ASUS P5N32-SLI Deluxe

Il nuovo prodotto di punta ASUS, costruito appositamente per il mercato Intel Pentium D

Asus non ha certo bisogno di presentazioni, così come i suoi prodotti, che ricoprono ogni fascia del mercato grazie al sottomarchio dedicato alla low-end ASRock, e ai vari prodotti che spaziano dalla motherboard per OEM a quella per i veri appassionati.

Stavolta ci troviamo di fronte ad un esempio lampante del secondo caso, una scheda costruita con le tecnologie di punta e dotata di tutte le caratteristiche opzionali e non che faranno felice qualsiasi maniaco del PC, o il più esigente degli utenti. ASUS P5N32-SLI Deluxe , costruita intorno al chipset nVIDIA nForce SLI Intel Edition 16x, con supporto per 40 canali PCI Express, la scheda è dotata di caratteristiche esclusive, come regolatore di voltaggio ad 8 fasi, dissipatore passivo su northbridge e mosfets, porta SATA esterna compatibile con Hot-Plug ed Hot-Swap, senza dimenticare il modulo opzionale WiFi 802.11g, accessorio al quale ASUS ci ha abituati già da alcuni anni.

La scheda è ovviamente compatibile con tutti i processori LGA 775 di ultima generazione, Pentium D inclusi, supporta fino a 16 GB di memoria DDR2 di tipo 667/533 e, come suggerisce il nome, supporta la modalità dual card SLI con due schede nVIDIA, in modalità 2 x 16x.

Test e conclusioni
ASUS P5N32-Sli Sul sito Anandtech è presente una recensione piuttosto entusiasta della ASUS P5N32-SLI Deluxe. Si tratterebbe di una delle migliori schede provate negli ultimi anni, ciò grazie ad un chipset che ha raggiunto una notevole evoluzione ed un brand che ha personalizzato la scheda con soluzioni atte a migliorare la stabilità generale (e di conseguenza anche le capacità di overclock).

Innanzitutto, si nota nella recensione, la scheda è stata in grado di esercitare un carico minore sulla CPU, facendo in modo che funzionasse a pieno carico con una temperatura inferiore di 5 gradi rispetto alle altre schede. Ciò si è tradotto anche in un overclock superiore alla norma, in quanto un processore che generalmente raggiungeva i 3,9 GHz, è stato portato su questa scheda a ben 4,2 GHz.

In fase di test la scheda si è comportata in maniera impeccabile. Il chipset Intel i955 è stato superato nella maggior parte dei test, mentre la scheda ASUS P5N32-SLI Deluxe si è piazzata in testa in quasi tutti i benchmark, anche se di pochi punti percentuali, confermando però l’ottimizzazione di questo modello. Nei test gaming la scheda domina i benchmark, anche in maniera piuttosto concreta, distanziando le schede rivali facenti uso dello stesso chipset.

Una scheda madre a tutto tondo insomma, capace di accontentare chi vuole il meglio dal proprio computer, con un occhio di riguardo agli appassionati di overclock e ai giocatori di alto livello. Tutto questo ovviamente ha un prezzo, ma per chi preferisce accontentarsi di un modello inferiore i costi sono più contenuti. Il modello P5N32-SLI Deluxe è reperibile in Italia ad un prezzo che si aggira intorno ai 200 euro, IVA inclusa.

Giovanni Fedele

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • avvelenato scrive:
    Non vedo la novità
    http://www.m-sys.com/site/en-US/questi lo fanno da anni
  • danieleNA scrive:
    utente comune
    dichiarano che questo loro prodotto non è pensato per l'utente comune.Ma vi pare che si lasceranno scappare un mercato molto ricco come quello dei normali computer?O che qualche altra azienda non stia facendo qualcosa del genere?
    • avvelenato scrive:
      Re: utente comune
      - Scritto da: danieleNA
      dichiarano che questo loro prodotto non è pensato
      per l'utente comune.
      Ma vi pare che si lasceranno scappare un mercato
      molto ricco come quello dei normali computer?l'utente comune non ha soldi a sufficienza.sono dischi che possono costare quanto un'automobile
      O che qualche altra azienda non stia facendo
      qualcosa del genere?molto vicina ci è andata gigabyte, con una scheda pci detta iRAM, che contiene 4 slot per ram ddr, supportanti fino a 8 gb. Ovviamente non si tratta di memoria flash, ma di normale ram, che viene tenuta accesa anche a pc spento prendendo corrente un po' dagli amperaggi ATX presenti anche a pc spento, un po' da una batteria ricaricabile. Quindi l'affidabilità è tutta da vedere... io personalmente se avessi i soldi ci proverei.
Chiudi i commenti