di

            euro.

            Lui paga per poter far ciò e in quanto
            intermediario ci guadagna. Ecco uno dei lavori
            che il sistema del (C) consente.Scelta sua.Io non devo essere obbligato a subire la filiera.Come vado a prendere i cocomeri direttamente al campo, cosi' prendo la musica direttamente da chi la suona.

            Siccome sono capacissimo di trascrivermela da

            solo quella sequenza di numeri faccio a meno
            di

            sfamare l'intermediario

            parassita.

            Non sei l'unico, ma c'è gente che RISPETTA le
            SCELTE altrui decidendo di (1) di pagare per
            avere quella copia sotto (C) oppure (2) di NON
            pagare per avere quella copia sotto (C) e di NON
            scaricarla.C'e' pure gente che paga per farsi frustare, chi si taglia le balle per fare un dispetto alla moglie e addirittura chi si suicida.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra


            Il fatto di essere già stato pagato non

            giustifica niente.

            Giustifica tutto, invece.
            [... alzo gli occhi, guardo in basso, a destra e sinistra... dicevi? ah, non ha ancora detto niente...]

            Ribadisco, stiamo parlando di

            beni immateriali che in quanto tali godono di

            tutela diversa rispetto ai beni materiali
            poichè

            su tali beni è stato creato un sistema

            economico.

            Male hanno fatto.
            O questo trattamento dei beni immateriali e'
            bidirezionale (vale a dire, per esempio, che se
            ho gia' pagato il dvd ed esce il blue ray, non
            devo ripagare una seconda volta per il blue ray),
            oppure il disco di plastica col buco e' mio e ci
            faccio quello che voglio, compreso farne fruire
            tutti i miei amici e
            parenti.DVD e BR sono supporti uguali? Lo stesso vale per il tipo di file/codifica... ma la questione non è questa. Il "problemi" che sollevi si può risolvere, ma non certo scaricando aggratis.Poi, sono il primo a dire che scambiarsi un file/contenuto tra amici NON PUO' può creare danni economici (e chi dice il contrario è in VERA malafede), ma la condivisione massiva e indiscriminata, questo SI!
            Se anche fosse brevettato, io mica lo vendo, lo
            produco per uso
            personale.Infatti ti ho parlato di brevetto (patent) che è cosa diversa dal copyright, per cui sull'ultima incide soprattutto l'uso personale, e dove teoricamente risiederebbe il fenomeno della PIRATERIA, altrimenti di che stiamo parlando?
            Il brevetto si applica in caso di
            commercializzazione.Non occorre che tu me lo dica. Giò lo so.

            Lui paga per poter far ciò e in quanto

            intermediario ci guadagna. Ecco uno dei
            lavori

            che il sistema del (C) consente.

            Scelta sua.Che rispetta altre SCELTE A MONTE.
            Io non devo essere obbligato a subire la filiera.In realtà questo obbligo è "artificiale", infatti tu stai facendo una TUA SCELTA. Non tutti la pensano come te.
            Come vado a prendere i cocomeri direttamente al
            campo, cosi' prendo la musica direttamente da chi
            la
            suona.Continui a mischiare il mondo materiale da quello immateriale.Comunque, se tu non fossi autorizzato a prendere direttamente il cocomero nel campo, per cosa ti scambiano?Se vuoi farti una registrazione "live" della tua band preferita, per me va benissimo.


            Siccome sono capacissimo di
            trascrivermela
            da


            solo quella sequenza di numeri faccio a
            meno

            di


            sfamare l'intermediario


            parassita.



            Non sei l'unico, ma c'è gente che RISPETTA le

            SCELTE altrui decidendo di (1) di pagare per

            avere quella copia sotto (C) oppure (2) di
            NON

            pagare per avere quella copia sotto (C) e di
            NON

            scaricarla.

            C'e' pure gente che paga per farsi frustare, chi
            si taglia le balle per fare un dispetto alla
            moglie e addirittura chi si
            suicida.Dimmi cosa succederebbe se lo facessero tutti?
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            DVD e BR sono supporti uguali? No, ma il contenuto si.Oppure adesso sono contenuti diversi.Perche se tu mi confermi che sono contenuti diversi, allora il dvix e' diverso da entrambi e non ha nulla a che vedere.
            Lo stesso vale per
            il tipo di file/codifica... ma la questione non è
            questa. Il "problemi" che sollevi si può
            risolvere, ma non certo scaricando
            aggratis.Tu dici che si puo' risolvere, ma intanto nessuno ci prova a risolverlo.E io mentre aspetto che qualcuno risolva il problema, per ingannare l'attesa mi guardo un divx.
            Poi, sono il primo a dire che scambiarsi un
            file/contenuto tra amici NON PUO' può creare
            danni economici (e chi dice il contrario è in
            VERA malafede), ma la condivisione massiva e
            indiscriminata, questo
            SI!Deciditi. Si puo' o non si puo' scambiarsi un file tra amici?Se oggi abbiamo tanti amici, ringrazia mr. zucchina.

            Se anche fosse brevettato, io mica lo vendo,
            lo

            produco per uso

            personale.

            Infatti ti ho parlato di brevetto (patent) che è
            cosa diversa dal copyright, per cui sull'ultima
            incide soprattutto l'uso personale, e dove
            teoricamente risiederebbe il fenomeno della
            PIRATERIA, altrimenti di che stiamo
            parlando?Della solita cosa: poter condividere coi propri amici l'emozione di guardarsi un film senza sentirsi dare ogni volta dei ladri.

            Il brevetto si applica in caso di

            commercializzazione.

            Non occorre che tu me lo dica. Giò lo so.E' a beneficio del lettore di questo thread.


            Lui paga per poter far ciò e in quanto


            intermediario ci guadagna. Ecco uno dei

            lavori


            che il sistema del (C) consente.



            Scelta sua.

            Che rispetta altre SCELTE A MONTE.Ma non rispetta le scelte A VALLE.

            Io non devo essere obbligato a subire la
            filiera.

            In realtà questo obbligo è "artificiale", infatti
            tu stai facendo una TUA SCELTA. Non tutti la
            pensano come te.E allora il problema dove sta?

            Come vado a prendere i cocomeri direttamente
            al

            campo, cosi' prendo la musica direttamente
            da
            chi

            la

            suona.

            Continui a mischiare il mondo materiale da quello
            immateriale.Finche' questi oggetti immateriali hanno una disponibilita volutamente limitata sul mercato (codici regionali) io continuo a mischiare.Il giorno che il dato immateriale sara' immateriale a tutti gli effetti (senza piu' limitazioni artefatte) ne riparliamo.Oggi invece fa comodo da parte delle major prendersi il buono dell'immateriale e quello del materiale (secondo il loro punto di vista) e mischiarli assieme per massimizzare i loro guadagni.Io semplicemente faccio lo stesso prendendo il buono dal mio punto di vista, e massimizzo i miei di guadagni.
            Comunque, se tu non fossi autorizzato a prendere
            direttamente il cocomero nel campo, per cosa ti
            scambiano?Basta contare i cocomeri rimasti nel campo.Se ne manca uno, saranno autorizzati a scambiarmi per cio' che appare.
            Se vuoi farti una registrazione "live" della tua
            band preferita, per me va
            benissimo.Pure a me va bene.Poi pero' e' mia e la faccio sentire agli amici.

            C'e' pure gente che paga per farsi frustare,
            chi

            si taglia le balle per fare un dispetto alla

            moglie e addirittura chi si

            suicida.

            Dimmi cosa succederebbe se lo facessero tutti?Non lo so.Comincia tu che mi faccio un'idea.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra


            DVD e BR sono supporti uguali?

            No, ma il contenuto si.
            Oppure adesso sono contenuti diversi.
            Perche se tu mi confermi che sono contenuti
            diversi, allora il dvix e' diverso da entrambi e
            non ha nulla a che
            vedere.Il contenuto è il medesimo (semplificando), ma se tu vuoi il contenuto sul DVD, ti prenderai il DVD, se lo vuoi anche sul BR, ti prenderai il BR.Non ti sta bene? Prendi il DVD, estrai il contenuto e te lo riversi su BR. Dove sta il problema?Vuoi prestare il DVD/BR ai tuoi partenti/amici? Fallo! Proprio come faresti con un libro cartaceo.

            Lo stesso vale per

            il tipo di file/codifica... ma la questione
            non
            è

            questa. Il "problemi" che sollevi si può

            risolvere, ma non certo scaricando

            aggratis.

            Tu dici che si puo' risolvere, ma intanto nessuno
            ci prova a
            risolverlo.Qualche mese fa ho comprato da Blockbuster un BR che contenva: supporto BR, supporto DVD e file digitale. Costo? 9.90 euro. (le videoteche dovrebbero fallire più frequentemente, così da avere questi affari!!! :D )
            E io mentre aspetto che qualcuno risolva il
            problema, per ingannare l'attesa mi guardo un
            divx.Lo faresti comunque.

            Poi, sono il primo a dire che scambiarsi un

            file/contenuto tra amici NON PUO' può creare

            danni economici (e chi dice il contrario è in

            VERA malafede), ma la condivisione massiva e

            indiscriminata, questo

            SI!

            Deciditi.
            Si puo' o non si puo' scambiarsi un file tra
            amici?Io lo faccio.
            Se oggi abbiamo tanti amici, ringrazia mr.
            zucchina.Su FB non ho amici, ma conoscenti. Per gli "amici amici" (come si dice oggi...) uso Google Plus.
            Della solita cosa: poter condividere coi propri
            amici l'emozione di guardarsi un film senza
            sentirsi dare ogni volta dei
            ladri.Quanta malafede... basta citare i torrent!



            Lui paga per poter far ciò e in
            quanto



            intermediario ci guadagna. Ecco
            uno
            dei


            lavori



            che il sistema del (C) consente.





            Scelta sua.



            Che rispetta altre SCELTE A MONTE.

            Ma non rispetta le scelte A VALLE.Chi sta a valle subisce le scelte a monte.


            Io non devo essere obbligato a subire la

            filiera.



            In realtà questo obbligo è "artificiale",
            infatti

            tu stai facendo una TUA SCELTA. Non tutti la

            pensano come te.

            E allora il problema dove sta?Il problema sta nel fumo che voi scariconi vendete.


            Come vado a prendere i cocomeri
            direttamente

            al


            campo, cosi' prendo la musica
            direttamente

            da

            chi


            la


            suona.



            Continui a mischiare il mondo materiale da
            quello

            immateriale.

            Finche' questi oggetti immateriali hanno una
            disponibilita volutamente limitata sul mercato
            (codici regionali) io continuo a
            mischiare.Non ne capisco la logica... ma vabbe, mica te lo impedisco.
            Il giorno che il dato immateriale sara'
            immateriale a tutti gli effetti (senza piu'
            limitazioni artefatte) ne
            riparliamo.Il dato è immateriale già oggi. Questo ti sfugge. Ma ovvio! Perchè sei confuso.
            Oggi invece fa comodo da parte delle major
            prendersi il buono dell'immateriale e quello del
            materiale (secondo il loro punto di vista) e
            mischiarli assieme per massimizzare i loro
            guadagni.Sistema economico....
            Io semplicemente faccio lo stesso prendendo il
            buono dal mio punto di vista, e massimizzo i miei
            di
            guadagni.Operi una scelta. Punto. Le tue scelte possono essere rispettose o no delle scelte altrui.

            Comunque, se tu non fossi autorizzato a
            prendere

            direttamente il cocomero nel campo, per cosa
            ti

            scambiano?

            Basta contare i cocomeri rimasti nel campo.
            Se ne manca uno, saranno autorizzati a scambiarmi
            per cio' che
            appare.Non serve contare. Se non eri autorizzato hai rubato: punto.Visto che vuoi mischiare immateriale con materiale, io ti do del LADRO!

            Se vuoi farti una registrazione "live" della
            tua

            band preferita, per me va

            benissimo.

            Pure a me va bene.
            Poi pero' e' mia e la faccio sentire agli amici.Per quanto mi riguarda, sei liberissimo di farlo.


            C'e' pure gente che paga per farsi
            frustare,

            chi


            si taglia le balle per fare un dispetto
            alla


            moglie e addirittura chi si


            suicida.



            Dimmi cosa succederebbe se lo facessero
            tutti?

