Atari: rimuovete quelle recensioni

La casa sarebbe partita lancia in resta contro quei siti che hanno pubblicato recensioni di Alone in the Dark prima dell'uscita. I legali dell'azienda vorrebbero la rimozione dei testi. Che peraltro stroncano il game
La casa sarebbe partita lancia in resta contro quei siti che hanno pubblicato recensioni di Alone in the Dark prima dell'uscita. I legali dell'azienda vorrebbero la rimozione dei testi. Che peraltro stroncano il game

Circola rapidamente, gonfiandosi di ora in ora, la notizia di un’azione legale che Atari , storico marchio del mondo videoludico, starebbe conducendo contro alcuni siti web. Sarebbero colpevoli, stando a quanto riportato da siti di settore, di aver pubblicato recensioni di giochi non ancora usciti sul mercato utilizzando software pirata non autorizzato, e dunque falsando i risultati.

la copertina del gioco Apparentemente, Atari ritiene che qualcuno di coloro che ha pubblicato quelle recensioni, peraltro spesso negative , lo abbia fatto violando gli accordi di riservatezza assunti con l’azienda. Atari minaccerebbe dunque un’offensiva legale contro tutti quei siti, di varia nazionalità, che hanno pubblicato review di uno dei titoli di punta della casa.

Ad annunciare di essere oggetto dell’azione dei legali Atari era stato già nei giorni scorsi il sito tedesco 4players.de , secondo cui l’offensiva sarebbe da leggere come una reazione al fatto che le recensioni di Alone in the Dark , il titolo della casa, non siano positive. Il sito afferma che i legali di Atari avrebbero scritto anche per affermare che la copia usata per i test non può che essere una copia scaricata illegalmente, in quanto la copia da recensire non era stata inviata dall’azienda al sito nei tempi per quella recensione poi pubblicata. Un’accusa che il sito respinge, sostenendo che da anni, come altri player del settore, riesce spesso a farsi consegnare in anticipo dai dealer copie di giochi di imminente uscita. Il sito ha peraltro deciso di non rimuovere la propria recensione.

Ci sono poi siti che ci vanno giù pesante nel ricostruire l’accaduto, rispedendo peraltro al mittente qualsiasi accusa. Come Gamer.nl , ad esempio. Fa sapere che non più di un’ora dopo la pubblicazione della recensione, “Atari ha chiamato chiedendo che la rimuovessimo, sostenendo che vi era un embargo fino a venerdì. Ma la nostra copia da recensire ci era stata inviata da Atari stessa, non è una copia pirata. E ci hanno detto esplicitamente che avrebbero consentito la pubblicazione prima dell’embargo solo a recensioni che fornissero un alto punteggio” (al gioco, ndr.).

Situazioni del tutto simili sono state riportate da altri siti, come Gamer.no , che ha pubblicato una recensione tutt’altro che favorevole .

Al momento Atari, controllata da Infogrames, non ha smentito né confermato l’accaduto.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 06 2008
Link copiato negli appunti