Apple perde una PR, Samsung cambia designer

Katie Cotton, un nome centrale nell'ufficio pubbliche relazioni di Cupertino, lascia l'azienda. A Seoul, invece, c'è un avvicendamento nella gestione della linea Galaxy

Roma – Due pedine importanti si muovono sulla scacchiera dell’ICT: Apple e Samsung hanno annunciato significativi cambiamenti in posizioni di vertice delle rispettive organizzazioni , anche se con motivazioni (più o meno esplicite) differenti. Per Cupertino si tratta di un manager che dopo 18 anni decide di ritirarsi, per Seoul pare più una resa dei conti dopo l’esordio dell’ultima ammiraglia della linea Galaxy.

Katie Cotton , mente e braccio dell’ufficio PR di Apple, ha annunciato che lascerà l’azienda nella quale ha trascorso gli ultimi 18 anni. Pur essendo da tempo vicepresidente con deleghe importanti, Cotton non è mai stata un dirigente particolarmente visibile nell’organigramma della Mela: il suo ruolo di plenipotenziaria per i rapporti con i media è stato funzionale al ritorno al successo di Apple negli ultimi anni, ma senza che la sua posizione risultasse visibile al grande pubblico. Già al fianco di Steve Jobs, fino al suo ritiro annunciato Cotton riferiva del suo operato unicamente al CEO (oggi Tim Cook). La sua partenza è stata motivata con il desiderio di trascorrere più tempo in famiglia: si tratta di un’assenza che non potrà non pesare negli equilibri del team di vertice, e che Apple dovrà trovare il modo di gestire per il futuro.

Più complicato decifrare quanto accaduto in Samsung. Il vicepresidente con delega al design Dong-hoon Chang non è più a capo della task-force incaricata di gestire la progettazione e l’aspetto finale della linea Galaxy: i maligni sostengono si tratti di una “punizione” per l’aspetto poco convincente (e criticato ) del Galaxy S5, ma l’azienda ha fornito una versione differente. Min-hyouk Lee, anch’egli vicepresidente Samsung, è stato promosso nel ruolo che era di Chang dice la nota ufficiale diramata da Seoul, lasciando a quest’ultimo la libertà di dedicarsi appieno alla gestione della direzione del reparto design di tutto il gruppo. In altre parole, a Chang ora fanno riferimento tutte le attività di sviluppo di tutti i prodotti che saranno sfornati da Samsung nei prossimi anni: una ricostruzione che stride con le voci che riferiscono di un Chang dimissionario, ma in mancanza di altri elementi non si può che accettare la ricostruzione offerta dall’azienda . Soprattutto visto che la comunicazione e le vendite del Galaxy S5 stanno andando bene . ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Diritti del lavoro scrive:
    Hosting ATTIVO, Passivo era un tempo
    Trovo scandalosi alcuni commenti qui sopra. Vorrei sottopotre alla vostra attenzione un quesito molto semplice: Se "tu" (generalizzo dando del tu) , compri ad esempio I diritti per vendere delle "maglie" in Italia, maglie prodotte all estero ma conosciute in tutto il mondo, e la licenza la paghi Anche fior fior Di soldi, è scopri che un terzo Durante gli anni to ha "rubato" le maglie è le ha Esposte cercando Di venderle nel proprio "negozio", Ti farebbe piacere? caspita ma parlate Di giustizia e Di legale ma non tenete conto Di 3 fattori importanti: 1) si, magari alcune licenze Sono scadute, ma alcuni video Infatti Sono stati caricati diversi anni fa, e hanno oltre le 65.000 visualizzazioni 2) sapendo di poter trovare i prodotti online le persone non stanno più a guardarli sul digitale terrestre o Sky che sia, e questo manda in crisi un intero settore con dipendenti annessi e connessi, mentre Google si arricchisce permettendo a utenti di compiere un reato!( siete mai stati al cinema? Non avete mai visto la premessa che viene fatta riguardante il "furto di proprietà in caso di utilizzo della pellicola registrata?)3) è importante notare che YouTube non è più un hosting passivo, che sarebbe stato nel caso in cui il suo ruolo fosse quello di "prestare" una piattaforma dove postare un video, ma YouTube Guadagna ad ogni visualizzazione, perché ogni episodio che viene caricato, viene utilizzato da YT come fonte di reddito, e in molti casi, il guadagno è interamente di YouTube , non viene neanche condiviso con il responsabile del caricamento del video. Voi definite questo legale? YouTube è diventato un hosting Attivo e probabilmente alcuni sono più contenti così perché in determinati settori e situazioni ciò può tornare utile, ma nel settore musicale e televisivo, ha rovinato molte carriere, ha creato molti problemi a livello organizzativo e di aspettative. Io ritengo tutto questo non solo ILLEGALE, ma addirittura IMMORALE!
    • Anonimo scrive:
      Re: Hosting ATTIVO, Passivo era un tempo
      Sono completamente d'accordo con te! Ben detto!
    • cicciobello scrive:
      Re: Hosting ATTIVO, Passivo era un tempo