            Non lo so.
            Comincia tu che mi faccio un'idea.Ecco la solita TUA risposta in MALAFEDE.
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra

            Il contenuto è il medesimo (semplificando), ma se
            tu vuoi il contenuto sul DVD, ti prenderai il
            DVD, se lo vuoi anche sul BR, ti prenderai il
            BR.
            Non ti sta bene? Prendi il DVD, estrai il
            contenuto e te lo riversi su BR. Dove sta il
            problema?Mi confermi che si puo' fare?In tal caso mi avvarro' della tua testimonianza quando in un eventuale proXXXXX mi accuseranno di aver copiato un dvd, eh.
            Vuoi prestare il DVD/BR ai tuoi partenti/amici?
            Fallo! Proprio come faresti con un libro
            cartaceo.Un libro cartaceo ha dei limiti dovuti dal cartaceo.Col formato elettronico posso effettuare il prestito ad amici sfruttando la tecnologia esattamente come faccio per i filmini delle vacanze che faccio vedere anche a mia zia che sta in australia.


            Lo stesso vale per


            il tipo di file/codifica... ma la
            questione

            non

            è


            questa. Il "problemi" che sollevi si può


            risolvere, ma non certo scaricando


            aggratis.Io non scarico aggratis, io sono il parente/amico di qualcuno che ha comprato quel dvd e me lo presta. Vedi sopra.

            Tu dici che si puo' risolvere, ma intanto
            nessuno

            ci prova a

            risolverlo.

            Qualche mese fa ho comprato da BlockbusterAzz... uno degli antichi mestieri scomparsi, come il venditore di ghiaccio, il maniscalco, l'ombrellaio, il blockbuster...
            un BR
            che contenva: supporto BR, supporto DVD e file
            digitale. Costo? 9.90 euro. (le videoteche
            dovrebbero fallire più frequentemente, così da
            avere questi affari!!! :D
            )Non tutte le edizioni di film escono con BR+DVD.I DVD di qualche anno fa (epoca precedente al BD) non avevano questa opportunita'.E io dovrei ricomprarli per avere il BD?Mi spieghi come si costituisce il prezzo del BD?Cosi' sottraggo al prezzo la parte relativa ai diritti sul contenuto (che ho gia' pagato) e pago solo per la plastica.

            E io mentre aspetto che qualcuno risolva il

            problema, per ingannare l'attesa mi guardo un

            divx.

            Lo faresti comunque.In tal caso e' tutto interesse di chi mercanteggia queste cose fornirmi il prodotto come voglio io.


            Poi, sono il primo a dire che
            scambiarsi
            un


            file/contenuto tra amici NON PUO' può
            creare


            danni economici (e chi dice il
            contrario è
            in


            VERA malafede), ma la condivisione
            massiva
            e


            indiscriminata, questo


            SI!



            Deciditi.

            Si puo' o non si puo' scambiarsi un file tra

            amici?

            Io lo faccio.Io pure.Quindi il problema e' che chi ha una pessima vita sociale e pochissimi amici puo' scambiarsi i film, mentre una persona di sucXXXXX con 100.000 contatti su fessbuk non puo' scambiare il film con gli amici perche' e' troppo massivo?Chiudiamo fessbuk allora. ;)

            Se oggi abbiamo tanti amici, ringrazia mr.

            zucchina.

            Su FB non ho amici, ma conoscenti. Per gli "amici
            amici" (come si dice oggi...) uso Google
            Plus.Ah, be'... allora cambia tutto!

            Della solita cosa: poter condividere coi
            propri

            amici l'emozione di guardarsi un film senza

            sentirsi dare ogni volta dei

            ladri.

            Quanta malafede... basta citare i torrent!Nessuna malafede.Se ammetti che chi ha un dvd puo' farlo vedere agli amici, allora torrent o non torrent, gli amici possono vedere quel film.


            Che rispetta altre SCELTE A MONTE.



            Ma non rispetta le scelte A VALLE.

            Chi sta a valle subisce le scelte a monte. Cambiasse medico e si facesse curare da qualcuno che non gli ordina di fare quel mestiere antiquato.

            E allora il problema dove sta?

            Il problema sta nel fumo che voi scariconi
            vendete."vendete"? Io mica vendo niente.

            Finche' questi oggetti immateriali hanno una

            disponibilita volutamente limitata sul
            mercato

            (codici regionali) io continuo a

            mischiare.

            Non ne capisco la logica... ma vabbe, mica te lo
            impedisco.Se il bene e' immateriale deve esserlo sempre.Se lo materializzi per poter applicare delle logiche di mercato proprie dei beni materiali, allora deve valere sempre anche questa.

            Il giorno che il dato immateriale sara'

            immateriale a tutti gli effetti (senza piu'

            limitazioni artefatte) ne

            riparliamo.

            Il dato è immateriale già oggi. Questo ti sfugge.
            Ma ovvio! Perchè sei
            confuso.Se fosse vero, perche' si contrasta chi fa delle copie?

            Oggi invece fa comodo da parte delle major

            prendersi il buono dell'immateriale e quello
            del

            materiale (secondo il loro punto di vista) e

            mischiarli assieme per massimizzare i loro

            guadagni.

            Sistema economico....Difesa di privilegi di casta!

            Io semplicemente faccio lo stesso prendendo
            il

            buono dal mio punto di vista, e massimizzo i
            miei

            di

            guadagni.

            Operi una scelta. Punto. Le tue scelte possono
            essere rispettose o no delle scelte
            altrui.Qui non si tratta di rispetto, si tratta di prepotenza da parte di chi riteneva di essere la parte piu' forte e ha ottenuto una legislazione favorevole alla quale adesso si attacca.


            Comunque, se tu non fossi autorizzato a

            prendere


            direttamente il cocomero nel campo, per
            cosa

            ti


            scambiano?



            Basta contare i cocomeri rimasti nel campo.

            Se ne manca uno, saranno autorizzati a
            scambiarmi

            per cio' che

            appare.

            Non serve contare. Se non eri autorizzato hai
            rubato:
            punto.Se avessi rubato, ci deve essere refurtiva.Altrimenti non ho rubato e l'accusatore puo' essere accusato di calunnia.
            Visto che vuoi mischiare immateriale con
            materiale, io ti do del
            LADRO!Io non voglio mischiare. E' chi vende l'immateriale a voler mischiare.


            Se vuoi farti una registrazione "live"
            della

            tua


            band preferita, per me va


            benissimo.



            Pure a me va bene.

            Poi pero' e' mia e la faccio sentire agli
            amici.

            Per quanto mi riguarda, sei liberissimo di farlo.Purtroppo non sei tu quello che decide o che strilla se lo faccio.Grazie per la solidarieta', comunque.



            C'e' pure gente che paga per farsi

            frustare,


            chi



            si taglia le balle per fare un
            dispetto

            alla



            moglie e addirittura chi si



            suicida.





            Dimmi cosa succederebbe se lo facessero

            tutti?



            Non lo so.

            Comincia tu che mi faccio un'idea.

            Ecco la solita TUA risposta in MALAFEDE.Dimmelo tu allora che cosa succede.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa

            Mi confermi che si puo' fare?
            In tal caso mi avvarro' della tua testimonianza
            quando in un eventuale proXXXXX mi accuseranno di
            aver copiato un dvd,
            eh.Lo dice la legge.

            Vuoi prestare il DVD/BR ai tuoi
            partenti/amici?

            Fallo! Proprio come faresti con un libro

            cartaceo.

            Un libro cartaceo ha dei limiti dovuti dal
            cartaceo.
            Col formato elettronico posso effettuare il
            prestito ad amici sfruttando la tecnologia
            esattamente come faccio per i filmini delle
            vacanze che faccio vedere anche a mia zia che sta
            in
            australia.Non hai capito. Non parlo di tecnologia, ma del fatto che probabilmente un libro non lo daresti al primo sconosciuto che te lo chiede. Intendo questo.
            Io non scarico aggratis, io sono il parente/amico
            di qualcuno che ha comprato quel dvd e me lo
            presta. Vedi
            sopra.Non fare dialettica.
            Non tutte le edizioni di film escono con BR+DVD.
            I DVD di qualche anno fa (epoca precedente al BD)
            non avevano questa
            opportunita'.Infatti, anche il settore pian pian (ma troppo lentamente) sta tentando di adeguarsi.
            E io dovrei ricomprarli per avere il BD?Tu hai comprato il supporto DVD con il contenuto X. Vuoi il supporto BD con lo stesso contenuto X? Ricompratelo.
            Mi spieghi come si costituisce il prezzo del BD?
            Cosi' sottraggo al prezzo la parte relativa ai
            diritti sul contenuto (che ho gia' pagato) e pago
            solo per la
            plastica.Non esiste questa possibilità.


            E io mentre aspetto che qualcuno
            risolva
            il


            problema, per ingannare l'attesa mi
            guardo
            un


            divx.



            Lo faresti comunque.

            In tal caso e' tutto interesse di chi
            mercanteggia queste cose fornirmi il prodotto
            come voglio io.Non se sono dinosauri! Ma le cose stanno cambiando.
            Quindi il problema e' che chi ha una pessima vita
            sociale e pochissimi amici puo' scambiarsi i
            film, mentre una persona di sucXXXXX con 100.000
            contatti su fessbuk non puo' scambiare il film
            con gli amici perche' e' troppo
            massivo?

            Chiudiamo fessbuk allora. ;)Se fosse per me...


            Se oggi abbiamo tanti amici, ringrazia
            mr.


            zucchina.



            Su FB non ho amici, ma conoscenti. Per gli
            "amici

            amici" (come si dice oggi...) uso Google

            Plus.

            Ah, be'... allora cambia tutto!Eccome!


            Della solita cosa: poter condividere coi

            propri


            amici l'emozione di guardarsi un film
            senza


            sentirsi dare ogni volta dei


            ladri.



            Quanta malafede... basta citare i torrent!

            Nessuna malafede.
            Se ammetti che chi ha un dvd puo' farlo vedere
            agli amici, allora torrent o non torrent, gli
            amici possono vedere quel
            film.Condividere un'esperienza tra amici è diverso da condividere un file col resto del mondo.Sicuramente, se per condividerlo col mio vicino decido di farlo tramite torrent, ok gli passo il file o il magnet solo a lui o alla mia cerchia di amici... ma NON LO PASSO ANCHE AL RESTO DEL MONDO!



            Che rispetta altre SCELTE A MONTE.





            Ma non rispetta le scelte A VALLE.



            Chi sta a valle subisce le scelte a monte.

            Cambiasse medico e si facesse curare da qualcuno
            che non gli ordina di fare quel mestiere
            antiquato.Non è antiquato. Gli intermediari sono sempre esistiti e sempre, credo, esisteranno.
            Se il bene e' immateriale deve esserlo sempre.
            Se lo materializzi per poter applicare delle
            logiche di mercato proprie dei beni materiali,
            allora deve valere sempre anche
            questa.Bianco o nero? Sul resto del thread, rimandiamo...
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: panda rossa



            Mi confermi che si puo' fare?

            In tal caso mi avvarro' della tua
            testimonianza

            quando in un eventuale proXXXXX mi
            accuseranno
            di

            aver copiato un dvd,

            eh.

            Lo dice la legge.Allora spiegalo all'allibito. Lui dice che non si puo' fare.
            Non hai capito. Non parlo di tecnologia, ma del
            fatto che probabilmente un libro non lo daresti
            al primo sconosciuto che te lo chiede. Intendo
            questo.Se avessi la certezza che il primo sconosciuto che me lo chiede me lo restituisse all'istante intonso, perche' no?Oggi la tecnologia mi da' questa certezza, quindi perche' non dovrei dare il mio libro al primo sconosciuto che me lo chiede?

            Io non scarico aggratis, io sono il
            parente/amico

            di qualcuno che ha comprato quel dvd e me lo

            presta. Vedi

            sopra.

            Non fare dialettica.Non e' dialettica.Si comincia con qualcuno che acquista la prima copia e poi ne fruisce assieme ad amici, conoscenti e sconosciuti che passano per caso.

            Non tutte le edizioni di film escono con
            BR+DVD.

            I DVD di qualche anno fa (epoca precedente
            al
            BD)

            non avevano questa

            opportunita'.

