Los Angeles: attacco ransomware alla scuola

Los Angeles: attacco ransomware alla scuola

La minaccia dei ransomware torna a farsi sentire, prendendo di mira questa volta il mondo della scuola: attacco registrato a Los Angeles.
La minaccia dei ransomware torna a farsi sentire, prendendo di mira questa volta il mondo della scuola: attacco registrato a Los Angeles.

Proprio nei giorni del Back to School, una minaccia ransomware si è abbattuta sul mondo della scuola. È accaduto oltreoceano, dove il network di LAUSD (Los Angeles Unified School District) è stato preso di mira dai cybercriminali. Si tratta del secondo distretto più importante, in termini numerici, degli Stati Uniti: raggruppa complessivamente oltre 640.000 studenti di ogni età.

A scuola col ransomware: l’allarme di FBI e CISA

Stando alla nota diramata, l’intervento tempestivo degli addetti ai lavori ha permesso di mitigare l’impatto dell’azione, consentendo tra le altre cose di non interrompere l’attività didattica già avviata. Ciò nonostante, gli autori sono comunque riusciti a effettuare l’accesso ad alcuni sistemi, compromettendone l’integrità, tra questi anche i server email. Al momento non è dato a sapere con quali conseguenze.

LAUSD, che ha immediatamente allertato le autorità così da poter avviare le indagini di rito, non ha attribuito ad alcun gruppo criminale la responsabilità dell’attacco. Le ricostruzioni fin qui fornite sembrano però puntare in direzione della realtà nota come Vice Society. È la stessa che ha colpito tra gli altri il Comune di Palermo nei mesi scorsi. È quanto sostiene anche un bollettino pubblicato da FBI (Federal Bureau of Investigation) e CISA (Cybersecurity and Infrastructure Security Agency), che non esclude la possibilità di assistere ad altre violazioni simili dirette al mondo della scuola in concomitanza con il ritorno in aula.

FBI, CISA e MS-ISAC anticipano che gli attacchi potrebbero incrementare con l’inizio dell’anno scolastico 2022/2023, poiché i cybercriminali intravedono opportunità di successo per le loro azioni.

Una soluzione antivirus efficace e costantemente aggiornata può risultare determinante per proteggere i propri dispositivi dalle minacce informatiche, incluse quelle riconducibili alla categoria ransomware. Nel caso di  Avast Premium Security (in forte sconto) è possibile valutarne le funzionalità grazie alla prova gratuita di 30 giorni.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 set 2022
Link copiato negli appunti