      Se "tu" (generalizzo dando del tu) , compri ad
      esempio I diritti per vendere delle "maglie" in
      Italia,Hai buttato i tuoi soldi, perché tali diritti non rendono più nulla.
      maglie prodotte all estero ma conosciute
      in tutto il mondo, e la licenza la paghi Anche
      fior fior Di soldi,Quel genere di licenze sono solo soldi sprecati
      è scopri che un terzo Durante
      gli anni to ha "rubato" le maglie è le ha Esposte
      cercando Di venderle nel proprio "negozio", Ti
      farebbe piacere?Hai il tasto "shift" rotto? Hai messo le maiuscole praticamente a casaccio.

      2) sapendo di poter trovare i prodotti online le
      persone non stanno più a guardarli sul digitale
      terrestre o Sky che sia, Infatti tali piattaforme stanno diventando obsolete.
      e questo manda in crisi
      un intero settore con dipendenti annessi e
      connessi, Si chiama obsolescenza.


      Voi definite questo legale? Sì.
      YouTube è diventato un hosting Attivo e
      probabilmente alcuni sono più contenti così
      perché in determinati settori e situazioni ciò
      può tornare utile, ma nel settore musicale e
      televisivo, ha rovinato molte carriere, ha creato
      molti problemi a livello organizzativo e di
      aspettative.Il settore musicale era organizzato in un modo talmente inefficiente che qualunque cambiamento può solo portare beneficio.Ed il settore televisivo, in molti casi, si è aggiornato solo per finta, proponendo servizi interattivi fasulli, e rimanendo ancorato al modello basato sui palinsesti che era valido anni fa.


