ARS Toscana, attacco ransomware: nessun dato perso

Attacco ransomware ARS Toscana: nessun dato perso

Ancora un attacco, ancora una volta di tipo ransomware: questa volta a finire nel mirino è stata l'Agenzia Regionale di Sanità della Toscana.
Ancora un attacco, ancora una volta di tipo ransomware: questa volta a finire nel mirino è stata l'Agenzia Regionale di Sanità della Toscana.

L’infrastruttura informatica dell’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana è stata interessata da un attacco perpetrato nei giorni scorsi. Fortunatamente, rispetto a quanto avvenuto qualche settimana fa nel Lazio, le conseguenze non sembrano altrettanto gravi.

ARS Toscana: attacco ransomware senza conseguenze

I dettagli riportati da ANSA fanno riferimento alla distruzione di numerosi dati epidemiologico-statistici, ma i tecnici si sono subito messi al lavoro in modo da recuperarli e ripristinarli, grazie ai backup effettuati. Non c’è stato alcun furto di informazioni e non sussistono rischi inerenti la privacy, poiché l’ARS non impiega dettagli di natura personale nell’ambito dei propri studi.

L’azione malevola risalirebbe alla notte tra martedì 17 e mercoledì 18 agosto, eseguita attraverso l’impiego di un non meglio precisato ransomware, ben presto individuato e bloccato. Non si ha notizia di alcuna richiesta per il pagamento di riscatto. Sarà sporta denuncia alla Polizia Postale. La regione specifica inoltre che nessun servizio è stato interrotto.

Fonte: ANSA
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 ago 2021
Link copiato negli appunti