            Infatti, anche il settore pian pian (ma troppo
            lentamente) sta tentando di
            adeguarsi.Appunto, troppo lentamente.La gente giustamente cerca alternative.Se io possiedo una vhs e oggi non posso piu' fruirne perche' si e' smagnetizzata, il lettore vhs si e' rotto e non ne vendono piu', io mi sento in diritto di procurarmi quel contenuto (che ho pagato a suo tempo) fruibile con i dispositivi di oggi.E questa e' una questione da risolvere e chiarire e a quanto pare nessuno ne parla ne' si guarda bene dal farlo.Tu magari mi dirai che ho ragione, e grazie al (autocensura)!

            E io dovrei ricomprarli per avere il BD?

            Tu hai comprato il supporto DVD con il contenuto
            X. Vuoi il supporto BD con lo stesso contenuto X?
            Ricompratelo.No, perche' dovrei? Il contenuto l'ho gia' pagato. Al massimo posso pagare per il contenitore.

            Mi spieghi come si costituisce il prezzo del
            BD?

            Cosi' sottraggo al prezzo la parte relativa
            ai

            diritti sul contenuto (che ho gia' pagato) e
            pago

            solo per la

            plastica.

            Non esiste questa possibilità.Non esiste perche' non si vuole farla esistere.Ma tecnicamente e' possibile tant'e' che sto cominciando a scaricare .mkv



            E io mentre aspetto che qualcuno

            risolva

            il



            problema, per ingannare l'attesa mi

            guardo

            un



            divx.





            Lo faresti comunque.



            In tal caso e' tutto interesse di chi

            mercanteggia queste cose fornirmi il prodotto

            come voglio io.

            Non se sono dinosauri! Ma le cose stanno
            cambiando.Spiegami dove, che non me ne sono mica accorto.
            Condividere un'esperienza tra amici è diverso da
            condividere un file col resto del
            mondo.E' il progresso, baby.Pensa che posso guardare lo stesso film, in contemporanea con un mio corrispondente australiano, e mentre guardiamo lo stesso film, ognuno a casa sua, ci tweetiamo delle considerazioni.Non e' molto diverso da essere sullo stesso divano.L'unico problema e' l'orario. Lo facciamo nel weekend quando da noi e' sera e da lui mattina dopo, oppure da noi e' mattina e da lui e' sera.
            Sicuramente, se per condividerlo col mio vicino
            decido di farlo tramite torrent, ok gli passo il
            file o il magnet solo a lui o alla mia cerchia di
            amici... ma NON LO PASSO ANCHE AL RESTO DEL
            MONDO!Io lo passo a due miei amici, i quali lo passano a due loro amici, i quali... com'era la storia dei sei gradi di separazione?
            Non è antiquato. Gli intermediari sono sempre
            esistiti e sempre, credo,
            esisteranno.Cambieranno solo i campi in cui operano.L'alXXXXXri c'erano intermediari del ghiaccio.Ieri c'erano gli sviluppatori di pellicole e i videonoleggiatori.Oggi c'e' qualcun altro, domani altri ancora...
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: panda rossa





            Mi confermi che si puo' fare?


            In tal caso mi avvarro' della tua

            testimonianza


            quando in un eventuale proXXXXX mi

            accuseranno

            di


            aver copiato un dvd,


            eh.



            Lo dice la legge.

            Allora spiegalo all'allibito. Lui dice che non si
            puo'
            fare.Spero almeno, da parte tua, che riconoscerai che son diverso (in positivo) da "allibito", "ruppolo", ecc... :D

            Non hai capito. Non parlo di tecnologia, ma
            del

            fatto che probabilmente un libro non lo
            daresti

            al primo sconosciuto che te lo chiede.
            Intendo

            questo.

            Se avessi la certezza che il primo sconosciuto
            che me lo chiede me lo restituisse all'istante
            intonso, perche'
            no?E' una possibilità, ma in quanto remota non la considero nelle statistiche... se hai capito dove voglio arrivare.


            Io non scarico aggratis, io sono il

            parente/amico


            di qualcuno che ha comprato quel dvd e
            me
            lo


            presta. Vedi


            sopra.



            Non fare dialettica.

            Non e' dialettica.
            Si comincia con qualcuno che acquista la prima
            copia e poi ne fruisce assieme ad amici,
            conoscenti e sconosciuti che passano per
            caso.Non dovrebbe essere così, almeno per quanto mi riguarda. Ti faccio l'esempio pratico: confesso ad un mio amico un segreto che mi riguarda dicendoli "tientelo per te"... ci sono amici che son muti più di una tomba e altri che invece non lo sono.E' una questione di SCELTA. Pratico, no?
            La gente giustamente cerca alternative.
            Se io possiedo una vhs e oggi non posso piu'
            fruirne perche' si e' smagnetizzata, il lettore
            vhs si e' rotto e non ne vendono piu', io mi
            sento in diritto di procurarmi quel contenuto
            (che ho pagato a suo tempo) fruibile con i
            dispositivi di
            oggi.
            E questa e' una questione da risolvere e chiarire
            e a quanto pare nessuno ne parla ne' si guarda
            bene dal
            farlo.

            Tu magari mi dirai che ho ragione, e grazie al
            (autocensura)!Per il tuo caso specifico, non posso non essere d'accordo, altrimenti sarei in MALAFEDE. Seppure riconosca la fondatezza di tale considerazione, è in contrasto con lo sfruttamento economico (garantito ex-lege, ma non di fatto dall'attuale normativa), quindi nisba... ma so anche che posso ricorrere alla pirateria.Sembrerà strano, ma per me non lo è, alla luce del fatto che ogni fenomeno è fisiologico, e fino a quando è tale, tutto ok. Oggi la situazione non è però così. Questo è il mio punto.


            E io dovrei ricomprarli per avere il BD?



            Tu hai comprato il supporto DVD con il
            contenuto

            X. Vuoi il supporto BD con lo stesso
            contenuto
            X?

            Ricompratelo.

            No, perche' dovrei? Il contenuto l'ho gia'
            pagato. Al massimo posso pagare per il
            contenitore.Tu hai comprato il contenuto "impacchettato" in un certa modalità tecnica. Col BD, compri un pacchetto diverso. Dicasi anche contaminazione dell'immateriale sul materiale.


            Mi spieghi come si costituisce il
            prezzo
            del

            BD?


            Cosi' sottraggo al prezzo la parte
            relativa

            ai


            diritti sul contenuto (che ho gia'
            pagato)
            e

            pago


            solo per la


            plastica.



            Non esiste questa possibilità.

            Non esiste perche' non si vuole farla esistere.
            Ma tecnicamente e' possibile tant'e' che sto
            cominciando a scaricare
            .mkvEh che dici? Non voglio essere partecipe dei tuoi reati!!! :D

            Non se sono dinosauri! Ma le cose stanno

            cambiando.

            Spiegami dove, che non me ne sono mica accorto.Ti sto scrivendo... :D

            Condividere un'esperienza tra amici è
            diverso
            da

            condividere un file col resto del

            mondo.

            E' il progresso, baby.Per favore. Un po' di rispetto. Togli quel "baby" che non son femmina e neppure gay (con tutto il rispetto per loro, né!)
            Pensa che posso guardare lo stesso film, in
            contemporanea con un mio corrispondente
            australiano, e mentre guardiamo lo stesso film,
            ognuno a casa sua, ci tweetiamo delle
            considerazioni.
            Non e' molto diverso da essere sullo stesso
            divano.Che nerd! :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 settembre 2012 00.00-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra

            Spero almeno, da parte tua, che riconoscerai che
            son diverso (in positivo) da "allibito",
            "ruppolo", ecc...
            :DCon te ci chiacchero volentieri.Mica ti mando a kebab.Del resto questo forum e' divertente perche' c'e' gente che la pensa diversamente.Mica come macity dove uno scrive "iphone5 e' unaXXXXXta!" e tutti gli altri: "quoto!" "quoto!" "quoto!".Sai che palle?

            Se avessi la certezza che il primo
            sconosciuto

            che me lo chiede me lo restituisse
            all'istante

            intonso, perche'

            no?

            E' una possibilità, ma in quanto remota non la
            considero nelle statistiche... se hai capito dove
            voglio
            arrivare.Mi sa che non ho capito. :$

            Non dovrebbe essere così, almeno per quanto mi
            riguarda. Ti faccio l'esempio pratico: confesso
            ad un mio amico un segreto che mi riguarda
            dicendoli "tientelo per te"... ci sono amici che
            son muti più di una tomba e altri che invece non
            lo
            sono.
            E' una questione di SCELTA. Pratico, no?Ok. Ho capito.Ma per quale motivo bisognerebbe paragonare un film ad un segreto di tomba?Se il film mi e' piaciuto, ci tengo che altri lo guardino, per poterne discutere dopo. E' il punto partenza per un nuovo discorso culturale.Un film contiene citazioni a film precedenti.Il regista ha fatto altri film prima, cosi' come gli attori.Si possono fare paragoni, confronti.Citare le battute del film in produzioni successive, compresi i messaggi sul forum di PI.Perche' chiuderlo sotto una tomba?Non dimentichiamoci che al di la' del meschino tornaconto di 4 bottegai ai quali del film in se' non frega niente, un film e' cultura. E la cultura non va seppellita.

            Tu magari mi dirai che ho ragione, e grazie
            al

            (autocensura)!

            Per il tuo caso specifico, non posso non essere
            d'accordo, altrimenti sarei in MALAFEDE. Seppure
            riconosca la fondatezza di tale considerazione, è
            in contrasto con lo sfruttamento economico
            (garantito ex-lege, ma non di fatto dall'attuale
            normativa), quindi nisba... ma so anche che posso
            ricorrere alla
            pirateria.La questione e' spinosa, ma un primo passo per dimostrare che si vuole trovare un accordo deve essere quello di ridurre il periodo di (c) ad un tempo dell'ordine di grandezza dello sfruttamento commerciale.Finche' questo tasto non verra' toccato (anzi, si parla addirittura di dilatare tale tempo), non c'e' nessun presupposto per discutere, e quindi ognuno per se' e dio per tutti.
            Sembrerà strano, ma per me non lo è, alla luce
            del fatto che ogni fenomeno è fisiologico, e fino
            a quando è tale, tutto ok. Oggi la situazione non
            è però così. Questo è il mio
            punto.




            E io dovrei ricomprarli per avere
            il
            BD?





            Tu hai comprato il supporto DVD con il

            contenuto


            X. Vuoi il supporto BD con lo stesso

            contenuto

            X?


            Ricompratelo.



            No, perche' dovrei? Il contenuto l'ho gia'

            pagato. Al massimo posso pagare per il

            contenitore.

            Tu hai comprato il contenuto "impacchettato" in
            un certa modalità tecnica.Che le leggi mi impediscono pero' di spacchettare e fruirne a mio piacimento.
            Col BD, compri un
            pacchetto diverso. Dicasi anche contaminazione
            dell'immateriale sul
            materiale.Dicasi come ti pare.La sostanza non cambia.

            Ma tecnicamente e' possibile tant'e' che sto

            cominciando a scaricare

            .mkv

            Eh che dici? Non voglio essere partecipe dei tuoi
            reati!!!
            :DReati?Io ho la vhs di star wars. Che reato sarebbe scaricare il .mkv?Perfino allibito non avrebbe niente da dire: io ho pagato per quel film.


            Condividere un'esperienza tra amici è

            diverso

            da


            condividere un file col resto del


            mondo.



            E' il progresso, <s
            baby </s
            .

            Per favore. Un po' di rispetto. Togli quel "baby"
            che non son femmina e neppure gay (con tutto il
            rispetto per loro,
            né!)Fixed. 8)E comunque era una citazione.


            Pensa che posso guardare lo stesso film, in

            contemporanea con un mio corrispondente

            australiano, e mentre guardiamo lo stesso
            film,

            ognuno a casa sua, ci tweetiamo delle

            considerazioni.

            Non e' molto diverso da essere sullo stesso

            divano.

            Che nerd! :DEh gia'.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato




            Musicista, scrittore, programmatore,
            tutti
            a


            vendere i propri "prodotti dell'ingegno"

            senza


            nessun intermediaro... Ci hai mai
            pensato?



            Certo. Così finalmente si ribadirà il
            concetto:

            un lavoro = un guadagno. Nessuno pagherà più
            per

            avere copie e licenze

            d'uso.

