Armani.it, incontro a Milano

New Global


Roma – Sabato 7 febbraio l’associazione NewGlobal.it promuove un incontro pubblico davanti al Teatro Nuovo in piazza S. Babila a Milano per raccontare le ultime vicende relative alla battaglia giudiziaria sul dominio armani.it .

All’incontro saranno presenti Luca Armani, titolare del dominio armani.it in causa con la Giorgio Armani S.p.A., ed Enzo Viscuso, responsabile per la Lombardia dell’associazione NewGlobal.it. Nel pomeriggio sarà presente anche il senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, promotore di iniziative sulla questione.

“Nel corso dell’incontro – si legge in una nota – verrranno illustrati i dubbi e le perplessità dell’associazione sui recenti decreti del governo relativi sia al raddoppio dei tempi di conservazione dei tabulati telefoniche di Internet (meglio conosciuto come “decreto grande fratello”), sia al tentativo di assimilare i domini Internet a marchi aziendali, sia alle misure di lotta alla pedopornografia”.

“Nell’occasione – continua la nota – sarà presentata la nuova iniziativa “Sportello Internet”, il gruppo di NewGlobal.it che si occupa di difesa dei consumatori specializzato nella difesa dei navigatori Internet”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    a chi vanno i soldi
    stando al numero verde pubblicato in Ispotel, vanno su un conto intestato alla Zecca, quindi sempre allo Stato Carolina carofig@virgilio.it
  • Anonimo scrive:
    Gazzette ufficiali
    Per le gazzette ufficiali degli ultimi anni basta cercare "gazzette jesi" con google.si arriva in un momento al sito del comune di jesi che ha on line tutte le gazzette di questi ultimi 4 anni.io non ho mai trovato difficoltà a risalire a mail di berlusconi o ministri... c'è da cercare con passione, però :-)a presto,marco
    • Anonimo scrive:
      Re: Gazzette ufficiali
      - Scritto da: Anonimo
      Per le gazzette ufficiali degli ultimi anni
      basta cercare "gazzette jesi" con google.
      si arriva in un momento al sito del comune
      di jesi che ha on line tutte le gazzette di
      questi ultimi 4 anni.
      io non ho mai trovato difficoltà a
      risalire a mail di berlusconi o ministri...
      c'è da cercare con passione,
      però :)

      La questione non riguarda la possibilità di trovare con google le informazioni che anime pie rendono disponibili ma che sui siti istituzionali purtroppo non c'è quello che ci dovrebbe essere se fossero fatti meno superficialmente e pensando non solo all'istituzione che li paga ma anche agli utenti che vorrebbero utilizzarli :-|
      • Anonimo scrive:
        Re: Gazzette ufficiali


