Athlon 64 sposa i notebook ultrasottili

Arrivano due nuovi modelli di Athlon 64 a basso consumo indirizzati ai PC portatili più sottili e leggeri, sistemi che, al pari dei desktop, sono dunque pronti a migrare verso i 64 bit
Arrivano due nuovi modelli di Athlon 64 a basso consumo indirizzati ai PC portatili più sottili e leggeri, sistemi che, al pari dei desktop, sono dunque pronti a migrare verso i 64 bit


Sunnyvale (USA) – AMD semina la propria tecnologia a 32/64 bit anche sul mercato dei notebook thin-and-light, e lo fa lanciando due nuovi modelli di Athlon 64 a basso consumo: il 2800+ e il 2700+.

Come gli altri chip della loro classe, anche i due nuovi modelli integrano la tecnologia per il risparmio energetico PowerNow! e la tecnologia di sicurezza Enhanced Virus Protection, la stessa che verrà supportata dal Service Pack 2 per Windows XP.

Fra i primi notebook ad adottare i nuovi chip mobile di AMD vi saranno il modello Ferrari di Acer e alcuni modelli del produttore cinese Amoi.

L’Athlon 64 2800+ e il 2700+ costano rispettivamente, per ordini non inferiori alle 1.000 unità, 241 dollari e 209 dollari.

Nell’ultimo anno AMD ha rivolto molta più attenzione, rispetto a quanto abbia fatto in passato, al mercato dei processori a basso consumo. Nel 2003 ha lanciato la prima famiglia di processori mobile dedicati ai notebook ultraleggeri, l’Athlon XP-M, a cui si è di recente aggiunto l’attuale modello più veloce , il 2100+.

Recentemente il chipmaker di Sunnyvale ha lanciato un chip a basso consumo anche per il mondo dei server: si tratta dell’ Opteron EE , in grado di abbassare il consumo energetico intorno ai 30 watt.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 05 2004
Link copiato negli appunti