            Perchè dovrebbe essere così?Perché è così per tutti i lavori del mondo.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: ThEnOra

            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato






            Musicista, scrittore,
            programmatore,

            tutti

            a



            vendere i propri "prodotti
            dell'ingegno"


            senza



            nessun intermediaro... Ci hai mai

            pensato?





            Certo. Così finalmente si ribadirà il

            concetto:


            un lavoro = un guadagno. Nessuno
            pagherà
            più

            per


            avere copie e licenze


            d'uso.



            Perchè dovrebbe essere così?

            Perché è così per tutti i lavori del mondo.Che argomentazione!Ti riporto il msg che il T-1000 ha cancellato per thread non conforme (credo, ma vallo a sapere!).In merito al punto tuo sui 010101 ecc... vedi, se tu vuoi ricevere tutela per quella tua frase, con il sistema attuale, lo puoi fare ed è un SCELTA che tu fai, per cui esistono leggi che te lo consentono.A questo punto sarà una SCELTA anche per chi decide di rispettare la tua richiesta di tutela, nel momento in cui indici il (C).Sempre di SCELTA si tratta, a prescindere dalle tecnologie, a prescindere da Internet!Ciò si chiama anche LIBERTA'! Questo è il mio punto!
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra

            In merito al punto tuo sui 010101 ecc... vedi, se
            tu vuoi ricevere tutela per quella tua frase, con
            il sistema attuale, lo puoi fare ed è un SCELTA
            che tu fai, per cui esistono leggi che te lo
            consentono.Le leggi si cambiano.Quando l'aborto era illegale, la gente abortiva in clandestinita'.Dopodiche' hanno reso l'aborto legale e una puo' andare in un ospedale pubblico ad abortire anonimamente a norma di legge.Oggi si scarica in clandestinita'.Domani si potra' accedere ad un server pubblico e scaricare anonimamente.I bigotti strillano ancora oggi sull'aborto ma chissenefrega.I videotecari strilleranno pure loro quando si potra' scaricare legalmente, ma anche in tal caso chissenefrega.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra




            In merito al punto tuo sui 010101 ecc...
            vedi,
            se

            tu vuoi ricevere tutela per quella tua
            frase,
            con

            il sistema attuale, lo puoi fare ed è un
            SCELTA

            che tu fai, per cui esistono leggi che te lo

            consentono.

            Le leggi si cambiano.
            Quando l'aborto era illegale, la gente abortiva
            in
            clandestinita'.
            Dopodiche' hanno reso l'aborto legale e una puo'
            andare in un ospedale pubblico ad abortire
            anonimamente a norma di
            legge.Chiaro il concetto, ma che ancora poco ci azzecca.
            Oggi si scarica in clandestinita'.Invece no. Si scarica anche legalmente.
            Domani si potra' accedere ad un server pubblico e
            scaricare
            anonimamente.Lo puoi fare anche oggi. Scaricati contenuti sotto (C) che lo consento oppure (C) free e vedi che non verrai etichettato come scaricone.
            I bigotti strillano ancora oggi sull'aborto ma
            chissenefrega.... bla bla bla...
            I videotecari strilleranno pure loro quando si
            potra' scaricare legalmente, ma anche in tal caso
            chissenefrega.Strillano per chi scarica illegalmente. Se non ti è chiaro questo... ma non mi interessa difenderli (come ho sempre scritto).
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            Aggiungo: facciamo che la pirateria non esista. A
            che servirebbero le major? Ci hai mai pensato?
            Musicista, scrittore, programmatore, tutti a
            vendere i propri "prodotti dell'ingegno" senza
            nessun intermediaro... Ci hai mai
            pensato?Non ha senso vendere. Ha senso realizzare su commissione. A quel punto la pirateria non avrebbe più senso.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            Cosa fa uno scrittore? Un compositore? Io sono per una forma di compensazione direttamente proporzionale al grado di sucXXXXX che il "prodotto dell'ingegno" raggiunge. Ovviamente servono i distinguo.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            Visto che il sucXXXXX non è misurabile, un compenso proporzionale al sucXXXXX non è applicabile.
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            Cosa fa uno scrittore? Un compositore?

            Io sono per una forma di compensazione
            direttamente proporzionale al grado di sucXXXXX
            che il "prodotto dell'ingegno" raggiunge.
            Ovviamente servono i
            distinguo.Questa idea è molto buona, e ci sono esattamente due modi per realizzarla:Primo, si torna al mecenatismo. L'arte esiste da prima del copyright (ed esisterà anche dopo) perchè gli artisti venivano finanziati da ricchi committenti (a volte lo stesso stato), per ragioni loro, ed era liberamente a disposizione delle masse: non mi risulta che gli antichi romani pagassero per gli spettacoli teatrali, o per ascoltare le letture pubbliche dei poeti ad esempio. Il sistema funzionava perfettamente e ha prodotto opere che sono ancora a disposizione dell'umanità dopo due millenni.Secondo, posto che nell' attuale era dell'informazione la cultura è de facto liberamente accessibile (sì, lo so, legalità, controlli, pippe varie... non contano nulla, da quando l'acXXXXX al web è massificato NON C'E' MODO di impedire che la gente si scambi le informazioni, ma stanno inventando un sacco di modi per sprecare risorse tentando di farlo) si introduce una "art tax" annuale che crea un fondo per gli artisti, e si distribuiscono i fondi così ottenuti in proporzione al sucXXXXX delle opere (es. un pezzo musicale fa guadagnare al suo autore tanti più soldi quante più volte viene passato alla radio o in tv, riprodotto nei locali o scaricato via internet, un film in diretta proporzione al numero di persone che pagano per vederlo al cinema o lo scaricano gratis per guardarselo a casa).Notare che questo sitema debellerebbe completamente la pirateria, perchè se un artista mi piace scaricherò la sua musica dal sito ufficiale affinchè il mio download conti nelle statistiche, e non via P2P criptato come dovrei fare ora. Le etichette produttrici avrebbero comunque ragione di esistere per quella fetta di pubblico disposta a pagare per avere un prodotto oltre all'informazione: se voglio il mio bel CD o DVD originale per ragioni collezionistiche, lo comprerò.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: il correttore di bozze
            - Scritto da: ThEnOra

            Cosa fa uno scrittore? Un compositore?



            Io sono per una forma di compensazione

            direttamente proporzionale al grado di
            sucXXXXX

            che il "prodotto dell'ingegno" raggiunge.

            Ovviamente servono i

            distinguo.

            Questa idea è molto buona, e ci sono esattamente
            due modi per
            realizzarla:

            Primo, si torna al mecenatismo. L'arte esiste da
            prima del copyright (ed esisterà anche dopo)
            perchè gli artisti venivano finanziati da ricchi
            committenti (a volte lo stesso stato), per
            ragioni loro, ed era liberamente a disposizione
            delle masse: non mi risulta che gli antichi
            romani pagassero per gli spettacoli teatrali, o
            per ascoltare le letture pubbliche dei poeti ad
            esempio. Il sistema funzionava perfettamente e ha
            prodotto opere che sono ancora a disposizione
            dell'umanità dopo due
            millenni.E le major che fanno? Dopo la decadenza dei diritti di sfruttamento avrai opere dell'ingegno di pubblico dominio accessibile a tutti, e TADA, AGGRATIS!
            Secondo, posto che nell' attuale era
            dell'informazione la cultura è de facto
            liberamente accessibile (sì, lo so, legalità,
            controlli, pippe varie... non contano nulla, da
            quando l'acXXXXX al web è massificato NON C'E'
            MODO di impedire che la gente si scambi le
            informazioni, ma stanno inventando un sacco di
            modi per sprecare risorse tentando di farlo) si
            introduce una "art tax" annuale che crea un fondo
            per gli artisti, e si distribuiscono i fondi così
            ottenuti in proporzione al sucXXXXX delle opere
            (es. un pezzo musicale fa guadagnare al suo
            autore tanti più soldi quante più volte viene
            passato alla radio o in tv, riprodotto nei locali
            o scaricato via internet, un film in diretta
            proporzione al numero di persone che pagano per
            vederlo al cinema o lo scaricano gratis per
            guardarselo a
            casa).
            Notare che questo sitema debellerebbe
            completamente la pirateria, perchè se un artista
            mi piace scaricherò la sua musica dal sito
            ufficiale affinchè il mio download conti nelle
            statistiche, e non via P2P criptato come dovrei
            fare ora. Le etichette produttrici avrebbero
            comunque ragione di esistere per quella fetta di
            pubblico disposta a pagare per avere un prodotto
            oltre all'informazione: se voglio il mio bel CD o
            DVD originale per ragioni collezionistiche, lo
            comprerò.Esiste già ed è fallace e io la voglio vedere CHIUSA! Di chi parlo, ma semplice: la SIAE - ossia le collecting societies.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            E le major che fanno? Dopo la decadenza dei
            diritti di sfruttamento avrai opere dell'ingegno
            di pubblico dominio accessibile a tutti, e TADA,
            AGGRATIS!Appunto: quindi vogliamo accelerare tale decadenza.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: uno qualsiasi

            E le major che fanno? Dopo la decadenza dei

            diritti di sfruttamento avrai opere
            dell'ingegno

            di pubblico dominio accessibile a tutti, e
            TADA,

            AGGRATIS!

            Appunto: quindi vogliamo accelerare tale
            decadenza.Almeno tu sei sincero, anzichè ipocrita come gli altri.
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            E le major che fanno? Dopo la decadenza dei
            diritti di sfruttamento avrai opere dell'ingegno
            di pubblico dominio accessibile a tutti, e TADA,
            AGGRATIS!Il punto è esattamente quello. La cultura è stata libera, accessibile e GRATUITA per l'utilizzatore finale fino all'invenzione della stampa. A quel punto si è intravista la possibilità di distribuire la cultura con mezzi MOLTO efficaci e chi si è sbattuto per realizzare quella distibuzione ha, giustamente, richiesto che il proprio impegno venisse salvaguardato da leggi create per impedire che chiunque potesse approfittare del suo lavoro per lucrare.Al giorno d'oggi, i mezzi di distribuzione sono diventati TALMENTE efficaci che nessuno deve più "sbattersi" per realizzare la distribuzione, quindi un mestiere che ha avuto senso per cinque secoli ora non ce l'ha più. Se cinquant'anni fa io avessi comprato un disco e avessi voluto farlo ascoltare a un amico in australia, la via più semplice sarebbe stata comprarne una seconda copia e spedirgliela via corriere. Al giorno d'oggi, farei un rip mp3 e glielo invierei come allegato in un messaggio di posta: chi stampa il disco NON SERVE PIU'. Si chiama obsolescenza, succede in ogni campo in cui c'è del progresso. Il problema è che di solito chi diventa obsoleto non ha abbastanza soldi e potere per tentare di galleggiare a dispetto del buon senso, ma in questo caso sì, ed è per questo che c'è tutta questa cagnara legislativa.
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: il correttore di bozze

            E le major che fanno? Dopo la decadenza dei

            diritti di sfruttamento avrai opere
            dell'ingegno

            di pubblico dominio accessibile a tutti, e
            TADA,

            AGGRATIS!

            Il punto è esattamente quello. La cultura è stata
            libera, accessibile e GRATUITA per l'utilizzatore
            finale fino all'invenzione della stampa.Cultura libera? Accessibile? Gratuita? Rivediti un po' di storia, come se prima l'uomo fosse stato PIU' colto di oggi!
            A quel
            punto si è intravista la possibilità di
            distribuire la cultura con mezzi MOLTO efficaci e
            chi si è sbattuto per realizzare quella
            distibuzione ha, giustamente, richiesto che il
            proprio impegno venisse salvaguardato da leggi
            create per impedire che chiunque potesse
            approfittare del suo lavoro per
            lucrare.Non mischiamo copyright con i modelli di business.
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!

            Cultura libera? Accessibile? Gratuita? Rivediti
            un po' di storia, come se prima l'uomo fosse
            stato PIU' colto di
            oggi!Proprio non capisco dove tu voglia andare a parare. Riformula perchè scritto così sembra che tu sottointenda che la gente diventa tanto più colta quanto più la fai pagare per accedere alla cultura...
          • ThEnOra scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: il correttore di bozze

            Cultura libera? Accessibile? Gratuita?
            Rivediti

            un po' di storia, come se prima l'uomo fosse

            stato PIU' colto di

            oggi!