        La questione non riguarda la
        possibilità di trovare con google le
        informazioni che anime pie rendono
        disponibili ma che sui siti istituzionali
        purtroppo non c'è quello che ci
        dovrebbe essere se fossero fatti meno
        superficialmente e pensando non solo
        all'istituzione che li paga ma anche agli
        utenti che vorrebbero utilizzarli :|Beh, molti siti istituzionali linkano la gazzetta di jesi :DComunque, anche se sono perfettamente d'accordo sul principio c'e' da dire che non esiste un obbligo per le PAL di tenere online una normativa che non producono (almeno mi sembra sia così). Bye, Francesco
  • Anonimo scrive:
    www.giustizia-amministrativa.it
    Per me si va ne la città dolente,per me si va ne l'etterno dolore,per me si va tra la perduta gente.Giustizia mosse il mio alto fattore:fecemi la divina podestate,la somma sapienza e 'l primo amore.Dinanzi a me non fuor cose createse non etterne, e io etterno duro.Lasciate ogne speranza, voi ch'intrate... e poi dicono che i siti istituzionali funzionano...
  • hoff scrive:
    I siti istituzionali creano danni
    Sia il sito del comune di Milano, sia quello del comune di Potenza, danno un'informazione sbagliata. Dicono che per rinnovare un passaporto occorre portare il foglio di congedo militare. Non è vero, se lo sono inventati, mi è stato detto al commissariato. Intanto io per questa cosa ho rischiato di perdere tempo su una questione assolutamente inutile e non riuscire a fare in tempo la richiesta per il passaporto.Berlusconi ha lanciato una moda: non dire la verità nemmeno se non hai motivo di mentire.
    • Anonimo scrive:
      Re: I siti istituzionali creano danni
      - Scritto da: hoff
      Sia il sito del comune di Milano, sia quello
      del comune di Potenza, danno un'informazione
      sbagliata. Dicono che per rinnovare un
      passaporto occorre portare il foglio di
      congedo militare. Andiamo a vedere: il "trovatutto" del comune di Milano mi porta alla pagina del passaporto e a 25 ulteriori pagine correlate. In NESSUNA delle pagine di rinnovo e rilascio si parla di foglio di congedo. Ma tu dove l'hai trovata questa informazione?
      Berlusconi ha lanciato una moda: non dire la
      verità nemmeno se non hai motivo di
      mentire.Si, si è tutta colpa del Berlusca ... ma va ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: I siti istituzionali creano danni
      - Scritto da: hoff
      Berlusconi ha lanciato una moda: non dire la
      verità nemmeno se non hai motivo di
      mentire.Oggi sono inciampato e mi sono fatto male.E' scandaloso.E' tutta colpa di Berlusconi.Se ci fossero stati Prodi e il suo amichetto Tanzi questo non sarebbe successo.
    • ryoga scrive:
      Re: I siti istituzionali creano danni
      - Scritto da: hoff
      Sia il sito del comune di Milano, sia quello
      del comune di Potenza, danno un'informazione
      sbagliata. Dicono che per rinnovare un
      passaporto occorre portare il foglio di
      congedo militare.Mi passi il link esatto? Altrimenti ti classifico come (troll)
      Berlusconi ha lanciato una moda: non dire la
      verità nemmeno se non hai motivo di
      mentire.Invece D'Alema, Rutelli, Prodi e Fassino hanno lanciato la moda della verita' tutta la verita' nient'altro che la verita' ( dagli altri )....vero?Ci ho ripensato.....non aspetto neanche i link.....Sei un (troll)
      • francescone scrive:
        Re: I siti istituzionali creano danni
        Ti sbagli: D'Alema, Rutelli & C. non sono (almeno secondo me) certo senza peccato. Ma questo non riabilita minimamente Berlusconi, le cui bugie sono sotto gli occhi di tutti. E' un concetto troppo complesso? O sei troppo (troll) per arrivarci?==================================Modificato dall'autore il 05/02/2004 22.40.25
      • Anonimo scrive:
        Re: I siti istituzionali creano danni
        Ma piantatela con la polimica su berlusconi...se guardiamo i danni che ha fatto la sinistra nella storia ci sarebbe da suicidarsi..
  • Anonimo scrive:
    Invece il garante della privacy risponde
    Ho scritto loro diverse voltre e mi hanno sempre risponsto,. con gentilezza ed esaustività...Ho dovuto, comprensibilmente, aspettare un po'... non è che abbiano battaglioni di segretarie apposta per rispondere alle email...
  • Anonimo scrive:
    devi avere pazienza
    stanno installando la banda larga! ;)
  • rscano scrive:
    avete mai avuto a che fare con la UE?
    Questa è una chicca:Esiste una regola, la 1049/2001 che riguarda la trasparenza degli atti della commissione, Consiglio e Parlamento Europeo. Per poter accedere ai documenti (non parlo di dossier segreti ma anche di normali deliberazioni) è necessario contattare il: "Secrétariat Général Transparence et déontologie (SG B/2)" che entro 15 giorni dalla richiesta sa dire o meno se il documento è pubblicabile!Quindi non lamentiamoci tanto del ns. web :)
  • Anonimo scrive:
    MA ci sei o ci fai?
    Ricerca su google (chiave di ricerca testo decreto "data retention): è il quarto risultato. Ci avrò impiegato quindici secondi.E la cosa a me non interessa nemmeno!Forse nemmeno a chi ha scritto la lettera la cosa importava più di tanto, altrimenti in una decina di minuti al massimo trovavi quello che ti serviva.
    • Anonimo scrive:
      Re: MA ci sei o ci fai?
      - Scritto da: Anonimo
      Ricerca su google (chiave di ricerca testo
      decreto "data retention): è il quarto
      risultato. Ci avrò impiegato quindici
      secondi.
      E la cosa a me non interessa nemmeno!
      Forse nemmeno a chi ha scritto la lettera la
      cosa importava più di tanto,
      altrimenti in una decina di minuti al
      massimo trovavi quello che ti serviva.Io (non l'autore della lettera) credo che si riferisse al fatto che sul sito del governo italiano,tra le altre cose lodato da un ministro vanitoso e presuntuoso (in questo frangente),non sia possibile reperire delle leggi.E questo è ampiamente opinabile.Mi associo cmq al tuo suggerimento: usa google o qualsiasi altro motore di ricerca e troverai ciò che ti serve. Oppure visita i vari siti tipo cittadinolex o alcei (per fare due nomi) e le associazioni consumatori.ciao miao bau.
    • Anonimo scrive:
      Re: MA ci sei o ci fai?
      Senza offesa, ma prima di parlare rifletti.Lui ha scritto:"Per quanto mi riguarda, a dicembre, in occasione delle prime notizie sul decreto "data retention", mi collegai immediatamente coi siti istituzionali .....".Confermo che sono passati diversi giorni prima di poter reperire un testo da consultare, anche se non ricordo di preciso quanti mi sembra fosse passato anche il capodanno.Oggi basta fare una ricerca, ma in quei giorni no di sicuro.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: MA ci sei o ci fai?
        - Scritto da: Anonimo
        Senza offesa, ma prima di parlare rifletti.
        Lui ha scritto:
        "Per quanto mi riguarda, a dicembre, in
        occasione delle prime notizie sul decreto
        "data retention", mi collegai immediatamente
        coi siti istituzionali .....".Appunto. Leggendo, sembra che la ricerca fosse questione di vita o di morte, da tanto il tizio si disperava.Invece, secondo me, era semplicemente un attacco di qualunquismo. "Oh. come fanno male le cose in Italia!".
        • Anonimo scrive:
          Re: MA ci sei o ci fai?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Senza offesa, ma prima di parlare
          rifletti.

