ATI pompa CrossFire con Xpress 3200

Con il nuovo chipset per PC Xpress 3200 ATI rilancia la sfida al più blasonato nForce 4 di Nvidia, e con l'occasione raddoppia i canali di comunicazione PCI Express a tutto beneficio delle configurazioni CrossFire

Markham (Canada) – La guerra di mercato tra ATI e Nvidia si è da tempo estesa anche al settore dei chipset per schede madri, un ambito con cui entrambi i produttori sperano di trainare le rispettive tecnologie dual-card , CrossFire e SLI . L’ultima proposta di ATI in questo comparto è CrossFire Xpress 3200 , anche noto con il nome in codice RD580 , un chipset per motherboard Socket 939 che si pone in diretta rivalità con l’nForce 4 SLI 16x di Nvidia.

A distinguere maggiormente Xpress 3200 dal precedente modello 200 è la doppia interfaccia di comunicazione x16 PCI Express : questa mette a disposizione di ciascuno slot, ovvero di ciascuna delle due schede grafiche supportate dall’architettura CrossFire, 16 linee dati e una banda passante effettiva di 8 gigabyte al secondo. ATI afferma che questa caratteristica elimina i colli di bottiglia tipici delle soluzioni “pseudo x16”, che assegnano a ciascuno slot solo 8 linee dati. I benefici introdotti dalla doppia interfaccia PCI Express oggi appaiono ancora marginali, ma sono destinati a divenire sempre più importanti con l’aumentare della potenza delle GPU.

Logo Xpress 3200 ATI afferma che il suo nuovo chipset è nato con l’overclocking nel sangue , ed è quindi in grado di accontentare anche gli utenti più smanettoni che desiderano spremere ogni goccia di potenza dal proprio PC. Il chip fornisce un certo numero di funzioni dedicate all’overclocking, tra le quali la possibilità di intervenire “di fino” su parametri come il voltaggio e la frequenza di clock di ciascun componente.

Compatibile con i processori Athlon 64 , Athlon 64 FX, Athlon 64 X2 Dual-Core e Sempron, Xpress 3200 supporta il bus HyperTransport con clock di 1 GHz o superiore, fino a 4 DDR DIMM in configurazione dual-channel, la specifica High-Definition Audio, 8 porte USB 2.0, fino a 7 slot PCI 2.3, controller ATA/133 e SATA/150 con RAID 0 e 1, e Trusted Platform Module 1.1 e 1.2. I driver del chipset sono disponibili sia per Windows che per Linux.

Le specifiche tecniche integrali di Xpress 3200 possono essere consultate qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti