Artemis promette banda wireless per tutti

Una start-up intende risolvere il problema dell'affollamento della banda delle reti cellulari con una nuova tecnologia di celle territoriali, un sistema che dovrebbe garantire il massimo della velocità per tutti

Roma – Si chiama Artemis la società che vuole proporre una soluzione tecnologica innovativa al problema – sempre più pressante – della scarsità di banda per le comunicazioni telematiche su reti cellulari. La start-up propone di rinnovare il concetto stesso di cella territoriale, garantendo altresì che le singole connessioni degli utenti vadano sempre al massimo del bitrate consentito dal carrier.

pCell, questo il nome della nuova tecnologia di cella sviluppata da Artemis, sostituisce le stazioni base delle celle già esistenti con una nuova soluzione chiamata pWaves : un apparato pWave funziona alla stessa maniera delle stazioni tradizionali con la sola, significativa differenza che i segnali radio sovrapposti vengono combinati per sintetizzare uno spazio di comunicazione wireless personale per ogni singolo utente collegato alla cella.

Laddove le stazioni tradizionali sprecano banda nel tentativo di eliminare le interferenze, dunque, una stazione pWave sfrutta la banda che andrebbe sprecata per creare una vera e propria “bolla” wireless specifica per ogni utente – una bolla che garantirebbe una banda di comunicazione sempre ottimale e che seguirebbe l’utente dovunque questi andasse, indipendentemente dalla posizione geografica.

L’adozione della tecnologia pCell non è ovviamente a costo zero, visto che per raggiungere i risultati promessi da Artemis occorre installare gli apparati pWave per sostituire le stazioni radio di vecchia concezione – i terminali LTE degli utenti non vanno cambiati. Un’impresa a ogni modo non da poco, e infatti la società comincia dal basso rivolgendosi ai piccoli provider interessati a implementare una rete pCell completa.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    amerikani col kappa
    non mi meraviglerei se un Minutemen cadesse "per sbaglio" su Addis abeba.
  • Jerko scrive:
    Uomo che morde cane
    Nel giornalismo si dice che non fa notizia quando un cane morde un uomo, ma quando un uomo morde un cane. :-)
  • ... scrive:
    a quando una denuncia afgana?
    mi aspetto a breve una denucia all'ONU da parte di migliaia di cittadini Afgani con il PC infettato da malware di stato USA.
  • ... scrive:
    sporchi negri, come osano?!?!?
    ma come, degli sporchi negri (e' scientificamente provato che sono privi di anima e quindi, per definizione, non-umani) osano spiare un semidio appartenente alla nazione eletta? Sono sicuramente de pedo-XXXXX-cyber-terro-satanisti affiliati ad alkaeda. La sesta flotta sta gia scaldando i motori, tempo 10 giorni e di Adis abeba non restera' pietra su pietra!
  • utente scrive:
    Chi la fa l'aspetti
    Gli USA non possono mica spiare ogni essere umano del pianeta e poi lamentarsi se anche gli altri stati fanno lo stesso.
    • Dogma scrive:
      Re: Chi la fa l'aspetti
      - Scritto da: utente
      Gli USA non possono mica spiare ogni essere umano
      del pianeta e poi lamentarsi se anche gli altri
      stati fanno lo
      stesso.Classsico esempio dell'ipocrisia Usa.
    • Gli USA scrive:
      Re: Chi la fa l'aspetti
      - Scritto da: utente
      Gli USA non possono mica spiare ogni essere umano
      del pianeta e poi lamentarsi se anche gli altri
      stati fanno lo
      stesso.Possiamo. :@
    • thebecker scrive:
      Re: Chi la fa l'aspetti
      - Scritto da: utente
      Gli USA non possono mica spiare ogni essere umano
      del pianeta e poi lamentarsi se anche gli altri
      stati fanno lo
      stesso.Se sono gli USA a spiare tutto il mondo sono i buoni che lo fanno per difendere la nostra sicurezza se altri spiano gli USA sno sicuramente stati canaglia (per la serie: come ragiona il governo USA ) :D
      • ... scrive:
        Re: Chi la fa l'aspetti
        - Scritto da: thebecker
        - Scritto da: utente

        Gli USA non possono mica spiare ogni essere
        umano

        del pianeta e poi lamentarsi se anche gli altri

        stati fanno lo

        stesso.

        Se sono gli USA a spiare tutto il mondo sono i
        buoni che lo fanno per difendere la nostra
        sicurezza se altri spiano gli USA sno sicuramente
        stati canaglia (per la serie: come ragiona il
        governo USA )
        :Dfinche centinaia di milioni di babbei gli danno i dati su facebook di propria volonta', magari fanno pure bene ad approfittarne.
Chiudi i commenti