          Lui ha scritto:

          "Per quanto mi riguarda, a dicembre, in

          occasione delle prime notizie sul
          decreto

          "data retention", mi collegai
          immediatamente

          coi siti istituzionali .....".

          Appunto. Leggendo, sembra che la ricerca
          fosse questione di vita o di morte, da tanto
          il tizio si disperava.
          Invece, secondo me, era semplicemente un
          attacco di qualunquismo. "Oh. come fanno
          male le cose in Italia!".
          scusa ma che cos'è il qualunquismo?? è la seconda o terza volta che leggo questo aggettivo - mi pare utilizzato in modo spregiativo - in questi Threads.....non deriva dal Partito dell'Uomo Qualunque??mi puoi dare qualche spiegazione??te ne sarei DAVVERO grato... sempre se sei in grado e hai tempo, naturalmente......
        • ryoga scrive:
          Re: MA ci sei o ci fai?
          - Scritto da: Anonimo

          Appunto. Leggendo, sembra che la ricerca
          fosse questione di vita o di morte, da tanto
          il tizio si disperava.
          Invece, secondo me, era semplicemente un
          attacco di qualunquismo. "Oh. come fanno
          male le cose in Italia!".Specie sotto il governo della destra....vero? :DQuando c'era la sinistra al governo SI che si stava bene!!! Altro che siti di informazione.....se non c'era un giornalista, non potevi avere neanche un blog.....
  • Anonimo scrive:
    per non parlare della sanita'
    sui siti francesi c'e'nome principio attivo dei farmaci, nomi commerciali europei, meccanismo d'azione,effetti collaterali,interazionisu quello italianonome commerciale, fascia di partecipazioneneanche il principio attivo per prendere un generico economico del commerciale che il tuo medico di base e il tuo farmacista venduti alle ditte farmaceutiche cercano di proporti
    • Anonimo scrive:
      Re: per non parlare della sanita'
      basta cercare siti alternativi, ce n'è uno apposta per i farmaci generici (non ricordo il nome, ma l'ho trovato in 2 minuti).a presto,marco
      • Anonimo scrive:
        Re: per non parlare della sanita'
        - Scritto da: Anonimo
        basta cercare siti alternativi, ce
        n'è uno apposta per i farmaci
        generici (non ricordo il nome, ma l'ho
        trovato in 2 minuti).Mi sembra che la questione non sia se in rete ci sono abbastanza informazioni ma che sui siti istituzionali c'e' meno di quello che ci si dovrebbe trovare se fossero fatti bene ....
        • Anonimo scrive:
          Re: per non parlare della sanita'