            Proprio non capisco dove tu voglia andare a
            parare. Riformula perchè scritto così sembra che
            tu sottointenda che la gente diventa tanto più
            colta quanto più la fai pagare per accedere alla
            cultura...Cosa c'è da riformulare? E' chiarissimo!Tu sostieni che prima dell'avvento della stampa la cultura era più libera e più accessibile, per non dire gratuita, rispetto ad oggi.Dunque il nesso successivo è che la stampa ha creato barriere alla sua (cultura) diffusione.Per logica ne consegue che si stava meglio prima dell'avvento della stampa... Riguardo alla questione invece del file mp3, guarda che non ritengo mica che il mero invio di un singolo file possa portare danni economici alle industrie dell'intrattenimento, figuriamoci! Discorso diverso invece quando questa forma di condivisione diviene "incontrollata" e massiva come ai giorni d'oggi.
          • panda rossa scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: ThEnOra
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato


            Tolto il copyright, tolti gli abusi. Perché
            un

            artista che pubblicherà per primo in rete un

            brano si saprà subito tutti di chi è (diritto

            dell'autore alla paternità dell'opera, non

            copyright). E chi dovesse uscirsene dopo
            dicendo

            che il brano è suo sarà preso a
            spernacchiate.
            La

            rete non

            dimentica.

            Aggiungo: facciamo che la pirateria non esista. A
            che servirebbero le major? Ci hai mai pensato?
            Musicista, scrittore, programmatore, tutti a
            vendere i propri "prodotti dell'ingegno" senza
            nessun intermediaro... Ci hai mai
            pensato?Sarebbe un bel ritorno al passato, quando l'artista si esibiva.E' un modello che funziona senza bisogno di alcun parassita intermediario.
            Concludendo: major = pirateria; no pirateria = no
            major
            Assurdo, vero? Anzi profetico! :DLa pirateria esiste se esistono copie.Non produrre copie e non ci sara' pirateria.Per esempio oggi non esiste nessun dvd pirata del film disney Ribelle.Posso tuttavia affermare senza tema di smentita, che per Natale avremo tutti la nostra copia del dvd.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo.Appunto: ma noi vogliamo che tale lavoro venga fatto? No, perchè è inutile. Non vogliamo che ci sia qualcuno a stampare e vendere cd e dvd, perchè non sappiamo cosa farcene.Quindi, perchè dovremmo pagare qualcuno per fare tale lavoro? Non dimenticare che per salvare quei posti di lavoro dovremmo essere noi a pagare i loro stipendi.
      • edi scrive:
        Re: la pirateria è un crimine!
        Però i film e la musica ti interessano dato che li scarichi!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: la pirateria è un crimine!
          Appunto: e proprio perchè posso scaricarli non ho più bisogno di gente che produca e distribuisca i dischi. Quindi, non serve conservare il loro lavoro.
          • edi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            E' un punto di vista molto egoista il tuo. Anche tu ci tieni al tuo lavoro o no?Inoltre vorrei ricordare che tranne una minuscola parte di musicisti da pub uno non produce film o musica senza un guadagno.Tu lavoreresti gratis?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: edi
            E' un punto di vista molto egoista il tuo. Anche
            tu ci tieni al tuo lavoro o
            no?E allora? Non importa quanto ci tengo io. Importa sapere se ci sono altri che ci tengono che io continui a fare quel lavoro e sono disposti a pagarmi.Perchè altrimenti, o lavoro gratis o cambio.Se il mio lavoro fosse sviluppare le foto su pellicola, posso tenerci finchè voglio... ma se nessuno ha delle pellicole da sviluppare, io devo cambiare mestiere.Tu usi una fotocamera digitale o una a pellicola? Ti senti forse egoista se usi la fotocamera digitale?
            Inoltre vorrei ricordare che tranne una minuscola
            parte di musicisti da pub uno non produce film o
            musica senza un
            guadagno.Allora non produrla, che problema c'è? Ti ho forse chiesto io di produrla?
            Tu lavoreresti gratis?Sì, se è un lavoro che desidero completare in ogni caso.Altrimenti, se è un lavoro che mi ha richiesto qualcun altro, è chi me lo ha chiesto che deve pagarmi.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: edi
            E' un punto di vista molto egoista il tuo. Anche
            tu ci tieni al tuo lavoro o
            no?
            Inoltre vorrei ricordare che tranne una minuscola
            parte di musicisti da pub uno non produce film o
            musica senza un
            guadagno.
            Tu lavoreresti gratis?Il concetto è: se un giorno nessuno pagasse più per cd, dvd, videogames, libri e ammenicoli vari, nessuno avrebbe più interesse a produrre nuove opere (a meno di qualche artista che lo facesse nel tempo libero). Ma la mancanza di nuove opere significherebbe forse la scomparsa di quelle vecchie? No, di certo.Diverso è il caso di una panetteria: se la gente non vuole pagare più per il pane, le panetterie chiuderebbero, ma la gente non avrebbe più pane fresco da consumare (eccetto chi si fa il pane da solo, ovviamente). La differenza tra un panettiere ed un artista è che il primo sarà sempre indispensabile, il secondo no!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Mela avvelenata
            La differenza tra un
            panettiere ed un artista è che il primo sarà
            sempre indispensabile, il secondo no!"Sempre" è una parola grossa[img]http://imageshack.us/a/img843/4391/72164164306384466228424.jpg[/img][img]http://imageshack.us/a/img607/5480/replicatore.jpg[/img]Sia nel passato sia nell'ipotetico futuro c'è chi riesce a fare a meno anche del panettiere.
          • Mela avvelenata scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Mela avvelenata

            La differenza tra un

            panettiere ed un artista è che il primo sarà

            sempre indispensabile, il secondo no!

            "Sempre" è una parola grossa
            [img]http://imageshack.us/a/img843/4391/7216416430
            [img]http://imageshack.us/a/img607/5480/replicator
            Sia nel passato sia nell'ipotetico futuro c'è chi
            riesce a fare a meno anche del
            panettiere.Gesù che moltiplica i peni ed i pesci non c'è più, purtroppo, e la macchina replicatrice della Hasbro ancora "addavenì"...che poi mi sa che il pane fatto in panetteria sarà sempre più buono e più economico! :p
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: la pirateria è un crimine!
            - Scritto da: Mela avvelenata
            Gesù che moltiplica i <b
            peni </b
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Oggi avrebbe avuto molto più sucXXXXX...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • becker scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo. Per non parlare
      dei danni morali arrecati agli stessi artisti che
      non si sentono più tutelati dalla
      legge.

      Quindi non si dica in modo ipocrita che la
      pirateria non è un
      crimine!
      E se in molti paesi (come l'Italia) le leggi
      contro la pirateria non sono abbastanza severe,
      questo non significa che in futuro non si possano
      rivedere
      adeguatamente!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)hai paura dei pirati, vai dalla mammina [img]https://encrypted-tbn3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTJqk8zPw5nW-yLhmSky4GlminSOGROCf-EUME0ddTbOSZGZEJ_eQ[/img]
    • becker scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo. Per non parlare
      dei danni morali arrecati agli stessi artisti che
      non si sentono più tutelati dalla
      legge.

      Quindi non si dica in modo ipocrita che la
      pirateria non è un
      crimine!
      E se in molti paesi (come l'Italia) le leggi
      contro la pirateria non sono abbastanza severe,
      questo non significa che in futuro non si possano
      rivedere
      adeguatamente!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)hai paura dei pirati, vai dalla mammina...[img]http://www.notizie.it/wp-content/blogs.dir/94/files/2011/05/johnny-depp-in-una-scena-del-film-pirati-dei-caraibi-la-maledizione-del-forziere-fantasma-30225.jpg[/img]
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo. Per non parlare
      dei danni morali arrecati agli stessi artisti che
      non si sentono più tutelati dalla
      legge.Miliardi di dollari di "mancato" fatturato, milioni di persone che perdono il posto di lavoro, i mal di testa degli artisti che si sentono depauperati della loro arte...tutto molto bello, ma anche abbastanza irreale! Il fatto è che molto spesso è molto difficile quantificare le perdite dell'industria dell'intrattenimento a causa della pirateria (che ci sono, senz'altro, ma di sicuro più contenute di quello che vogliono farvi/ci credere!). Come è stato detto molte volte, un film scaricato non vuol dire uno spettatore in meno al cinema, un dvd/bluray venduto in meno e così via. In realtà non è detto che quella persona sarebbe comunque andata al cinema, avrebbe comprato il dvd o comunque avrebbe speso il suo denaro nell'industria dell'intrattenimento.
      Quindi non si dica in modo ipocrita che la
      pirateria non è un
      crimine!Direi che è un crimine tanto quanto ammazzare un animale per nutrirsene...
      E se in molti paesi (come l'Italia) le leggi
      contro la pirateria non sono abbastanza severe,
      questo non significa che in futuro non si possano
      rivedere
      adeguatamente!Tutto è fattibile. Però, come ogni buona società civile insegna (o comunque io credo che così dovrebbe essere), se crei leggi più severe da una parte dovresti anche concedere qualche libertà dall'altra: in altre parole, finchè non viene fatta una revisione seria del diritto d'autore, non credo che sia possibile parlare di inasprimento delle pene!
    • rockroll scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di miliardi di dollari di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo. Per non parlare
      dei danni morali arrecati agli stessi artisti che
      non si sentono più tutelati dalla
      legge.