      Io ritengo tutto questo non solo ILLEGALE, ma
      addirittura
      IMMORALE!Ed io ritengo che dovresti aggiustare la tastiera.
      • Diritti del lavoro scrive:
        Re: Hosting ATTIVO, Passivo era un tempo
        Invece che preoccuparti di COME scrivo le cose, preoccupati di COSA sto scrivendo! Si, ho il tasto shift rotto, ma il fatto che la tua attenzione ricada su quello mi fa pensare che non dovrei neanche sprecare il mio tempo a risponderti! Da quello che hai scritto sicuramente non sei di quel settore e probabilmente non ti interessano i diritti di coloro che invece lo sono! Tempo perso!
        • cicciobello scrive:
          Re: Hosting ATTIVO, Passivo era un tempo
          Tanto per capire, tu che lavoro fai? Normalmente non te lo chiederei, ma visto che dici di essere del settore diventa importante saperlo.
  • leandro burgay scrive:
    Un Po di...Giustzia!
    Sarà il... fiume di Torino il primo a seguire il corso di una giustizia che deve stare in linea con il corso della storia nel nuovo mondo digitale che ci avvolge?Forse non vi siete accorti che il Tribunale di Torino con decisione collegiale del 23.6.2014 ha stravolto l'ordinanza del primo giudice,considerando Youtube un Hosting Attivo(quale è diventato,e lo sappiamo tutti),obbligandolo,non solo a cancellare i video illeciti,ma anche ad utilizzare il suo software Content iD per impedire,a proprie cure e spese,ulteriori caricamenti illeciti.Come si possa pensare che Delta Tv,operativa nel settore con grandi successi da 30 anni,abbia potuto chiedere la cancellazione di telenovelas senza averne i diritti,non mi riesce facile,mentre sfido chiunque abbia il coraggio di pensare che gli account(più d'uno per la stessa opera:un po' strano vero?)possano essere titolari dei Diritti di serie televisive internazionali molto costose,tenendo presente anche il doppiaggio in lingua italiana,che comporta una attività imprenditoriale,tra l'altro soggetta ad iva.Mi sia permesso un suggerimento costruttivo e mi appello alla vostra intelligente collaborazione:Al ricevimento di una denuncia di violazione gli Internet Service Provider(ISP)inoltrino una mail con 2 link all'account,o meglio agli accounts che hanno caricato il Titolo."Il contenuto è tuo"---"IL CONTENUTO NON E' TUO" e con il CLIC di risposta il problema è risolto,con il rispetto che merita l'autore dell'opera ed i suoi finanziatori(Produttori,Editori,Doppiatori,distributori,ecc.ecc.),che devono necessariamente rientrare dei costi e trarne un beneficio economico da poter utilizzare per altri prodotti,e creare lavoro!A fronte del fatto di poter utilizzare "gratis" un video pochi si fermano a pensare che quell'utilizzo,che consente al'account ed all'ISP di dividersi milioni di pubblicità senza alcun costo del prodotto(è giusto?),c'è un costo occulto rappresentato dal minor lavoro di tutta la filiera produttiva,dall'autore al distributore,che alla fine..paghiamo un po' tutti,a favore di colossi che hanno sede all'estero,e mi fermo qui,perchè anche le minori entrate fiscali finiscono per incidere su tutti noi.Garantire agli autori ed alla filiera di finanziatori il diritto di ricevere una remunerazione adeguata è la linfa vitale per lo sviluppo della cultura,riconosciuto dalla Costituzione di tutti i paesi del Mondo.Aggiungo e termino scusandomi per essere stato necessariamente prolisso,che la mail inviata immediatamente agli account consente anche agli ISP di cautelarsi se il contenuto è lecito,e non cancellarlo,con quel che segue anche a livello penale.Faccio infine presente che TUTTI i 18 Titoli denunciati per violazione da Delta Tv mi risulta siano sono stati registrati dal canale"Lady Channel"tramesso da Sky,e mi riesce difficile capire come mai il titolare di un presunto diritto abbia necessità di registrare l'opera su un canale televisivo(utilizzando un "logo" non suo),invece di proporre il suo materiale,ai sensi dell'art.78 Legge 633,Diritto d'Autore.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Un Po di...Giustzia!
      - Scritto da: leandro burgay
      A fronte del fatto di poter utilizzare
      "gratis" un video pochi si fermano a
      pensare che quell'utilizzo,che consente
      al'account ed all'ISP di dividersi
      milioni di pubblicità senza alcun costo
      del prodotto(è giusto?)SIEà giusto, i film si pagano al cinema: http://www.mentelocale.it/59989-transformers-4-film-piu-visto-2014/Basta pretendere che si paghino e si ripaghino le stesse minestre.
  • ... scrive:
    ...
    Firmate per i referendum - firmate per il vostro futuro!!![img]http://www.gazzettadinapoli.it/wp-content/uploads/2014/03/Referendum2014_manifesto-680x365.jpg[/img]
  • tucumcari scrive:
    così poco?
    Solo 13.097.000una cifra ragionevolissima no? :D
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: così poco?
      - Scritto da: tucumcari
      Solo 13.097.000
      una cifra ragionevolissima no?
      :DSono curioso di quei 97.000 come hanno fatto a modificare la cifra tonda...
  • collione scrive:
    siae
    la siae è una roccaforte del pd, che schifo!!!!!
    • panda rossa scrive:
      Re: siae
      - Scritto da: collione
      la siae è una roccaforte del pd, che schifo!!!!!E tra pochi giorni ce lo ricorderemo nelle urne.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Diritti su opere non proprie
    <i
    YouTube, che in primo luogo ha rilevato un abuso da parte di Delta, che <b
    rivendicava i diritti su contenuti di cui non detiene più alcuna licenza </b
    </i
    Vergognoso che abbiano dato ragione a chi pretende la censura di opere che non ha alcun diritto di cancellare.Una sentenza giusta avrebbe costretto Delta a far sì che anche le opere di sua proprietà rimanessero su YouTube, come giusto risarcimento e condanna per la perdita di tempo e per l'aver vantato diritti non propri.Che sia da monito per tutti, chi richiede la cancellazione di opere non sue deve perdere i diritti anche su ciò che ha.
    • Allibito scrive:
      Re: Diritti su opere non proprie
      - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
      <i
      YouTube, che in primo luogo ha
      rilevato un abuso da parte di Delta, che
      <b
      rivendicava i diritti su contenuti di
      cui non detiene più alcuna licenza </b