          Mi sembra che la questione non sia se in
          rete ci sono abbastanza informazioni ma che
          sui siti istituzionali c'e' meno di quello
          che ci si dovrebbe trovare se fossero fatti
          bene ....Perfettamente d'accordo sui principi ma per fare il pignolo bisogna considerare anche le molte attenuanti che seppur non scagionando dalle loro responsabilità gli amministratori aiutano a spiegare perché c'e' tanto disordine nei siti istituzionali.Queste non dipendono strattamente dall'eGov ma dalla natura frammentata e ridondante della amministrazione pubblica. Bye, Francesco
  • Anonimo scrive:
    fresca fresca
    CIOE' PENSA COME STANNO, QUESTI LI PAGHIAMO CON LE NOSTRE TASSE: Se ti abboni a www.cassazione.it entro la fine di febbraio potrai accedere al database (tutte le massime ufficiali depositate dalle sezioni civili della Suprema Corte di Cassazione dal 2001 in poi) e ricevere, a tua scelta, 30 sentenze depositate dalle Sezioni Civili dal 2002 in poi, relative alle massime pubblicate sul sito.Il costo globale di questo servizio è di 86,40 euro all'anno.Chiedi informazioni a info@cassazione.it o allo 0672631265.Oppure, se hai già deciso, chiedi il contratto ad abbonamenti@cassazione.it, inserendo nell'oggetto la voce nuovo utente.
    • Anonimo scrive:
      Re: leggere meglio
      - Scritto da: Anonimo

      CIOE' PENSA COME STANNO, QUESTI LI PAGHIAMO
      CON LE NOSTRE TASSE:
      Leggere meglio please!Cassazione Srl è una società che opera nel campo dell'editoria ecc.Bye, F.
  • Anonimo scrive:
    ritardi e inefficenze
    Francamente sono stupito anch'io del contenuto della lettera pubblicata da PI: se infatti è vero che le "novità" vengono pubblicate con vergognoso ritardo nei siti della PA (in mancanza tuttavia di obblighi specifici), è facile trovare in pochi secondi tutte le informazioni della quali il lettore parla, anche gli indirizzi dei Ministri (http://www.governo.it/Governo/Ministeri/ministeri_gov.html)soprattutto se uno operi nel settore. Diverso invece è il problema della trasparenza informazioni che "devono" arrivare al cittadino: più si scende a livello locale più la complicazione e l'inefficenza aumenta, contrariamente al livello tecnologico e burocratico dell'utenza che tali siti dovrebbero raggiungere.Se infine andiamo a vedere i numerosi progetti online finanziati con i recenti bandi sull'eGovernment è facile osservare come una volta ottenuto il finanziamento e realizzato il progetto, non si spendano soldi o energie per mantenere efficente e aggiornato il sito.Bye, Francesco
    • Anonimo scrive:
      Re: ritardi e inefficenze

      è facile trovare in pochi secondi Bene ... ora per favore ci pubblichi un link dove anche la massaia o chiunque possa trovare, e capire cio' che scrivono, di tutte le leggi, norme, circolari e quant'altro siano, sono ed esistono in Italia ivi comprese quelle locali, regionali, ecc ecc?Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: ritardi e inefficenze

        Bene ... ora per favore ci pubblichi un link
        dove anche la massaia o chiunque possa
        trovare, e capire cio' che scrivono, di
        tutte le leggi, norme, circolari e
        quant'altro siano, sono ed esistono in
        Italia ivi comprese quelle locali,
        regionali, ecc ecc?E chi sono, l'ufficio informazioni? ;)Comunque ribadisco che per il cittadino (o massaia che sia) a livello centrale l'accesso alle informazioni a me sembra funzionare, meno certo le relazioni dirette che secondo me sarebbero molto più efficenti sopratutto in un paese dove la burocrazia ti fa perdere il senno. (In un certo senso l'alternativa è il modello francese).Ogni amministrazione locale invece mi risulta che disponga di un ufficio URP (relazioni con il pubblico). Se poi non funziona non prendertela con me però, nè con l'eGov in generale, visto che volendo hanno tempo, soldi e risorse da spendere sia per i canali tradizionali sia per aggiornare e mantenere i loro siti web. Bye, Francesco
      • Anonimo scrive:
        Re: ritardi e inefficenze
        - Scritto da: Anonimo

