ATI spara i chip grafici X700

Il chipmaker canadese ha lanciato sul mercato una nuova famiglia di processori grafici che va a battagliare con i GeForce 6600 sulla fascia del mercato mainstream. Prezzi sotto i 200 dollari
Il chipmaker canadese ha lanciato sul mercato una nuova famiglia di processori grafici che va a battagliare con i GeForce 6600 sulla fascia del mercato mainstream. Prezzi sotto i 200 dollari


Markham (Canada) – ATI riaccende la sfida con Nvidia sul mercato delle schede grafiche mainstream, e lo fa lanciando Radeon X700, una nuova famiglia di processori grafici destinati ad entrare in diretta competizione con i GeForce 6600 della rivale.

I nuovi chip, progettati per schede grafiche con prezzo inferiore o di poco superiore ai 200 dollari, condividono buona parte delle funzionalità alla base del processore X800 , e introducono nel segmento medio-basso del mercato un’architettura con 8 pipeline per l’elaborazione dei pixel e 6 motori per il calcolo dei vertici. Oltre che per accelerare la grafica 3D, queste stesse pipeline vengono utilizzare dal software del chip per migliorare la qualità della riproduzione video (de-interlacing e smoothing).

Le nuove GPU supportano vari tipi di memoria SDRAM, tra cui DDR e GDDR 3, e adottano un bus con la memoria di 128 bit.

La famiglia di chip X700 includerà i modelli XT, Pro e standard: questi si differenziano per la velocità di clock del core (rispettivamente di 475, 425 e 400 MHz) e della memoria (1050, 860 e 700 MHz) e per la quantità di RAM video integrata (128 o 256 MB).

Il prezzo delle schede grafiche equipaggiate con il processore X700 partirà da 149 dollari, mentre quello dell’X700 Pro e dell’XT partirà da 199 dollari. Fra i produttori ad aver già annunciato l’imminente rilascio di schede basate sulla versione Pro della nuova GPU vi sono Abit, Asus, Diamond, Giga-Byte, MSI, Sapphire e Visiontek.

ATI ha anche annunciato la commercializzazione del chipset grafico All-in-Wonder X600 Pro con bus PCI Express, una versione economica del modello XT lanciato all’inizio di settembre.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 09 2004
Link copiato negli appunti