      </i



      Vergognoso che abbiano dato ragione a chi
      pretende la censura di opere che non ha alcun
      diritto di
      cancellare.
      Una sentenza giusta avrebbe costretto Delta a far
      sì che anche le opere di sua proprietà
      rimanessero su YouTube, come giusto risarcimento
      e condanna per la perdita di tempo e per l'aver
      vantato diritti non
      propri.
      Che sia da monito per tutti, chi richiede la
      cancellazione di opere non sue deve perdere i
      diritti anche su ciò che
      ha.Che ti fai le leggi da solo? Per denunciare un illecito, non è indispensabile essere il danneggiato diretto, chiunque può farlo. L'unico problema è avere la certezza che quel diritto non sia stato dato dal legittimo proprietario per evitare guai. Se parliamo di risarcimento allora può muoversi solo l'avente diritto.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Diritti su opere non proprie
        - Scritto da: Allibito
        Che ti fai le leggi da solo? Per denunciare un
        illecito, non è indispensabile essere il
        danneggiato diretto, chiunque può farlo.Solo se il reato è perseguibile d'ufficio.Non in questo caso, dove è necessaria la querela di parte.Inoltre, Delta nella segnalazione a YouTube (hai mai visto il loro form?) ha dovuto (altrimenti il form non viene inviato) DICHIARARE SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA' CIVILE E PENALE di essere titolare dei diritti di quei video di cui non era titolare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2014 12.47-----------------------------------------------------------
        • Leguleio scrive:
          Re: Diritti su opere non proprie
          Questo rilievo c'è solo nell'articolo di <I
          Punto Informatico </I
          . Né qui:http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/avvocatoAffari/newsStudiLegaliEOrdini/2014-05-08/youtube-deve-rimuovere-solo-112443.phpné qui:http://ipkitten.blogspot.it/2014/05/italian-court-says-that-its-up-to.htmlné qui:http://www.marchiebrevettiweb.it/29-diritto-di-autore/2531-il-tribunale-di-torino-assesta-un-altro-colpo-alle-speranze-di-mediaset-nella-causa-contro-youtube.htmlsi accenna alla circostanza che i diritti delle telenovela non sono più di Delta tv S.r.l.. Una circostanza non secondaria in un proXXXXX del genere.Sarei curioso di sapere da Gaia Bottà dove lo ha appreso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: Leguleio
            Questo rilievo c'è solo nell'articolo di
            <I
            Punto Informatico </I
            . E siccome qui siamo sul forum di PI, lo consideriamo vero.Se vuoi proseguire in questa direzione, o porti delle controdeduzioni concrete o ingoi il rospo.Non serve citare altre fonti dove l'ovvieta' e' sottintesa e per questo motivo non viene esplicitata.
          • Leguleio scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie


            Questo rilievo c'è solo nell'articolo di

            <I
            Punto Informatico </I
            .

            E siccome qui siamo sul forum di PI, lo
            consideriamo
            vero.Sai, mettere le pulci nell'orecchio alle persone male non fa. Mai. ;)
            Se vuoi proseguire in questa direzione, o porti
            delle controdeduzioni concrete o ingoi il
            rospo.Le controdeduzioni, adesso, manco fossimo in un proXXXXX, imputati noi stessi! :D
            Non serve citare altre fonti dove l'ovvieta' e'
            sottintesa e per questo motivo non viene
            esplicitata.No, puoi chiamarla come vuoi, ma il fatto che la Delta Tv Srl non deterrebbe più i diritti per le telenovela non è un'ovvietà. Anzi, se fosse vero sarebbe interessante sapere a chi li ha venduti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2014 13.37-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: Leguleio


            Questo rilievo c'è solo nell'articolo
            di



            <I
            Punto Informatico </I

            .




            E siccome qui siamo sul forum di PI, lo

            consideriamo

            vero.