        è facile trovare in pochi
        secondi

        Bene ... ora per favore ci pubblichi un link
        dove anche la massaia o chiunque possa
        trovare, e capire cio' che scrivono, diSi parlava di trovare il testo di un decreto, non di comprenderlo e ti è stato dimostrato come sia facile e veloce reperirlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ritardi e inefficenze
      - Scritto da: Anonimo
      Francamente sono stupito anch'io del
      contenuto della lettera pubblicata da PI: se
      infatti è vero che le "novità"
      vengono pubblicate con vergognoso ritardo
      nei siti della PA (in mancanza tuttavia di
      obblighi specifici), è facile trovare
      in pochi secondi tutte le informazioni della
      quali il lettore parla, anche gli indirizzi
      dei Ministrihai provato mai a scrivere?c'erano degli indirizzi STRA-IMPORTANTI *intasati*oh?!! mica è il mio indirizzino su libero.it ... è il governo italiano!!!
      Se infine andiamo a vedere i numerosi
      progetti online finanziati con i recenti
      bandi sull'eGovernment è facile
      osservare come una volta ottenuto il
      finanziamento e realizzato il progetto, non
      si spendano soldi o energie per mantenere
      efficente e aggiornato il sito.
      Bye, Francescoe quindi ...
      • Anonimo scrive:
        Re: ritardi e inefficenze
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Francamente sono stupito anch'io del

        contenuto della lettera pubblicata da
        PI: se

        infatti è vero che le
        "novità"

        vengono pubblicate con vergognoso
        ritardo

        nei siti della PA (in mancanza tuttavia
        di

        obblighi specifici), è facile
        trovare

        in pochi secondi tutte le informazioni
        della

        quali il lettore parla, anche gli
        indirizzi

        dei Ministri

        hai provato mai a scrivere?
        c'erano degli indirizzi STRA-IMPORTANTI
        *intasati*Io ho scritto chiedendo come aprire una certa attività e mi è stao risposto in tre giorni. La cosa era molto tecnica, per cui la mail è stata girata a chi sapeva rispondermi. Nonostante questo in tre giorni ho avuto risposta.Certo, se uno scrtive a info@ o a webmaster@ se le va proprio a cercare.Un proverbio dice "Aiutati che il ciel t'aiuta". Basta sbattersi dieci minuti che l'indirizzo giusto si trova.
    • Anonimo scrive:
      Re: ritardi e inefficenze
      Nel sito del mio Comune http://www.comune.nole.to.it/delibere.asp ad esempio, un sito fatto molto bene, ci sono le varie delibere del Consiglio e della Giunta comunale, ma non ci sono i contenuti delle delibere che secondo me sono la parte più importante.
      • Anonimo scrive:
        Re: ritardi e inefficenze

        Nel sito del mio Comune
        www.comune.nole.to.it/delibere.asp ad
        esempio, un sito fatto molto bene, ci sono
        le varie delibere del Consiglio e della
        Giunta comunale, ma non ci sono i contenuti
        delle delibere che secondo me sono la parte
        più importante.Sono d'accordo su questa mancanza, anche se questo servizio è almeno una traccia utile per poter richiedere i documenti che sono di pubblico dominio. Tuttavia vedo che invece (tutte) le ordinanze pubblicate sono in formato proprietario (per intenderci .doc) e questo non mi sembra corretto, oltre non seguire le indicazioni nazionali ed europee in merito.Bye, Francesco
  • Anonimo scrive:
    la fede..
    Ogni processo di formazione di attività razionale, si compone delle fasi in sequenza di: conoscenza, critica e proposizione.Se ti negano la conoscenza, se ti impognono la fede, non si può criticare.. non si può proporre.. non ci si può indignare delle loro porcate.
    • Anonimo scrive:
      Re: la fede..
      - Scritto da: Anonimo
      Ogni processo di formazione di
      attività razionale, si compone delle
      fasi in sequenza di: conoscenza, critica e
      proposizione.stupendo.cosa devo studiare, cosa devo leggere per appropriarmi di questi concetti? ti prego help!!!!che libro, che scienza dice questo?o filosofia? chi?
      Se ti negano la conoscenza, se ti impognono
      la fede, non si può criticare.. non
      si può proporre.. non ci si
      può indignare delle loro porcate.verogiustobello
      • Anonimo scrive:
        Re: la fede..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ogni processo di formazione di

        attività razionale, si compone
        delle

        fasi in sequenza di: conoscenza,
        critica e

        proposizione.


