ATI porta il 3D sui cellulari

Il chipmaker canadese ha lanciato la sua prima famiglia di chip grafici per telefoni cellulari PDA che integra alcune delle tecnologie 3D presenti nelle schede grafiche per PC
Il chipmaker canadese ha lanciato la sua prima famiglia di chip grafici per telefoni cellulari PDA che integra alcune delle tecnologie 3D presenti nelle schede grafiche per PC


Markham (Canada) – La blasonata accelerazione 3D di ATI sbarca anche sui dispositivi più piccoli, telefoni cellulari e PDA. Il chipmaker canadese ha infatti annunciato una nuova linea di coprocessori, Imageon 2300, progettati per portare anche sui device palmari alcune delle funzionalità 3D che si trovano da anni sulle schede grafiche per PC.

I chip Imageon 2300 integrano un motore grafico 2D e 3D, un decoder MPEG-4, il supporto alla codifica/decodifica delle immagini JPEG ed un sistema per l’elaborazione delle immagini catturare da una fotocamera con risoluzione massima di 2 megapixel.

I nuovi chipset grafici si basano su alcune delle tecnologie 3D integrate nella serie di acceleratori grafici Rage e Radeon, qui ottimizzate e riadattate per funzionare con risorse hardware assai più ridotte di quelle disponibili su in un computer desktop. I coprocessori Imageon 2300 hanno un quantità di memoria video sufficiente per supportare risoluzioni massime di 320 x 240 pixel, oggi lo standard più diffuso per PDA e smartphone.

Le funzioni 3D includono texture combining, perspective correction, mip-mapping, bilinear e trilinear filtering, dithering e alpha blending. Il motore grafico, che include una pipeline di rendering e un’unità per le texture, è in grado, secondo ATI, di calcolare fino a 1 milione di triangoli al secondo. Il chip può girare ad una frequenza di clock massima di 100 MHz.

ATI ha dimostrato le potenzialità dei suoi nuovi chipset grafici con una versione “pocket” del videogioco MotoGP che girava a circa 20 frame al secondo.

I chippetti della serie Imageon 2300 consumano dai 20 ai 70 mW, assai meno, secondo il produttore, di quanto consumerebbe la CPU principale per elaborare la stessa quantità di dati.

Le caratteristiche tecniche dei nuovi chip di ATI sono disponibili qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 01 2004
Link copiato negli appunti