      Quindi non si dica in modo ipocrita che la
      pirateria non è un
      crimine!
      E se in molti paesi (come l'Italia) le leggi
      contro la pirateria non sono abbastanza severe,
      questo non significa che in futuro non si possano
      rivedere
      adeguatamente!MILIARDI di dollari?????? Bahhhhh. Dove se ne parla? Nelle vostre valutazioni unilaterali di comodo, forse? E anche se fosse, non sembrano incidere molto rispetto ai fantastiliardi di cui gode come rendita di posizione il sistema lobbistico che vai difendendo. Miglia di posti di lavoro persi nell'indotto? Si, questo può essere, ma non è forse dovuto all'evoluzione tecnologica che fornisce ben più efficienti sistemi di distribuzione oltre che di creazione del prodotto? Fatevene una ragione, l'indotto non dovrebbe neppure esistere nella forma in cui oggi tenta di restare in piedi.Non ci stiamo a far addossare la colpa della vostra inefficienza su quella tu chiami pirateria (manco assaltassimo le navi) ed invece è solo un'illecita fruizione di prodotti non essenziali, in più e non al posto di quelli che si sarebbero acquistati su canali tradizionali. Gli artisti devono sentirsi tutelati dalle loro capacità tecniche ed artistiche, e dal conseguente apprezzamento del pubblico, e non certo da organizzazioni lobbistiche che li sfruttano per un tozzo di pane!Non mi sento ipocrita a dire che la parola crimine riguarda ben altro che non l'ascoltare a scrocco qualche canzonetta. Piano colle parole, please!Le leggi in Italia non sono abbastanza severe perchè la Santa Inquisizione nostrana non ha ancora giustiziato molte vittime?????? E ti auguri che invece si perpetri un genocidio di massa, vero? Ma te la sei letta la 41 Bis e simili, o meglio ti sei letto tutto il legalese sull'arcomento a partire delle leggi fasciste di quasi un secolo fa, ancora, ANCORA in vigore? Sono da rivedere, su questo non ci sono dubbi!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato,45 20 63 68 69 20 73 65 20 6e 65 20 66 6f 74 74 65 3f 20 53 6f 6e 6f 20 73 6f 6c 64 69 20 63 68 65 20 76 61 6e 6e 6f 20 61 6c 6c 27 49 74 61 6c 69 61 20 66 6f 72 73 65 3f 20 50 65 72 63 68 e9 20 64 6f 76 72 65 6d 6d 6f 20 64 61 72 65 20 73 6f 6c 64 69 20 61 67 6c 69 20 53 74 61 74 69 20 55 6e 69 74 69 3f 20 50 65 72 20 66 61 72 65 20 6c 65 20 67 75 65 72 72 65 20 69 6e 20 49 72 61 71 3f-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2012 21.36-----------------------------------------------------------
    • beebox scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      - Scritto da: ABOLIRE LA PIRATERIA
      Qui si parla di <b
      miliardi di dollari </b
      di
      mancato fatturato, e come ovvia conseguenza la
      perdita di migliaia di posti di lavoro
      nell'indotto di tutto il mondo.Bene, così i posti di lavoro non si perderanno solo in quei settori che producono qualcosa di utile.
    • merry scrive:
      Re: la pirateria è un crimine!
      Sai, una volta esistevano i venditori di ghiaccio.
  • il correttore di bozze scrive:
    Fixed!!!
    Roma - I soliti sospetti della pirateria, più due nazioni inserite a sorpresa nell'ultima watchlist stilata al Congresso statunitense dall'International Anti-Piracy Caucus. La proliferazione di piattaforme votate alla pubblicazione illecita di numeri continuerebbe a causare "danni irreparabili" all'economia degli States, in mancanza di piani legislativi efficaci a contrastare il fenomeno.Nel corso del 2012, la Cina ha confermato tutte le paure dei congressman di Washington. Altissima la percentuale riscontrata nella pubblicazione di numeri illegali, assestatasi intorno al 77 per cento per un valore commerciale di quasi 10 miliardi di dollari all'anno. Il paese asiatico dovrebbe ancora raggiungere un livello minimo di protezione del diritto d'autore, spostandosi verso un mercato autorizzato per numeri,numeri e numeri.In Russia, l'avvenuta adesione alle regole internazionale della World Trade Organizazion (WTO) dovrebbe spingere il governo di Mosca a stanare le varie piattaforme pirata, in particolare le reti social gestite da vKontakte, inserite dal Caucus statunitense nell'altra lista dei famigerati mercati del P2P. Stesso discorso per l'Ucraina, finita nel mirino per il cyberlocker Ex.ua, sequestrato agli inizi dello scorso febbraio su segnalazione di Microsoft e Adobe Systems.Nella watchlist statunitense sono entrate quest'anno Italia e Svizzera. Il governo di Washington è preoccupato per la mancata introduzione della delibera presentata da AGCOM per la protezione dei numeri sulle nuove reti di comunicazione elettronica. I detentori dei diritti sarebbero dunque rimasti privi di "strumenti efficaci" per poter arginare la proliferazione illecita dei propri numeri.In Svizzera, il problema è invece rappresentato dall' archivio di numeri RapidShare, più volte dichiarato non responsabile delle violazioni commesse dai suoi utenti. Il sito di Zurigo aveva addirittura assoldato una società di lobbying per difendersi al Congresso, dichiarando di aver adottato strumenti efficaci per la rimozione dei numeri su segnalazione degli aventi diritto.Definite "nazioni in fase di transizione", Canada e Spagna hanno ricevuto un timido applauso dai congressman negli States. Merito - nel secondo caso - della cosiddetta Ley Sinde, con cui gli inventori dei numeri possono ottenere la rimozione di interi domini entro un massimo di 10 giorni, che si tratti di invio rateale dei numeri o piattaforme per la pubblicazione dei numeri.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Fixed!!!
      Mmmm, non ho capito: cosa intendi per "numeri" al posto di "contenuti"?
      • il correttore di bozze scrive:
        Re: Fixed!!!
        Significato denotativo del mio post: i file, a prescindere da quello che rappresentano se dati in pasto ad applicativi o a sistemi operativi, a livello base non sono altro che numeri. Posso aprire con un editor esadecimale una sinfonia di Beethoven in formato mp3, tradurre i codici esadecimali in numeri decimali, COPIARLI CON UNA BIRO SU UN FOGLIO DI CARTA, passarti quel foglio di carta e tu col proXXXXX inverso (e molta pazienza) potresti riuscire ad ascoltare la musica. Avere Internet a disposizione serve solo ad accelerare il proXXXXX.Significato connotativo del mio post: far capire alla gente quanto sia assurdo sforzarsi di adattare e applicare ai numeri (che sono una semplice informazione) delle leggi create pensando a oggetti commerciabili e tangibili (pantaloni, dvd, automobili, rettangoli di plastica...).Tutto chiaro?
        • ThEnOra scrive:
          Re: Fixed!!!
          Chiarissimo! Ti riporto un estratto della legge sul diritto d'autore, esattamente l'art. 171-ter: a) abusivamente duplica, riproduce, trasmette o diffonde in pubblico con <b
          qualsiasi procedimento </b
          ...Dunque, anche ciò che proproni è una condotta prevista dal reato.Tutto chiaro?
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: Fixed!!!
            Caspita... chiarissimo, mi hai veramente aperto gli occhi.Immagino che la legge mi impedisca anche il trucco di spezzare il numero in più parti, giusto? Sennò sarebbe troppo facile... voglio dire, posto che siamo d'accordo che un qualsiasi file può essere rappresentato come un numero e che se pubblichiamo un numero "illegale" nella sua interezza siamo nel torto, che succede se ne pubblichiamo la metà? Ancora nel torto? Ok, che mi dici della metà della metà? Ancora? Andiamo avanti fino a che posto una sola cifra, tò, guarda, lo faccio:"2" !!!!Hai il coraggio di dire che è illegale che io abbia scritto questa cifra? non penso. Eppure, secondo il procedimento descritto sopra, potrei postare una alla volta tutte le altre cifre di un numero che rappresenta un file mp3 e qualcuno potrebbe ricostruirlo... ma aspetta... questo sì che sarebbe illegale, giusto?Bene, a questo punto entra in gioco il paradosso del calvo:un byte non è certamente illegale, ma tutti sì: esiste quindi un momento in cui i byte diventano abbastanza per cui li possiamo considerare una "sequenza illegale".Anche ammesso che venga promulgata una legge che stabilisce questo momento in maniera incontestabile, quanto pensi che ci vorrebbe a definire un nuovo protocollo che elude la legge? Potrei postare, ad esempio, una sequenza praticamente identica a quella "illegale" invertendo i bit dell'ultimo byte: sarebbe una sequenza legale, perchè la parte uguale a quella illegale sarebbe troppo "corta" per la legge, eppure modificare un programma che legge le sequenze "illegali" e le converte in file facendo in modo che legga le nuove sequenze "legali" tenendo conto del byte invertito sarebbe banale. A questo punto ci vorrebbe una legge che mette fuorilegge questo programma...Quello che sto cercando di dire è che MAI come in questo caso è valido il detto "fatta la legge, trovato l'inganno".Per quanto ci si sforzi di definire quali numeri siano legali e quali no, sarà SEMPRE possibile studiare algoritmi invertibili che convertono numeri illegali in legali (giusto per il tempo del trasferimento) e viceversa.Tanto per ricordarti che stiamo parlando di NUMERI, non di arance, dischi o videocassette.Noi stiamo qui a perdere tempo che potremmo dedicare all'ascolto/visione delle cose che abbiamo scaricato, e voi a rodervi il fegato, solo perchè dei legislatori incompetenti (oppure competenti ma pressati da lobbysti) hanno deciso di applicare ai NUMERI dei principi legislativi che erano validi e condivisibili ai tempi in cui un tot di cose NON erano rappresentabili con dei numeri... se il copyright non fosse esistito prima dell'informatica, la sua sola concezione sarebbe apparsa COMPLETAMENTE ASSURDA perchè paradossale, come infatti è diventata.
          • Allibito scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: il correttore di bozze
            Caspita... chiarissimo, mi hai veramente aperto
            gli
            occhi.
            Immagino che la legge mi impedisca anche il
            trucco di spezzare il numero in più parti,
            giusto? Sennò sarebbe troppo facile... voglio
            dire, posto che siamo d'accordo che un qualsiasi
            file può essere rappresentato come un numero e
            che se pubblichiamo un numero "illegale" nella
            sua interezza siamo nel torto, che succede se ne
            pubblichiamo la metà? Ancora nel torto? Ok, che
            mi dici della metà della metà? Ancora? Andiamo
            avanti fino a che posto una sola cifra, tò,
            guarda, lo
            faccio:

            "2" !!!!

            Hai il coraggio di dire che è illegale che io
            abbia scritto questa cifra?

            non penso. Eppure, secondo il procedimento
            descritto sopra, potrei postare una alla volta
            tutte le altre cifre di un numero che rappresenta
            un file mp3 e qualcuno potrebbe ricostruirlo...
            ma aspetta... questo sì che sarebbe illegale,
            giusto?

            Bene, a questo punto entra in gioco il paradosso
            del
            calvo:
            un byte non è certamente illegale, ma tutti sì:
            esiste quindi un momento in cui i byte diventano
            abbastanza per cui li possiamo considerare una
            "sequenza
            illegale".
            Anche ammesso che venga promulgata una legge che
            stabilisce questo momento in maniera
            incontestabile, quanto pensi che ci vorrebbe a
            definire un nuovo protocollo che elude la legge?
            Potrei postare, ad esempio, una sequenza
            praticamente identica a quella "illegale"
            invertendo i bit dell'ultimo byte: sarebbe una
            sequenza legale, perchè la parte uguale a quella
            illegale sarebbe troppo "corta" per la legge,
            eppure modificare un programma che legge le
            sequenze "illegali" e le converte in file facendo
            in modo che legga le nuove sequenze "legali"
            tenendo conto del byte invertito sarebbe banale.
            A questo punto ci vorrebbe una legge che mette
            fuorilegge questo
            programma...

            Quello che sto cercando di dire è che MAI come in
            questo caso è valido il detto "fatta la legge,
            trovato
            l'inganno".
            Per quanto ci si sforzi di definire quali numeri
            siano legali e quali no, sarà SEMPRE possibile
            studiare algoritmi invertibili che convertono
            numeri illegali in legali (giusto per il tempo
            del trasferimento) e
            viceversa.
            Tanto per ricordarti che stiamo parlando di
            NUMERI, non di arance, dischi o
            videocassette.
            Noi stiamo qui a perdere tempo che potremmo
            dedicare all'ascolto/visione delle cose che
            abbiamo scaricato, e voi a rodervi il fegato,
            solo perchè dei legislatori incompetenti (oppure
            competenti ma pressati da lobbysti) hanno deciso
            di applicare ai NUMERI dei principi legislativi
            che erano validi e condivisibili ai tempi in cui
            un tot di cose NON erano rappresentabili con dei
            numeri... se il copyright non fosse esistito
            prima dell'informatica, la sua sola concezione
            sarebbe apparsa COMPLETAMENTE ASSURDA perchè
            paradossale, come infatti è
            diventata.Qualsiasi algoritmo o programma verrà usato parte sempre da un illecito. Per avere il numero 2 devi aver fissato l'opera e questo è il primo reato. Se la spacchetti ne commetti un altro (nessuna modifica è consentita) la successiva condivisione chiude il cerchio con tre reati. A meno che tu non riesca a nascondere l'opera in tutti i suoi passaggi compresa la compattazione finale. Puoi dividerla anche in singoli numeri ma dall'opera devi partire e all'opera devi arrivare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: Allibito
            Qualsiasi algoritmo o programma verrà usato parte
            sempre da un illecito. Questo va provato caro mio.
            Per avere il numero 2 devi
            aver fissato l'opera e questo è il primo reato.Per avere il numero 2 posso anche lanciare il dado.
            Se la spacchetti ne commetti un altro (nessuna
            modifica è consentita) la successiva condivisione
            chiude il cerchio con tre reati.Azz, che dotta perizia tecnica.Smontabile da qualunque neonato in qualsiasi tribunale.
            A meno che tu
            non riesca a nascondere l'opera in tutti i suoi
            passaggi compresa la compattazione finale. Puoi
            dividerla anche in singoli numeri ma dall'opera
            devi partire e all'opera devi
            arrivare.Posso tranquillamente fare da passacarte ed elaborare dei frammenti e poi diffonderli senza conservarli, e in tal caso non saro' mai in possesso dell'intero file in nessun istante, pur essendo riuscito a condividerlo per intero.Bello eh!
          • Allibito scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Allibito


            Qualsiasi algoritmo o programma verrà usato
            parte

            sempre da un illecito.

            Questo va provato caro mio.


            Per avere il numero 2 devi

            aver fissato l'opera e questo è il primo
            reato.

            Per avere il numero 2 posso anche lanciare il
            dado.


            Se la spacchetti ne commetti un altro
            (nessuna

            modifica è consentita) la successiva
            condivisione

            chiude il cerchio con tre reati.

            Azz, che dotta perizia tecnica.
            Smontabile da qualunque neonato in qualsiasi
            tribunale.


            A meno che tu

            non riesca a nascondere l'opera in tutti i
            suoi

            passaggi compresa la compattazione finale.
            Puoi

            dividerla anche in singoli numeri ma
            dall'opera

            devi partire e all'opera devi

            arrivare.

            Posso tranquillamente fare da passacarte ed
            elaborare dei frammenti e poi diffonderli senza
            conservarli, e in tal caso non saro' mai in
            possesso dell'intero file in nessun istante, pur
            essendo riuscito a condividerlo per
            intero.
            Bello eh!Ti sembra una genialità? Tu non la senti? Chi la riceve, ascolta un brano o si legge i tuoi numeriini? Se ti sembra una cosa furba, procedi pure, hai mai pensato di sfruttare le tue indubbie capacità in un lavoro, magari anche onesto? Non darebbe maggiori soddisfazioni e magari potresti permetterti anche di comprare musica invece di spacchettarla? È solo un consiglio.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Fixed!!!
            01000011 01101111 01110011 01100001 00100000 01101110 01101111 01101110 00100000 01110100 01101001 00100000 11101000 00100000 01100011 01101000 01101001 01100001 01110010 01101111 00100000 01100100 01101001 00100000 00100010 01110001 01110101 01100001 01101100 01110011 01101001 01100001 01110011 01101001 00100000 01110000 01110010 01101111 01100011 01100101 01100100 01101001 01101101 01100101 01101110 01110100 01101111 00100010 00111111
          • panda rossa scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: ThEnOra
            01000011 01101111 01110011 01100001 00100000
            01101110 01101111 01101110 00100000 01110100
            01101001 00100000 11101000 00100000 01100011
            01101000 01101001 01100001 01110010 01101111
            00100000 01100100 01101001 00100000 00100010
            01110001 01110101 01100001 01101100 01110011
            01101001 01100001 01110011 01101001 00100000
            01110000 01110010 01101111 01100011 01100101
            01100100 01101001 01101101 01100101 01101110
            01110100 01101111 00100010
            00111111In galera!!!
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: Fixed!!!
            mandarlo in galera per aver chiesto "Cosa non ti è chiaro di "qualsiasi procedimento"?" mi sembra eccessivo...
          • panda rossa scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: il correttore di bozze
            mandarlo in galera per aver chiesto "Cosa non ti
            è chiaro di "qualsiasi procedimento"?" mi sembra
            eccessivo...No. Mandarlo in galera per avere usato qualsiasi procedimento, con l'aggravante, agli occhi del giudice, di avere pure criptato il messaggio.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: panda rossa

            No. Mandarlo in galera per avere usato qualsiasi
            procedimento, con l'aggravante, agli occhi del
            giudice, di avere pure criptato il
            messaggio.Sintassi fallace! Ma l'italiano è così difficile!?!?
          • Allibito scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: il correttore di bozze
            mandarlo in galera per aver chiesto "Cosa non ti
            è chiaro di "qualsiasi procedimento"?" mi sembra
            eccessivo...Magari interverrei sui geni etti che sembra abbiano scoperto l'acqua calda ma non sanno come funziona. A volte siete divertenti, avete scoperto i numeri.... ma non c'erano già?
          • Allibito scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ThEnOra

            01000011 01101111 01110011 01100001 00100000

            01101110 01101111 01101110 00100000 01110100

            01101001 00100000 11101000 00100000 01100011

            01101000 01101001 01100001 01110010 01101111

            00100000 01100100 01101001 00100000 00100010

            01110001 01110101 01100001 01101100 01110011

            01101001 01100001 01110011 01101001 00100000

            01110000 01110010 01101111 01100011 01100101

            01100100 01101001 01101101 01100101 01101110

            01110100 01101111 00100010

            00111111

            In galera!!!Vi donna dritta, invece di fondere la poca materia grigia, non è più facile inviare una nota per volta? Ahahah per i film potete inviare un fotogramma per volta via mail. Che ridere.
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: Fixed!!!
            Niente, la legge è chiara. Il problema è che è assurda, o se vogliamo inapplicabile. Fintanto che l'informatica non esisteva, "qualsiasi procedimento" era semplice da scovare: se la finanza ti becca con la videocassetta duplicata, si vede bene. Ora, fra crittografia, darknet, usenet e altri sistemi il "qualsiasi procedimento" può essere reso indistinguibile... tu ti stai ostinando a ripetere che il file sharing di "contenuti" protetti è illegale, e forse pensi che io mi stia affannando per dimostrare che è legale... proprio no, guarda. Siamo entrambi d'accordissimo sul fatto che è illegale. La differenza è che tu pensi che la legge sia giusta, io penso che la legge sia irrimediabilmente obsoleta e per farla rispettare sia richiesto uno spiegamento di risorse incredibilmente più oneroso dei danni causati dalle infrazioni a questa legge quindi sia meglio abolirla, tutto qui.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: il correttore di bozze
            Niente, la legge è chiara. Il problema è che è
            assurda, o se vogliamo inapplicabile.Non è assurda ed è applicabile, ove viene riscontrato, ovvio!
            La differenza è che tu pensi che la
            legge sia giusta, io penso che la legge sia
            irrimediabilmente obsoleta e per farla rispettare
            sia richiesto uno spiegamento di risorse
            incredibilmente più oneroso dei danni causati
            dalle infrazioni a questa legge quindi sia meglio
            abolirla, tutto
            qui."La giustizia è relativa" (cit. prof di educazione civica delle medie)Le leggi e sanzioni esistono come effetto deterrente di un determinato fenomeno. Spetta a noi seguirle, oppure no. Secondo il tuo ragionamento il furto stesso dovrebbe essere legalizzato!
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: Fixed!!!

            Le leggi e sanzioni esistono come effetto
            deterrente di un determinato fenomeno. Spetta a
            noi seguirle, oppure no. Secondo il tuo
            ragionamento il furto stesso dovrebbe essere
            legalizzato!Non mi piace quello che hai scritto. Cioè , da un lato mi piace perchè almeno hai l'ingegno di distinguere fra file sharing e furto, e questo ti pone al di sopra di buona parte dei pirate haters qua dentro.Non mi piace che tu mi attribuisca pensieri non miei con ragionamenti fallati... secondo il mio ragionamento, il furto non dovrebbe essere legalizzato, perchè i danni causati dal "furto legale" sarebbero molto maggiori della spesa per applicare la legge che dice "il furto è illegale". Nel caso del file sharing, i danni causati dalla condivisione dei file sono comunque inferiori alla spesa pubblica per far rispettare la legge (per farla rispettare seriamente, intendo: ovverosia, bloccando internet e piazzando telecamere e microspie stile grande fratello che comunicano alla finanza cosa viene riprodotto da ogni altoparlante e schermo sul suolo nazionale).
          • ThEnOra scrive:
            Re: Fixed!!!
            Molto semplicemente, e aggiungerei pure banalmente, se la copia indiscriminata (e di questo parlo) divenisse legale, ma perchè mai mi dovrei comprare un libro, un giornale, un CD/DVD, ecc???Sempre secondo il TUO ragionamento, dovrebbero esserci blochi stradali e perquisizioni random per beccare i ladri: ma nella realtà ciò non avviene! Perchè dovrebbe essere diverso per le leggi sul diritto d'autore?
          • il correttore di bozze scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: ThEnOra
            Molto semplicemente, e aggiungerei pure
            banalmente, se la copia indiscriminata (e di
            questo parlo) divenisse legale, ma perchè mai mi
            dovrei comprare un libro, un giornale, un CD/DVD,
            ecc???Per avere il supporto fisico. Feticismo, se vogliamo. Molto diffuso fra i veri "fan" degli artisti. Io stesso ho collezioni di videogiochi, CD e DVD originali il cui contenuto avrei potuto scaricare senza problemi, perchè mi piace l'idea di "proprietà" che mi comunicano quando li vedo sugli scaffali, oltre alla comodità d'uso. Per le cose che mi piacciono/interessano meno, il discorso cambia...
            Sempre secondo il TUO ragionamento, dovrebbero
            esserci blochi stradali e perquisizioni random
            per beccare i ladri: ma nella realtà ciò non
            avviene! Perchè dovrebbe essere diverso per le
            leggi sul diritto
            d'autore?ehm... forse perchè in caso di furto c'è effettivamente un riscontro "tangibile" del reato (il derubato si accorge che gli manca qualcosa) e quindi si può denunciare, mentre in caso di condivisione l'unica prova "tangibile" risiede sul PC di chi ha scaricato quindi l'unico modo perchè il resto del mondo se ne accorga sono i controlli preventivi? La butto li, eh...
        • Leguleio scrive:
          Re: Fixed!!!
          - Scritto da: il correttore di bozze
          Significato connotativo del mio post: far capire
          alla gente quanto sia assurdo sforzarsi di
          adattare e applicare ai numeri (che sono una
          semplice informazione) delle leggi create
          pensando a oggetti commerciabili e tangibili
          (pantaloni, dvd, automobili, rettangoli di
          plastica...).

          Tutto chiaro?Una curiosità: nel 1981 l'industria discografica britannica (BPI) lanciò una campagna dal titolo "Home taping is killing music - And it's illegal". Si proponeva di introdurre come reato la semplice registrazioni di canzoni alla radio, credo. E soprattutto, di concedere un equo compenso in anticipo di 20 anni sotto forma di tassa sulle musicassette vergini. Ecco una pagina di <I
          Billbord </I
          che ne parla:http://tinyurl.com/8etuxqqCiò detto, se esisteva una legge che sancisce che regalare a un amico una cassetta con un Lp registrato è reato (e forse lo era davvero, in quegli anni, non ho mai approfondito), non sono i commenti su PI che cambiano la situazione. Potrebbe anche capitare il caso che qualche zelante agente la applichi, e qualche ignaro ascoltatore di musica potrebbe passare una brutta storia.
          • panda rossa scrive:
            Re: Fixed!!!
            - Scritto da: Leguleio
            Una curiosità: nel 1981 l'industria discografica
            britannica (BPI) lanciò una campagna dal titolo
            "Home taping is killing music - And it's
            illegal". Si proponeva di introdurre come reato
            la semplice registrazioni di canzoni alla radio,
            credo. E soprattutto, di concedere un equo
            compenso in anticipo di 20 anni sotto forma di
            tassa sulle musicassette vergini. Ecco una pagina
            di <I
            Billbord </I
            che ne
            parla:

            http://tinyurl.com/8etuxqq

            Ciò detto, se esisteva una legge che sancisce che
            regalare a un amico una cassetta con un Lp
            registrato è reato (e forse lo era davvero, in
            quegli anni, non ho mai approfondito), non sono i
            commenti su PI che cambiano la situazione.
            Potrebbe anche capitare il caso che qualche
            zelante agente la applichi, e qualche ignaro
            ascoltatore di musica potrebbe passare una brutta
            storia.Infatti e' sotto gli occhi di tutti l'evidenza che dal 1981 la musica e' morta, uccisa brutalmente dall'home taping.Che cosa vogliamo fare?Qualunque proclama che ha una balla colossale nel titolo, puo' avere forse qualche grammo di credibilita'?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Fixed!!!
            L'idea del equo compenso, vedo che non era nuova. Comunque considerando che la musica commerciale del piffero sia ancora viva e vegeta, direi che sono stati sbugiardati con il tempo.
  • ... scrive:
    non accetto l'italia nella watchlist!
    ma stiamo scherzando? l'italia nella watchlist americana? ma non se ne parla! ragazzi, impegnamoci tutti a scaricare di tutto e oltre, anche roba che non si usera' mai: dobbiamo spostarci al piu presto possibile nella rosa dei primi tre stati pirati. Lottiamo per il bronzo e poi insidieremo l'argento e l'oro. tutti a scaricare da internet!
    • trollolol scrive:
      Re: non accetto l'italia nella watchlist!