        stupendo.
        cosa devo studiare, cosa devo leggere per
        appropriarmi di questi concetti? ti prego
        help!!!!
        che libro, che scienza dice questo?
        o filosofia?
        chi?Si chiama RETORICA ed è grazie a questa che gli avvocati mangiano. Chissà per quale motivo il termine retorica è sempre inteso in senso negativo, quando in realtà si tratta della meravigliosa SCIENZA DELL'ORGANIZZAZIONE DEL PENSIERO.
        • Anonimo scrive:
          Re: la fede..
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Ogni processo di formazione di


          attività razionale, si
          compone

          delle


          fasi in sequenza di: conoscenza,

          critica e


          proposizione.





          stupendo.

          cosa devo studiare, cosa devo leggere
          per

          appropriarmi di questi concetti? ti
          prego

          help!!!!

          che libro, che scienza dice questo?

          o filosofia?

          chi?

          Si chiama RETORICA ed è grazie a
          questa che gli avvocati mangiano.
          Chissà per quale motivo il termine
          retorica è sempre inteso in senso
          negativo, quando in realtà si tratta
          della meravigliosa SCIENZA
          DELL'ORGANIZZAZIONE DEL PENSIERO.si ok ti ringrazio per questo uso negativo che TU hai fatto della RETORICAperchè invece non mi dici da dove viene tratto quel testo?
  • Anonimo scrive:
    http://www.gazzettaufficiale.it/
    Non ci sono le leggi italiane online ?Dopo 15 giorni dalla approvazione di qualsiasi legge o decreto (dicesi vacatio legis, a meno che venga diversamente disposto nella legge stessa) tutte le leggi potranno essere trovate nell'unico strumento UFFICIALE atto alla PUBBLICAZIONE delle leggi stesse, cioè la Gazzetta Ufficiale. La GU ha la sua versione online e.. indovina indovinello!?!?! http://www.gazzettaufficiale.it/ Eccola qui !!Il che non libera i siti ministeriali dalla pubblicazione delle stesse (leggi). Ma, in tutti i casi il lavoro di pubblicazione c'e', è regolare e aggiornato (ultima GU pubblicata: 4/2/04).Stesso discorso per le email, trovo sinceramente opinabile il discorso "non trovo le email dei ministri". Perchè su tutti i siti ci sono. Magari non hai guardato bene :-)--------"Ah, in Italia non funziona mai niente""Ah l'igovemmment: soldi rubati al contribuente""Tutta colpa del Governo!!! (silvio o massimo che sia...)"Tutti (troll) modello M$/LinuZQualunquismo, come qualunquista è questo articolo (e mi sorprende che PI abbia pubblicato un intervento di questa caratura...)Bho Bho, notte...
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.gazzettaufficiale.it/
      - Scritto da: Anonimo
      Non ci sono le leggi italiane online ?
      Dopo 15 giorni dalla approvazione di
      qualsiasi legge o decreto (dicesi vacatio
      legis, a meno che venga diversamente
      disposto nella legge stessa) tutte le leggi
      potranno essere trovate nell'unico strumento
      UFFICIALE atto alla PUBBLICAZIONE delle
      leggi stesse, cioè la Gazzetta
      Ufficiale. La GU ha la sua versione online
      e.. indovina indovinello!?!?!
      www.gazzettaufficiale.it/ Eccola qui !!
      "Il servizio prevede l'accesso a tutte le G.U. pubblicate negli ultimi 60 giorni. All'inizio di una nuova giornata viene inibita la visualizzazione alle G.U. che non rientrano nel periodo di libera consultazione. " Però la legge non prevede ignoranza, io ho bisogno di un testo di tre mesi fa, quindi clicco su "archivio completo" e scopro che la ricerca "è possibile tramite abbonamento annuale a pagamento ed avviene con parola chiave personalizzata". Allora cambio pagina (tanto non ho l'abbonamento, quindi dovrò ingegnarmi altrimenti) e per puro caso finisco qui http://www.admin.ch/ch/index.it.htmlincuriosito clicco a casaccio tra i links e finisco quihttp://www.admin.ch/ch/i/rs/rs.htmlBei colori la pagina, nevverò... Beh continuiamo a navigare... Ohhh il sito del Conseil Constitutionnel (la Corte Costituzionale francese)http://www.conseil-constitutionnel.fr/con tutte le sentenzehttp://www.conseil-constitutionnel.fr/general/decision.htmBello, bello davvero. E noi siamo meglio! Fortunati noi!! Mi sento preso da spirito davvero patriottico, e quasi pensando alla nazionale di calcio grido Forz... ah, già! Non si può più ora quello è il nome di un partito politico, che dà lustro alla Repubblica... Forza Azzurri! (nessun riferimento al colore della camicia dei parlamentari di un certo partito).Come si fa a chiedere la Green Card?http://www.firstgov.gov/index.shtml:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: http://www.gazzettaufficiale.it/
        - Scritto da: Anonimo
        Come si fa a chiedere la Green Card?
        www.firstgov.gov/index.shtmlE l'SSN? OopS! www.ssa.gov..e la Green Card si può pure vincere! ..sempre che uno si riesca a ricordare quando vanno inoltrate le domande.. :(
      • Anonimo scrive:
        fiuuuuu
        Quando ho aperto il thread (gazzettaufficiale.it) mi son detto: "Cristo stavolta hanno messo su un servizio coi fiocchi!"poi leggo...
        [cut] io ho bisogno di un testo
        di tre mesi fa, quindi clicco su "archivio
        completo" e scopro che la ricerca "è
        possibile tramite abbonamento annuale a
        pagamento ed avviene con parola chiave
        personalizzata". ...e mi ritrovo di nuovo nell'Italia che riconosco.Per un attimo mi ero sorpreso!BUAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.gazzettaufficiale.it/
      - Scritto da: Anonimo
      Non ci sono le leggi italiane online ?
      Dopo 15 giorni dalla approvazione di
      qualsiasi legge o decreto (dicesi vacatio
      legis, a meno che venga diversamente
      disposto nella legge stessa) tutte le leggi
      potranno essere trovate nell'unico strumento
      UFFICIALE atto alla PUBBLICAZIONE delle
      leggi stesse, cioè la Gazzetta
      Ufficiale. La GU ha la sua versione online
      e.. indovina indovinello!?!?!
      www.gazzettaufficiale.it/ Eccola qui !!