            Sai, mettere le pulci nell'orecchio alle persone
            male non fa. Mai.
            ;)Ma da' parecchio fastidio. Per questo le chiamano pulci.

            Se vuoi proseguire in questa direzione, o
            porti

            delle controdeduzioni concrete o ingoi il

            rospo.

            Le controdeduzioni, adesso, manco fossimo in un
            proXXXXX, imputati noi stessi!
            :DSei tu quello che ha trasformato il forum in un dibattimento processuale, e adesso ne rispetti le regole.Io obietto e tu provi quello che affermi, oppure sarai considerato sempre piu' inattendibile e ne terremo conto nelle tue future dichiarazioni.

            Non serve citare altre fonti dove l'ovvieta'
            e'

            sottintesa e per questo motivo non viene

            esplicitata.

            No, puoi chiamarla come vuoi, ma il fatto che la
            Delta Tv Srl non deterrebbe più i diritti per le
            telenovela non è un'ovvietà. Anzi, se fosse vero
            sarebbe interessante sapere a chi li ha
            venduti.Non funziona cosi'.Uno non puo' alzarsi la mattina e millantare diritti su opere al solo scopo di favorirne la censura.Se sei detentore fornisci la documentazione che sicuramente hai, e poi si applica il regolamento previsto.Se non sei detentore, stai come minimo facendo perdere tempo e probabilmente causando un danno a qualcuno.
          • Leguleio scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie




            <I
            Punto Informatico
            </I


            .







            E siccome qui siamo sul forum di PI, lo


            consideriamo


            vero.



            Sai, mettere le pulci nell'orecchio alle
            persone

            male non fa. Mai.

            ;)

            Ma da' parecchio fastidio. Per questo le chiamano
            pulci.Ma no, che dici? Per risparmiare molti vanno al mercatino delle pulci, e non lo ritengono fastidioso. http://www.mezzasalma.it/wp-content/uploads/2013/05/mercatino.png

            Le controdeduzioni, adesso, manco fossimo in
            un

            proXXXXX, imputati noi stessi!

            :D

            Sei tu quello che ha trasformato il forum in un
            dibattimento processuale, e adesso ne rispetti le
            regole.
            Io obietto e tu provi quello che affermi, Spiegami prima che cosa affermo. Poi magari farò lo sforzo di provarlo.
            oppure
            sarai considerato sempre piu' inattendibile e ne
            terremo conto nelle tue future
            dichiarazioni.Oggi sei in vena di petulanze.

            No, puoi chiamarla come vuoi, ma il fatto
            che
            la

            Delta Tv Srl non deterrebbe più i diritti
            per
            le

            telenovela non è un'ovvietà. Anzi, se fosse
            vero

            sarebbe interessante sapere a chi li ha

            venduti.

            Non funziona cosi'.
            Uno non puo' alzarsi la mattina e millantare
            diritti su opere al solo scopo di favorirne la
            censura.Certo che non può. E il proXXXXX si arena all'inizio dell'udienza, e si chiude, mentre qui andrà avanti, questo era solo il primo round.Per questo dico che qualcosa non torna.
          • ... scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: Leguleio
            Per questo dico che qualcosa non torna.A cominciare dal fatto di non aver chiesto la rimozione ! :D
          • dont feed the troll - Back Again scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Leguleio
            Io obietto e tu provi quello che affermi, oppure
            sarai considerato sempre piu' inattendibile e ne
            terremo conto nelle tue future
            dichiarazioni."Sarai" al futuro?Ancora + inattendibile di quanto lo riteniamo adesso?E possibile?
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: dont feed the troll - Back Again
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Leguleio


            Io obietto e tu provi quello che affermi,
            oppure

            sarai considerato sempre piu' inattendibile
            e
            ne

            terremo conto nelle tue future

            dichiarazioni.

            "Sarai" al futuro?
            Ancora + inattendibile di quanto lo riteniamo
            adesso?
            E possibile?Quando si tocca il fondo, alcuni risalgono, altri cominciano a scavare...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: Leguleio
            No, puoi chiamarla come vuoi, ma il fatto che la
            Delta Tv Srl non deterrebbe più i diritti per le
            telenovela non è un'ovvietà. Anzi, se fosse vero
            sarebbe interessante sapere a chi li ha
            venduti.Probabile che fossero semplicemente scaduti, trattandosi di diritti per l'estero (Italia) venduti dal produttore che si trova in sud America, in genere non vengono ceduti per sempre ma per un tempo determinato, dopo di che o vengono rinnovati o tornano al produttore che può sia decidere di tenerseli per sé sia di cederli nuovamente magari a concorrenti della Delta Tv Srl. Capita abbastanza spesso con le produzioni estere, tranne quelle prodotte da chi ha una filiale propria in Italia, nel qual caso, in genere, fanno tutto tra le varie filiali nazionali senza dover cedere nulla a nessuno.
          • ... scrive:
            Re: Diritti su opere non proprie
            - Scritto da: Leguleio


            Questo rilievo c'è solo nell'articolo
            di



            <I
            Punto Informatico </I

            .




            E siccome qui siamo sul forum di PI, lo

            consideriamo

            vero.

            Sai, mettere le pulci nell'orecchio alle persone
            male non fa. Mai.
            ;)E il XXXXX?
  • Leguleio scrive:
    Affermazione infondata
    " <I
    Per quanto attiene il risarcimento, il giudice si riserverà di decidere quando si entrerà nel merito della causa: solo in quel momento si potrà stabilire se le rivendicazioni economiche di Delta debbano essere rivolte sui cittadini della Rete che hanno operato il caricamento dei singoli file e che hanno tratto profitto dall'advertising o se anche YouTube sia da coinvolgere... </I
    "Youtube non rivelerà mai ad un giudice l'identità di chi ha caricato video di telenovela sudamericane. La questione è priva di senso per chi conosce Youtube e Google.Se ci si pensa bene, il motivo per cui Youtube ha sucXXXXX è proprio che si accolla tutte le responsabilità con l'industria hollywoodiana, senza coinvolgere terzi.
    • ... scrive:
      Re: Affermazione infondata
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      Per quanto attiene il risarcimento,
      il giudice si riserverà di decidere quando si
      entrerà nel merito della causa: solo in quel
      momento si potrà stabilire se le rivendicazioni
      economiche di Delta debbano essere rivolte sui
      cittadini della Rete che hanno operato il
      caricamento dei singoli file e che hanno tratto
      profitto dall'advertising o se anche YouTube sia
      da coinvolgere... </I

      "

      Youtube non rivelerà mai ad un giudice l'identità
      di chi ha caricato video di telenovela
      sudamericane. La questione è priva di senso per
      chi conosce Youtube e
      Google.
      Se ci si pensa bene, il motivo per cui Youtube ha
      sucXXXXX è proprio che si accolla tutte le
      responsabilità con l'industria hollywoodiana,
      senza coinvolgere
      terzi.ma XXXXXXXXXXXX
    • ... scrive:
      Re: Affermazione infondata
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      Per quanto attiene il risarcimento,
      il giudice si riserverà di decidere quando si
      entrerà nel merito della causa: solo in quel
      momento si potrà stabilire se le rivendicazioni
      economiche di Delta debbano essere rivolte sui
      cittadini della Rete che hanno operato il
      caricamento dei singoli file e che hanno tratto
      profitto dall'advertising o se anche YouTube sia
      da coinvolgere... </I

      "

      Youtube non rivelerà mai ad un giudice l'identità
      di chi ha caricato video di telenovela
      sudamericane. La questione è priva di senso per
      chi conosce Youtube e
      Google.
      Se ci si pensa bene, il motivo per cui Youtube ha
      sucXXXXX è proprio che si accolla tutte le
      responsabilità con l'industria hollywoodiana,
      senza coinvolgere
      terzi.ma XXXXXXXXXXXX
    • Polemik scrive:
      Re: Affermazione infondata
      Eppoi uno può caricare video anche mascherando l'IP reale ed usando nickname e dati falsi. Beccarlo è molto molto difficile in questi casi, tanto più se usa abusivamente una connessione altrui. E se il video lo cancellano, lo può ricaricare leggermente modificato e con titolo diverso e poi farlo ritrovare seminando link nei blog e nei forum...
  • ... scrive:
    con l'intermediazione della SIAE
    arrivato a questo punto ho vomitato. Bravo il tribunale di Torino.
  • unaDuraLezione scrive:
    Non ha mostrato di voler approfittare
    contenuto non disponibile
Chiudi i commenti