Athlon 64 al debutto

AMD ha lanciato l'attesa famiglia di processori a 32/64 bit che eredita la stessa architettura di Opteron portandola nel mondo dei PC desktop e dei notebook. Un modello è dedicato ai videogamer
AMD ha lanciato l'attesa famiglia di processori a 32/64 bit che eredita la stessa architettura di Opteron portandola nel mondo dei PC desktop e dei notebook. Un modello è dedicato ai videogamer


San Francisco (USA) – Dopo aver dominato per anni il mercato dei server di fascia alta, e dopo aver fatto capolino sui nuovi PowerMac G5 di Apple, i 64 bit fanno oggi il loro debutto sul mercato dei PC con Athlon 64, la nuova famiglia di processori marchiata AMD che, come Opteron, si basa sulla giovane architettura AMD64.

I processori Athlon 64 si dividono nella linea Desktop, dedicata ai PC da tavolo, e in quella Mobile, dedicata invece ai notebook. Della prima fanno parte gli Athlon 64 standard, orientati al mercato mainstream, e gli Athlon 64 FX, indirizzati invece ad una fascia di utenti più esigente quali appassionati di giochi, power user e creatori di contenuti digitali. Della seconda fanno invece al momento parte solo gli Athlon Desktop Replacement, chip destinati all’omonima categoria di notebook tipicamente rappresentata da portatili all-in-one con peso compreso tra 2,8 e 3,3 Kg.

Nei suoi annunci AMD ha dato particolare enfasi alla versione FX di Athlon 64 , attualmente rappresentata dalla serie 51 con clock a 2,2 GHz. È questa infatti la versione più potente (e costosa) della famiglia di chip desktop a 64 bit di AMD e quella con maggiori possibilità di ben figurare nei benchmark. Il chipmaker di Sunnyvale sostiene che le CPU FX aprono l’era del “cinematic computing” , ovvero la possibilità di creare contenuti, e in particolare videogiochi, con un realismo che, secondo AMD, “oggi è possibile trovare solo nei film di qualità DVD”.

“Gli appassionati di PC e videogiochi sono i veri driver del mercato. Sono loro che influenzano le scelte e le strategie delle aziende del settore”, ha sottolineato Dirk Meyer, senior vice president Computation Products Group di AMD. “Abbiamo realizzato AMD Athlon 64 FX appositamente per questi consumatori, che da oggi potranno trascorrere ancora più tempo giocando e creando contenuti digitali sempre nuovi”.

“I videogiocatori saranno colpiti dalla potenza dell’architettura AMD64. Stiamo già sperimentando le performance garantite dagli ambienti a 64-bit, ma ciò che intendiamo fare nel prossimo futuro stupirà anche gli hardcore gamer”, ha aggiunto Tim Sweeney, fondatore e presidente di Epic Games , azienda creatrice della nota serie di titoli “Unreal”.

Alla luce di questi annunci appare ancor meno casuale la scelta di Intel di rilasciare entro due mesi una versione “pompata” del Pentium 4 , battezzata Extreme Edition , specificamente indirizzata agli hardcore gamer e agli utenti di PC più esigenti.

Se AMD per le versioni standard e mobili dell’Athlon 64 ha adottato uno schema di numerazione dei modelli simile a quello attualmente impiegato per gli Athlon XP, per l’Athlon 64 FX ha invece preferito orientarsi, come ha già fatto con Opteron, su di un indice prestazionale che non è più espressione di un ipotetico valore in megahertz .

L’Athlon 64 Mobile è una versione a basso consumo che implementa la tecnologia di risparmio energetico PowerNow. Come si è detto in precedenza, fanno al momento parte di questa linea solo modelli Desktop Replacement, tuttavia è prevedibile che nel prossimo futuro il chipmaker di Sunnyvale introduca, come ha fatto nella famiglia Athlon XP, versioni Mainstream e Low Voltage.

Ecco le altre caratteristiche nei nuovi chip di AMD insieme a disponibilità e prezzi.


Tutte le versioni di Athlon 64, sia desktop che mobile, condividono lo stesso processo di fabbricazione a 0,13 micron, lo stesso numero di transistor (105,9 milioni) e la stessa quantità di cache, pari a 128 KB per il primo livello e 1 MB per il secondo livello. Ciò in cui differiscono, a parte eventualmente la frequenza di clock, è il tipo di socket – 940 per l’Athlon 64 FX, 754 per l’Athlon 64 standard e 754 uPGA per l’Athlon 64 Mobile – e l’ampiezza di banda fra processore e resto del sistema data dalla velocità del bus HyperTransport: mentre l’Athlon 54 FX può raggiungere fino a 12,8 GB/s, l’Athlon 64 standard ne può raggiungere 9,8 e l’Athlon Mobile 9,1. Solo le versioni desktop, inoltre, adottano un controller di memoria a 128 bit con ECC a 16 bit (contro i 64 bit e gli 8 bit dei modelli Mobile) e supportano le memorie DDR SRAM a 400 MHz (PC3200).

È ormai risaputo come la caratteristica saliente della famiglia di chip Athlon 64, data dall’architettura AMD64, sia quella di poter eseguire indifferentemente codice a 32 e 64 bit , rendendolo così particolarmente adatto per quegli utenti che, pur volendo saggiare i benefici delle applicazioni a 64 bit, non vogliono rinunciare all’attuale bacino di software a 32 bit.

AMD ha spiegato che alcuni dei più importanti benefici apportati dalla sua tecnologia a 64 bit consisteranno in “un più rapido download delle applicazioni e un miglior multi-tasking. Gli utenti potranno inoltre visualizzare immagini molto realistiche, disporre di suoni più ricchi in applicazioni di intrattenimento digitale come i giochi, la riproduzione di filmati video e audio”.

Il processore Athlon 64 è disponibile nel modello 3200+ per sistemi desktop al costo di 417 dollari e nei modelli 3200+ e 3000+ per sistemi notebook rispettivamente al prezzo di 417 e 278 dollari. Il processore Athlon 64 FX è disponibile nella serie FX-51 al prezzo di 733 dollari. Tutti i prezzi s’intendono per ordini di 1.000 unità.

AMD afferma di aver già ricevuto ordinativi da parte di oltre 60 produttori di tutto il mondo, mentre sarebbero più di 150 quelli ad aver annunciato l’imminente rilascio di sistemi basati sui nuovi chip a 64 bit: fra questi HP , che prevede di commercializzare i primi modelli di Pavilion e Compaq Presario basati su Athlon 64 nel corso del quarto trimestre, e altri nomi noti come Fujitsu-Siemens e Packard Bell .

Con le sue nuove famiglie di chip, AMD spera di tornare a erodere quote di mercato a Intel e superare la crisi del 2002, anno in cui ha dovuto cedere terreno all’avversaria. A giugno il chipmaker di Sunnyvale deteneva il 16,6% del mercato dei PC contro l’81,7% del colosso di Santa Clara.

In concomitanza con il lancio di Athlon 64, Microsoft ha annunciato il rilascio di una versione beta di Windows XP 64-Bit Edition, un sistema operativo che, come si è anticipato lo scorso aprile, supporterà sia i processori Itanium di Intel che i chip Opteron e Athlon 64 di AMD.

Intel per il momento rimane scettica nel proporre sul segmento desktop un chip a 64 bit preferendo ottimizzare l’attuale architettura a 32 bit dei P4 con tecnologie come HyperThreading.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 09 2003
Link copiato negli appunti