      Il che non libera i siti ministeriali dalla
      pubblicazione delle stesse (leggi). Ma, in
      tutti i casi il lavoro di pubblicazione
      c'e', è regolare e aggiornato (ultima
      GU pubblicata: 4/2/04).

      Stesso discorso per le email, trovo
      sinceramente opinabile il discorso "non
      trovo le email dei ministri". Perchè
      su tutti i siti ci sono. Magari non hai
      guardato bene :)

      --------

      "Ah, in Italia non funziona mai niente"
      "Ah l'igovemmment: soldi rubati al
      contribuente"
      "Tutta colpa del Governo!!! (silvio o
      massimo che sia...)"
      Tutti (troll) modello M$/LinuZ

      Qualunquismo, come qualunquista è
      questo articolo (e mi sorprende che PI abbia
      pubblicato un intervento di questa
      caratura...)

      Bho Bho, notte... * SI PAGA* , signor fighEttiAccesso archivio completo Gazzette Ufficiali L'accesso all'archivo completo delle Banche Dati ISPOLITEL, con le Gazzette Ufficiali non disponibili gratuitamente,per: - l'utenza privata è possibile tramite abbonamento annuale a pagamento ed avviene con parola chiave personalizzata.Se siete interessati a sottoscrivere un abbonamento per accedere ai servizi telematici ISPOLITEL, potete compilare ed inviare via e-mail la richiesta adesione contratto, oppure stamparla ed inviarla via fax al seguente numero: 06.8508.2520.
      • Anonimo scrive:
        Re: http://www.gazzettaufficiale.it/


