ATi tira a lucido i driver Catalyst

Il produttore canadese ha rilasciato una nuova versione dei propri driver Catalyst che supporta la nuova funzione di overclocking introdotta con la scheda grafica Radeon 9800XT e nuove funzionalità per la stabilità e le prestazioni
Il produttore canadese ha rilasciato una nuova versione dei propri driver Catalyst che supporta la nuova funzione di overclocking introdotta con la scheda grafica Radeon 9800XT e nuove funzionalità per la stabilità e le prestazioni

Markham (Canada) – ATi ha rilasciato una nuova versione dei propri driver grafici unificati, i Catalyst 3.8, che proclama essere “il più importante aggiornamento software nella storia dell’azienda”.

A rendere tanto speciali i nuovi driver sono, secondo il produttore canadese, le nuove funzionalità che essi introducono. La prima di queste, Overdrive, è particolarmente inconsueta perché, di fatto, semplifica e incoraggia una pratica controversa come l’ overclocking , tradizionalmente osteggiata dai produttori di hardware.

Supportato per ora esclusivamente dall’imminente scheda grafica Radeon 9800XT , Overdrive si occupa di controllare costantemente la temperatura del processore grafico in modo da ridurre dinamicamente la sua frequenza di clock nel caso in cui la colonnina di mercurio superi una certa soglia critica: in questo modo è possibile spingere la scheda a frequenze più elevate di quelle nominali senza incorrere nel pericolo di bruciare il chip.

Come a sottolineare che questa funzionalità non è stata introdotta per risolvere un deficit del proprio sistema di raffreddamento, ATi dichiara espressamente che Overdrive “non riduce mai la velocità del processore grafico al di sotto di quello preimpostato in fabbrica”.

L’altra funzionalità sotto i riflettori porta il nome di VPU Recover ed è stata progettata per resettare l’acceleratore grafico nel caso in cui questo non risponda più ai driver per un certo periodo di tempo. ATi spiega che tale evento, che in genere si verifica in seguito al crash del processore video, in passato costringeva l’utente a riavviare il computer: il sistema VPU Recover tenta invece di risolvere la situazione di stallo dapprima azzerando lo stato della scheda video e, se questo non dovesse essere sufficiente, chiudendo automaticamente l’applicazione che ha causato l’errore irreversibile.

“VPU Recover – dichiara ATi – ridurrà significativamente il numero di crash di sistema causati dal blocco dell’hardware grafico. Questo permetterà di minimizzare le interruzioni ed eliminare potenzialmente tutte quelle situazioni in cui il lavoro può andar perso”.

Smartshader è invece una nuova funzionalità prettamente grafica che permette di applicare alcuni degli effetti tipici della tecnica di rendering pixel shader a quei giochi, sia Direct3D che OpenGL, sviluppati prima del suo avvento.

“I giocatori – spiega ATi – possono ora sperimentare i loro giochi preferiti in un ambiente visuale totalmente nuovo con sbalorditivi effetti shader come Inverse-Color, Sketch, Stylized Black & White e ASCII”.

La funzione Pixel Shader permette di calcolare i parametri di colorazione, ombreggiatura e illuminazione di ogni singolo pixel che compone una texture e consentire così agli sviluppatori di programmare effetti completamente nuovi, quali la simulazione delle complesse superfici dei materiali organici.

Tra le altre novità introdotte da ATi nei Catalyst 3.8 c’è anche un rinnovato pannello di controllo che combina i tab dedicati a Direct3D e OpenGL; una nuova opzione che permette finalmente di creare profili di configurazione per ogni gioco; una funzione TV Overscan per la gestione del video a pieno schermo sulla TV.

ATi sostiene che i nuovi Catalyst incrementano le prestazioni generali e, in particolare, la gestione dello Z-buffer supportata dalla funzione HyperZ. Oltre a questo, la nuova release dei driver mette una pezza a diversi bug e problemi con giochi e benchmark ed estende il supporto a Linux.

Insieme ai propri driver, ATi ha aggiornato anche i software che corredano le sue schede grafiche, fra cui il Multimedia Center, che introduce, fra gli altri, alcuni miglioramenti al player multimediale, e l’Hydravision Basic Edition, che migliora le funzionalità per il controllo di più display.

I Catalyst 3.8 possono essere scaricati da qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 10 2003
Link copiato negli appunti