      ma stiamo scherzando? l'italia nella watchlist
      americana? ma non se ne parla! ragazzi,
      impegnamoci tutti a scaricare di tutto e oltre,
      anche roba che non si usera' mai: dobbiamo
      spostarci al piu presto possibile nella rosa dei
      primi tre stati pirati. Lottiamo per il bronzo e
      poi insidieremo l'argento e l'oro. tutti a
      scaricare da
      internet!lol'd
    • Franky scrive:
      Re: non accetto l'italia nella watchlist!
      - Scritto da: ...
      ma stiamo scherzando? l'italia nella watchlist
      americana? ma non se ne parla! ragazzi,
      impegnamoci tutti a scaricare di tutto e oltre,
      anche roba che non si usera' mai: dobbiamo
      spostarci al piu presto possibile nella rosa dei
      primi tre stati pirati. Lottiamo per il bronzo e
      poi insidieremo l'argento e l'oro. tutti a
      scaricare da
      internet!Vero ormai nel mondo questa lista viene vista come una specie di classifica dei paesi piu' democratici in fatto di liberta' digitali...come una specie di olimpiade... e la vittoria spetta quasi sempre ai paesi dell'EST...Mai una volta che vinciamo un oro...o un bronzo...sempreagli ultimi posti della classifica arriviamo...cmq per vincere in questa classifica bisogna avere delle leggi liberali...non e' una questione del numero di scaricamenti...Se vogliamo l'oro bisogna abolire il copyright e la medaglia d'oro sara' nostra... quindi forza partiti pirata, forza radicali, forza movimento 5stelle!!!
    • Carlo scrive:
      Re: non accetto l'italia nella watchlist!
      Impegniamoci tutti a rubare? Certo che devi essere un bel soggetto nella vita normale, nella realtà. Mi fai pena.
      • Sgabbio scrive:
        Re: non accetto l'italia nella watchlist!
        zero argomenti, solo insulti e la redazione non fa nulla.
        • panda rossa scrive:
          Re: non accetto l'italia nella watchlist!
          - Scritto da: Sgabbio
          zero argomenti, solo insulti e la redazione non
          fa
          nulla.Lascia perdere...Meglio se la redazione non cancella.Deve restare a futura memoria la manifestazione del misero pensiero di questa gente meschina.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: non accetto l'italia nella watchlist!
        - Scritto da: Carlo
        Impegniamoci tutti a rubare? Certo che devi
        essere un bel soggetto nella vita normale, nella
        realtà. Mi fai
        pena.01001101 01100001 00100000 01100011 01100101 01110010 01110100 01101111 00100000 01110011 01101001 01100111 01101110 01101111 01110010 00100000 01000001 01001101 01001001 01000011 01001111 00100000 01000100 01000101 01001100 01001100 00100111 01001001 01001110 01010100 01000101 01000111 01000101 01010010 01010010 01001001 01001101 01001111 00100000 01000101 00100000 01001111 01001110 01000101 01010011 01010100 01001001 01010011 01010011 01001001 01001101 01001111 00100000 01000110 01001100 01000001 01010110 01001001 01001111 00100000 01010100 01001111 01010011 01001001 00101110 00100000 01001101 01100001 00100000 01110110 01100101 01110010 01100111 01101111 01100111 01101110 01100001 01110100 01101001 00100000 01100100 01101001 00100000 01100101 01110011 01101001 01110011 01110100 01100101 01110010 01100101 00100000 01100101 00100000 01100100 01101001 00100000 01110010 01100101 01110011 01110000 01101001 01110010 01100001 01110010 01100101 00100001 00100000 01000011 01010010 01001001 01001101 01001001 01001110 01000001 01001100 01000101 00100000 01010000 01010010 01001111 01010000 01010010 01001001 01001111 00100000 01000011 01001111 01001101 01000101 00100000 01001100 01010101 01001001 00100001 00100000 01001001 01101100 00100000 01110100 01110101 01101111 00100000 01101001 01100100 01101111 01101100 01101111 00100000 01000110 01001100 01000001 01010110 01001001 01001111 00100000 01010100 01001111 01010011 01001001 00101100 00100000 01100011 01100001 01110010 01101111 00100000 01101001 01101100 00100000 01101101 01101001 01101111 00100000 01100011 01101001 01100011 01100011 01101001 01101111 01101110 01100101 00100000 01101111 01100010 01100101 01110011 01101111 00100000 01110110 01100101 01100011 01100011 01101000 01101001 01100001 01100011 01100011 01101001 01101111 00100000 01100100 01101001 00100000 01101101 01100101 01110010 01100100 01100001 00100000 00110101 00110111 01100101 01101110 01101110 01100101 00100000 01100101 00100000 01101110 01101111 01101110 00100000 00110101 00110000 01100101 01101110 01101110 01100101 00101100 00100000 11101000 00100000 01110101 01101110 00100000 01000011 01010010 01001001 01001101 01001001 01001110 01000001 01001100 01000101 00100001 00100000 01000101 00100000 01110100 01110101 00100000 01110011 01100101 01101001 00100000 01110101 01101110 00100000 01000011 01010010 01001001 01001101 01001001 01001110 01000001 01001100 01000101 00100000 01100011 01101111 01101101 01100101 00100000 01101100 01110101 01101001 00100001 00100001 00100000 01010110 01000101 01010010 01000111 01001111 01000111 01001110 01000001 01010100 01001001 00101100 00100000 01001101 01000101 01010010 01000100 01001111 01010011 01001111 00100001-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 settembre 2012 21.32-----------------------------------------------------------
    • prova123 scrive:
      Re: non accetto l'italia nella watchlist!
      A dire la verità non vedo molto da scaricare ... musica i soliti polpettoni rifritti ... film che dopo i primi 45 minuti riescono a farti ricordare che in frigo c'è lo yogurt che sta per scadere ... videogiochi che ormai sono diventati delle boiate vergognose ... secondo me non è che la lotta alla pirateria sta dando i suoi frutti (detta da loro) ma semplicemente che producono mer*a che nessuno a voglia di scaricare.
  • Leguleio scrive:
    Il caucus
    Qui, ovviamente, si parla di quello che in inglese è definito il congressional caucus : vengono anche chiamati coalizioni, gruppi di studio, gruppi di lavoro, task force . Nulla a che fare con il caucus in senso generale, definito dalla Treccani:http://www.treccani.it/enciclopedia/caucus/E ovviamente, non tutti i rappresentanti del congresso o tutti i senatori fanno parte di questo caucus .
    • Ozymandias scrive:
      Re: Il caucus
      - Scritto da: Leguleio
      Qui, ovviamente, si parla di quello che in
      inglese è definito il congressional
      caucus : vengono anche chiamati coalizioni,
      gruppi di studio, gruppi di lavoro, task
      force .

      Nulla a che fare con il caucus in senso
      generale, definito dalla
      Treccani:

      http://www.treccani.it/enciclopedia/caucus/

      E ovviamente, non tutti i rappresentanti del
      congresso o tutti i senatori fanno parte di
      questo
      caucus .ovvero, una gran manica di teste di caucus...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Il caucus
      - Scritto da: Leguleio
      Qui, ovviamente, si parla di quello che in
      inglese è definito il <I
      congressional
      caucus </I
      : vengono anche chiamati coalizioni,
      gruppi di studio, gruppi di lavoro, <I
      task
      force </I
      .

      Nulla a che fare con il <I
      caucus </I
      in senso
      generale, definito dalla
      Treccani:

      http://www.treccani.it/enciclopedia/caucus/

      E ovviamente, non tutti i rappresentanti del
      congresso o tutti i senatori fanno parte di
      questo
      <I
      caucus </I
      .Pensa che io avevo letto cuscus...:D
      • Leguleio scrive:
        Re: Il caucus
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Leguleio

        Qui, ovviamente, si parla di quello che in

        inglese è definito il <I

        congressional

        caucus </I
        : vengono anche chiamati
        coalizioni,

        gruppi di studio, gruppi di lavoro,
        <I

        task

        force </I
        .



        Nulla a che fare con il <I
        caucus
        </I
        in
        senso

        generale, definito dalla

        Treccani:



        http://www.treccani.it/enciclopedia/caucus/



        E ovviamente, non tutti i rappresentanti del

        congresso o tutti i senatori fanno parte di

        questo

        <I
        caucus </I
        .

        Pensa che io avevo letto cuscus...:DDeformazione professionale, forse? Hai risposto troppe volte ai proprietari di videonoleggio agitando lo spauracchio del döner kebap?
  • belin scrive:
    Gli Americani...
    Pensassero agli affari loro , questi con tendono ad esportare tutto anche il copytight ora... La legge Spagnola verra' giuficata incostituzionale e finora non hanno neanche bloccato 1 sito anche perche' non reggerebbe 1 minuto solo davanti ad un giudice... Internet rimarra' libero punto :)
    • pentolino scrive:
      Re: Gli Americani...
      Concordo con la critica, ma ho paura che:- Scritto da: belin
      Internet rimarra' libero punto
      :)sia utopistico; gia' adesso non puoi dire che sia completamente libera e la cosa non e' certo destinata a migliorare nei prossimi anni secondo me
    • Leguleio scrive:
      Re: Gli Americani...
      - Scritto da: belin
      Pensassero agli affari loro , questi con tendono
      ad esportare tutto anche il copytight ora... La
      legge Spagnola verra' giuficata incostituzionale
      e finora non hanno neanche bloccato 1 sito anche
      perche' non reggerebbe 1 minuto solo davanti ad
      un giudice... Internet rimarra' libero punto
      :)Al di là degli errori di battitura, uno per riga, va sottolineato che, almeno per quanto riguarda l'Italia, il movimento che tende ad importare tutto, dalla terminologia agli usi d'oltreoceano, è perfino più forte. Autocolonialismo culturale, viene detto. Altri paesi in Europa hanno importato il taser, per le proprie forze di polizia.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Gli Americani...
      - Scritto da: belin
      <b
      Pensassero agli affari loro </b
      , questi con tendono
      ad esportare tutto anche il copytight ora... La
      legge Spagnola verra' giuficata incostituzionale
      e finora non hanno neanche bloccato 1 sito anche
      perche' non reggerebbe 1 minuto solo davanti ad
      un giudice... Internet rimarra' libero punto
      :)E secondo te cosa stanno facendo?
      • collione scrive:
        Re: Gli Americani...
        - Scritto da: ThEnOra

        E secondo te cosa stanno facendo?il che ci autorizza a non cagarli nemmeno di striscionon mi lascio fare la morale da un Paese che ammette candidamente di aver creato Al Qaeda http://www.dailypaul.com/235730/hillary-clinton-admits-the-us-government-created-al-qaedasono ladri, terroristi e assassini
        • ThEnOra scrive:
          Re: Gli Americani...
          - Scritto da: collione
          - Scritto da: ThEnOra




          E secondo te cosa stanno facendo?

          il che ci autorizza a non cagarli nemmeno di
          striscioAppunto! Basta ignorarli, ma poi non piangiamo se aziende USA non investono in Italia.
          non mi lascio fare la morale da un Paese che
          ammette candidamente di aver creato Al Qaeda
          http://www.dailypaul.com/235730/hillary-clinton-ad

          sono ladri, terroristi e assassiniVabbé, lasciamo stare.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Gli Americani...
            - Scritto da: ThEnOra
            Appunto! Basta ignorarli, ma poi non piangiamo se
            aziende USA non investono in
            Italia.
            Ehh certo e par le favole sulla pirateria, che non investono in italia! Ed io pensavo che non venivano qui perchè c'è una burocrazia e una tassazione esagerata!Accidenti!
          • max78 scrive:
            Re: Gli Americani...
            Lo stato italiano ha investito più di 2 miliardi di euro per informatizzare la pubblica amministrazione e rendere fruibili online migliaia di servizi ed abbattere così i costi della burocrazia...allora ci troviamo con un buon 50% di impiegati dello stato che risultano inutili! Li possiamo licenziare su due piedi??
          • prova123 scrive:
            Re: Gli Americani...
            Nel privato è la normalità. Problemi?
          • contiene dei caratteri non ammessi scrive:
            Re: Gli Americani...
            Si andrebbero licenziati su due piedi. I sacrifici e le sofferenze debbono essere distribuiti tra tutta la cittadinanza. Presto finirà la pacchia per i parassiti o pensavate di portare a casa indefinitamente stipendi da migliaia di euro, senza fare nulla, mentre la maggioranza della popolazione fatica (o non arriva) ad arrivare a fine mese?
        • prova123 scrive:
          Re: Gli Americani...
          Ricordiamoci sempre che Bin Laden era nel libro paga della CIA ...
Chiudi i commenti