           * SI
        PAGA*   , signor fighEtti

        L'accesso all'archivo completo delle Banche
        Dati ISPOLITEL, con le Gazzette Ufficiali
        non disponibili gratuitamente,per:
        - l'utenza privata Guarda, qui le cose sono due:1) in qualche modo lavori per gazzetta ufficiale o altro sito e-gov2) non lavori per siti e-gov, e stai facendo una parodia della mentalità di qualcuno di cui al punto 1)Io spero proprio che il caso sia 2), perchè se invece è 1), sei semplicemente un altro caso di statale borioso e maleducato, che pensa che gli sia tutto dovuto. Il problema dei siti e-gov non sono di tipo tecnico, accessibilità etc. ma che dietro ci sono personaggi come te. Per consultare leggi di più di 3 mesi fa, è un servizio a pagamento? mi piacerebbe poter sapere a chi andrebbero poi quei soldi, se allo stato oppure a una società privata.
        • Anonimo scrive:
          Re: http://www.gazzettaufficiale.it/
          - Scritto da: Anonimo
          Per consultare leggi di più di 3
          mesi fa, è un servizio a pagamento?
          mi piacerebbe poter sapere a chi andrebbero
          poi quei soldi, se allo stato oppure a una
          società privata. Se tanto mi da' tanto, il ricavato servira' per pagare la persona che gestisce le password personalizzate...Il solito caso di tassa finalizzata a giustificare l'esattore.E' vergognoso che delle informazioni pubbliche e di pubblico interesse vengano fornite a pagamento.Mi viene voglia di mirrorare il sito della G.U. tutti i giorni e mettere in linea uno storico dei contenuti, in formato gratuito e accessibile...Quasi quasi...
          • ryoga scrive:
            Re: http://www.gazzettaufficiale.it/
            Ma dico io......"A scrocco e' tutto piu' bello?"Fino a ieri si pagava la G.U. ogni qualvolta serviva. NESSUNO RECLAMAVA ( o sbaglio ? )Oggi, si continua a pagare la G.U. anche online ( con un abbonamento puoi leggerti TUTTI i numeri ) e c'e' gente che si lamenta.Siete INCONTENTABILI.
        • Anonimo scrive:
          Re: http://www.gazzettaufficiale.it/
          - Scritto da: Anonimo



             * SI

          PAGA*   , signor fighEtti



          L'accesso all'archivo completo delle
          Banche

          Dati ISPOLITEL, con le Gazzette
          Ufficiali

          non disponibili gratuitamente,per:

          - l'utenza privata

          Guarda, qui le cose sono due:
          1) in qualche modo lavori per gazzetta
          ufficiale o altro sito e-gov
          2) non lavori per siti e-gov, e stai facendo
          una parodia della mentalità di
          qualcuno di cui al punto 1)

          Io spero proprio che il caso sia 2),
          perchè se invece è 1), sei
          semplicemente un altro caso di statale
          borioso e maleducato, che pensa che gli sia
          tutto dovuto. Il problema dei siti e-gov non
          sono di tipo tecnico, accessibilità
          etc. ma che dietro ci sono personaggi come
          te. Per consultare leggi di più di 3
          mesi fa, è un servizio a pagamento?
          mi piacerebbe poter sapere a chi andrebbero
          poi quei soldi, se allo stato oppure a una
          società privata.
          non hai capito un cazzo.stavo dicendo all'altro tizio che dice che si accede a tutto, che non è vero, ovvero che si accede SOLO SE SI PAGA.ok?quindi non è vero che si accede.ora ti è tutto chiaro Sherlock dei miei stivali?
  • Anonimo scrive:
    Per non parlare dei motori
    Io mi sono imbattuto spesso, anzi direi troppo spesso, in motori di ricerca che non funzionano, in link che non portano a nulla.E meno male che siamo all'avanguardia!Scommetto che un ragazzino avrebbe saputo fare meglio ma si sa come vanno queste cose: arriva uno che dice "so fare il sito", gli mettono in mano qualche decina di migliaia di euro e tanto poi nessuno di quelli che ha commissionato il lavoro è in grado di valutare il lavoro!!!Stanca, pensaci tu se ci tieni d'avvero :oEndemol
    • Anonimo scrive:
      Re: Per non parlare dei motori
      - Scritto da: Anonimo
      Io mi sono imbattuto spesso, anzi direi
      troppo spesso, in motori di ricerca che non
      funzionano, in link che non portano a nulla.

      E meno male che siamo all'avanguardia!

      Scommetto che un ragazzino avrebbe saputo
      fare meglio ma si sa come vanno queste cose:
      arriva uno che dice "so fare il sito", gli
      mettono in mano qualche decina di migliaia
      di euro e tanto poi nessuno di quelli che ha
      commissionato il lavoro è in grado di
      valutare il lavoro!!!e ce ne fosse uno "any browser" o bobbi-checked ... o pensato anche per i ciechi ... o per chi ha un modem 56Kma soprattutto contenuti! contenuti aggiornatie risposte via mail dalla pubblica amministrazionela maggior parte delle persone ha bisogno di risposte.assumete giovani, ragazzi e metteteli li a rispondere alle mail, cazzo!le domande saranno sicuramente sempre le stesse dopo un paio di mesi!
Chiudi i commenti